167 Con l’amore di Dio, non ho nulla da temere

1 Il PCC perseguita e arresta i cristiani, spargendo torture e tormenti, sperando vanamente di impedirci di seguire le orme di Cristo. La polizia malvagia mi ha picchiato, lasciandomi in fin di vita con tagli e lividi su tutto il corpo, nel disperato tentativo di annientare sia la mia carne che la mia fede. Mi hanno minacciato e istigato, cercando di costringermi a vendere i miei fratelli e sorelle, tramando perché tradissi Dio, divenissi un Giuda e perdessi la salvezza di Dio. Mentre ero in queste terribili difficoltà, le parole di Dio risuonavano nelle mie orecchie, permettendomi di discernere gli astuti inganni di Satana e rimanere saldo nella mia testimonianza. Anche se ero caduto nella tana del demonio, quando ho visto che Dio era al mio fianco non mi sono più sentito solo e sconfortato, anzi ho guadagnato forza e determinazione.

2 Scontata la mia condanna, dopo il mio rilascio il PCC ha continuato a tenermi sotto sorveglianza, limitando la mia libertà personale. Mi sembrava di essere agli arresti domiciliari. La polizia ispezionava spesso la mia casa con qualche falso pretesto, chiedendomi se credevo ancora in Dio, se partecipavo alle riunioni e se diffondevo il Vangelo. Spesso mi svegliavo terrorizzato dagli incubi. Ricordare tutte le torture che ho subito mi colma di terrore e risentimento. Il mio cuore grida ad alta voce che la Cina è davvero una prigione diabolica. Le persone non hanno libertà e sono sottoposte a lavaggio del cervello, persino i loro discorsi sono sotto controllo. Che le persone lì godano di libertà di culto è semplicemente una bugia usata dal PCC per ingannare il mondo e garantirsi una buona reputazione. La natura malvagia del PCC è rivelata da questo evidente massacro.

Sono certo che Cristo è la verità, la via e la vita. Non importa quanto il PCC mi perseguiterà, sono deciso a seguire Cristo fino alla fine. Anche se ciò significasse sacrificare la mia stessa vita, renderò a Dio risonante testimonianza. Non so quanto durerà questa notte interminabile ma, con l’amore di Dio a guidarmi e le Sue parole a incoraggiarmi, non ho nulla da temere.

Pagina precedente: 166 Che possiamo conoscere la bellezza di Dio

Pagina successiva: 168 Una scelta priva di rimpianti

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

4 Lodi sono giunte a Sion

ILodi sono giunte a Sion! Lodi sono giunte a Sion! Lodi sono giunte a Sion! Sono giunte a Sion!Lodi sono giunte a Sion! La dimora di Dio è...

210 Come cercare le orme di Dio

IPer trovare le orme di Dio,dobbiamo cercare la Sua volontà,cercar le parole e i discorsi di Dio.Dove ci son le Sue nuove parole,là c’è la...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro