Capitolo 92

Ogni persona può vedere la Mia onnipotenza e la Mia sapienza nelle Mie parole e nelle Mie azioni. Ovunque Io vada, la Mia opera è lì. Le Mie orme non sono soltanto in Cina ma, cosa ancora più importante, sono in tutte le nazioni del mondo. Le prime a ricevere questo nome, tuttavia, sono soltanto le sette nazioni di cui si è parlato in precedenza, poiché in quest’ordine si svolge la Mia opera; nel prossimo futuro ne avrete totale chiarezza e lo capirete fino in fondo. Se ve lo dicessi adesso, temo che la maggior parte di voi crollerebbe, poiché ho detto in precedenza che vi parlo ed emetto la Mia voce a seconda della vostra levatura, e tutto ciò che faccio ha in sé la Mia infinita sapienza che nessuno può comprendere; posso parlarvene soltanto un po’ per volta. Sappiatelo! Ai Miei occhi siete sempre bambini; in ogni passo che fate, dovete essere guidati e istruiti da Me. Esseri umani: solo sotto la Mia guida potete vivere l’intera vostra vita, altrimenti nessuno sarebbe in grado continuare a vivere. L’intero universo mondo è nelle Mie mani, eppure tu non Mi vedi affaccendato. Al contrario, sono rilassato e contento. Gli esseri umani non conoscono la Mia onnipotenza e probabilmente sono in ansia per Me: quanto poco conoscete voi stessi! Continuate a ostentare le vostre inutili frivolezze davanti a Me, ammirandovi! L’ho capito tanto tempo fa. E davanti a Me usate ogni espediente possibile, spregevoli disgraziati! Uscite subito dalla Mia casa! Non voglio miserabili come voi. Preferirei non avere nessuno nel Mio Regno, piuttosto che spregevoli disgraziati come voi! Sapevi che ho già smesso di operare su di te, nonostante tu stia continuando a mangiare e a vestirti come al solito? Ma sapevi che stai vivendo per Satana, che stai rendendo servizio a lui? Eppure hai ancora il coraggio di presentarti dinanzi a Me! Sei davvero spudorato!

In passato, spesso ho detto: “Le grandi catastrofi avverranno presto; le grandi catastrofi sono già cadute dalle Mie mani”. A che cosa si riferiscono le “grandi catastrofi” e come si dovrebbe spiegare questo “cadute”? Voi pensate che queste grandi catastrofi si riferiscano a disastri inevitabili che feriscono lo spirito, l’anima e il corpo dell’uomo, e pensate che “terremoti, carestie ed epidemie” di cui parlo siano tali grandi catastrofi. Ma non sapete di aver frainteso le Mie parole. E pensate che “cadute” significhi che le grandi catastrofi siano cominciate; ridicolo! Voi in effetti lo comprendete così, e dopo aver ascoltato le vostre spiegazioni Mi incollerisco davvero. Il mistero che gli esseri umani non sono stati in grado di svelare (il mistero più segreto) è anche il mistero che è stato più gravemente frainteso nel corso dei secoli, e di cui nessuno ha mai avuto personale esperienza (poiché questo mistero interviene solo negli ultimi giorni, e solo nell’età finale l’uomo può vederlo, anche se non lo riconoscerà) perché Io lo custodisco con la massima segretezza in modo che l’uomo non possa decifrarlo (nemmeno scorgerne una piccolissima parte). Ora che la Mia opera è stata eseguita fino a questa fase, vi illumino secondo le esigenze della Mia opera, altrimenti non avreste modo di capire. Adesso do avvio alla condivisione e tutti dovrebbero prestare attenzione, perché chiunque sia incauto, compresi i Miei figli primogeniti, subirà il Mio giudizio, e nei casi più gravi verrà abbattuto dalla Mia mano (ossia sarà privato dello spirito, dell’anima e del corpo). Le grandi catastrofi vengono menzionate in relazione a ognuno dei decreti amministrativi del Mio Regno, e ciascuno dei Miei decreti amministrativi è una parte delle grandi catastrofi. (I Miei decreti amministrativi non vi sono stati interamente svelati, ma non siate preoccupati né ansiosi al riguardo; ci sono cose che vi porterebbero poco beneficio se doveste arrivare a conoscerle troppo presto. Ricordatevelo! Io sono un Dio sapiente.) Allora qual è l’altra parte? Le grandi catastrofi includono due parti: i Miei decreti amministrativi e la Mia ira. Il momento in cui avverranno le grandi catastrofi sarà anche il momento in cui comincerò a infiammarMi di collera e ad applicare i Miei decreti amministrativi. Qui dico ai Miei figli primogeniti: non dovete degenerare per questo motivo. Avete dimenticato che tutte le cose e tutte le questioni sono da Me predestinate? Figlio Mio, non aver paura! Sicuramente ti proteggerò, godrai per sempre con Me di buone benedizioni e sarai assieme a Me per l’eternità. Poiché sei tra i Miei diletti, non ti abbandonerò. Io non faccio cose sciocche, eppure se distruggessi ciò che è stato costruito con tanta difficoltà, non Mi darei forse la zappa sui piedi? So che cosa pensi nel tuo cuore. Te lo sei ricordato? Che altro vorreste farMi dire? Parlerò ancora delle grandi catastrofi. Il momento in cui avverranno le grandi catastrofi sarà il momento più spaventoso, ed esse riveleranno al massimo grado la turpitudine dell’uomo. Visi demoniaci di ogni sorta verranno smascherati alla luce del Mio volto e non avranno dove nascondersi, dove ripararsi; saranno completamente esposti. L’effetto delle grandi catastrofi sarà di indurre tutti coloro che non sono i Miei eletti o predestinati a inginocchiarsi davanti a Me a implorare perdono, tra pianto e stridore di denti. Questo è il Mio giudizio di Satana, il Mio giudizio irato. Attualmente sono impegnato a svolgere questa opera e forse vi sono alcuni che desiderano fingere di avere i requisiti e cavarsela con l’inganno; ma più si comportano così e più Satana opererà su di loro finché, a un dato punto, la loro forma originaria sarà rivelata.

Non ho fretta di compiere la Mia opera e orchestro Io Stesso ogni persona (questo mette le persone in ridicolo e dimostra che sono discendenti del gran dragone rosso e Io non presto loro attenzione, perciò non è eccessivo usare il verbo “orchestrare”) e compio Io Stesso ogni atto. Tutto riesce bene con Me ed è un successo sicuro e garantito; tutto ciò che faccio, passo dopo passo, è già disposto. Vi parlo della Mia volontà e del Mio fardello un po’ alla volta. Da questo punto in avanti, le Mie parole cominciano a manifestarsi a tutte le nazioni e a tutti i popoli. Poiché i Miei figli primogeniti sono già stati resi completi (le Mie parole convergono sui Miei figli e sul Mio popolo), il modo in cui opero ha cominciato nuovamente a cambiare. Lo capite chiaramente? Avete percepito il tono delle Mie parole in questi ultimi giorni? Consolo i Miei figli primogeniti a ogni passo del cammino, ma da ora in poi (poiché i Miei figli primogeniti sono già stati resi completi) terrò in mano un coltello (“coltello” significa “parole della massima severità”). Chiunque Io consideri momentaneamente con sfavore (intendendo coloro che non sono stati predestinati né eletti, quindi non vi è contraddizione), e non Mi importa se Mi renda servizio o se sia qualcos’altro, lo eliminerò subito. Io sono il Dio onnipotente e posso far sì che tutti Mi rendano servizio. Non sono affatto riluttante a separarMi da persone del genere; se dico che non le voglio, non le voglio e basta. Ora che questo momento è giunto, non appena vedo qualcuno di cui sono scontento lo scarto subito, senza nemmeno indagare, perché Io sono il Dio che mantiene la Sua parola. Riguardo a coloro che ho predestinato a essere al Mio servizio, non importa quanto tu sia bravo e se tu Mi abbia disubbidito in qualche modo o no, se Mi arrecherai dispiacere ti getterò fuori a calci. Non temo difficoltà future. Ho i Miei decreti amministrativi, mantengo la Mia parola e la Mia parola si adempirà. Potrei forse tenere Satana? AscoltateMi, gente! Non dovete avere paura. Se ti chiedo di andartene, devi andartene. Non presentarMi scuse perché non ho parole da dirti! Infatti ho esercitato tanta pazienza, ed è arrivato il momento di applicare i Miei decreti amministrativi, e anche il vostro ultimo giorno è qui. Per migliaia di anni siete stati dissoluti e avete sempre fatto le cose in maniera intenzionale e ostinata, ma Io sono stato sempre tollerante (poiché sono magnanimo e consento che la vostra corruzione arrivi fino a un certo punto). Ma ora la Mia clemenza è giunta al termine ed è arrivato per voi il momento di essere posseduti e gettati nello stagno di fuoco e zolfo. Affrettatevi ad andarvene. Comincio ad applicare ufficialmente il Mio giudizio e a scatenare la Mia ira.

In tutte le nazioni e in tutti i luoghi del mondo si verificano di frequente terremoti, carestie, epidemie e ogni sorta di calamità. Mentre Io compio la Mia grande opera in tutte le nazioni e in tutti i luoghi, tali calamità si presenteranno in maniera più grave che in ogni altra epoca dalla creazione del mondo. Questo è l’inizio del Mio giudizio su tutti i popoli, ma voi figli Miei potete stare tranquilli: su di voi non si abbatterà alcuna catastrofe e Io vi proteggerò (intendendo che poi vivrete nel corpo, ma non nella carne, perciò non soffrirete il dolore di alcuna catastrofe). Insieme a Me, regnerete semplicemente come re e a giudicherete tutte le nazioni e tutti i popoli, godendo per sempre con Me di buone benedizioni nell’universo e ai confini della terra. Queste parole si adempiranno tutte, e presto si avvereranno davanti ai vostri occhi. Io non ritardo nemmeno di un’ora o di un giorno, faccio le cose con incredibile rapidità. Non abbiate preoccupazione o ansia, la benedizione che ti concedo è qualcosa che nessuno può portarti via: questo è il Mio decreto amministrativo. Tutti Mi obbediranno per via dei Miei atti; esulteranno senza sosta, ma ancor più salteranno incessantemente di gioia.

Pagina precedente: Capitolo 91

Pagina successiva: Capitolo 93

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Dio Stesso, l’Unico IX

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (III)In questo periodo abbiamo parlato di molte cose legate alla conoscenza di Dio e di recente...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro