Capitolo 40

Perché siete così ottusi? Così apatici? Diversi solleciti non sono bastati per svegliarvi, e questo per Me è doloroso. Non ho proprio il coraggio di vedere i Miei figli in questo stato. Come può il Mio cuore sopportare tutto questo? Ah! Devo istruirvi personalmente. Il Mio passo continua ad accelerare. Figli Miei! Alzatevi rapidamente e collaborate con Me. Chi si adopera sinceramente per Me ora? Chi è in grado di dedicarsi completamente senza una sola parola rimostranza? Siete sempre così indolenti e ottusi! Quanti sono capaci di avere riguardo per i Miei sentimenti e chi sa afferrare davvero lo Spirito delle Mie parole? Posso soltanto aspettare con ansia e sperare; vedendo che nessuna delle vostre iniziative riesce a soddisfare il Mio cuore, che cosa posso dire? Figli Miei! Tutto ciò che vostro Padre fa oggi è per i Suoi figli. Perché i Miei figli non riescono mai a capire il Mio cuore e perché fanno sempre preoccupare Me, vostro Padre? Quando cresceranno e smetteranno di farMi preoccupare e Mi permetteranno di non essere più in pensiero per loro? Quando saranno in grado di vivere autonomamente, di alzarsi e di alleggerire il fardello sulle spalle del loro Padre? Mi limito a versare lacrime silenziose per i Miei figli e dedico ogni cosa al completamento del piano di gestione di Dio e alla salvezza dei Miei figli, dei Miei amati. Non ho altra scelta.

Le Mie promesse si sono avverate e sono palesi dinanzi ai vostri occhi. Perché non sei in grado di avere riguardo del Mio cuore? Perché? Perché? Finora hai tenuto il conto delle cose che hai fatto e che hanno soddisfatto il Mio cuore e di quelle che hai fatto e che hanno nutrito e sfamato la Chiesa? Riflettici attentamente; non essere sbadato. Non lasciarti sfuggire nemmeno un briciolo di verità. Non puoi soffermarti solo sulle apparenze e trascurare l’essenza. Devi verificare in ogni momento se ogni tua parola e azione e ogni tua singola iniziativa abbiano subito il giudizio dinanzi al seggio di Cristo e se ti sia trasformato nell’immagine di una persona nuova, non in un’imitazione, bensì emanando dal profondo l’espressione della vita. Non rimandare la tua vita per evitare di subire delle perdite. Affrettati a porre rimedio a questa situazione, soddisfa il Mio cuore e tieni a mente i principi di condotta: fa’ le cose con giustizia e rettitudine e soddisfa il Mio cuore. Non essere sconsiderato. Te ne saprai ricordare?

Pagina precedente: Capitolo 39

Pagina successiva: Capitolo 41

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Lavoro e ingresso (3)

Dio ha affidato molto agli uomini, e ha anche affrontato il discorso del loro ingresso in innumerevoli modi. Tuttavia, poiché la levatura...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro