Capitolo 107

Quando le Mie parole raggiungono un certo grado di severità, la maggior parte delle persone si tira indietro a causa loro, ed è proprio in tale momento che vengono rivelati i Miei figli primogeniti. Ho detto che non solleverò un dito, ma utilizzerò solo le Mie parole per realizzare tutte le cose. Con le Mie parole, distruggo tutto ciò che odio, e le uso altresì per perfezionare i Miei figli primogeniti. (Quando verranno enunciate le Mie parole, risuoneranno i sette tuoni e in quel momento Io e i Miei figli primogeniti muteremo forma ed entreremo nel regno spirituale.) Quando ho detto che il Mio Spirito opera personalmente, intendevo dire che le Mie parole realizzano tutto, e da ciò è evidente la Mia onnipotenza. Pertanto, si può vedere con ancora maggiore chiarezza l’obiettivo e lo scopo di ciascuna delle Mie frasi. Come ho detto prima, tutto ciò che esprimo nella Mia umanità è un aspetto della Mia manifestazione. Quindi, le persone che non possono essere certe di ciò che dico nella Mia normale umanità e che non ci credono veramente, devono essere allontanate! Più volte ho sottolineato che la Mia normale umanità è un aspetto indispensabile della Mia completa divinità, ma tante persone ancora si concentrano sulla Mia completa divinità, ignorando nel contempo la Mia umanità. Sei cieco! Tu dici che non corrispondo alle tue nozioni, e che l’essere umano che Io sono non è conforme al tuo Dio. Come possono simili persone rimanere nel Mio Regno? Ti calpesterò sotto i Miei piedi! Ti sfido a ribellarti ancora contro di Me! Ti sfido a perseverare nella tua ostinazione! Il Mio sorriso non corrisponde alle tue nozioni, il Mio discorso non è piacevole alle tue orecchie, e le Mie azioni non ti arrecano beneficio, giusto? Tutte queste cose devono essere di tuo gradimento. È così che Dio dovrebbe essere? E queste persone vogliono rimanere nella Mia casa e ricevere benedizioni nel Mio Regno? Non stai forse sognando a occhi aperti? Da quando le cose sono così meravigliose! Tu Mi vuoi disobbedire, eppure desideri ancora ricevere delle benedizioni da Me. Ti assicuro che è impossibile! Come ho detto molte volte, coloro che entrano nel Mio Regno e ricevono benedizioni devono essere persone che amo. Perché sottolineo queste parole? Conosco e capisco ciò che ognuno sta pensando: non c’è alcun bisogno che Io evidenzi i loro pensieri a uno a uno. Le loro vere sembianze verranno rivelate attraverso le Mie parole di giudizio e tutti grideranno di dolore davanti al Mio trono del giudizio. È un fatto ovvio che nessuno può cambiare! Alla fine, li farò entrare uno a uno nel pozzo dell’abisso. Questo è l’esito finale che desidero raggiungere con il Mio giudizio sul diavolo Satana. Devo usare il giudizio e i decreti amministrativi per trattare ogni individuo, e questo è il Mio metodo di castigo. Avete veramente compreso tutto ciò? Non ho bisogno di dare una ragione a Satana, uso semplicemente la Mia verga di ferro per percuoterlo, fino a ridurlo in fin di vita a invocare ripetutamente pietà. Pertanto, quando le persone leggono le Mie parole di giudizio non le comprendono per niente, mentre dal Mio punto di vista ogni riga e ogni frase rappresenta l’applicazione dei Miei decreti amministrativi. Questo è un fatto evidente.

Visto che oggi ho menzionato il giudizio, l’argomento riguarda anche il trono del giudizio. In passato, avete spesso detto che riceverete il giudizio davanti al trono di Cristo. Avete una certa comprensione del giudizio, ma non riuscite a immaginare il trono del giudizio. Forse alcuni pensano che il trono del giudizio sia un oggetto fisico, o lo si potrebbe immaginare come un grande tavolo, o forse come un banco del giudice simile a quelli del mondo secolare. Naturalmente stavolta, nella Mia spiegazione, non smentirò ciò che avete detto, ma per Me ciò che la gente immagina implica comunque un significato simbolico. Pertanto, il divario fra l’immaginazione della gente e il Mio significato è ancora ampio quanto la distanza tra cielo e terra. Secondo le nozioni degli uomini sono in molti a giacere prostrati davanti al trono del giudizio, gridando di dolore e implorando pietà. Con questo l’immaginazione umana ha già raggiunto il suo apice e nessuno riesce ad andare oltre. Cos’è allora il trono del giudizio? Prima che Io riveli questo mistero, dovete rinnegare tutte le vostre precedente concezioni erronee; solo allora il Mio obiettivo potrà essere raggiunto. Questo è l’unico modo per dissipare le vostre nozioni e idee al riguardo. Fate sempre attenzione quando Io parlo. Non dovete più essere sbadati. Il Mio trono del giudizio è stato stabilito sin dalla creazione del mondo. Negli anni e nelle generazioni passate, molte persone sono morte davanti al Mio trono del giudizio, e molte sono risuscitate, tornando in vita. Si può anche dire che dall’inizio alla fine il Mio giudizio non si ferma mai, e quindi il Mio trono del giudizio sussiste in eterno. Quando viene menzionato il trono del giudizio, tutti gli esseri umani provano un minimo di paura. Naturalmente, da quanto ho accennato prima, voi non avete idea di cosa sia il trono del giudizio. Il trono del giudizio e il giudizio coesistono, ma hanno due tipi diversi di sostanza (qui “sostanza” non si riferisce a un oggetto fisico, ma alle parole. Gli esseri umani non possono vederla affatto). Il giudizio si riferisce alle Mie parole (che siano dure o gentili, queste parole sono tutte incluse nel Mio giudizio. Pertanto, tutto ciò che proviene dalla Mia bocca è giudizio). Prima, le persone dividevano le Mie parole in varie categorie, fra cui parole di giudizio, parole gentili e parole che danno vita. Oggi, chiarirò per voi che il giudizio e le Mie parole sono collegati tra loro. In altri termini, il giudizio corrisponde alle Mie parole, e le Mie parole corrispondono al giudizio. Non dovete assolutamente parlarne come se fossero due cose distinte. Le persone immaginano che le parole severe corrispondono al giudizio, ma la loro comprensione non è totale. Tutto quello che dico è giudizio. L’inizio del giudizio di cui si parlava in passato si riferiva a quando il Mio Spirito cominciò ufficialmente a operare ovunque e ad applicare i Miei decreti amministrativi. In questa frase, il termine “giudizio” si riferisce alla realtà effettiva. Ora spiegherò il trono del giudizio: perché dico che il trono del giudizio esiste dall’eternità all’eternità e affianca il Mio giudizio? Ne avete capito qualcosa dalla Mia spiegazione del giudizio? Il trono del giudizio fa riferimento all’essere umano che Io sono. Dall’eternità all’eternità, continuo a parlare e a esprimermi. Vivo in eterno, pertanto il Mio trono del giudizio e il Mio giudizio coesistono in eterno. Ormai dovrebbe essere chiaro! Nella loro immaginazione, le persone mi trattano come un oggetto, ma non vi biasimo e non vi condanno per questo. Spero solo che sarete obbedienti e accetterete la Mia rivelazione, e da ciò capirete che Io sono il Dio Stesso onnicomprensivo.

Le Mie parole sono totalmente incomprensibili per gli esseri umani, i Miei passi sono per loro impossibili da trovare, e la Mia volontà impossibile da intendere. Quindi, lo stato in cui vi trovate oggi (essere in grado di ricevere la Mia rivelazione, di afferrare la Mia volontà dall’interno, e di seguire i Miei passi attraverso di essa) rappresenta in pieno il risultato delle Mie mirabili azioni, della Mia grazia e della Mia compassione. Un giorno vi consentirò persino di vedere la Mia saggezza, di osservare quello che ho fatto con le Mie mani e di scorgere la meraviglia della Mia opera. Quando arriverà quel momento, i progetti di tutto il Mio intero piano di gestione saranno completamente rivelati davanti ai vostri occhi. In tutto l’universo mondo e ogni giorno si manifestano parti delle Mie azioni mirabili, e tutti rendono servizio perché il Mio piano di gestione si possa ultimare. Quando esso sarà completamente rivelato, vedrete quali tipi di persone ho disposto a rendere servizio, quali tipi di persone ho disposto a soddisfare la Mia volontà, cosa ho realizzato sfruttando Satana, cosa ho realizzato da Me Stesso, quali tipi di persone piangono, quali tipi di persone digrignano i denti, quali tipi di persone subiranno la distruzione, e quali tipi di persone patiranno la dannazione. Con la parola “distruzione” Mi riferisco a coloro che saranno gettati nel lago di fuoco e di zolfo e saranno completamente bruciati; con “perdizione”, invece, intendo quelli che saranno gettati nel pozzo dell’abisso a patire per tutta l’eternità. Quindi non confondete la distruzione e la perdizione come se fossero la stessa cosa; al contrario, sono due cose molto diverse. I servitori che lasciano il Mio nome oggi patiranno la dannazione, e coloro che non appartengono al Mio nome verranno distrutti. Ecco perché dico che quelli che soffrono la dannazione Mi renderanno lode eterna dopo il Mio giudizio; eppure, quelle persone non si libereranno mai del Mio castigo, e accetteranno sempre la Mia regola. Ecco perché dico che il pozzo dell’abisso è la mano che uso per castigare le persone. Dico anche che tutto è nelle Mie mani. Sebbene Io abbia detto che “il pozzo dell’abisso” si riferisce all’influenza di Satana, esso si trova anche nelle Mie mani, che uso per castigare le persone. Quindi, tutto è nelle Mie mani, e senza alcuna contraddizione. Le Mie parole non sono sconsiderate; sono opportune e coerenti. Non sono inventate né assurde, e tutti dovrebbero credere alle Mie parole. In futuro, soffrirete per questo. A causa delle Mie parole, molte persone si distaccheranno, si dispereranno o saranno deluse, piangeranno amaramente o si lamenteranno. Vi saranno tutti i tipi di reazioni. Un giorno, quando tutte le persone che odio si ritireranno, la Mia grande opera sarà compiuta. In futuro, molte persone cadranno a causa dei figli primogeniti, e alla fine si allontaneranno tutte, passo dopo passo. In altre parole, la Mia casa diventerà gradualmente santa e tutti i tipi di demoni si ritireranno lentamente dal Mio fianco, in silenzio, in sottomissione e senza alcun lamento. Dopo di che, tutti i Miei figli primogeniti verranno rivelati e Io comincerò il passo successivo della Mia opera. Solo allora i figli primogeniti saranno re insieme a Me e governeranno l’intero universo. Questi sono i passaggi della Mia opera e costituiscono una parte importante del Mio piano di gestione. Non lo ignorate, altrimenti commetterete un errore.

Il momento in cui le Mie parole vi sono rivelate è il momento in cui comincio la Mia opera. Nemmeno una delle Mie parole resterà incompiuta. Per Me, un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno. Come lo intendete? Il vostro concetto di tempo è molto diverso dal Mio, perché Io controllo l’universo mondo e realizzo tutte le cose. La Mia opera viene svolta giorno per giorno, passo dopo passo, e fase per fase; inoltre, l’avanzata della Mia opera non si ferma neanche per un secondo, viene svolta costantemente, in ogni momento. Sin dalla creazione del mondo, le Mie parole non si sono mai interrotte. Ho continuato a parlare e a esprimermi, fino a oggi, e ciò rimarrà invariato nel futuro. Tuttavia, il Mio tempo è accuratamente disposto e organizzato in modo molto ordinato. Farò ciò che devo quando avrò bisogno di farlo (con Me, tutto sarà riscattato, tutto sarà liberato) e niente turba minimamente le fasi della Mia opera. Posso disporre ognuno nella Mia casa, posso disporre ognuno nel mondo, eppure non sono affatto occupato, perché il Mio Spirito è all’opera. Il Mio Spirito riempie ogni luogo, perché Io sono l’unico Dio Stesso e l’intero universo mondo è nelle Mie mani. Pertanto, chiunque può vedere che sono onnipotente, che sono saggio, e la Mia gloria riempie ogni angolo dell’universo.

Pagina precedente: Capitolo 106

Pagina successiva: Capitolo 108

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Dio Stesso, l’Unico I

L’autorità di Dio (I)Le Mie ultime comunicazioni hanno riguardato l’opera di Dio, l’indole di Dio e Dio Stesso. Dopo aver ascoltato queste...

Che cosa sai della fede?

Nell’uomo esiste solamente l’incerta parola della fede, eppure l’uomo non sa in cosa essa consista, e men che meno sa perché abbia fede....

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro