Le pecore di Dio ascoltano la voce di Dio (Elementi essenziali per il nuovo credente)

Contenuti

Capitolo 7 Diversi altri aspetti della verità alla base di quanto deve essere inteso dai nuovi credenti

6. Quale genere di sofferenza i credenti in Dio devono sopportare e il significato del patimento.

Parole di Dio attinenti:

Oggi, la maggior parte della gente non se ne rende conto: crede che la sofferenza non abbia alcun significato, viene abbandonata dal mondo, la sua vita familiare è instabile; Dio non ama queste persone e le loro prospettive sono tristi. La sofferenza di alcune persone raggiunge un certo punto e i loro pensieri si rivolgono alla morte. Questo non è il vero amore di Dio; questa gente è vigliacca, non ha la perseveranza, è debole ed inerme! Dio desidera che l’uomo Lo ami, ma più l’uomo Lo ama, maggiori saranno la sua sofferenza e le sue prove. Se Lo ami, ogni genere di sofferenza ti colpirà, in caso contrario, forse, tutto procederà senza ostacoli e tranquillamente, intorno a te. Quando ami Dio, sentirai che molte cose sono insormontabili e dato che la sua statura morale è troppo bassa, verrai raffinato e non sarai capace di compiacere Dio; avvertirai che la Sua volontà è troppo elevata, che va oltre la possibilità umana. Verrai raffinato grazie a tutto questo, in quanto c’è molta debolezza in te e molta incapacità di compiere la volontà di Dio, verrai raffinato interiormente. Tuttavia dovete comprendere chiaramente che la purificazione si raggiunge solo attraverso la prova. Perciò, negli ultimi giorni dovete rendere testimonianza a Dio. Non importa quanto sia grande la vostra sofferenza, dovreste continuare fino alla fine e persino fino al vostro ultimo respiro, dovete ancora essere fedeli a Dio e lasciare tutto di buon grado a Dio; solo questo è vero amore per Lui e una testimonianza forte ed eclatante. Quando sei tentato, dovresti dire: “Il mio cuore appartiene a Dio ed Egli mi ha già conquistato. Non posso soddisfarti, devo dedicare tutto me stesso a compiacere Dio”. Più soddisfi Dio, più Egli ti benedirà e maggiore sarà la forza del tuo amore verso di Lui; così, otterrai anche la fede e la determinazione e sentirai che niente è più degno o importante di una vita dedicata ad amare Dio. Si può dire che l’uomo non debba far altro che amare Dio per non provare dolore. Anche se ci sono momenti in cui la tua carne è debole e sei assalito da molte difficoltà reali, in queste occasioni ti affiderai veramente a Lui e verrai consolato nella tua anima, avrai la sicurezza e qualcosa su cui contare. In questo modo sarai in grado di superare molte circostanze e non ti lamenterai di Dio per l’angoscia che provi; vorrai cantare, ballare e pregare, costruire e condividere, riflettere su di Lui e sentirai che tutte le persone, gli argomenti e le cose intorno a te che vengono organizzate da Dio, si aggiusteranno. Se non ami Dio, tutto ciò che osservi ti sembrerà fastidioso, nulla sarà piacevole ai tuoi occhi; non ti sentirai libero nell’animo, ma oppresso, il tuo cuore si lamenterà sempre di Dio e riterrai di sentire così tanto dolore da sembrarti ingiusto. Se non insisti nella ricerca della felicità, ma per soddisfare Dio e non per essere accusato da Satana, allora tale ricerca ti darà grande forza per amare Dio. L’uomo è in grado di realizzare tutto ciò che Egli ha detto e tutto ciò che fa è in grado di compiacerLo, questo significa possedere la realtà. Cercare di compiacere Dio vuol dire usare l’amore di Dio per mettere in pratica le Sue parole; a prescindere dal momento, anche quando gli altri non hanno la forza, dentro di te c’è ancora un cuore che ama Dio, che Lo desidera profondamente e che avverte la Sua mancanza. Questa è autentica statura morale. La grandezza della tua statura morale dipende dall’intensità del tuo amore verso Dio, se rimani irremovibile una volta messo alla prova, se sei debole quando una determinata circostanza si abbatte su di te e se sai rialzarti quando i tuoi fratelli e sorelle ti rifiutano; l’arrivo degli eventi ti mostrerà semplicemente quale sia il tuo amore verso Dio. Si può notare dalla quantità dell’opera di Dio che Egli ama veramente l’uomo, solo che gli occhi del suo spirito devono ancora aprirsi completamente ed egli non è in grado di intravedere gran parte della Sua opera, della Sua volontà e molte cose di Dio che sono belle; l’uomo ama troppo poco Dio. Credi in Lui per tutto questo tempo ed oggi Egli ha bloccato tutte le vie di fuga. Realisticamente parlando, non hai altra scelta se non intraprendere la retta via verso la quale sei stato condotto dal giudizio severo e dalla salvezza suprema di Dio. Soltanto dopo aver affrontato le difficoltà e la raffinazione l’uomo impara che Dio è amorevole. Avendo avuto esperienza fino a oggi, si può affermare che l’uomo sia giunto a conoscere parte della bellezza di Dio, ma non è ancora abbastanza, perché egli è così carente. Deve sperimentare maggiormente l’opera meravigliosa di Dio e la raffinazione proveniente dalla sofferenza stabilita da Lui. Solo in quel momento l’indole della vita dell’uomo potrà cambiare.

da “Solamente affrontando prove dolorose puoi conoscere la bellezza di Dio” in La Parola appare nella carne

281 La sofferenza è la benedizione di Dio

1. Non essere avvilito, non essere debole. Dio ti Si rivelerà, Dio ti Si rivelerà. La via che porta al Suo regno non può essere priva di ostacoli. Desideri procedere lietamente verso le benedizioni? Nulla si ottiene con molta facilità! Oggi tutti devono essere provati dalla sofferenza, altrimenti il tuo amore per Dio non si rafforzerà e non sarà reale, non sarà reale. Pur essendo una situazione che presenta delle difficoltà, ciascuno, ciascuno deve affrontarla, benché in misura diversa. Oh, la tua condizione è la benedizione di Dio. In quanti, in quanti spesso si inginocchiano innanzi a Dio per cercare la Sua benedizione?

2. Voi credete sempre che pronunciare delle parole benefiche sia una benedizione, ma non pensate mai alla sofferenza come a una benedizione di Dio. Coloro che dividono l’amarezza con Dio certo condivideranno la Sua dolcezza. Questa è la promessa di Dio. Questa è la benedizione di Dio per voi. Proteggete la Sua testimonianza con tutto ciò che avete. Non dimenticate, questo è il principio delle azioni che compite. È solo che adesso vi manca la fede, siete privi di fede, privi di discernimento. Non riuscite a comprendere la parola di Dio, la volontà di Dio. Tuttavia, non siate inquieti. Trascorrete più tempo innanzi a Dio, non curatevi di nutrire e vestire la carne. Impegnati a fondo per cercare la volontà di Dio, e Dio te la rivelerà. In maniera graduale scoprirai la volontà di Dio in tutte le cose. È così che Dio creerà un cammino senza ostacoli in ciascuno e il Suo cuore ne trarrà soddisfazione. Dividerete le benedizioni con Dio per sempre, per sempre!

da Segui l’Agnello e canta dei canti nuovi

La maggior parte dei credenti in Dio non è ancora sulla retta via. Essi si sentono ancora molto vuoti e privi di energia. Talvolta potrebbero anche percepire la vita come dolorosa, del tutto vana, o potrebbero addirittura desiderare di morire. Ciò accade quando non vi è alcuna visione nei loro cuori. Non hanno conquistato la verità e non sono giunti alla conoscenza di Dio, perciò non hanno molto di cui godere nel loro intimo. In particolare, voi tutti soffrite la persecuzione, avete una casa a cui non potete tornare, desiderate morire anziché vivere quando sperimentate l’infelicità – tale è la debolezza della vostra carne. Alcuni addirittura pensano: “Si dovrebbe provare piacere nel credere in Dio! Lo Spirito Santo ha concesso pace e gioia al popolo durante l’Età della Grazia”. Eppure in questi giorni la pace e felicità di cui godere scarseggiano, diversamente da quanto accadeva nell’Età della Grazia; avere fede in Dio adesso è troppo doloroso. Tutto quello che sai è che i piaceri della carne sono migliori di qualsiasi altra cosa. Non conosci l’opera odierna di Dio. Dio ti fa soffrire nella carne per trasformare la tua indole. Anche quando la tua carne soffre, se possiedi la parola di Dio e hai la Sua benedizione, non puoi morire nemmeno se lo desideri. Puoi essere contento senza conoscere Dio e acquisire la verità? L’aspetto principale è che non hai conseguito la verità, non hai nessuna vita; sei nel bel mezzo del cammino di ricerca della salvezza, dunque per il momento devi ancora sopportare qualche sofferenza. Oggi il mondo intero viene messo alla prova. Poiché anche Dio sta soffrendo, come potete voi non soffrire? Se non si è purificati da grandi disastri, la vera fede non può esistere, né puoi conquistare la verità e la vita. Devono esserci prove e purificazioni. … La sofferenza che provate ora non è forse la stessa sofferenza di Dio? State soffrendo con Lui, eppure anche Dio sta soffrendo con voi. Non è forse così? Solo partecipando all’odierna tribolazione di Cristo e del Suo regno e della Sua pazienza vi guadagnerete infine la gloria. Questo genere di sofferenza ha un significato, giusto? Devi essere determinato. Devi conoscere il significato del patimento odierno e la ragione per cui lo stai provando. Se in questo trovi degli elementi di verità, una qualche comprensione della volontà di Dio, allora dovrai deciderti a soffrire. Sarà un problema se, senza comprendere la volontà di Dio, ti limiterai a riflettere sulla tua sofferenza, e più rifletterai più patirai. … Pertanto devi conoscere questi aspetti e da essi apprendere la verità. Possedere la verità ti dà forza, ti fornisce un’energia illimitata e ti rende determinato. Senza la verità sei solo un sedimento, ma la verità ti rende forte e coraggioso, e la sofferenza che patisci appare insignificante. Il dolore che provate non è niente. Dio Stesso sta ancora soffrendo nella carne! Siete il popolo la cui natura è stata corrotta da Satana che vi ha indotto a tradire Dio. Tutti avete compiuto inconsapevolmente molti atti per disobbedire e resistere Dio, e dovreste essere giudicati e puniti. Quando si è malati, non si può temere il disagio comportato trattamento dalle cure. Voi desiderate che la vostra indole corrotta sia trasformata e volete acquisire la vita, dunque come potete non tollerare qualche sofferenza? La sofferenza deve essere patita. Deve essere patita. Non è innocente e certamente non è imposta. Le sofferenze che state patendo derivano meramente dal fatto di correre ovunque di qua e di là, accusando un po’ di fatica a causa del lavoro; talvolta lasciandovi affinare, sia pur limitatamente, dalla parola di Dio; talvolta stando male quando capite di non poter modificare il vostro comportamento corrotto, venendo tormentati dalla vostra natura corrotta; talvolta non riuscendo a comprendere la parola di Dio o sentendovi a disagio quando questa penetra fin nel vostro cuore, quindi soffrendo per la purificazione attraverso essa; oppure se non svolgete bene il vostro lavoro e seguitate a commettere errori, incolpandovi e odiandovi per la vostra incompetenza, e continuate a soffrire per simili cose. Talvolta, anche il fatto di vedere che gli altri maturano mentre voi progredite lentamente o vedere che siete addirittura troppo lenti o che non conquistate abbastanza luce nel ricevere la parola di Dio, vi rende infelici. Quale genere di sofferenza dovete patire oltre a questa? Non è come se foste gravati da un lavoro fisico; non vi è un superiore o un capo che vi punisce o vi rimprovera, o qualcuno che vi tratta come degli schiavi. Non siete in queste condizioni, giusto? Queste sofferenze, in realtà, non sono poi chissà che. Rifletteteci attentamente. Non è così? Talvolta subite qualche piccola minaccia dal vostro ambiente e vi sentite spaventati e insoddisfatti. Vivete nella paura e sopportate un po’ di sofferenza. Eppure dovete capire il significato racchiuso nell’atto di lasciare la vostra famiglia per spendervi per Dio e la ragione per cui lo state facendo. Se è per perseguire la verità e cercare la vita, compiendo insieme anche il vostro dovere per ripagare l’amore di Dio, allora è assolutamente opportuno, vantaggioso e giustificato, e non lo rimpiangerete mai. In tal modo, potete lasciarvi dietro la famiglia a prescindere da tutto. Non è giusto? Se questo scopo ti è chiaro, allora non vi saranno rimpianti, nessuna negatività. Se non ti stai spendendo per Dio, allora non esiste alcuno scopo e dovresti correre a casa. Una volta che hai imparato a distinguere questo aspetto, il problema è risolto e non devi più preoccuparti. Tutto è nelle mani di Dio.

Oggi tutti voi state patendo delle sofferenze derivanti dalle prove a cui siete sottoposti. Pochi di voi possiedono degli elementi di verità, altri non ne posseggono alcuno. Alcuni la ricevono in un modo, altri la ricevono in un altro. A prescindere da come accogli la verità, finché essa è in te e la ricevi nel modo giusto, la tua sofferenza avrà significato e valore e tu sarai determinato, e potrai arrivare alla fine. Se, invece, non ricevi la verità ma solo le nozioni e le fantasie umane, le tue sofferenze non hanno valore perché non hai conseguito la verità.

da “Come conoscere la natura umana” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Devi soffrire il disagio per la verità, devi dare te stesso alla verità, è necessario sopportare umiliazioni per la verità e, per ottenere più verità, è necessario sottoporsi a ulteriori sofferenze. Questo è ciò che dovresti fare. Non devi buttare via la verità per una vita pacifica in famiglia e non devi perdere la dignità e l’integrità della tua vita per un momentaneo godimento. Dovresti perseguire tutto ciò che è bello e buono, e dovresti perseguire un percorso di vita più significativo. Se conduci una vita così volgare e non persegui alcun obiettivo, non stai sprecando la tua vita? Che cosa puoi guadagnare da una vita del genere? Dovresti abbandonare tutti i piaceri della carne per il bene di una verità e non dovresti buttare via tutte le verità per il bene di un po’ di divertimento. Persone simili non hanno alcuna integrità né dignità; non vi è alcun significato nella loro esistenza!

da “Le esperienze di Pietro: la sua conoscenza del castigo e del giudizio” in La Parola appare nella carne

Si verifica qualcosa che ti richiede di sopportare delle difficoltà ed è in quel momento che dovresti capire qual è la volontà di Dio, che dovresti essere consapevole della Sua volontà. Non devi soddisfare te stesso: innanzitutto, metti te stesso da parte. Nulla è più abietto della carne. Devi cercare di soddisfare Dio e devi compiere il tuo dovere. Con questi pensieri, Dio ti darà un’illuminazione speciale e anche il tuo cuore troverà conforto. Che si tratti di grandi o piccoli avvenimenti, quando ti accade qualcosa devi prima mettere da parte te stesso e considerare la carne come la più bassa di tutte le cose. Più soddisferai la carne, più libertà essa si prenderà; se la soddisfi una volta, la prossima chiederà di più e, di questo passo, arriverai ad amare la carne ancora di più. La carne ha sempre desideri stravaganti, pretende sempre di essere soddisfatta e di essere gratificata, che si tratti delle cose che mangi o di quelle che indossi, del fatto di perdere le staffe o di assecondare le tue debolezze e le tue pigrizie… Quanto più soddisfi la carne, più grandi diventano i suoi desideri, e più dissoluta essa diventa, fino al punto in cui nutre concezioni ancora più radicate e disobbedisce a Dio, si esalta e diventa dubbiosa circa l’opera di Dio. … Si racconta che una volta c’era un contadino che vide sulla strada un serpente completamente congelato. Il contadino lo raccolse e lo strinse al petto e così, non appena il serpente si riebbe, morse l’agricoltore a morte. La carne dell’uomo è come il serpente: la sua indole è quella di danneggiare la vita – e quando riesce nel suo obiettivo, la tua vita sarà perduta. La carne appartiene a Satana. In essa vi sono desideri stravaganti, essa pensa solo per sé, vuole godere delle comodità, dilettarsi nel tempo libero, sguazzare nella pigrizia e nell’ozio e a un certo punto, dopo averla soddisfatta, ne sarai completamente divorato. Vale a dire che, se la soddisfi una volta, la volta dopo arriverà a chiederti di più. La carne ha sempre dei desideri stravaganti e nuove esigenze e sfrutta la tua propensione verso di lei per fartela amare ancora di più e per vivere tra le sue comodità – e così, se non la domini, in ultima istanza sarai perduto. Che tu riesca o meno a conquistarti la vita dinanzi a Dio e quale sarà la tua fine ultima, dipende da quanto saprai ribellarti contro la carne. Dio ti ha salvato, ti ha scelto e ti ha reso predestinato, ma se oggi non sei disposto a soddisfarLo, significa che non sei disposto a mettere in pratica la verità, che non sei disposto a ribellarti contro la tua stessa carne con un cuore che ama veramente Dio; in ultima istanza tu rovinerai te stesso, e quindi dovrai sopportare il dolore estremo. Se assecondi sempre la carne, Satana gradualmente ti fagociterà e ti lascerà senza vita o senza il tocco dello Spirito, fino al giorno in cui dentro di te sarà completamente buio. Quando vivrai nelle tenebre, sarai stato fatto prigioniero da Satana, non avrai più Dio e in quel momento negherai l’esistenza di Dio e Lo abbandonerai.

da “Solo amare Dio vuol dire credere veramente in Dio” in La Parola appare nella carne

In ogni fase dell’opera che Dio compie sulle persone, esternamente sembra che si tratti di un’interazione tra le persone, come se tutto nascesse da disposizioni o da interferenze umane. Ma dietro le quinte, in ogni fase del lavoro e di tutto ciò che accade, vi è una scommessa fatta da Satana davanti a Dio, una scommessa che richiede che le persone rimangano salde nella loro testimonianza di fede a Dio. Considera quando Giobbe è stato tentato, per esempio: dietro le quinte, Satana aveva fatto una scommessa con Dio e ciò che è accaduto a Giobbe era legato alle azioni degli uomini e alla loro interferenza. Dietro ogni passo che Dio compie dentro di voi, vi è la scommessa di Satana con Dio – dietro ogni cosa vi è una battaglia.

da “Solo amare Dio vuol dire credere veramente in Dio” in La Parola appare nella carne

Dio chiede alle persone di mettere in pratica la verità in modo da poter affrontare ciò che è dentro di loro, soprattutto i pensieri e le idee che non sono rivolte verso il cuore di Dio. Lo Spirito Santo tocca le persone a un livello intimo e svolge la Sua opera in loro, e per questo dietro tutto ciò che accade vi è una lotta: ogni volta che le persone mettono in pratica la verità o l’amore di Dio, ha luogo una grande lotta, e anche se tutto può sembrare a posto per quanto riguarda la carne, nel profondo del cuore vi sarà una battaglia per la vita o la morte – e solo dopo questa intensa lotta, dopo una quantità enorme di riflessioni, la vittoria o la sconfitta potrà essere decisa. Non si sa se ridere o piangere. Poiché molte delle motivazioni nel cuore delle persone sono sbagliate o perché gran parte dell’opera di Dio è in contrasto con le loro idee, quando le persone mettono in pratica la verità una grande battaglia è combattuta dietro le quinte. Dopo aver fatto proprie questa verità, dietro le quinte le persone avranno versato innumerevoli lacrime di tristezza e infine si saranno decise a soddisfare Dio. È per questa battaglia che le persone devono sopportare la sofferenza e resistere per raffinare; questa è la vera sofferenza. Quando anche per te giunge l’ora di gettarti nella mischia, se sei in grado di stare veramente dalla parte di Dio, sarai in grado di soddisfarLo. La sofferenza, quando si pratica la verità, è inevitabile; se, quando si mette in pratica la verità, intimamente fosse tutto giusto, non ci sarebbe bisogno di essere resi perfetti da Dio e non ci sarebbero né battaglie né sofferenze. È perché dentro le persone ci sono molte cose che non sono adatte a essere utilizzate da Dio, soprattutto per quanto riguarda l’attitudine ribelle della carne, che gli individui hanno bisogno di imparare più in profondità la lezione della ribellione contro la carne. Questo è ciò che Dio chiama “sofferenza”, ciò che Egli ha chiesto all’uomo di subire insieme a Lui.

da “Solo amare Dio vuol dire credere veramente in Dio” in La Parola appare nella carne

Per capire se hai l’approvazione di Dio occorre osservare cose quali il fatto che lo Spirito Santo operi su di te oppure no, che lo Spirito Santo ti illumini e ti guidi, e se sei accompagnato da una qualche grazia oppure no. All’inizio, quando hanno cominciato a compiere il proprio dovere, alcuni erano pieni di energia come se fossero dotati di un vigore infinito. Eppure, come mai quell’energia sembra affievolirsi mano a mano che procedono? La persona che erano un tempo è diversa da quella che sono oggi. Perché sono cambiati? Per quale motivo? Perché la loro fede in Dio ha percorso il sentiero sbagliato prima di imboccare la retta via. Costoro hanno scelto il percorso errato. La loro ricerca iniziale celava qualcosa che è emerso in un momento cruciale. Che cosa vi era di nascosto? È un’attesa carica di aspettativa che risiede nel cuore di coloro che hanno fede in Dio, l’aspettativa che il giorno di Dio arriverà presto cosicché la loro miseria avrà fine; l’aspettativa che Dio verrà trasfigurato e che tutte le loro sofferenze avranno fine. Tutti attendono ansiosi il giorno in cui potranno tornare a casa per riunirsi con le proprie famiglie, quando non vi saranno più persecuzioni, quando saranno del tutto liberi, quando potranno credere apertamente in Dio senza alcuna restrizione da parte di altri, e tutti potranno vivere in un ambiente confortevole dove potranno vestirsi bene e mangiare bene. Non nutrite tutti una simile speranza? Questi pensieri si trovano nel profondo del tuo cuore perché la carne dell’uomo non desidera soffrire e attende ansiosa giorni migliori ogniqualvolta patisce. Ciò avverrà solo nelle giuste condizioni. In mancanza di esse, tutti sembreranno eccellere, sembreranno avere specialmente una statura morale, comprendere la verità piuttosto bene ed essere straordinariamente pieni di energia. Un giorno, quando se ne presenterà l’occasione, tutti questi pensieri si manifesteranno. La tua mente inizierà ad agitarsi, e alcuni inizieranno compiere una discesa. Questo non significa che Dio non ti apra un sentiero o che non ti doni la Sua grazia, e di certo non significa che sia irriguardoso verso le tue difficoltà. Il fatto è che patire questo dolore in questo momento è la tua benedizione, perché devi sopportare una simile sofferenza per essere salvato e sopravvivere, e ciò è stato predestinato. Pertanto, la tua benedizione è essere colpito da tale patimento. … Il significato che ivi si nasconde è della massima profondità, della massima importanza.

da “Coloro che hanno perduto l’opera dello Spirito Santo sono quelli più a rischio” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Dovete essere sempre cauti. Sebbene viviate in un luogo sordido, siete incontaminati dalla lordura e potete vivere con Dio ricevendo la Sua meravigliosa protezione. Siete stati eletti fra tutti su questa terra gialla. Non siete il più benedetto fra i popoli? Come creatura, devi certo adorare Dio e perseguire una vita ricca di significato. Se non adori Dio e vivi nella sozzura della carne, allora non sei forse solo una bestia dalle sembianze umane? Come essere umano, devi spenderti per Dio e patire tutte le sofferenze. Dovresti accettare di buon grado e con piena fiducia la poca sofferenza a cui sei sottoposto oggi e vivere una vita pregna di significato, come Giobbe, come Pietro. In questo mondo, l’uomo indossa i panni del diavolo, mangia il cibo dato dal diavolo e opera e serve sotto la totale influenza del diavolo, lasciandosi schiacciare nella sua lordura. Se non cogli il significato della vita o la retta via, qual è lo scopo della tua esistenza? Siete coloro che perseguono il giusto cammino, coloro che cercano il miglioramento. Siete coloro che si sollevano nella nazione del gran dragone rosso, coloro che Dio chiama i giusti. Non è questa la vita più ricca di significato?

da “Pratica (2)” in La Parola appare nella carne

(Passo selezionato della parola di Dio)

Il lavoro di Dio è così semplice come crede l’uomo?

In quanto persona che crede in Dio, si deve capire che, oggi, nel ricevere l’opera di Dio negli ultimi giorni e tutta l’opera del piano di Dio in te, Dio ti ha immensamente esaltato e ti ha concesso la Sua grande salvezza. Tutta l’opera di Dio nell’intero universo si è concentrata su questo gruppo di persone. Egli ha dedicato tutti i Suoi sforzi a voi e si è sacrificato per voi; ha rivendicato e ha dato a voi tutta l’opera dello Spirito nell’universo. Ecco perché dico che siete fortunati. Inoltre, ha portato la Sua gloria da Israele, il Suo popolo eletto, a voi, per manifestarvi completamente lo scopo del Suo piano. Dunque, siete coloro che riceveranno l’eredità di Dio e, ancora di più, l’eredità della gloria di Dio. Forse vi ricordate di queste parole: “Perché la nostra momentanea, leggera afflizione ci produce un sempre più grande, smisurato peso eterno di gloria”. In passato, avete tutti udito questa espressione, ma nessuno ne ha capito il vero significato. Oggi, conoscete bene il significato reale di queste parole. Esse sono ciò che Dio compirà negli ultimi giorni. E saranno adempiute in coloro che sono crudelmente attaccati dal gran dragone rosso, nella terra in cui si trova. Il gran dragone rosso perseguita Dio ed è nemico di Dio, così in questa terra, coloro che credono in Dio sono sottoposti all’umiliazione e alla persecuzione. Ecco perché queste parole diventeranno la realtà del vostro gruppo di persone. Dato che l’opera viene svolta in una terra che si oppone a Dio, tutta la Sua opera viene ostacolata con ogni mezzo e molte delle Sue parole non possono essere adempiute in tempo breve; quindi, la gente viene raffinata grazie alle parole di Dio. Anche questo è un elemento di sofferenza. È estremamente arduo per Dio portare a termine la Sua opera nella terra del gran dragone rosso, ma è attraverso una tale difficoltà che Dio compie una fase della Sua opera per manifestare la Sua saggezza e le Sue meravigliose opere. Dio coglie questa opportunità per rendere completo questo gruppo di persone. A causa della sofferenza delle persone, del loro spessore e della loro indole satanica in questa terra corrotta, Dio svolge la Sua opera di purificazione e di conquista in modo da, attraverso ciò, ottenere la gloria e conquistare coloro che testimoniano le Sue opere. Questo è il significato completo di tutti i sacrifici che Dio ha fatto per questo gruppo di persone. Vale a dire che Dio svolge la Sua opera di conquista attraverso coloro che si oppongono a Lui. Di conseguenza, sta solo agendo in questo modo che Egli può manifestare il Suo grande potere. In altre parole, soltanto quanti si trovano nella terra corrotta meritano di ereditare la gloria di Dio, e soltanto questo può dare risalto al grande potere di Dio. Ecco perché dico che la gloria di Dio viene conquistata nella terra corrotta e da coloro che lì vivono. Questa è la volontà di Dio. Proprio come nella fase dell’opera di Gesù; solo Egli poteva esser glorificato fra i Farisei che Lo perseguitavano. Se non fosse stato per la persecuzione e il tradimento di Giuda, Gesù non sarebbe stato ridicolizzato o diffamato, tantomeno crocifisso, e quindi non avrebbe mai potuto conseguire la gloria. Dovunque operi Dio in ogni tempo, e dovunque svolga la Sua opera nella carne, lì Egli consegue la gloria e conquista raggiungono coloro che Egli intende raggiungere fare Suoi. Questo è il piano dell’opera di Dio e questa è la Sua gestione.

Nel millenario piano di Dio, l’opera fatta nella carne è suddivisa in due parti: la prima è l’opera della crocefissione, per cui Egli viene glorificato; l’altra è l’opera di conquista e di perfezione negli ultimi giorni, con la quale Egli raggiungerà la gloria. Questo è il piano di gestione di Dio. Quindi, non crediate che l’opera di Dio sia troppo semplice o che sia semplice il compito di Dio su di voi. Siete tutti eredi della magnificenza di gloria di gran lunga più straordinaria ed eterna, e Dio ha specificamente ordinato questo. Delle due parti della Sua gloria, una vi viene rivelata; l’altra parte intera della gloria di Dio vi viene donata in eredità. Questa è l’esaltazione di Dio e del Suo piano prestabilito tanto tempo fa. Data la grandezza dell’opera di Dio svolta sulla terra in cui vive il gran dragone rosso, tale opera, se fosse stata spostata altrove, avrebbe dato tanto tempo fa grandi frutti e l’uomo l’avrebbe accettata facilmente. E tale opera sarebbe troppo facile da accettare per quei sacerdoti dei paesi occidentali che credono in Dio, dato che la fase dell’opera di Gesù serve come punto di riferimento. Ecco perché Egli non è in grado di portare a termine questa fase dell’opera di glorificazione altrove; cioè, visto che c’è il sostegno di tutti gli uomini e il riconoscimento di tutte le nazioni, non c’è posto per la gloria di Dio in cui “riposare”. E questo è esattamente il significato straordinario che questa fase dell’opera assume in questa terra. Fra di voi, non esiste un uomo che riceva la protezione della legge; anzi, siete penalizzati dalla legge e la difficoltà maggiore è che nessun uomo vi comprende, neanche i vostri parenti, i vostri genitori, i vostri amici o i vostri colleghi. Nessuno vi comprende. Quando Dio vi “rifiuta”, non avete modo di continuare a vivere sulla terra. Malgrado ciò, a dispetto di tutto, la gente non può sopportare di abbandonare Dio; questo è il significato della conquista della gente da parte di Dio, e questa è la gloria di Dio. Ciò che avete ereditato oggi supera quello che hanno ricevuto i primi apostoli e profeti ed è maggiore persino di ciò che hanno ricevuto Pietro e Mosè. Non si possono ricevere le benedizioni in uno o due giorni; vanno guadagnate con molto sacrificio. In altre parole, dovete avere un amore reso raffinamento, una grande fede e le molte verità che Dio vi chiede di raggiungere; inoltre, dovete essere in grado di volgere lo sguardo alla giustizia e non essere mai intimiditi o sottomessi, e amare costantemente e incessantemente Dio. Vi viene chiesto di essere decisi, come pure di cambiare la vostra indole di vita; occorre correggere la vostra corruzione e dovete accettare tutto ciò che Dio vi ordina senza lamentarvi, e sapere persino essere obbedienti fino alla morte. Questo è quanto dovete conseguire. Questo è lo scopo finale di Dio e ciò che Egli esige da questo gruppo di persone. Poiché Egli vi elargisce dei doni, così deve anche chiedervi qualcosa in cambio facendo sì che siano richieste adeguate. Dunque, tutta l’opera di Dio non è priva di logica e da ciò si può intuire perché Dio svolga senza sosta l’opera ad alto livello e con richieste esigenti. Ecco perché dovreste essere pieni di fede in Dio. In breve, tutta l’opera di Dio viene svolta per amor vostro, di modo che possiate essere degni di ricevere la Sua eredità. Non è tanto per amore della Sua gloria, quanto per amore della vostra salvezza e per rendere perfetto questo gruppo di persone profondamente afflitto nella terra immonda. Dovete comprendere la volontà di Dio. Perciò ammonisco molta gente ignorante senza alcuna conoscenza né buon senso: non tentate Dio e non opponetevi più a Lui. Dio ha già sopportato tutte le sofferenze che l’uomo non ha mai provato e molto tempo fa ha subìto ulteriori umiliazioni al posto dell’uomo. Da che cos’altro non riuscite a prendere le distanze? Che cosa potrebbe essere più importante della volontà di Dio? Che cosa può esserci al di sopra del Suo amore? È già un compito doppiamente arduo per Dio portare a termine la Sua opera in questa terra immonda. Se l’uomo trasgredisce consapevolmente e volontariamente, l’opera di Dio dovrà essere prolungata. In qualunque caso, ciò non è nell’interesse di nessuno, né di beneficio per nessuno. Dio non è vincolato dal tempo; la Sua opera e la Sua gloria vengono al primo posto. Di conseguenza, a prescindere da quanto tempo ci metta, Egli non risparmierà alcun sacrificio se si tratta della Sua opera. Questa è l’indole di Dio. Non si riposerà finché non avrà concluso la Sua opera. Soltanto quando arriverà il momento di ricevere la seconda parte della Sua gloria, la Sua opera volgerà al termine. Se Dio non dovesse essere in grado di ultimare l’opera della seconda parte della Sua glorificazione nell’universo, il Suo giorno non arriverà mai, la Sua mano non si allontanerà mai dai Suoi eletti, la Sua gloria non scenderà mai su Israele e il Suo piano non verrà mai concluso. Dovreste intuire che la volontà e l’opera di Dio non sono semplici quanto la creazione del cielo, della terra e di tutte le cose. l’opera odierna consiste nel trasformare chi è stato corrotto, chi è diventato estremamente insensibile, e nel purificare coloro che sono stati creati e poi manipolati da Satana, non nel creare Adamo o Eva, tantomeno nel dare la luce o nel creare ogni varietà di piante e di animali. La Sua opera ora consiste nel rendere puro tutto ciò che è stato corrotto da Satana, affinché possa essere riconquistato, diventare Suo e trasformarsi nella gloria di Dio. Tale opera non è semplice – come l’uomo immagina che sia la creazione del cielo, della terra e di tutte le cose –, e non è simile – come crede l’uomo – all’opera tesa a sprofondare Satana nell’abisso. Piuttosto, consiste nel trasformare l’uomo, nel trasformare ciò che è negativo in positivo e nel rendere possesso di Dio ciò che non Gli appartiene. Questa è la storia segreta di questa fase dell’opera di Dio. Dovete rendervene conto e non dovreste semplificare eccessivamente le questioni. L’opera di Dio è diversa da qualsiasi opera ordinaria. La sua meraviglia non può essere concepita dalla mente dell’uomo e la sua saggezza è ineguagliabile. Dio non crea tutte le cose per poi distruggerle. Piuttosto, trasforma tutta la Sua creazione e purifica tutte le cose che sono state contaminate da Satana. Di conseguenza, Dio inizierà un’opera di grande portata e questo è il significato globale dell’opera di Dio. Dopo aver letto queste parole, credi che l’opera di Dio sia così semplice?

da La Parola appare nella carne