197 Sono determinato a cercare di amare Dio

1 Pensavo che lavorare duramente per Dio significasse amarLo. Anche se braccato dal PCC, non mi sono mai tirato indietro. La mia famiglia mi ha rifiutato e il mondo mi ha calunniato, ma sono stato lo stesso disposto a dedicare gli anni della mia giovinezza a Dio senza lamentele né rimpianti. Purché potessi essere innalzato nel Regno dei Cieli e ricompensato, qualsiasi quantità di sofferenza e di lacrime valeva la pena. Quando le prove si sono abbattute e hanno messo a nudo la mia bruttezza, sono diventato negativo e debole, e ho pianto lacrime amare. Riflettendo sul cammino che avevo intrapreso nella mia fede in Dio, mi sono finalmente reso conto che senza la realtà della verità non sarei stato in grado di rimanere saldo.

2 Le parole di Dio mi hanno rivelato l’essenza corrotta dell’umanità, e solo allora ho visto la profondità della mia corruzione. Ho sempre faticato e lavorato con la sola aspettativa di avere qualcosa in cambio da parte di Dio; non L’ho mai amato veramente, ma ho solo cercato di carpirGli delle benedizioni. Sono stato così egoista e ingannevole, e ho perso la mia umanità, ma Dio ha comunque usato le Sue parole per giudicarmi e purificarmi. Mi prostro davanti a Dio in preda al rimorso per le mie azioni, sentendomi del tutto indegno del Suo amore. Sono determinato a cercare di amare Dio e di tener conto della Sua volontà; non farò più progetti e non penserò più al mio futuro o al mio destino!

3 Subire prove e tribolazioni perfeziona la mia fede. Capisco che il presentarsi delle prove è davvero una benedizione di Dio. Per quanto la mia carne possa soffrire, assaporo la realtà dell’amore di Dio; praticando la verità, la mia corruzione viene purificata. Oggi sono così benedetto nel poter amare Dio e renderGli testimonianza. Desidero emulare Pietro e cercare di amare Dio più profondamente. Sono certo che Cristo è la verità, la via e la vita. Se riuscirò a comprendere la verità e a conoscere Dio, allora questa vita non sarà stata vissuta invano. Sottomettermi alle disposizioni di Dio non sarà mai un errore. L’amore eterno e la sottomissione a Dio sono il mio dovere.

Pagina precedente: 196 Nessun rimpianto o lagnanza nell’amare Dio

Pagina successiva: 198 Comprendi la verità e sii libero

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro