XI Parole classiche sull’ingresso nella realtà della verità

221. Cosa si intende per trasformazione dell’indole? Avviene quando un amante della verità, mentre sperimenta l’opera di Dio, accetta il giudizio e il castigo delle Sue parole e si sottopone a ogni genere di sofferenza e di affinamento. Un simile individuo viene purificato dai veleni satanici dentro di lui e si libera completamente delle sue indoli corrotte così da riuscire a obbedire alle parole di Dio e a tutte le Sue orchestrazioni e disposizioni, e a non ribellarsi mai più contro di Lui o resisterGli. Questa è una trasformazione dell’indole. […] Cosa si intende per trasformazione dell’indole? Avviene quando un amante della verità, mentre sperimenta l’opera di Dio, accetta il giudizio e il castigo delle Sue parole e si sottopone a ogni genere di sofferenza e di affinamento. Un simile individuo viene purificato dai veleni satanici dentro di lui e si libera completamente delle sue indoli corrotte così da riuscire a obbedire alle parole di Dio e a tutte le Sue orchestrazioni e disposizioni, e a non ribellarsi mai più contro di Lui o resisterGli. Questa è una trasformazione dell’indole.

da “Come conoscere la natura umana” in Registrazione dei discorsi di Cristo

222. La trasformazione dell’indole si riferisce soprattutto alla trasformazione della natura delle persone. Gli aspetti della natura di una persona non si possono capire dai comportamenti esteriori; sono direttamente collegati al valore e al significato della sua esistenza. Vale a dire, implicano esplicitamente le visioni di una persona sulla vita e i suoi valori, le cose nel profondo della sua anima, e la sua essenza. Colui che è incapace di accettare la verità non avrà alcuna trasformazione in questi aspetti. Solo sperimentando l’opera di Dio, entrando pienamente nella verità, cambiando i propri valori e punti di vista sull’esistenza e sulla vita, allineando le proprie visioni a quelle di Dio e diventando capace di sottomettersi completamente a Dio e di essere a Lui devoto, si può dire che la sua indole sia cambiata.

da “Ciò che si deve sapere sulla trasformazione dell’indole” in Registrazione dei discorsi di Cristo

223. L’indole umana andrebbe cambiata a partire dalla conoscenza che l’uomo ha della propria sostanza e mediante una trasformazione del suo pensare, della sua natura e dei suoi schemi mentali, tramite cambiamenti fondamentali. Solo così si otterranno veri mutamenti nell’indole umana. L’indole corrotta dell’uomo deriva dal fatto che Satana lo ha avvelenato e calpestato, dai danni ingenti che Satana ha inflitto al suo pensiero, moralità, comprensione e ragione. È appunto perché queste realtà fondamentali dell’uomo sono state corrotte da Satana, e sono totalmente diverse da come Dio le aveva create in origine, che l’uomo si oppone a Dio e non comprende la verità. Perciò i cambiamenti dell’indole umana devono incominciare dalla trasformazione del suo pensiero, comprensione e ragione, e ciò porterà a cambiare la sua conoscenza di Dio e della verità.

da “Avere un’indole immutata è essere ostili a Dio” in La Parola appare nella carne

224. Quando si crede in Dio, se si desidera trasformare la propria indole non si deve prendere congedo dalla vita reale. Nella vita reale devi conoscere te stesso, tradire te stesso, praticare la verità, oltre a imparare i principi, il buonsenso e le regole di autodisciplina in ogni circostanza prima di poter conseguire una trasformazione graduale. Se ti concentri solamente sulla conoscenza teorica e sulla vita cerimoniale religiosa senza penetrare a fondo la realtà, senza accedere alla vita reale, allora non entrerai mai nella realtà, non conoscerai mai te stesso, la verità o Dio, e sarai sempre cieco e ignorante. […] Devi esercitarti a entrare nella vita reale, e imparare a conoscere le tue carenze, la tua disobbedienza e la tua ignoranza, la tua anomala umanità e le tue debolezze. In questo modo, tutta la conoscenza diventerà parte della tua situazione reale e delle difficoltà che incontri. Solo questo tipo di conoscenza è reale e può farti cogliere veramente la tua stessa situazione e cambiare la tua indole.

da “Discussione sulla vita della Chiesa e la vita reale” in La Parola appare nella carne

225. Nel cercare di cambiare la tua indole, devi raggiungere un determinato stadio nella comprensione di te stesso tramite il quale scoprire i veleni satanici presenti nella tua natura. Devi sapere cosa significa sfidare Dio e anche ribellarsi a Lui, e devi imparare come comportarti in maniera conforme alla verità in tutte le situazioni. Devi anche ottenere una qualche comprensione della volontà di Dio e dei Suoi requisiti di umanità. Devi possedere coscienza e raziocinio dinanzi a Dio, non devi parlare con vanagloria o ingannarLo e non devi più fare nulla per resisterGli. Una volta fatto ciò, avrai cambiato la tua indole. Quanti hanno ottenuto un cambio di indole provano riverenza verso Dio nel profondo del cuore, e la loro tendenza a ribellarsi a Lui diminuisce progressivamente. Inoltre, nel compiere i propri doveri, non hanno più bisogno che altri si preoccupino per loro, né lo Spirito Santo deve continuamente compiere opera di disciplina su di loro. Fondamentalmente riescono a sottomettersi a Dio, e la verità è presente nella loro prospettiva sulle cose. Tutto ciò equivale a essere divenuti compatibili con Dio.

da “Solo perseguendo la verità puoi ottenere un cambio di indole” in Registrazione dei discorsi di Cristo

226. Coloro che hanno sperimentato un cambiamento nella propria indole hanno compreso la verità, mostrano discernimento in tutte le questioni, sanno come agire secondo la volontà di Dio, come agire secondo i principi della verità, come agire per soddisfare Dio, e capiscono la natura della corruzione che rivelano. Quando vengono rivelate le loro idee e concezioni, sono in grado di mostrare discernimento e rinunciare alla carne. Così viene espresso il cambiamento di indole. L’aspetto principale di un cambiamento di indole è che le persone hanno compreso chiaramente la verità, e quando eseguono le cose, mettono in pratica la verità con relativa precisione e in loro non emerge altrettanto spesso la corruzione. In genere, le persone le cui indoli sono cambiate sembrano essere particolarmente ragionevoli e dotate di discernimento, e a causa della loro comprensione della verità, non mostrano presunzione e arroganza in egual misura. Tali persone riescono a discernere molta della corruzione che viene rivelata e a non lasciarsi ingannare da essa, perciò non danno adito ad arroganza. Sono in grado di avere una comprensione misurata di quale sia il posto dell’uomo, di come comportarsi in maniera ragionevole, di come essere ligi al dovere, di che cosa dire e che cosa non dire, e di che cosa dire e che cosa fare a quali persone. Ecco perché viene detto che persone di questo genere sono relativamente ragionevoli. Coloro che hanno un cambiamento nell’indole vivono veramente le sembianze di un essere umano e possiedono la verità. Sono sempre in grado di parlare e di vedere le cose conformemente alla verità, e agiscono secondo i principi in ogni cosa che fanno; non sono soggetti all’influenza di alcuna persona, questione o cosa, hanno tutti le loro opinioni personali e sanno sostenere i principi della verità. Le loro indoli sono relativamente stabili, non tentennano e, qualunque sia la loro situazione, capiscono come svolgere adeguatamente il proprio dovere e sanno come fare le cose per soddisfare Dio. Coloro la cui indole è cambiata non si concentrano su che cosa fare per apparire buoni a livello superficiale: possiedono chiarezza interiore riguardo a che cosa fare per soddisfare Dio. Pertanto, dall’esterno può sembrare che non siano tanto entusiasti o che non abbiano fatto alcunché di grandissimo, ma tutto ciò che fanno è significativo, è prezioso e ha risultati pratici.

da “La differenza tra cambiamenti esteriori e cambiamenti di indole” in Registrazione dei discorsi di Cristo

227. Coloro la cui indole è cambiata sicuramente possiedono in grande misura la verità: lo possono confermare il loro modo di vedere le cose e i principi che seguono nelle loro azioni. Coloro che non possiedono la verità assolutamente non hanno avuto alcun cambiamento di indole. Questo non vuol dire che le persone che sono mature e temprate nella loro umanità sperimenteranno necessariamente un cambiamento di indole; ciò si riferisce principalmente ai casi in cui alcuni dei veleni satanici presenti nella natura delle persone cambiano per via della loro conoscenza di Dio e della loro comprensione della verità. Vale a dire, tali veleni satanici vengono purificati e la verità espressa da Dio mette radici dentro queste persone, diventa la loro vita e il fondamento della loro esistenza. Soltanto allora diventano nuove persone e, in quanto tali, la loro indole cambia. Un cambiamento di indole non significa che l’indole esteriore della gente sia più mite di prima, che un tempo fosse arrogante ma che ora parli in modo ragionevole o che un tempo non ascoltasse nessuno ma adesso sappia ascoltare gli altri: siffatti cambiamenti esteriori non si possono definire trasformazioni di indole. Naturalmente, i cambiamenti di indole includono tali stati, ma l’aspetto davvero fondamentale è che la sua vita interiore è cambiata. La verità espressa da Dio diventa la sua vita, i veleni satanici interiori sono stati eliminati, i suoi punti di vista sono mutati completamente e nessuno di essi è allineato a quello del mondo. Vede chiaramente le macchinazioni e i veleni del gran dragone rosso; ha compreso la vera essenza della vita. Così i suoi valori per la vita sono cambiati: ciò costituisce il cambiamento davvero fondamentale e l’essenza di un cambiamento di indole.

da “La differenza tra cambiamenti esteriori e cambiamenti di indole” in Registrazione dei discorsi di Cristo

228. Per cercare di essere perfezionati da Dio, si deve in primo luogo comprendere che cosa significa essere perfezionati da Lui, quali condizioni bisogna possedere al fine di esserlo, e poi cercare il percorso da praticare una volta che si siano comprese tali questioni. Bisogna possedere una certa levatura al fine di essere perfezionati da Dio. Molti di voi non possiedono la levatura necessaria, che ti richiede il pagamento di un determinato prezzo e il tuo sforzo soggettivo. Minore è la tua levatura, maggiore è l’impegno che dovrai mettervi. Più vasta è la tua comprensione delle parole di Dio e più le metti in pratica, più velocemente puoi intraprendere il cammino dell’essere portato a perfezione da Dio. Attraverso la preghiera, tu puoi essere perfezionato tra le preghiere; attraverso il nutrirti delle parole di Dio, cogliendone la sostanza, e vivendo la realtà delle parole di Dio, puoi essere portato a perfezione. Attraverso l’esperienza quotidiana delle parole di Dio, giungi a conoscere ciò che in te è mancante e, inoltre, a conoscere il tuo tallone d’Achille e le tue debolezze, e innalzi preghiere a Dio –, attraverso le quali gradualmente vieni reso perfetto. I percorsi per essere portati a perfezione: pregare, cibarsi e dissetarsi delle parole di Dio, cogliere l’essenza delle parole di Dio, accedere all’esperienza delle parole di Dio, giungere a conoscere che cosa in te è mancante, obbedire all’opera di Dio, essere attento al fardello di Dio, rinunciare alla carne attraverso il tuo amore per Dio, e condividere assiduamente con i tuoi fratelli e le tue sorelle, cosa che arricchisce la tua esperienza. Che si tratti della vita comunitaria o della tua vita personale, che si tratti di grandi o di piccole assemblee, tutto può permetterti di acquisire esperienza e ricevere addestramento, così che il tuo cuore possa essere sereno dinanzi a Dio e ritorni a Lui. In tutto ciò consiste il processo dell’essere resi perfetti. Sperimentare le parole di Dio di cui si è parlato significa essere in grado di assaggiare realmente le parole di Dio e permettere loro di essere vissute in te, così che tu acquisisca maggior fede e amore verso Dio. Mediante questa via, gradualmente ti libererai della corrotta indole satanica, rinuncerai alle tue motivazioni inappropriate e vivrai a immagine e somiglianza di una normale persona. Più grande l’amore per Dio dentro di te – vale a dire, più aspetti di te sono stati portati a perfezione da Dio, – meno sei corrotto da Satana. Attraverso le tue esperienze pratiche, intraprenderai gradualmente il cammino dell’essere reso perfetto. Pertanto, se vuoi essere reso perfetto, è particolarmente importante che tu sia attento alla volontà di Dio e faccia esperienza delle Sue parole.

da “Sii attento alla volontà di Dio per ottenere la perfezione” in La Parola appare nella carne

229. Sei veramente disposto a essere perfezionato? Se sei veramente disposto a essere perfezionato da Dio, allora avrai il coraggio di mettere da parte la tua carne e di mettere in atto le parole di Dio e non essere passivo o debole. Sarai in grado di obbedire a tutto ciò che viene da Dio e tutte le tue azioni, che siano compiute in pubblico o in privato, saranno presentabili a Dio. Se sei una persona onesta e pratichi la verità in tutte le cose sarai portato a perfezione. Quegli uomini subdoli che agiscono in un modo di fronte agli altri e in un altro modo alle loro spalle non sono pronti a essere perfezionati. Sono tutti figli della perdizione e della distruzione; non appartengono a Dio, ma a Satana. Non sono il tipo di uomo scelto da Dio! Se le tue azioni e il tuo comportamento non possono essere presentati davanti a Dio o essere osservati dallo Spirito di Dio, questa è la prova che c’è qualcosa di sbagliato in te. Solo se accetti il giudizio e il castigo di Dio e dai importanza alla trasformazione della tua indole sarai in grado di intraprendere il cammino per essere portato a perfezione. Se davvero desideri essere portato a perfezione da Dio e fare la Sua volontà, allora dovresti obbedire a tutta l’opera di Dio senza pronunciare una sola parola di lamento, e senza avere la presunzione di valutarla o giudicarla. Queste sono le condizioni basilari per essere perfezionato da Dio. Il requisito necessario per coloro che cercano di essere perfezionati da Dio è questo: fare tutte le cose con un cuore che ama Dio. Cosa significa “fare le cose con un cuore che ama Dio”? Significa che tutte le tue azioni e il tuo comportamento possono essere presentati davanti a Dio. Siccome le tue intenzioni sono giuste, a prescindere dal fatto che le tue azioni siano giuste o sbagliate non temi che vengano mostrate a Dio o ai tuoi fratelli e sorelle; hai il coraggio di fare una promessa solenne dinanzi a Dio. Ogni tua intenzione, pensiero e idea possono essere presentati davanti a Dio per essere esaminati. Se pratichi e intraprendi questo cammino, allora l’avanzamento nella tua vita sarà rapido.

da “Coloro che obbediscono a Dio con cuore sincero saranno certamente guadagnati da Lui” in La Parola appare nella carne

230. Al momento, ciò che dovreste in primo luogo cercare è di essere perfezionati da Dio in ogni cosa, ed essere quindi perfezionati da Lui attraverso tutte le persone, le questioni e le cose che vi trovate ad affrontare, in modo da assimilare maggiormente l’essere di Dio. Dovete innanzitutto ricevere l’eredità di Dio sulla terra prima di essere idonei a ereditare da Lui benedizioni più grandi e numerose. Sono queste le cose che dovreste ricercare e, prima, comprendere. Più cerchi di essere perfezionato da Dio in ogni cosa, più riuscirai a scorgere la mano di Dio in ogni cosa, cercando così di entrare attivamente nell’esistenza della parola di Dio e nella realtà della Sua parola attraverso diverse prospettive e in diverse questioni. Non ti puoi accontentare di stati negativi, quali semplicemente non commettere peccati, o non avere concezioni, filosofia di vita e volontà umana. Dio perfeziona l’uomo in vari modi e di conseguenza per te è possibile essere perfezionato in tutte le cose. Non soltanto puoi essere perfezionato in termini positivi, ma anche negativi, arricchendo in tal modo ciò che guadagni. Ogni giorno ci sono opportunità di essere perfezionati e tempo per essere guadagnati da Dio. Dopo un periodo di tale esperienza, sarai profondamente cambiato. Potrai riuscire naturalmente a discernere molte cose che in precedenza ti erano incomprensibili; senza bisogno che altri ti insegnino, inconsapevolmente verrai illuminato da Dio, in modo da ricevere la luce in tutte le cose e tutte le esperienze acquistano profondità. Dio ti guiderà in modo da non farti sviare dal cammino. Allora Egli ti avvierà sul cammino che conduce alla perfezione.

Essere perfezionati da Dio non può limitarsi alla perfezione attraverso il nutrirsi della parola di Dio. Si tratta di un’esperienza troppo parziale e non sufficientemente inclusiva, che limita l’uomo a un ambito ristretto. In tal caso, all’uomo mancherebbe il tanto necessario nutrimento spirituale. Se volete essere perfezionati da Dio, dovete imparare a sperimentare tutte le cose ed essere illuminati in tutto ciò che affrontate. Ogni volta che ti trovi di fronte a qualcosa, buona o cattiva che sia, dovresti trarne beneficio senza rimanere passivo. Di qualunque cosa si tratti, dovresti riuscire a considerarla stando dalla parte di Dio, e non analizzarla o studiarla dal punto di vista dell’uomo (questa è una deviazione nella tua esperienza). Se questo è il modo di affrontare l’esperienza, allora il tuo cuore sarà sopraffatto dai fardelli della vita; vivrai costantemente alla luce del volto di Dio e non devierai facilmente nella tua pratica. Questo tipo di uomo ha grandi prospettive.

da “Promesse per chi è stato perfezionato” in La Parola appare nella carne

231. Dio ora vuole guadagnare un gruppo di persone – sono coloro che si sforzano di collaborare con Lui, che sanno obbedire alla Sua opera, che credono che le parole pronunciate da Dio siano vere, e che sanno mettere in pratica le richieste di Dio. Sono coloro che hanno una vera comprensione nei loro cuori. Sono quelli che possono essere perfezionati, e inevitabilmente percorreranno il cammino della perfezione. Coloro che non hanno una chiara comprensione dell’opera di Dio, che non si nutrono delle parole di Dio, che non prestano alcuna attenzione alle Sue parole e che non provano alcun amore per Dio nei loro cuori – persone come queste non possono essere perfezionate. Coloro che dubitano di Dio nella carne, che restano incerti al Suo riguardo, che non sono mai seri circa le Sue parole, e che Lo ingannano sempre, questi resistono a Dio e appartengono a Satana: non c’è modo di perfezionare tali persone.

da “Dio perfeziona coloro che sono in sintonia con il Suo cuore” in La Parola appare nella carne

232. Lo Spirito Santo opera non solo in alcuni uomini che sono utilizzati da Dio, ma ancora di più nella Chiesa. Potrebbe svolgere la Sua opera in chiunque. Egli può svolgere la Sua opera in te ora e, dopo che l’hai sperimentata, può compierla in qualcun altro. Affrettati a seguirla; più segui da vicino la luce presente, più la tua vita può maturare e crescere. Qualunque tipo di uomo possa essere, purché lo Spirito Santo operi in lui, assicurati di seguirlo. Prendi le sue esperienze come se fossero tue, e riceverai cose ancora più elevate. In questo modo il tuo avanzamento sarà più rapido. Questo è il cammino della perfezione per l’uomo e il modo attraverso il quale la vita cresce. Il cammino verso la perfezione si raggiunge attraverso l’obbedienza all’opera dello Spirito Santo. Non sai attraverso quale tipo di persona Dio opererà per perfezionarti, né attraverso quale persona, evento o cosa Egli ti consentirà di entrare in possesso e di ottenere un certo discernimento. Se sei in grado di camminare su questa retta via, ciò dimostra che per te c’è grande speranza di essere perfezionato da Dio. Se sei incapace di farlo, questo dimostra che il tuo futuro è desolato e privo di luce. Una volta intrapreso il retto sentiero, otterrai la rivelazione in tutte le cose. Non importa cosa lo Spirito Santo possa rivelare agli altri, se continui a sperimentare le varie cose per conto tuo sulla base della loro conoscenza, questa esperienza diventerà parte della tua vita e sarai in grado di nutrire altri grazie a essa. Coloro che nutrono gli altri ripetendo parole a pappagallo sono coloro che non hanno avuto alcuna esperienza; devi imparare a trovare, attraverso la rivelazione e l’illuminazione di altri, un modo di far pratica prima di poter cominciare a parlare della tua effettiva esperienza e conoscenza. Ciò sarà di maggiore beneficio per la tua vita. Dovresti fare esperienza in questo modo, obbedendo a tutto ciò che viene da Dio. Dovresti cercare la volontà di Dio in tutte le cose e imparare lezioni in tutte le cose, così che la tua vita possa maturare e crescere. Questo tipo di pratica permette un avanzamento più veloce.

da “Coloro che obbediscono a Dio con cuore sincero saranno certamente guadagnati da Lui” in La Parola appare nella carne

233. Se vuoi essere usato e perfezionato da Dio, devi essere in possesso di tutto: volontà di soffrire, fede, sopportazione, obbedienza, così come la capacità di fare esperienza dell’opera di Dio, comprendere la Sua volontà, essere rispettoso del Suo dolore e così via. Portare a perfezione una persona non è facile, e ogni singolo raffinamento che sperimenti richiede la tua fede e il tuo amore. Se vuoi essere portato a perfezione da Dio, battere le strade non basta, e non basta neanche spendere te stesso per Dio. Devi possedere molte cose per essere in grado di diventare una persona portata a perfezione da Dio. Quando affronti sofferenze, devi essere in grado di non considerare la carne e di non lamentarti di Dio. Quando Dio Si nasconde da te, devi essere in grado di avere la fede per seguirLo, per conservare il tuo precedente amore, senza permetterle di vacillare o di estinguersi. Indipendentemente da cosa Dio faccia, devi sottometterti al Suo disegno ed essere più pronto a maledire la tua carne che a lamentarti di Lui. Quando ti trovi ad affrontare delle prove, devi soddisfare Dio a dispetto di qualsiasi riluttanza a separarti da qualcosa che ami, o malgrado ogni pianto amaro. Solo questo può essere chiamato vero amore e vera fede. A prescindere da quale sia la tua effettiva statura morale, devi prima possedere la volontà di soffrire dei disagi così come la vera fede, e devi avere la volontà di separarti dalla carne. Dovresti essere disposto a sopportare personali disagi e soffrire perdite ai tuoi personali interessi, al fine di soddisfare la volontà di Dio. Devi anche avere il cuore di provare rimorso per te stesso, per non essere stato in grado di soddisfare Dio in passato, ed essere in grado di provare rimorso adesso. Non una di queste cose può mancare e Dio ti porterà a perfezione attraverso di esse. In mancanza di queste condizioni, non puoi essere portato a perfezione.

da “Coloro che devono essere resi perfetti devono essere sottoposti a raffinamento” in La Parola appare nella carne

234. Nel corso della sua vita, Pietro sperimentò l’affinamento centinaia di volte e sopportò molti travagli dolorosi. L’affinamento divenne il fondamento del suo supremo amore per Dio e l’esperienza più significativa della sua intera vita. Il suo possesso di un supremo amore per Dio fu, in un certo senso, dovuto alla sua decisione di amare Dio, ma soprattutto all’affinamento e alla sofferenza che patì. La sofferenza divenne la sua guida sulla strada dell’amore per Dio e la cosa più indimenticabile per lui. Se le persone non affrontano la sofferenza dell’affinamento quando amano Dio, il loro amore è pieno di spontaneità e delle loro preferenze; tale tipo di amore è pieno delle idee di Satana ed è semplicemente incapace di soddisfare la volontà di Dio. Aver preso la decisione di amare Dio non equivale ad amarLo veramente. Anche se tutto ciò che pensano nei loro cuori è allo scopo di amare Dio, e di soddisfarLo, come se i loro pensieri fossero privi di idee umane e fossero tutti per l’amore di Dio, quando tali pensieri vengono presentati di fronte a Dio, non sono lodati o benedetti da Lui. Anche quando le persone hanno compreso completamente tutte le verità, e sono arrivate a conoscerle per intero, non si può dire che ciò sia un segno del loro amore per Dio, non si può affermare che esse amino veramente Dio. Nonostante abbiano compreso molte verità senza sottoporsi all’affinamento, le persone sono incapaci di mettere in pratica tali verità. Solo nel corso dell’affinamento le persone comprendono il vero significato di tali verità, e solo allora possono apprezzarne il senso più profondo. In quel momento, quando ci riprovano, riescono a mettere in pratica le verità correttamente e in armonia con la volontà di Dio; in quel momento, le loro idee umane perdono forza, la loro spontaneità umana viene ridotta e le loro emozioni umane vengono diminuite; solo in quel momento la loro pratica diventa una vera manifestazione dell’amore di Dio. L’effetto della verità dell’amore di Dio non viene raggiunto attraverso una conoscenza fatta di parole o una disposizione mentale, e non può essere ottenuto semplicemente tramite la comprensione. È necessario pagare un prezzo, e che le persone affrontino tanta amarezza durante l’affinamento, perché solo allora il loro amore diverrà puro e in armonia con il cuore Stesso di Dio.

da “Solo tramite l’esperienza dell’affinamento l’uomo può veramente amare Dio” in La Parola appare nella carne

235. Ciò a cui Pietro anelava era giungere a conoscere se stesso e a percepire cosa fosse rivelato in lui tramite l’affinamento prodotto dalle parole di Dio e nelle varie prove che Egli aveva disposto per lui. Alla fine, quando giunse veramente a comprendere se stesso, Pietro si rese conto di quanto l’uomo sia profondamente corrotto, di quanto sia insignificante e indegno di servire Dio, e di come non meriti di vivere al Suo cospetto. A quel punto, Pietro cadde prostrato davanti a Dio. Alla fine, Pietro capì: “Conoscere Dio è la cosa più preziosa! Se non potessi conoscere Dio la mia morte sarebbe davvero un peccato; sento che conoscere Dio è la cosa più importante, più significativa. Se l’uomo non conosce Dio, non merita di vivere e non ha vita”. All’epoca in cui l’esperienza di Pietro raggiunse questo punto, egli era divenuto abbastanza consapevole della propria natura e ne aveva acquisito una comprensione relativamente buona. Sebbene forse non sarebbe stato capace di spiegarla in maniera dettagliata e comprensibile alle persone, aveva raggiunto questo stato. Pertanto, il percorso di ricerca della vita e del conseguimento della perfezione a opera di Dio comporta una comprensione più profonda della propria natura partendo dalle parole di Dio, nonché la comprensione degli aspetti della propria natura e la loro accurata descrizione a parole. Capire pienamente la propria vecchia vita – la vita della vecchia natura satanica – significa aver raggiunto i risultati richiesti da Dio. Se la tua conoscenza non è ancora giunta a tanto e malgrado ciò affermi di comprendere te stesso e di aver acquisito la vita, non ti stai forse semplicemente vantando? Non conosci te stesso, né sai cosa sei dinanzi a Dio, se sei conforme agli standard richiesti agli esseri umani, o quanti elementi satanici continuano a essere presenti in te. Ancora non ti è chiaro a chi appartieni e non hai nemmeno un briciolo di conoscenza di te stesso: come puoi dunque avere ragione di fronte a Dio? Quando Pietro stava perseguendo la vita, si concentrò sulla comprensione di se stesso e sul cambiamento della propria indole durante le prove. Si adoperò per conoscere Dio, e alla fine capì: “Gli esseri umani devono cercare di comprendere Dio nella vita; conoscerLo è la cosa più importante. Se non conosco Dio non potrò riposare in pace quando morirò. Una volta che Lo avrò conosciuto, se a quel punto Dio vorrà che io muoia sarò comunque più che lieto di farlo, non mi lamenterò minimamente e la mia vita intera sarà stata realizzata”. Pietro non fu in grado di ottenere questa comprensione o di raggiungere un tale livello subito dopo che ebbe cominciato a credere in Dio; prima dovette affrontare molte prove. La sua esperienza doveva raggiungere un certo punto ed egli doveva capire pienamente se stesso prima di poter percepire il valore della conoscenza di Dio. Il cammino intrapreso da Pietro fu dunque un cammino di acquisizione della vita e di perfezionamento; la sua pratica specifica si concentrò prevalentemente su questo aspetto.

da “Come intraprendere il cammino di Pietro” in Registrazione dei discorsi di Cristo

236. Quando le persone intraprendono il cammino della perfezione, la loro vecchia indole può essere modificata. Inoltre, le loro vite continuano a crescere e mano a mano entrano più profondamente nella verità. Sono capaci di detestare il mondo e tutti quelli che non ricercano la verità; in particolare, provano avversione per se stessi, ma, soprattutto, conoscono chiaramente se stessi. Sono disposti a vivere secondo la verità e fanno della ricerca della verità il loro obiettivo. Sono riluttanti a vivere nell’ambito dei pensieri generati dalla loro mente e provano disgusto per la presunzione, la superbia e l’orgoglio dell’uomo. Parlano con grande senso del decoro, gestiscono le cose con discernimento e saggezza, e sono leali e obbedienti a Dio. Se fanno un’esperienza di castigo o giudizio, non solo non diventano passivi o deboli, ma sono grati per il castigo e il giudizio di Dio. Credono di non poter fare a meno del castigo e del giudizio di Dio; anzi, attraverso di essi, possono ricevere la Sua protezione. Non perseguono una fede di pace e di gioia, e non cercano il pane per placare la fame. Né cercano i piaceri effimeri della carne. Questo è ciò che possiedono gli uomini portati a perfezione.

da “La verità intrinseca dell’opera di conquista (4)” in La Parola appare nella carne

237. Se uno è capace di soddisfare Dio mentre adempie il proprio dovere, è fedele a princìpi nelle proprie parole e azioni e sa accedere alla realtà di ogni aspetto della verità, allora è una persona che viene perfezionata da Dio. Si può dire che l’opera e le parole di Dio siano state completamente efficaci per persone del genere, che le parole di Dio siano divenute la loro vita, che tali persone abbiano ottenuto la verità e siano in grado di vivere secondo le parole di Dio. Una volta che ciò sarà avvenuto, la natura della loro carne – ovverosia il fondamento stesso della loro esistenza originale – andrà in pezzi e crollerà. Una volta che le persone avranno fatto delle parole di Dio la loro vita, diverranno persone nuove. Se le parole di Dio diventano la loro vita, se la visione della Sua opera, ciò che Egli prescrive all’umanità, le Sue rivelazioni agli esseri umani e gli standard per una vita vera che Dio impone loro diventano la loro vita, se tali persone vivono secondo queste parole e queste verità, allora sono perfezionate dalle parole di Dio. Tali persone sono rinate e sono divenute persone nuove attraverso le parole di Dio.

da “Come intraprendere il cammino di Pietro” in Registrazione dei discorsi di Cristo

238. Se le persone hanno un’autentica comprensione dell’indole di Dio e riescono a rendere una gloria sincera alla Sua santità e giustizia, allora conoscono davvero Dio e possiedono la verità; soltanto allora vivono nella luce. Solo quando cambia la loro visione del mondo e della vita, le persone cambiano sostanzialmente. Quando si ha uno scopo di vita e ci si comporta secondo la verità, quando ci si sottomette totalmente a Dio e si vive secondo la Sua parola, quando ci si sente sereni e rallegrati nel profondo dell’anima, quando il cuore è sgombro dalle tenebre e quando si vive completamente liberi e senza restrizioni in presenza di Dio, solo allora si vive una vera esistenza umana e si diventa una persona che possiede la verità. Inoltre, tutte le verità che hai provengono dalla parola di Dio e da Dio Stesso. Colui che governa l’intero universo e tutte le cose – Dio Altissimo – ti approva in quanto persona reale che vive una vera esistenza umana. Cosa potrebbe esserci di più significativo dell’approvazione di Dio? Tale è una persona che possiede la verità.

da “Come conoscere la natura umana” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Pagina precedente: P. Come liberarsi dall’influsso di Satana e conseguire la salvezza

Pagina successiva: XVI. Parole su prescrizioni, esortazioni, consolazioni e avvertimenti da parte di Dio

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Introduzione

Nell’Età del Regno, Dio usa la parola per annunciare una nuova era, per cambiare i mezzi della Sua opera e per compiere l’opera per...

Capitolo 14

Nel corso degli anni, nessun uomo è entrato nel Regno e pertanto nessuno ha goduto della grazia dell’Età del Regno, né ha visto il Re del...

Lavoro e ingresso (6)

Opera e ingresso sono intrinsecamente pratici; si riferiscono all’opera di Dio e all’ingresso dell’uomo. La totale incapacità dell’uomo di...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro