176 Giornate sotto sorveglianza

1 Per la mia fede in Dio ho subìto l’arresto e la detenzione da parte del PCC e scontata la condanna sono stato scarcerato. Pur essendomi sottratto alla prigione di quei demoni, continuo a essere attentamente sorvegliato dal PCC. Ogni giorno le telecamere di sorveglianza davanti a casa mia seguono i miei movimenti. Perfino i miei vicini sono stati corrotti e sfruttati dal PCC. Ripetutamente la polizia si presenta alla mia porta per domandarmi se continuo a credere in Dio. Terrorizzati dal PCC, i miei familiari esercitano un’ulteriore pressione su di me. Sono disperato. Ho perso la mia libertà personale, nonché la vita della Chiesa. Dolore e disperazione si accaniscono contro di me ogni giorno, ho il cuore in preda al tormento.

2 Rammento spesso i momenti meravigliosi delle riunioni con fratelli e sorelle. Tenevamo condivisioni sulle parole di Dio, parlavamo delle nostre esperienze, ci aiutavamo e ci sostenevamo a vicenda. Dopo avere subìto il giudizio di Dio, a poco a poco capivamo la verità. Assaporando l’amore di Dio, eravamo uniti nel compiere il nostro dovere. Oggi restare a casa mi sembra come essere ancora in carcere; ho il cuore colmo di risentimento. Perché il PCC mi ha tolto la libertà personale, ponendomi illegalmente agli arresti domiciliari? Perché mi ha impedito di diffondere il Vangelo e di testimoniare Dio? È decisamente malvagio! Dov’è la nostra libertà religiosa? Dove sono i diritti civili riconosciuti dalla legge?

3 Durante le mie giornate sotto sorveglianza da parte del PCC le parole di Dio mi tengono compagnia e così non mi sento solo. Riflettere sulle parole di Dio e capire la verità mi danno fede e forza. Vedo che il PCC inganna il mondo per conquistare la fama ed è composto da demoni che si oppongono a Dio. Usa ogni mezzo per arrestare e perseguitare i cristiani. Cerca di sfruttare gli arresti domiciliari per indurmi ad abbandonare Dio e perfino a voltarGli le spalle. Come sono spregevoli le sue motivazioni! Dio è davvero saggio nello sfruttare il servizio di Satana per perfezionare la mia vera fede. Durante il dolore e l’affinamento ho assaporato l’amore di Dio, e il mio amore per Lui si fa ancora più intenso. Condividere il dolore di Cristo è davvero un grande onore! Satana mi ha tolto la libertà, ma non può imprigionarmi la mente. Per quante avversità io subisca, farò tutto il possibile per ricercare la verità. Seguirò Cristo e sarò fedele sino alla fine, senza mai tirarmi indietro, senza mai tirarmi indietro!

Pagina precedente: 175 Riunione negli alti campi verdi

Pagina successiva: 177 Mi impegno sulla mia vita a testimoniare Dio

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

4 Lodi sono giunte a Sion

ILodi sono giunte a Sion! Lodi sono giunte a Sion! Lodi sono giunte a Sion! Sono giunte a Sion!Lodi sono giunte a Sion! La dimora di Dio è...

210 Come cercare le orme di Dio

IPer trovare le orme di Dio,dobbiamo cercare la Sua volontà,cercar le parole e i discorsi di Dio.Dove ci son le Sue nuove parole,là c’è la...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro