Discorsi di Cristo degli ultimi giorni (Selezioni)

Contenuti

Dovresti sapere che il Dio concreto è Dio Stesso

Che cosa dovresti sapere a proposito del Dio concreto? Lo Spirito, la Persona e la Parola costituiscono insieme il Dio concreto e questo è il Suo vero significato. Se conosci solo la Persona, le Sue abitudini e la Sua personalità, ma non comprendi l’opera dello Spirito o ciò che lo Spirito compie nella carne; se presti attenzione unicamente allo Spirito e alla Parola, pregando soltanto lo Spirito, inconsapevole della Sua opera attraverso il Dio concreto, allora questo dimostra che non conosci veramente il Dio reale. ConoscerLo significa comprendere e vivere le Sue parole e cogliere i precetti e i princìpi dell’opera dello Spirito Santo e il modo in cui lo Spirito di Dio cui agisce nella carne. Allo stesso modo significa comprendere che ogni azione di Dio incarnato è governata dallo Spirito, e che le parole che Egli proferisce ne sono l’espressione diretta. Quindi, se desideri conoscere il Dio concreto, è necessario in primo luogo che tu acquisisca la conoscenza di come Egli opera nella Sua umanità e nella Sua divinità; questo, a sua volta, riguarda le espressioni dello Spirito, le quali coinvolgono tutti gli esseri umani.

Che cosa è contemplato nelle espressioni dello Spirito? A volte il Dio concreto opera attraverso la Sua umanità e altre volte attraverso la Sua divinità; ma, in generale, in entrambi i casi lo Spirito è sempre al comando. Qualunque sia lo spirito che opera dentro le persone, tale sarà la loro espressione esterna. Lo Spirito agisce regolarmente, ma ci sono due parti nella Sua direzione: una è costituita dalla Sua opera attraverso l’umanità e l’altra è quella attraverso la divinità. Dovresti comprendere chiaramente queste cose. L’opera dello Spirito varia a seconda delle circostanze: quando è necessario il Suo lavoro umano, lo Spirito lo dirige, quando è richiesta la Sua attività divina, la divinità appare direttamente per portarla a compimento. Dio, infatti, opera e appare nella carne, quindi sia attraverso la Sua umanità che attraverso la Sua divinità. La Sua opera umana è diretta dallo Spirito e ha lo scopo di soddisfare i bisogni carnali concreti degli esseri umani, per facilitare la loro collaborazione con Lui, per consentire loro di vedere la concretezza e la normalità di Dio e per permettere loro di capire che lo Spirito si è fatto realmente carne, è presente fra gli uomini, vive insieme a loro e collabora con loro. La Sua opera attraverso la divinità, invece, ha lo scopo di provvedere alla vita delle persone, di guidarle in ogni cosa in modo positivo, di trasformare la loro indole e di permettere loro di vedere realmente l’incarnazione dello Spirito. Nel complesso, la crescita dell’uomo è ottenuta direttamente attraverso l’opera e la parola di Dio nella divinità. Solo accettando l’opera divina le persone possono realmente essere trasformate nella loro indole, saziate nel loro spirito. Solo se a questo si aggiunge anche l’opera di Dio nell’umanità, la Sua guida, il Suo supporto e le Sue provvidenze, le persone potranno realmente compiere la Sua volontà. Se sono in grado di osservare i comandamenti, quantomeno dovrebbero conoscere senza fare confusione il Dio concreto, che appare nella carne. In altre parole, le persone dovrebbero sapere cogliere i princìpi che si celano nell’atto del rispetto dei comandamenti, il che non significa seguirli arbitrariamente e passivamente, ma piuttosto onorarli con un fondamento, un obiettivo e dei princìpi. La prima cosa a cui mirare è che tu abbia una comprensione chiara di questi concetti. Il Dio concreto del quale parliamo oggi, agisce sia attraverso l’umanità che la divinità. Tramite l’apparizione del Dio reale il Suo lavoro, la Sua vita umana ordinaria e la Sua intera azione divina vengono completamente adempiute; sono congiunte in un unico insieme e l’opera di entrambe viene[a] compiuta attraverso la parola; sia nella Sua umanità che nella Sua divinità, infatti, Egli si esprime attraverso le parole. Quando Dio lavora attraverso la Sua umanità, Egli parla il linguaggio degli uomini, in modo che la gente possa collaborare e comprenderLo. Le Sue parole sono pronunciate chiaramente e sono facili da capire, in modo da raggiungere tutti gli esseri umani; indipendentemente dal livello di conoscenza o d’istruzione, infatti, tutti possono ricevere le parole di Dio. La Sua opera nella divinità è anch’essa effettuata attraverso la parola, ma è piena di beneficio per l’uomo, di vita e non è contaminata dal significato umano, dal desiderio dalle propensioni e dai limiti che contraddistinguono la comune umanità; anch’essa si svolge nella carne, ma è l’espressione diretta dello Spirito. Accettando soltanto l’opera umana di Dio, le persone confinano se stesse in un certo ambito e quindi richiedono un ricorrente lavoro di trattamento e potatura, e disciplina affinché vi sia un minimo cambiamento in loro. Senza il lavoro o la presenza dello Spirito Santo, invece, esse ritorneranno sempre alle loro vecchie abitudini; soltanto attraverso l’opera della divinità queste malattie e queste carenze potranno essere corrette e queste persone potranno essere rese davvero complete. Anziché una continua azione di trattamento e potatura, occorre una fornitura positiva usando le parole per compensare ogni mancanza, per rivelare le situazioni degli uomini, per indirizzare le loro vite, le loro espressioni, le loro azioni, e per mettere a nudo le loro intenzioni e le loro motivazioni; questa è l’opera effettiva del Dio concreto. Per cui, nel tuo atteggiamento verso di Lui, dovresti essere in grado di sottoporti alla Sua umanità, riconoscerLo e accettarLo e, soprattutto, dovresti accettare e obbedire anche all’aspetto divino della Sua opera e delle Sue parole. Il fatto che Dio appaia agli uomini nella carne, significa che tutta l’opera e tutte le parole del Suo Spirito vengono compiute attraverso la Sua umanità normale e la Sua incarnazione. In altre parole, lo Spirito di Dio dirige la Sua azione umana e realizza quella della Sua divinità nella carne; nel Dio incarnato è dunque possibile vedere sia la Sua opera nell’umanità, guidata dallo Spirito che quella divina; questo è l’aspetto più significativo dell’apparizione del Dio concreto nella carne. Se riesci a comprendere chiaramente queste cose, sarai in grado di collegare tutte le diverse parti di Dio, cessando così di attribuire un’importanza eccessiva al Suo operato divino e di sottovalutare quello umano; in questo modo non oscillerai più tra questi due estremi, né accetterai deviazioni di percorso. Nel complesso, il significato del Dio concreto risiede nel fatto che l’opera portata avanti nella Sua umanità e nella Sua divinità, guidata dallo Spirito, si esprime attraverso la Sua carne, in modo che le persone possano vedere che Egli è fervido e reale, vero e concreto.

Lo Spirito del lavoro di Dio nella Sua umanità ha molteplici fasi di transizione. Rendendo perfetta la Sua umanità, Dio permette alla Sua parte umana di ricevere la guida dello Spirito, grazie alla quale la Sua umanità sarà in grado di occuparsi e di guidare le chiese. Questa è una delle espressioni della normale opera di Dio. Quindi, se riesci a comprendere chiaramente i princìpi del Suo lavoro nell’umanità, allora sarà improbabile che tu abbia dei preconcetti in proposito. A dispetto di qualsiasi altra cosa, lo Spirito di Dio non può sbagliare. È giusto e senza errore, non potrebbe fare nulla di sbagliato. L’opera divina è l’espressione diretta della volontà di Dio, senza l’interferenza dell’umanità. Essa non è sottoposta alla perfezione, ma proviene direttamente dallo Spirito. Eppure, Egli è in grado di operare nella Sua divinità proprio grazie alla Sua umanità ordinaria, che non ha nulla di soprannaturale, ma sembra quella di una persona normale. Dio venne dal cielo sulla terra, in primo luogo per esprimere le Sue parole tramite la carne e per completare l’opera dello Spirito di Dio attraverso di essa.

Oggi la conoscenza che l’uomo ha del Dio concreto resta troppo parziale e la sua comprensione del significato dell’incarnazione è ancora irrisoria. Quando si tratta della carne di Dio, attraverso la Sua opera e le Sue parole la gente riconosce che il Suo Spirito racchiude una ricchezza senza eguali. Eppure, a prescindere da questo, la testimonianza di Dio, in definitiva, proviene dal Suo Spirito: ciò che Dio compie nella carne, i princìpi su cui agisce, ciò che esprime nella Sua umanità e quello che adempie nella Sua divinità. Oggi tu sei in grado di adorare questa persona, ma in realtà stai venerando lo Spirito. Questo è il minimo da ottenere nella conoscenza delle persone a proposito di Dio che si è fatto carne: comprendere la sostanza del Suo Spirito attraverso la carne, capirne l’opera divina e l’opera umana nella carne, accettando tutte le espressioni e le parole dello Spirito e comprendendo in che modo lo Spirito dirige la carne e manifesta la Sua potenza attraverso di essa. Questo significa che l’uomo arriva a conoscere lo Spirito che è nei cieli attraverso la carne; l’apparizione del Dio concreto fra gli uomini ha dissipato il Dio vago nella concezione che l’uomo aveva di Lui. L’adorazione del Dio reale ha, inoltre, permesso alle persone di accrescere la loro obbedienza nei confronti di Dio. Attraverso l’opera divina dello Spirito di Dio e l’opera umana, entrambe nella carne, l’uomo riceve la rivelazione e la pastura e ottiene dei cambiamenti nella sua indole di vita. Questo è l’unico vero significato dell’incarnazione dello Spirito nella carne ed è, sostanzialmente, il modo con cui le persone possono entrare in contatto con Dio, affidarsi a Lui e conoscerLo.

In generale, quale atteggiamento dovrebbe avere l’uomo nei confronti del Dio concreto? Che cosa sai dell’incarnazione, dell’apparizione della parola e di Dio nella carne, e delle azioni del Dio reale? Di che cosa si parla sostanzialmente oggi? L’incarnazione, l’apparizione della parola nella carne e la venuta di Dio nella carne, questi concetti devono essere tutti compresi. In base alla vostra levatura morale e all’epoca in cui vivete, dovete gradualmente riuscire a comprendere tali questioni; durante le vostre esperienze di vita dovete riuscire ad afferrare pian piano questi concetti anche se complessi, e ad acquisirne una buona conoscenza. Il processo attraverso il quale le persone sperimentano le parole di Dio è lo stesso con il quale esse vengono a conoscenza della loro apparizione nella carne. Più le persone la sperimentano, più conoscono lo Spirito di Dio; attraverso l’esperienza delle Sue parole, gli uomini possono comprendere i princìpi dell’opera dello Spirito e conoscere, di conseguenza, il Dio concreto. Quando Dio rende perfette le persone e le conquista, infatti, Egli manifesta loro le azioni del Dio reale; attraverso di esse mostra agli uomini il reale significato dell’incarnazione e rivela che lo Spirito di Dio è effettivamente apparso all’uomo. Quando le persone vengono conquistate e rese perfette da Dio, le espressioni del Dio concreto conquistano l’uomo, mentre le Sue parole lo trasformano e portano vita nel suo intimo, riempiendolo dell’essenza di Dio (sia che si tratti della Sua parte divina che della Sua parte umana) e della sostanza delle Sue parole, e facendo vivere le Sue parole agli individui. Quando Dio conquista le persone, lo fa principalmente attraverso la parola e le espressioni del Dio reale, in modo da sopperire alle loro mancanze e giudicare e rivelare la loro indole ribelle; in questo modo esse ottengono quello di cui hanno bisogno, potendo constatare che Dio è venuto fra gli uomini. L’opera del Dio concreto ha come scopo principale quello di salvare ogni persona dall’influenza di Satana, di allontanarla dalla terra immonda e di dissipare la sua indole corrotta. Il significato profondo dell’essere conquistati dal Dio reale sta nell’essere in grado di prenderLo da esempio o da modello per vivere la propria umanità, agendo secondo le Sue parole e le Sue richieste, senza la minima deviazione o deroga, mettendo in pratica tutto quello che Egli dice e tutto ciò che Egli chiede. In questo modo potrai essere conquistato da Dio, così non possiederai soltanto l’operato dello Spirito Santo dentro di te, ma sarai in grado principalmente di adempiere le richieste del Dio reale. Ricevere esclusivamente l’opera dello Spirito, infatti, non significa che tu abbia ottenuto la vita. L’elemento chiave è che tu sia capace di agire secondo le esigenze del Dio concreto nei tuoi confronti, allora sarai anche in grado di essere conquistato da Lui. Queste cose racchiudono il significato più profondo dell’opera del Dio reale nella carne. Dio, cioè, conquista un gruppo di persone apparendo loro concretamente nella carne, essendo vivo e reale di fronte ai loro occhi, svolgendo effettivamente il lavoro dello Spirito incarnato e ponendosi come loro esempio. Lo scopo dell’incarnazione di Dio, in effetti, è principalmente quello di consentire alle persone di vedere le Sue vere imprese, di materializzare lo Spirito informe in una forma fisica tangibile e di permettere all’uomo di vederLo e toccarLo. In questo modo coloro che saranno resi completi da Lui Lo vivranno, potranno essere conquistati e vivere secondo il Suo cuore. Se Dio parlasse solo in cielo e non fosse mai realmente venuto sulla terra, allora gli uomini non sarebbero ancora in grado di conoscerLo; essi predicherebbero le Sue gesta avvalendosi di teorie vuote, senza considerare la Sua parola come realtà. Dio è venuto sulla terra in primo luogo per essere un esempio e un modello per coloro che devono essere da Lui conquistati. Solo in questo modo le persone potranno realmente conoscerLo, vederLo e toccarLo; solo allora esse potranno veramente essere conquistate da Lui.

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale riporta “ed entrambe sono”.