Capitolo 112

“Parole e realtà procedono fianco a fianco” fa parte della Mia indole giusta. Da queste parole lascerò certamente che tutti vedano la Mia indole nella sua interezza. Le persone pensano che questo non sia realizzabile, ma per Me è facile e piacevole e non richiede fatica. Appena le Mie parole Mi escono di bocca, vi è subito una realtà che tutti possono vedere. Questa è la Mia indole. Siccome ho parlato di determinate cose, esse si compiranno senz’altro, altrimenti non parlerei. Nelle concezioni umane, il termine “salvezza” viene menzionato per tutte le persone, ma questo non corrisponde alla Mia intenzione. In passato ho detto: “Io salvo sempre coloro che sono ignoranti e che ricercano con zelo”. Qui il termine “salvo” veniva usato riguardo a coloro che Mi rendono servizio, e significava che avrei offerto un trattamento speciale a tali servitori. In altri termini, a quelle persone avrei ridotto la pena. Tuttavia, quei servitori disonesti e ingannevoli sarebbero stati oggetto di distruzione, vale a dire, li avrei sottoposti a una punizione severa. (Pur essendo oggetto di distruzione, sono molto diversi da coloro che devono essere distrutti: riceveranno una severa punizione eterna, ed è la punizione del diavolo, Satana. Questo è anche il vero significato di ciò che ho detto, cioè che queste persone sono i discendenti del gran dragone rosso.) Ma non Io uso parole del genere riguardo ai Miei figli primogeniti; riguardo a loro, dico che li recupererò ed essi torneranno ancora una volta a Sion. Pertanto ho sempre detto che i Miei figli primogeniti sono i Miei predestinati ed eletti. In origine i Miei figli primogeniti Mi appartenevano, provenivano da Me, perciò devono tornare qui da Me. Confrontando i figli e il popolo con i figli primogeniti si nota la reale differenza che c’è fra il cielo e la terra: anche se i figli e il popolo sono molto migliori dei servitori, non Mi appartengono in alcun modo. Si può anche dire che i figli e il popolo siano stati per di più scelti fra l’umanità. Perciò ho sempre concentrato la Mia energia sui figli primogeniti, e poi lascerò che i figli primogeniti rendano completi i figli e il popolo. Queste sono le fasi future della Mia opera. È inutile dirvelo ora, così l’ho menzionato raramente ai figli e al popolo, ma ho parlato e menzionato ripetutamente tali questioni ai figli primogeniti. Questo è il modo in cui parlo e opero. Nessuno può modificarlo: Io solo ho l’ultima parola su tutto.

Ogni giorno combatto le vostre concezioni e, giorno dopo giorno, analizzo ciascuno di voi. Dopo che ho parlato fino a un certo punto, voi avete una ricaduta e di nuovo separate la Mia umanità dalla Mia divinità. Ormai è arrivato il momento che le persone ricevano la rivelazione: pensano che Io ancora viva nella carne e non sia affatto Dio Stesso, che Io sia ancora umano e Dio sia ancora Dio, e che Dio non abbia nulla a che vedere con la persona che Io sono. Com’è corrotta questa umanità! Ho pronunciato in precedenza tante parole, che voi da tempo trattate come se non esistessero, e questo Mi induce a odiarvi nel profondo, a detestarvi! Chi osa offenderMi con noncuranza, Io che sono il Dio Stesso completo, Io che possiedo sia l’umanità sia la completa divinità? Chi osa opporsi a Me nei suoi pensieri? Quando cominceranno a piombare le Mie catastrofi disastrose, li punirò uno per uno, non dispenserò nessuno, anzi li punirò tutti severamente. Il Mio Spirito opera di persona, ma questo non significa che Io non sia Dio Stesso; al contrario, significa a maggior ragione che Io sono il Dio Stesso onnipotente. Le persone non Mi conoscono: tutte si oppongono a Me e non vedono la Mia onnipotenza attraverso le Mie parole, ma cercano invece di trovare in esse qualcosa da usare contro di Me e criticarMi. Quando un giorno Mi manifesterò con i Miei figli primogeniti a Sion, comincerò a occuparMi di questi esseri ignobili. In questo periodo compio principalmente questa opera. Quando avrò parlato fino a un certo punto, un gran numero di servitori si saranno ritirati e anche i figli primogeniti avranno sofferto patimenti di ogni sorta. Col progredire di questi due passaggi, una fase della Mia opera giungerà al termine. Allo stesso tempo, riporterò i Miei figli primogeniti a Sion. Questi sono i passaggi della Mia opera.

I Miei figli primogeniti sono una parte indispensabile del Mio Regno, e da questo si può vedere che la Mia persona è in realtà il Regno: la nascita del Mio Regno deriva da quella dei Miei figli primogeniti. In altri termini, il Mio Regno esiste fin dal tempo della creazione del mondo, e guadagnare i Miei figli primogeniti (ossia recuperare i Miei figli primogeniti) significa ristabilire il Mio Regno. Da questo si può vedere che i figli primogeniti rivestono particolare importanza. Solo se vi sono i Miei figli primogeniti ci sarà il Regno, e allora si attuerà la realtà del regnare al potere, vi sarà nuova vita, e la vecchia età potrà terminare nella sua interezza. Questa tendenza è inevitabile. Poiché i figli primogeniti sono in questa posizione, essi simboleggiano la distruzione del mondo, la rovina di Satana, la rivelazione della vera natura dei servitori, nonché il fatto che il gran dragone rosso non avrà discendenti e finirà nello stagno di fuoco e zolfo. Di conseguenza, coloro che detengono il potere e tutti coloro che sono discendenti del gran dragone rosso ripetutamente intralciano, oppongono resistenza e distruggono. Nel frattempo, Io ripetutamente elevo, testimonio e rivelo i Miei figli primogeniti. Infatti solo coloro che provengono da Me hanno i requisiti necessari per testimoniarMi, soltanto loro sono qualificati per viverMi e soltanto loro hanno il fondamento per combattere in battaglia e riportare la splendida vittoria per Me. Coloro che sono separati da Me non sono altro che un pezzetto di argilla nella Mia mano: sono tutti esseri creati. Coloro che sono i figli e il popolo non sono altro che i migliori prescelti fra le creature del creato, ma non appartengono a Me. Perciò vi è una grande differenza tra i figli primogeniti e i figli. I figli non hanno affatto i requisiti per paragonarsi ai figli primogeniti: sono governati e dominati dai figli primogeniti. Ora dovreste avere estrema chiarezza al riguardo! Ogni parola che ho pronunciato è vera e non è in alcun modo falsa. Tutto questo fa parte dell’espressione della Mia persona ed è il Mio discorso.

Ho detto che non pronuncio parole vane e non commetto errori, il che basta a mostrare la Mia maestà. Ma le persone sono incapaci di distinguere il bene dal male, e solo quando subiscono il Mio castigo si convincono del tutto; altrimenti, rimangono ribelli e ostinate Ecco perché uso il castigo per contrattaccare l’intera umanità. Poiché nelle nozioni umane vi è soltanto Dio Stesso, come mai vi sono tanti figli primogeniti che provengono da Me? Potrei dirla così: delle Mie questioni parlo come più Mi aggrada. Cosa può mai farMi l’uomo? Potrei dirla anche così: anche se Io e i figli primogeniti non siamo della stessa immagine, siamo dello stesso Spirito, perciò tutti loro possono operare di comune accordo con Me. Non siamo della stessa immagine per consentire a tutte le persone di vedere ogni parte della Mia persona con straordinaria chiarezza. Ecco perché consento ai Miei figli primogeniti di avere giurisdizione insieme a Me su tutte le nazioni e tutti i popoli. Questa è la nota finale dei Miei decreti amministrativi (la “nota finale” di cui parlo significa che il Mio tono è lieve e Io ho cominciato a parlare ai figli e al popolo). Molte persone hanno delle perplessità riguardo a tale aspetto, ma non c’è alcun bisogno che si lascino prendere così dal dubbio. Smaschererò a una a una tutte le nozioni umane, per far sì che le persone provino vergogna senza avere alcun luogo in cui nascondersi. Io viaggio attraverso l’universo e fino ai confini della terra, e osservo l’intero quadro dell’universo. Esamino persone di ogni tipo: nessuno può sfuggire alla Mia mano. Partecipo a ogni genere di cosa e non vi è nulla che Io non gestisca personalmente. Chi osa negare la Mia onnipotenza? Chi osa non essere totalmente convinto riguardo a Me? Chi osa non prostrarsi completamente dinanzi a Me? Tutti i cieli si trasformeranno per via dei Miei figli primogeniti e, ancor più di questo, tutta la terra tremerà violentemente per causa Mia e dei Miei figli primogeniti. Tutti si inginocchieranno dinanzi alla Mia persona e tutte le cose saranno soggette al controllo delle Mie mani, senza il minimo margine di errore. Tutti devono essere completamente convinti e ogni singolo oggetto dovrà venire nella Mia casa a renderMi servizio. Questa è l’ultima parte dei Miei decreti amministrativi. D’ora in poi, tutti i vari articoli dei Miei decreti amministrativi che mirano a persone diverse, cominceranno a produrre risultati (perché i Miei decreti amministrativi sono interamente resi pubblici, e per ogni tipo di persona e per ogni singola cosa sono state prese le disposizioni opportune. Tutti saranno al posto che spetta loro e la vera natura di ogni tipo di persona sarà smascherata per via dei Miei decreti amministrativi). Questo è l’arrivo dei veri, effettivi decreti amministrativi.

Ora, in conformità ai passaggi della Mia opera, dico ciò che voglio dire, e tutti devono prendere sul serio le Mie parole. Per tutti i secoli, ogni santo ha menzionato la “Nuova Gerusalemme”, e lo sanno tutti, ma nessuno capisce il vero significato di questo termine. Poiché l’opera odierna è progredita fino a questa fase, vi rivelerò il vero significato di questa espressione perché possiate capirla. Ma c’è un limite alla Mia rivelazione: comunque Io la spieghi e per quanto chiaramente la esprima, voi non potete mai capirla completamente perché nessun essere umano può arrivare alla realtà di questa espressione. In passato, Gerusalemme si riferiva al Mio luogo di residenza sulla terra, ossia il luogo in cui cammino e Mi muovo. Ma l’aggettivo “nuova” modifica l’espressione, che non è più la stessa di prima. Le persone non riescono minimamente a comprenderla. Alcune pensano che si riferisca al Mio Regno; alcune pensano che indichi la persona che Io sono; altre pensano che sia un nuovo cielo e una nuova terra; e altre ancora pensano che sia il nuovo mondo che verrà quando avrò distrutto questo mondo. Anche se una persona ha una mente estremamente complessa e dotata di grande immaginazione, non riesce comunque a comprendere nulla al riguardo. Per tutti i secoli, le persone hanno sperato di conoscere o capire il vero significato di questa espressione, ma non sono riuscite a vedere realizzato questo loro desiderio: sono rimaste tutte deluse e sono morte, lasciandosi alle spalle le loro aspirazioni. Poiché il Mio momento non era ancora giunto, non potevo facilmente dirlo a chiunque. Poiché la Mia opera è stata compiuta fino a questa fase, a voi dirò tutto. La Nuova Gerusalemme comprende queste quattro cose: la Mia ira, i Miei decreti amministrativi, il Mio Regno e le benedizioni infinite che concedo ai Miei figli primogeniti. Il motivo per cui uso l’aggettivo “nuova” è che queste quattro parti sono nascoste. Poiché nessuno conosce la Mia ira, nessuno conosce i Miei decreti amministrativi, nessuno ha visto il Mio Regno e nessuno ha goduto delle Mie benedizioni, “nuova” si riferisce a ciò che è nascosto. Nessuno può comprendere pienamente ciò che ho detto, perché la Nuova Gerusalemme è discesa sulla terra ma nessuno ne ha sperimentato personalmente la realtà. Per quanto Io ne parli diffusamente, le persone non capiranno fino in fondo. Anche se qualcuno capisce, si tratta di una comprensione raggiunta con le sue parole, la sua mente e le sue nozioni. Questa è una tendenza inevitabile, ed è l’unico modo per andare avanti a cui nessuno può sottrarsi.

Pagina precedente: Capitolo 111

Pagina successiva: Capitolo 113

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Dio Stesso, l’Unico IX

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (III)In questo periodo abbiamo parlato di molte cose legate alla conoscenza di Dio e di recente...

Lavoro e ingresso (2)

La vostra opera e il vostro ingresso sono alquanto scarsi; l’uomo non attribuisce importanza all’opera, ed è ancor più approssimativo per...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro