L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

117. L'umanità che vive sotto l'autorità di Dio

Velocità

117. L'umanità che vive sotto l'autorità di Dio

I

L'umanità, che vive circondata dal creato, è stata corrotta ed ingannata da Satana,

ma ancora non riesce a rinunciare all'acqua creata da Dio,

all'aria, e a tutte le cose create da Dio.

L'umanità ancor vive e prolifera in questo posto creato da Dio.

Gli istinti dell'umanità non sono cambiati.

L'uomo si affida ancora ai suoi occhi per vedere, alle sue orecchie per udire,

al suo cervello per pensare, al suo cuore per comprendere,

alle sue gambe per camminare, alle sue mani per lavorare, e così via;

tutti gli istinti che Dio ha donato all'uomo per ottenere il Suo sostentamento restano immutati.

II

Le facoltà dell'umanità non sono cambiate, e tramite queste essa coopera con Dio

e compie il dovere di un essere creato.

I suoi bisogni spirituali non sono cambiati;

la sua volontà di scoprire le proprie origini non è cambiata.

Il desiderio dell'umanità di essere salvata dal Creatore non è cambiato.

Questa è la situazione dell'umanità che vive sotto l'autorità di Dio,

e che ha resistito alla sanguinosa distruzione scatenata da Satana.

Gli istinti dell'umanità non sono cambiati.

L'uomo si affida ancora ai suoi occhi per vedere, alle sue orecchie per udire,

al suo cervello per pensare, al suo cuore per comprendere,

alle sue gambe per camminare, alle sue mani per lavorare, e così via;

tutti gli istinti che Dio ha donato all'uomo per ottenere il Suo sostentamento restano immutati.

da La Parola appare nella carne

Pagina precedente:La giusta indole di Dio è unica

Pagina successiva:Un fiume d'acqua di vita

Potrebbero interessarti anche