164 Nelle avversità il mio amore per Dio si rafforza

1 Sono stato gettato in una delle prigioni del demoniaco PCC, e ho visto ogni sorta di strumenti di tortura insanguinati. Di fronte alle facce feroci e spietate degli agenti di polizia, mi sono sentito debole e timoroso. Non sapevo se sarei riuscito a sopportare quel tormento crudele rimanendo saldo nella mia testimonianza. Temevo che la mia levatura fosse troppo scarsa, che avrei tradito Dio e sarei diventato un Giuda. Il mio cuore invocava Dio con fervore, chiedendoGli di salvarmi dalla trappola di Satana. A dispetto della selvaggia ferocia di Satana, il mio destino è nelle mani di Dio. Ho trovato la mia fede in Dio quando ho compreso la verità, e non ho più temuto il loro crudele tormento. Che fossi vissuto o morto, avrei obbedito alle disposizioni di Dio, e Gli avrei reso risonante testimonianza anche a rischio di perdere la vita.

2 Il demoniaco PCC è feroce e abominevole; usando il bastone e la carota, ha cercato di costringermi a tradire Dio. Quando la corrente elettrica mi ha attraversato l’intero corpo, ho sentito che sarei presto soffocato. Quando mi sono stati conficcati aghi nelle dita, il dolore lancinante mi ha fatto apparire la morte preferibile alla vita. Nel mio dolore, le parole di Dio mi hanno dato la forza, la fede e il coraggio per affrontare tutto questo. Pensai di non aver amato Dio con sincerità, e mi ritrovai pieno di rimpianto. In quel momento, desideravo solo donare il mio cuore a Dio, e se Dio mi avesse accettato, il mio cuore sarebbe stato sollevato e in pace. Per quanto il PCC mi torturasse, avrei lo stesso amato Dio e Gli avrei reso testimonianza. Se ci fosse stato un domani per me, avrei sicuramente fatto tutto il possibile per perseguire la verità e amare Dio più profondamente.

3 Quei demoni mi hanno ferito fino a che la mia vita è rimasta appesa a un filo, ma Dio mi ha segretamente protetto da danni gravi. Le avversità hanno permesso al mio cuore di avvicinarsi a Dio. Con Dio al mio fianco, il dolore si è tramutato in dolcezza. Quando ero con l’acqua alla gola, mi sono ritrovato faccia a faccia con Dio e sono stato purificato e salvato da Lui. Mentre subivo le crudeli torture del PCC, ho visto chiaramente l’orribile volto di Satana. Sono arrivato a distinguere tra giustizia e malvagità e, per di più, ho visto che solo Dio è amore e ho odiato ancor di più il gran dragone rosso, e preferirei morire che sottomettermi a lui. Seguo Dio con ferrea volontà. La strada per il cielo è dura e piena di sassi, costellata di tentazioni e pericoli. Ho le parole di Dio a guidarmi, e desidero sempre fare stretto affidamento su di Lui, e che il mio amore per Lui non cambi mai.

Pagina precedente: 163 I santi di tutti i tempi sono risorti

Pagina successiva: 165 Il marchio eterno

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

210 Come cercare le orme di Dio

IPer trovare le orme di Dio,dobbiamo cercare la Sua volontà,cercar le parole e i discorsi di Dio.Dove ci son le Sue nuove parole,là c’è la...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro