Tieni conto della volontà di Dio al fine di ottenere la perfezione

Più tieni conto della volontà di Dio, più grande sarà il tuo fardello, e più grande è il tuo fardello, più ricca sarà la tua esperienza. Quando terrai conto della volontà di Dio, Egli ti caricherà di un fardello per poi illuminarti sui compiti che ti ha affidato. Quando Dio ti darà questo fardello, presterai attenzione a tutte le verità a esso collegate e allo stesso tempo ti nutrirai delle parole di Dio. Se il tuo fardello ha a che vedere con la condizione di vita dei tuoi fratelli e sorelle, significa che esso ti è stato affidato da Dio e che dovrai sempre portarlo con te nelle tue preghiere quotidiane. Ciò che Dio fa è stato dato in carico a te e tu sei disposto a fare ciò che Dio desidera fare; ecco che cosa significa assumere il fardello di Dio. A quel punto, quando ti nutrirai delle parole di Dio, ti concentrerai su questo genere di questioni e ti domanderai: “Come posso risolvere questi problemi? Come posso fare in modo che i miei fratelli e sorelle trovino sollievo e provino godimento spirituale?” Ti concentrerai sulla risoluzione di questi problemi anche nei momenti di condivisione e, quando ti nutrirai delle parole di Dio, ti concentrerai sul nutrirti di parole relative a tali questioni. Porterai questo fardello anche mentre ti nutrirai delle Sue parole. Una volta comprese le richieste di Dio, ti sarà più chiaro quale strada prendere. È questa la rivelazione e l’illuminazione dello Spirito Santo che il tuo fardello ti fornisce e anche la guida di Dio che ti è stata data in dono. Perché dico questo? Senza un fardello, non presti attenzione quando ti nutri delle parole di Dio; quando ti nutri delle parole di Dio portando un fardello sei in grado di coglierne l’essenza, di trovare la tua strada e di tenere conto della volontà di Dio. Pertanto, nelle tue preghiere dovresti chiedere a Dio di caricarti di ulteriori fardelli e di affidarti compiti ancora più gravosi. Ciò farà sì che tu abbia davanti a te un percorso più efficace in cui fare pratica, che il tuo nutrirti delle parole di Dio abbia maggiori effetti, che tu arrivi a cogliere l’essenza delle Sue parole e diventi più sensibile allo Spirito Santo.

Nutrirti della parola di Dio, praticare la preghiera, accettare il fardello di Dio, assumerti i compiti che Egli ti affida: tutto ciò fa sì che tu possa avere un percorso davanti a te. Più aumenterà il peso del fardello che Dio ti affiderà, più facile sarà che tu sia perfezionato da Lui. Alcuni non sono disposti a collaborare con altri nel servire Dio, nemmeno dopo essere stati chiamati a farlo; costoro sono persone pigre che desiderano solo starsene piacevolmente comode. Più ti viene chiesto di collaborare con altri al servizio di Dio, più esperienza otterrai e, poiché avrai più fardelli ed esperienza, otterrai più opportunità di essere perfezionato. Pertanto, riuscendo a servire Dio con sincerità, potrai tenere conto del fardello di Dio e, di conseguenza, avrai maggiori opportunità di essere perfezionato da Lui. Attualmente, soltanto un gruppo di persone come queste viene sottoposto al perfezionamento. Più sarai toccato dallo Spirito Santo e più dedicherai tempo a tenere conto del fardello di Dio, più verrai perfezionato e guadagnato da Dio, finché, in ultimo, diventerai qualcuno che Gli è utile. Attualmente, vi sono alcuni che non portano alcun fardello per la Chiesa; sono persone svogliate e approssimative che si preoccupano solo della propria carne. Sono persone estremamente egoiste e persino cieche. Non avrai alcun fardello se non riuscirai a vedere tale questione in modo chiaro. Più tieni conto della volontà di Dio, più pesante sarà il fardello che Dio ti affiderà. Gli egoisti non sono disposti a sopportare cose simili, non sono disposti a pagare questo prezzo e, di conseguenza, perderanno l’opportunità di essere perfezionati da Dio. Questo non è forse farsi del male da soli? Se sei una persona che tiene conto della volontà di Dio, ti addosserai un vero fardello per la Chiesa. In realtà, invece di considerarlo un fardello che porti per la Chiesa, sarebbe meglio considerarlo un fardello che porti per la tua stessa vita, poiché il fine del fardello che ti addossi per la Chiesa è essere perfezionato da Dio attraverso tali esperienze. Pertanto, chiunque sostenga il fardello più pesante per la Chiesa, chiunque porti un fardello per fare ingresso nella vita, sarà tra coloro che vengono perfezionati da Dio. Ti è chiaro? Se la Chiesa di cui fai parte è dispersa come granelli di sabbia ma tu non sei né preoccupato né in ansia, e quando i tuoi fratelli e sorelle non si nutrono normalmente della parola di Dio fai finta di non vedere, allora non stai portando alcun fardello. Persone siffatte non sono gradite a Dio. Coloro che sono graditi a Dio hanno fame e sete di giustizia e tengono conto della Sua volontà. Pertanto, dovresti cominciare a tenere conto del fardello di Dio in questo stesso istante, non dovresti aspettare che Dio riveli la Sua giusta indole a tutti gli uomini prima di cominciare a tenere conto del Suo fardello. Sarebbe troppo tardi allora, non ti pare? Ora hai una buona opportunità di essere perfezionato da Dio e, se te la lasci sfuggire, lo rimpiangerai per il resto della vita, esattamente come Mosè che, non essendo riuscito ad arrivare nella buona terra di Canaan, lo rimpianse per il resto della vita, portandosi il rimorso nella tomba. Una volta che Dio avrà rivelato la Sua indole giusta a tutti i popoli sarai preso dai rimpianti e, anche se Dio non ti castigherà, sarai tu stesso a farlo con il tuo rimorso. Alcuni non ne sono così convinti ma, se anche tu non ci credi, aspetta e vedrai. Vi sono persone il cui unico scopo è dare compimento a queste parole. Tu sei disposto a sacrificare te stesso per queste parole?

Se non cerchi le opportunità di essere perfezionato da Dio e se non ti sforzi di essere il in prima fila nella tua ricerca del perfezionamento, alla fine ti ritroverai pieno di rimorsi. Il momento migliore per raggiungere la perfezione è il presente; adesso è un momento estremamente favorevole. Se non cerchi seriamente di essere perfezionato da Dio, una volta che la Sua opera sarà conclusa sarà troppo tardi e avrai perso questa opportunità. Non importa quanto siano grandi le tue aspirazioni; nel momento in cui Dio non starà più compiendo la Sua opera, per quanto impegno tu ci metta non sarai più in grado di ottenere il perfezionamento. Devi cogliere questa opportunità e collaborare fintanto che lo Spirito Santo compie la Sua grande opera. Se perdi questa opportunità, non te ne sarà concessa un’altra, per quanto tu ti impegni. Alcuni di voi dicono a gran voce: “Dio, sono disposto a tener conto del Tuo fardello e a soddisfare la Tua volontà”. Eppure, non hai alcun percorso da seguire per praticare e pertanto i tuoi fardelli avranno breve durata. Diversamente, se hai un percorso davanti a te, otterrai gradualmente esperienza ed essa sarà ben strutturata e organizzata. Dopo che avrai portato a compimento un fardello, te ne verrà assegnato un altro. Con l’intensificarsi della tua esperienza di vita, anche i tuoi fardelli acquisteranno profondità. Alcune persone portano un fardello solo quando sono toccate dallo Spirito Santo e, dopo un certo periodo di tempo, smettono di portarli non avendo più alcun percorso dove praticare. Non basta nutrirsi della parola di Dio per crearsi dei fardelli. È necessaria la comprensione di molte verità, grazie alla quale otterrai discernimento, sarai in grado di risolvere i problemi per mezzo della verità e acquisirai una più precisa comprensione delle parole di Dio e della Sua volontà. Grazie a ciò, avrai dei fardelli da portare e solo allora sarai in grado di eseguire un buon lavoro. Inoltre, non basterà avere un fardello senza avere una chiara comprensione della verità; devi avere esperienza personale delle parole di Dio e sapere come metterle in pratica. Solo dopo essere entrato personalmente nella realtà sarai in grado di provvedere agli altri, di guidarli e di essere perfezionato da Dio.

Ne “Il cammino… (4)” è scritto che siete tutte persone del Regno predestinate da Dio prima dei secoli, e che non potete essere portati via da nessuno. Vi si afferma anche che Dio desidera che siate tutti usati e perfezionati da Lui, che Egli vi richiede di ergervi a rappresentanti del Suo popolo e che solo diventando popolo di Dio potrete adempiere la Sua volontà. A quel tempo, avete condiviso tali concetti sull’argomento, scambiando comunicazioni su quale fosse il percorso di accesso in base ai criteri stabiliti per il popolo di Dio. Pertanto, l’opera svolta dallo Spirito Santo in quel periodo è consistita nel far uscire ognuno dalla propria condizione negativa per condurlo in una positiva. A quel tempo, la tendenza dell’opera dello Spirito Santo era di mettere tutti nelle condizioni di godere delle parole di Dio in quanto popolo di Dio, e di permettere che ciascuno di voi capisse chiaramente che fate parte del popolo di Dio, come fu predestinato prima dei secoli, e che Satana non può impossessarsi di voi. Così tutti avete pregato dicendo: “Dio! Sono pronto a far parte del Tuo popolo, poiché noi siamo stati predestinati da Te prima dei secoli e poiché Tu ci hai concesso questo ruolo. In questa veste, siamo pronti a soddisfarTi”. Ogni volta che pregavate in questo modo, lo Spirito Santo ti toccava; era così che lo Spirito Santo tendeva a operare. In questo periodo, dovete pregare e imparare a placare il vostro cuore davanti a Dio, per poter essere in grado di perseguire la vita e per cercare di accedere all’addestramento del Regno. Questo è il primo passo. Al momento, l’opera di Dio è far sì che ciascuno intraprenda il giusto percorso, abbia una vita spirituale normale ed esperienze autentiche, sia mosso dallo Spirito Santo e, su tali basi, accetti gli incarichi affidatigli da Dio. Accedere all’addestramento del Regno serve a far sì che ogni vostra parola, azione, movimento, pensiero e idea rientri nelle parole di Dio, che siate più spesso toccati da Lui e che, di conseguenza, il vostro cuore si riempia d’amore per Dio. Serve inoltre a far sì che vi accolliate una maggiore porzione del fardello della volontà di Dio, così che siate tutti sulla strada che vi permette di essere perfezionati da Dio e quindi sulla retta via. Una volta che sarai sulla strada che ti permette di essere perfezionato di Dio, sarai sulla retta via. Quando i tuoi pensieri e le tue idee, così come le tue erronee intenzioni, potranno essere corrette e sarai in grado di distogliere l’attenzione dalla tua carne rivolgendola alla volontà di Dio, quando riuscirai a non farti distrarre dalle intenzioni sbagliate che si presenteranno agendo invece secondo la volontà di Dio, quando, cioè, sarai capace di compiere una tale trasformazione, allora sarai sulla strada giusta per fare esperienza della vita. Quando le tue pratiche di preghiera andranno nella giusta direzione, sarai toccato dallo Spirito Santo nelle tue preghiere. Ogni volta che pregherai, sarai toccato dallo Spirito Santo; ogni volta che pregherai, sarai in grado di placare il tuo cuore davanti a Dio. Se, ogni volta che ti nutrirai di un passo della parola di Dio, sarai in grado di cogliere l’opera che Egli sta realizzando in quel momento e saprai imparare a pregare, a collaborare e a ottenere l’accesso, allora, ma solo allora, il tuo nutrirti delle parole di Dio produrrà risultati. Quando, grazie alle parole di Dio, sarai in grado di trovare la via di accesso e di cogliere le attuali dinamiche dell’opera di Dio e la direzione dell’opera dello Spirito Santo, sarai sulla strada giusta. Se non avrai colto i punti chiave mentre ti nutrivi delle parole di Dio e, anche dopo averlo fatto, non sarai ancora in grado di trovare una strada per fare pratica, ciò dimostrerà che non sai ancora come nutrirti correttamente della Sua parola e che non hai scoperto il metodo o il principio per farlo. Se non hai colto l’opera che Dio sta attualmente compiendo, allora non sei in grado di accettare gli incarichi che Dio ti affiderebbe. L’opera che Dio compie nel momento corrente è precisamente quella che gli uomini devono comprendere e a cui devono accedere nel presente. Avete afferrato il senso di questi concetti?

Se ti nutri in modo efficace della parola di Dio, la tua vita spirituale diventa normale e riesci a cibarti normalmente delle parole di Dio, pregare normalmente, condurre la vita di Chiesa normalmente a prescindere dalle prove che ti capitano, dalle circostanze in cui ti imbatti, dai disturbi fisici che ti affliggono, dall’ostracismo dei fratelli e sorelle o dalle difficoltà familiari. Se riuscirai a raggiungere questa condizione, sarà la prova che sei sulla strada giusta. Alcuni sono troppo fragili e mancano di perseveranza e, al più piccolo ostacolo, assumono un atteggiamento piagnucolante e cedono alla negatività. Il perseguimento della verità, invece, richiede perseveranza e determinazione; se questa volta non sei stato capace di soddisfare la volontà di Dio, allora devi arrivare a detestare te stesso e, la volta successiva, devi essere pacatamente determinato in cuor tuo a riuscirci. Se questa volta non hai tenuto conto del fardello di Dio, allora dovrai essere deciso nel ribellarti alla carne quando successivamente affronterai lo stesso ostacolo, e dovrai risolverti a soddisfare la volontà di Dio. È così che diventerai degno di lode. Alcuni non sanno nemmeno se i loro pensieri o le loro idee siano giusti: sono persone stolte! Se desideri domare il tuo cuore e ribellarti alla carne, devi prima sapere se le tue intenzioni siano giuste; soltanto allora potrai farlo. Ma se non sai se le tue intenzioni siano giuste, come puoi domare il tuo cuore e ribellarti alla carne? Anche se ti ribelli, lo farai in modo confuso. Dovresti sapere come ribellarti alle tue erronee intenzioni; ribellarsi alla carne significa questo. Nel momento in cui riconosci che le tue intenzioni, i tuoi pensieri e le tue idee sono errati, dovresti immediatamente cambiare rotta e prendere la strada giusta. Per prima cosa risolvi questo problema ed esercitati per ottenere l’accesso da questo punto di vista, poiché nessuno meglio di te sa se le tue intenzioni siano giuste o no. Quando le intenzioni erronee saranno state corrette e saranno finalizzate a Dio, allora avrai raggiunto l’obiettivo di domare il tuo cuore.

Ora, per te la cosa più importante da fare è acquisire la conoscenza di Dio e della Sua opera e sapere come lo Spirito Santo svolge la Propria opera sull’uomo; questi sono i presupposti essenziali per mettersi sulla strada giusta. Ti risulterà più facile una volta che avrai afferrato questo concetto fondamentale. Credi in Dio e conosci Dio, il che dimostra che la tua fede in Lui è sincera. Se continui a fare esperienza ma, in ultimo, non riesci ancora a conoscere Dio, sei sicuramente una persona che Gli oppone resistenza. Coloro che credono solo in Gesù Cristo ma non credono nel Dio incarnato di oggi sono tutti condannati. Sono tutti farisei degli ultimi giorni, poiché non riconoscono il Dio di oggi e Gli si oppongono tutti. Indipendentemente da quanto sia devoto il loro culto di Gesù, esso sarà del tutto vano; non riceveranno la lode di Dio. Tutti coloro che affermano ostentatamente di credere in Dio ma non hanno una vera conoscenza di Dio nel proprio cuore, sono degli ipocriti!

Per cercare di essere perfezionati da Dio, si deve in primo luogo comprendere che cosa significhi essere perfezionati da Lui, quali condizioni si debbano soddisfare al fine di esserlo e poi, una volta compreso ciò, cercare un percorso per far pratica. Bisogna essere di qualità abbastanza buona al fine di essere perfezionati da Dio. Molti per loro natura non sono di qualità abbastanza alta, il che richiede il pagamento di un prezzo e uno sforzo personale. Minore è la tua qualità, maggiore è l’impegno personale che dovrai mettervi. Più grande è la tua comprensione delle parole di Dio e più le traduci in pratica, più velocemente puoi intraprendere il cammino del perfezionamento. Attraverso la preghiera, puoi essere perfezionato nel campo della preghiera; anche nutrendoti delle parole di Dio, cogliendone la sostanza e vivendo la realtà delle parole di Dio, puoi essere portato a perfezione. Attraverso l’esperienza quotidiana delle parole di Dio, dovresti arrivare a capire ciò che manca in te e, inoltre, dovresti riconoscere quali sono i tuoi difetti fatali e le tue debolezze, e pregare e supplicare Dio. In questo modo, gradualmente sarai reso perfetto. La via verso la perfezione è questa: pregare, nutrirti delle parole di Dio, cogliere l’essenza delle parole di Dio, accedere all’esperienza delle parole di Dio, giungere a riconoscere che cosa manca in te, sottometterti all’opera di Dio, tenere conto del fardello di Dio, rinunciare alla carne attraverso il tuo amore per Dio ed essere assiduamente in comunione con i tuoi fratelli e sorelle, poiché ciò può rendere più ricche le tue esperienze. Che si tratti della vita comunitaria o della tua vita personale, che si tratti di grandi o di piccole assemblee, tutto può permetterti di acquisire esperienza e ricevere addestramento, così che il tuo cuore possa essere sereno dinanzi a Dio e ritorni a Lui. Tutto ciò fa parte del processo dell’essere resi perfetti. Sperimentare le parole di Dio, come descritto in precedenza, significa essere in grado di assaporarle realmente e consentire a se stessi di viverle appieno, in modo da acquisire maggior fede e amore verso Dio. In questa maniera, gradualmente ti libererai della tua corrotta indole satanica, abbandonerai le tue motivazioni inappropriate e vivrai come vive una persona normale. Più è grande l’amore per Dio dentro di te, ossia maggiore è la parte di te che è stata perfezionata da Dio, meno sarai soggetto alla corruzione di Satana. Attraverso le tue esperienze pratiche, intraprenderai gradualmente il cammino verso la perfezione. Pertanto, se desideri essere reso perfetto, è particolarmente importante che tu tenga conto della volontà di Dio e faccia esperienza delle Sue parole.

Pagina precedente: Acquietare il cuore davanti a Dio

Pagina successiva: Dio perfeziona coloro che sono in sintonia con il Suo cuore

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Chatta con noi su Messenger
Chatta con noi su WhatsApp

Contenuti correlati

Il cammino… (8)

Quando Dio viene sulla terra per socializzare con gli esseri umani, per vivere con loro, non Si limita a farlo per un paio di giorni. Forse...

Capitolo 32

Quando le persone si riuniscono insieme a Me, il cuore Mi si riempie di gioia. Subito Io impartisco loro le benedizioni a Mia disposizione,...

Dio Stesso, l’Unico X

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (IV)Oggi condivideremo un argomento speciale. Per ogni singolo credente, ci sono soltanto due cose...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Linea Spazio

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro