Capitolo 91

Il Mio Spirito parla e fa sentire la Mia voce costantemente: quanti di voi riescono a conoscerMi? Perché devo incarnarMi e venire tra di voi? Questo è un grande mistero. Voi Mi pensate e Mi bramate tutto il giorno; Mi lodate, godete di Me e vi nutrite di Me ogni giorno, eppure a tutt’oggi non Mi conoscete ancora. Quanto siete ignoranti e ciechi! Quanto poco Mi conoscete! Quanti di voi riescono a tenere in considerazione la Mia volontà? Cioè, quanti di voi riescono a conoscerMi? Siete tutti individui diabolici, eppure volete lo stesso soddisfare la Mia volontà? Scordatevelo! Lasciate che ve lo dica: per quanto buone siano le azioni di Satana, esse hanno il fine di demolire la Mia costruzione e interrompere la Mia gestione. Non importa quanto siano buone le sue azioni, la sua essenza non cambia: lui Mi sfida. Pertanto, molte persone vengono involontariamente colpite dalla Mia mano e involontariamente estromesse dalla Mia famiglia. Oggi, nessuna questione, sia essa grande o piccola, è orchestrata dall’uomo; tutto è nelle Mie mani. Se qualcuno afferma che tutte le cose sono controllate dall’uomo, allora Io dico che costui Mi sfida, e di certo lo punirò severamente e non gli darò mai riposo. Quale, tra tutti i fatti e gli avvenimenti, non è nelle Mie mani? Che cosa non è disposto da Me o determinato da Me? E tu insisti nel dire che Mi conosci! Queste sono parole diaboliche. Hai ingannato altri, quindi pensi di poter ingannare anche Me? Pensi che se nessuno sa quello che hai fatto non ci saranno conseguenze? Non pensare di cavartela con poco! Devo farti inginocchiare davanti a Me e parlare apertamente. È inaccettabile non parlare; questo è il Mio decreto amministrativo!

Capite veramente chi è il Mio Spirito e chi è il Mio io mortale? Qual è il significato della Mia incarnazione? Chi tra voi ha riflettuto attentamente su una questione così importante e ha ricevuto una rivelazione da Me? State tutti prendendo in giro voi stessi! Perché dico che siete la progenie del gran dragone rosso? Oggi vi rivelo il mistero della Mia incarnazione, un mistero che l’uomo non è stato in grado di chiarire fin dalla creazione del mondo, e che ha portato alla rovina tanti destinatari del Mio odio. E così è oggi. Grazie alla Mia carne, molti di quelli che amo sono stati perfezionati. Perché devo diventare carne, per l’esattezza? E perché appaio in questo modo (sotto tutti gli aspetti, come la Mia altezza, le Mie sembianze, la Mia levatura, e così via)? Chi ha qualcosa da dire al riguardo? La Mia incarnazione ha talmente tanto significato che, semplicemente, non è possibile esprimerlo tutto. Ora, ve ne dirò solo una parte (poiché le fasi della Mia opera sono arrivate a questo punto, devo farlo e dire quanto segue): la Mia incarnazione è rivolta principalmente ai Miei figli primogeniti, in modo che Io li possa pascere e che loro possano conversare e parlare faccia a faccia con Me; essa dimostra, inoltre, che Io e i Miei figli primogeniti siamo intimi tra di noi (nel senso che mangiamo insieme, stiamo insieme, viviamo insieme e agiamo insieme), cosicché essi possano realmente essere nutriti da Me: queste non sono parole vuote, ma è la realtà. In precedenza, la gente credeva in Me ma non riusciva a comprendere la realtà, e questo accadeva perché non Mi ero ancora incarnato. Oggi, la Mia incarnazione permette a voi tutti di comprendere la realtà e permette a coloro che Mi amano sinceramente di conoscere Me, il saggio Dio Stesso, attraverso i Miei discorsi e il Mio comportamento, e i princìpi alla base del Mio modo di gestire le cose. Inoltre, permette a coloro che non Mi cercano sinceramente di vedere, nelle Mie azioni impercettibili, quell’aspetto di Me che è il Mio essere umano, e perciò di sfidarMi e poi morire “senza alcuna ragione”, colpiti da Me. Umiliando Satana, l’incarnazione dà la più sonora testimonianza di Me; non solo sono in grado di uscire dalla carne, ma posso anche vivere dentro la carne. Non subisco alcuna restrizione spaziale o geografica; per Me non c’è ostacolo di nessun genere e tutto procede agevolmente. È proprio in ciò che Satana è maggiormente umiliato e, quando esco dalla carne, continuo a svolgere la Mia opera nella carne e non ne risento affatto. Incedo comunque su montagne, fiumi, laghi e in ogni angolo dell’universo e su tutta la miriade di cose che esso comprende. Mi sono incarnato per portare allo scoperto tutti coloro che pur essendo nati da Me si sono levati a sfidarMi. Se non Mi incarnassi, non ci sarebbe modo di portarli allo scoperto (Mi riferisco a coloro che agiscono in una maniera davanti a Me e in un’altra alle Mie spalle). Se rimanessi Spirito, la gente Mi adorerebbe secondo le sue concezioni e penserebbe che sono un Dio senza forma e irraggiungibile. Oggi, la Mia incarnazione rappresenta proprio l’opposto delle concezioni della gente (in relazione alla Mia altezza e al Mio aspetto), poiché appaio come una persona ordinaria e non sono molto alto. È questo il fatto che più umilia Satana ed è il più potente contrappeso alle concezioni delle persone (la blasfemia di Satana). Se il Mio aspetto fosse diverso da quello degli altri individui, ciò creerebbe problemi: tutti verrebbero ad adorarMi, Mi capirebbero in base alle loro concezioni personali e non sarebbero in grado di dare questa bella testimonianza di Me. Perciò, ho assunto l’immagine che ho oggi, che non è affatto difficile da capire. Tutti dovrebbero superare le proprie concezioni umane e non farsi imbrogliare dalle subdole trame di Satana. In futuro, vi dirò altro, un po’ alla volta, in base alle esigenze della Mia opera.

Oggi, la Mia grande opera ha avuto successo e il Mio piano si è compiuto. Ho acquisito un gruppo di persone che collaborano con Me con comune atteggiamento mentale, e questo è anche il Mio momento più glorioso. I Miei amati figli (tutti coloro che Mi amano) sono in grado di essere un tutt’uno con Me col cuore e con l’anima nel completare, insieme a Me, tutte le cose che ho bisogno di fare. Questa è una cosa meravigliosa! Dopo di oggi, coloro che non godono del Mio favore non avranno l’opera dello Spirito Santo; ciò significa che scarterò coloro che non si conformano a quello che ho detto in passato. La gente deve conformarsi perfettamente a ciò che dico. Ricordatelo! Devi conformarti perfettamente. Non fraintendere; dipende tutto da Me. Gente, non parlate di condizioni con Me! Se dico che sei qualificato, allora è come se fosse scolpito nella pietra, e se dico che non lo sei, non assumere un’aria afflitta e non incolpare il Cielo e la terra: sono tutte Mie disposizioni. Chi ti ha detto di mancare di rispetto a te stesso? Chi ti ha detto di commettere quella vergognosa follia? Anche se non dici niente, non puoi nasconderMi la verità. A chi Mi rivolgo quando dico che Io sono il Dio Stesso che scruta nel profondo del cuore dell’uomo? Lo dico a quelli che sono disonesti. Che spudoratezza fare una cosa del genere alle Mie spalle! Mi vuoi gettare fumo negli occhi? Non è così semplice! Vattene subito da qui, figlio della ribellione! Non ami te stesso e non ti rispetti! Non ti interessa di te stesso, eppure vuoi che Io ti ami ugualmente? Scordatelo! Non voglio nemmeno uno di questi sciagurati. Allontanatevi da Me, tutti voi! Ciò getta la più grave vergogna sul Mio nome ed è inammissibile che non lo capiate chiaramente. Dovete proteggere voi stessi dall’essere contaminati da qualsiasi sporcizia in questa malvagia e promiscua epoca vecchia; dovete essere del tutto santi e immacolati. Oggi, quelli che sono abbastanza qualificati da governare come re con Me sono quelli che non sono contaminati da alcuna sporcizia, perché Io sono il santo Dio Stesso e non voglio nessuno che disonori il Mio nome. Tali persone sono inviate da Satana per metterMi alla prova; sono, in verità, tutti suoi lacchè e devono essere respinti (gettandoli nel pozzo senza fondo).

La Mia famiglia è santa e pura e il Mio tempio è magnifico e maestoso (con ciò si intende coloro che possiedono ciò che Io sono e ciò che Io ho). Chi sono coloro che osano entrare e causare disturbo a loro piacimento? Certamente non li perdonerò. Essi verranno totalmente distrutti e grandemente disonorati. Io agisco con saggezza. Senza spada, senza pistola e senza muovere un dito, Io sconfiggerò totalmente coloro che Mi sfidano e disonorano il Mio nome. Sono magnanimo e continuo la Mia opera a un ritmo costante, anche quando Satana crea tale grande turbativa; non gli presto attenzione e lo sconfiggerò con il completamento del Mio piano di gestione. Questo è il Mio potere, questa è la Mia saggezza ed è inoltre una piccola parte della Mia gloria eterna. Ai Miei occhi, coloro che Mi sfidano sono come insetti che strisciano per terra che Io posso schiacciare coi piedi e uccidere a Mio piacimento in qualsiasi momento. Tuttavia, faccio le cose con saggezza. Voglio che siano i Miei figli primogeniti a occuparsi di loro; Io non ho alcuna fretta. Agisco metodicamente, in modo ordinato e senza il minimo errore. I figli primogeniti che sono nati da Me devono possedere ciò che Io sono ed essere in grado di vedere la Mia infinita saggezza nelle Mie azioni!

Pagina precedente: Capitolo 90

Pagina successiva: Capitolo 92

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Lavoro e ingresso (3)

Dio ha affidato molto agli uomini, e ha anche affrontato il discorso del loro ingresso in innumerevoli modi. Tuttavia, poiché la levatura...

Dio Stesso, l’Unico VII

Panoramica sull’autorità, sull’indole giusta e sulla santità di DioQuando avete concluso le vostre preghiere, il vostro cuore si sente...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger