Capitolo 40

Perché siete così ottusi? Così apatici? Diversi solleciti non sono bastati per svegliarvi, e questo per Me è doloroso. Non ho proprio il coraggio di vedere i Miei figli in questo stato. Come può il Mio cuore sopportare tutto questo? Ah! Devo istruirvi personalmente. Il Mio passo continua ad accelerare. Figli Miei! Alzatevi rapidamente e collaborate con Me. Chi si adopera sinceramente per Me ora? Chi è in grado di dedicarsi completamente senza una sola parola rimostranza? Siete sempre così indolenti e ottusi! Quanti sono capaci di avere riguardo per i Miei sentimenti e chi sa afferrare davvero lo Spirito delle Mie parole? Posso soltanto aspettare con ansia e sperare; vedendo che nessuna delle vostre iniziative riesce a soddisfare il Mio cuore, che cosa posso dire? Figli Miei! Tutto ciò che vostro Padre fa oggi è per i Suoi figli. Perché i Miei figli non riescono mai a capire il Mio cuore e perché fanno sempre preoccupare Me, vostro Padre? Quando cresceranno e smetteranno di farMi preoccupare e Mi permetteranno di non essere più in pensiero per loro? Quando saranno in grado di vivere autonomamente, di alzarsi e di alleggerire il fardello sulle spalle del loro Padre? Mi limito a versare lacrime silenziose per i Miei figli e dedico ogni cosa al completamento del piano di gestione di Dio e alla salvezza dei Miei figli, dei Miei amati. Non ho altra scelta.

Le Mie promesse si sono avverate e sono palesi dinanzi ai vostri occhi. Perché non sei in grado di avere riguardo del Mio cuore? Perché? Perché? Finora hai tenuto il conto delle cose che hai fatto e che hanno soddisfatto il Mio cuore e di quelle che hai fatto e che hanno nutrito e sfamato la Chiesa? Riflettici attentamente; non essere sbadato. Non lasciarti sfuggire nemmeno un briciolo di verità. Non puoi soffermarti solo sulle apparenze e trascurare l’essenza. Devi verificare in ogni momento se ogni tua parola e azione e ogni tua singola iniziativa abbiano subito il giudizio dinanzi al seggio di Cristo e se ti sia trasformato nell’immagine di una persona nuova, non in un’imitazione, bensì emanando dal profondo l’espressione della vita. Non rimandare la tua vita per evitare di subire delle perdite. Affrettati a porre rimedio a questa situazione, soddisfa il Mio cuore e tieni a mente i principi di condotta: fa’ le cose con giustizia e rettitudine e soddisfa il Mio cuore. Non essere sconsiderato. Te ne saprai ricordare?

Pagina precedente: Capitolo 39

Pagina successiva: Capitolo 41

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

L’esperienza

Le esperienze di Pietro si sono svolte tra mille prove. Gli uomini di oggi, pur essendo a conoscenza del termine “prova”, non hanno...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro