1. Quali sono le buone azioni e come vengono manifestate

Parole di Dio attinenti:

La Mia opera finale non ha solo lo scopo di punire l’uomo, ma anche quello di assegnare all’uomo la sua destinazione. Ancor più, ha lo scopo di ricevere il riconoscimento da tutti per tutto ciò che ho fatto. Voglio che tutti quanti gli uomini vedano che tutto ciò che ho fatto è giusto ed è espressione della Mia indole; non è opera dell’uomo, e men che meno della natura, che ha creato l’umanità. Al contrario, sono Io Colui che nutre ogni essere vivente nel creato. Senza la Mia esistenza, l’umanità può solo perire e subire il flagello delle calamità. Nessun essere umano vedrà mai più il bel sole e la luna, o il mondo verde; l’umanità incontrerà solo il gelo della notte e l’inesorabile valle di tenebre dell’ombra della morte. Io sono la sola salvezza dell’umanità. Sono la sola speranza dell’umanità e ancor più, sono Colui su cui riposa l’esistenza di tutto il genere umano. Senza di Me l’umanità arriverà immediatamente a un blocco completo. Senza di Me, l’umanità soffrirà la catastrofe e finirà in balia di ogni genere di spiriti, anche se nessuno si cura di Me. Ho svolto il lavoro che non poteva esser fatto da nessun altro. La Mia sola speranza è che l’uomo possa ripagarMi con qualche buona azione. Sebbene coloro che Mi possono ripagare siano molto pochi, Io egualmente concluderò il Mio viaggio nel mondo umano e comincerò la fase successiva della Mia opera in corso, poiché il Mio andare avanti e indietro in mezzo agli uomini, in tutti questi anni, è stato ricco di frutti e Io ne sono davvero soddisfatto. Non Mi curo del numero degli uomini, bensì delle loro buone azioni. In qualsiasi caso, spero che prepariate una quantità sufficiente di buone azioni per la vostra destinazione. Allora sarò soddisfatto; altrimenti, nessuno di voi scamperà alla catastrofe cui sarete sottoposti. La catastrofe ha origine da Me e ovviamente è orchestrata da Me. Se non potete apparire buoni in Mia presenza, non sfuggirete alla catastrofe. Nel mezzo della tribolazione, le vostre azioni e le vostre opere non vennero considerate del tutto appropriate, poiché la vostra fede e il vostro amore erano inconsistenti, e vi siete dimostrati solo timorosi o forti. A tale proposito, emetterò solo una sentenza di buono o cattivo. La Mia preoccupazione continua a riguardare il modo in cui ognuno di voi agisce ed esprime sé stesso, in base a questo determinerò la vostra fine. Tuttavia, devo chiarire questo: non avrò più alcuna pietà per coloro che non Mi hanno dato uno iota di lealtà al tempo della tribolazione, poiché la Mia pietà giunge solo fino a questo punto. Inoltre, non provo alcuna simpatia per chi un tempo Mi ha tradito, e meno ancora Mi piace associarMi a coloro che hanno tradito l’interesse dei loro amici. Questa è la Mia indole, indipendentemente da quale persona si tratti. Devo dirvi questo: chiunque Mi spezzi il cuore non riceverà da Me clemenza una seconda volta, e chiunque Mi sia stato fedele rimarrà per sempre nel Mio cuore.

Tratto da “Prepara sufficienti buone azioni per la tua destinazione” in “La Parola appare nella carne”

Qual è il parametro in base al quale le azioni di una persona vengono giudicate buone o cattive? Dipende dal fatto che tu, nei tuoi pensieri, espressioni e azioni, possieda oppure no la prova di aver messo in pratica la verità e di vivere la realtà della verità. Se non hai questa realtà o non la vivi, sei senza dubbio un malfattore. Dio come vede i malfattori? I tuoi pensieri e i tuoi atti esteriori non rendono testimonianza per Dio, né svergognano Satana né lo sconfiggono; invece svergognano Dio e sono cosparsi di segni che fanno vergognare Dio. Non stai testimoniando Dio, né ti adoperi per Lui, né adempi alle tue responsabilità e ai tuoi obblighi verso Dio; invece, agisci nel tuo interesse. Cosa implica “nel tuo interesse”? Per Satana. Pertanto, alla fine, Dio dirà: “Allontanatevi da Me, malfattori!” Agli occhi di Dio, tu non hai compiuto buone azioni; anzi, il tuo comportamento è diventato malvagio. Non sarai ricompensato, né Dio Si ricorderà di te. Non è forse tutto completamente inutile? Per tutti quelli che compiono il proprio dovere, indipendentemente da quanto profondamente capiscano la verità, e che desiderano accedere alla realtà della verità, il modo più semplice di praticare è pensare agli interessi della casa di Dio in tutto quello che si fa e abbandonare i propri desideri egoisti e motivazioni, intento personale, prestigio e posizione. Privilegiare gli interessi della casa di Dio è il minimo che si dovrebbe fare.

Tratto da “Consegna il tuo vero cuore a Dio e potrai ottenere la verità” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

Quello che desidero è la tua lealtà e obbedienza ora, il tuo amore e la tua testimonianza ora. Anche se in questo momento non sai di quale testimonianza o di quale amore si tratti, dovresti portarMi tutto ciò che è tuo e consegnarMi gli unici tesori che hai: la tua lealtà e la tua obbedienza. Devi sapere che la testimonianza della Mia sconfitta di Satana sta nella lealtà e nell’obbedienza dell’uomo, così come nella testimonianza della Mia completa conquista dell’uomo. Il dovere della tua fede in Me è di testimoniarMi, di essere leale verso di Me e nessun altro, e di essere obbediente sino alla fine. Prima che inizi la fase successiva della Mia opera, come Mi testimonierai? Come sarai leale e obbediente nei Miei confronti? Dedichi tutta la tua lealtà alla tua funzione o semplicemente rinuncerai? Preferiresti sottometterti a ogni Mia disposizione (fosse anche la morte o la distruzione) o fuggiresti a metà strada per evitare il Mio castigo? Io ti castigo affinché tu Mi testimoni e Mi sia fedele e obbediente. Per di più, il castigo attuale ha il fine di svelare la fase successiva della Mia opera e permetterne l’avanzamento senza ostacoli. Pertanto, ti esorto a essere saggio e a non trattare la tua vita o il significato della tua esistenza come sabbia senza valore. Puoi sapere esattamente quale sarà la Mia opera a venire? Sai come opererò nei giorni a venire e come si svolgerà la Mia opera? Dovresti conoscere il significato della tua esperienza della Mia opera e anche il significato della tua fede in Me. Ho fatto così tanto; come potrei abbandonare tutto a metà come immagini? Ho svolto un’opera così estesa; come potrei distruggerla? In verità, sono venuto a porre fine a quest’età. Questo è vero ma, oltre a ciò, devi sapere che devo iniziare una nuova età, una nuova opera e, soprattutto, diffondere il Vangelo del Regno. Quindi, dovresti sapere che l’opera attuale consiste soltanto nel cominciare una età e gettare le fondamenta per la diffusione del Vangelo nel tempo a venire e porre fine all’età in futuro. La Mia opera non è così semplice come pensi, e non è nemmeno così inutile o senza senso come potresti credere. Quindi, devo dirti ancora: dovresti offrire la tua vita per la Mia opera e ancor di più dovresti dedicare te stesso alla Mia gloria. Ho lungamente desiderato il tuo testimoniarMi, e ancor di più ho desiderato che tu diffonda il Mio Vangelo. Dovresti comprendere ciò che è nel Mio cuore.

Tratto da “Che cosa sai della fede?” in “La Parola appare nella carne”

Dovreste svolgere il vostro dovere al meglio delle vostre capacità, con cuore retto e sincero, ed essere disposti a compiere qualsiasi cosa sia necessaria. Come avete detto, quando il giorno arriverà, Dio non sarà negligente verso chiunque abbia sofferto o abbia pagato un prezzo per Lui. È opportuno aggrapparsi a questo tipo di convinzione, e non dovreste mai dimenticarla. Solo in questo modo posso rasserenarMi nei vostri confronti; altrimenti, non riuscirò mai a tranquillizzarMi al riguardo e sarete per sempre oggetto della Mia avversione. Se riuscite tutti a seguire la vostra coscienza e a dare tutto per Me, senza risparmiare alcuno sforzo per la Mia opera, e a dedicare tutta una vita all’opera del Mio Vangelo, il Mio cuore non sussulterà spesso di gioia per voi? Non potrò forse rasserenarMi completamente riguardo a voi?

Tratto da “Del destino” in “La Parola appare nella carne”

Molti di coloro che credono in Dio sono contenti di spendersi per Lui e dedicarsi a Lui. Però solo quanti sono capaci di un’autentica devozione e di un autentico sacrificio possiedono la vera realtà. Molti sono lieti di ricercare la verità, ma relativamente pochi sono in grado di metterla in pratica o di pagare un prezzo per guadagnarla. Quando giunge il momento cruciale e ti viene chiesto di sacrificare e di rinunciare, tu non lo sopporti; questo è inaccettabile e dimostra che non sei sincero nei confronti di Dio. Se più un momento è cruciale, più gli uomini sono in grado di sottomettersi, abbandonare gli interessi personali, la vanità e l’orgoglio e compiere adeguatamente il proprio dovere, soltanto allora saranno ricordati da Dio. Queste sono tutte buone azioni! Qualunque cosa si faccia, che cos’è più importante, la propria vanità e il proprio orgoglio oppure la gloria di Dio? (La gloria di Dio.) Che cosa riveste maggiore importanza: le tue responsabilità o i tuoi interessi? Fare fronte alle tue responsabilità, questa è la cosa più importante, e hai l’obbligo morale di farlo. Non è uno slogan; se è ciò che pensi nel profondo e cerchi di agire in quel modo, non avrai forse avuto accesso a una parte di realtà? Come minimo significa che possiedi tale aspetto della realtà. Di fronte a certe cose, i tuoi desideri effimeri e soggettivi, la tua vanità e il tuo orgoglio smetteranno di ostacolarti e assegnerai precedenza assoluta al tuo dovere, alla volontà di Dio, al renderGli testimonianza, alle tue responsabilità. Questo è un modo splendido di rendere testimonianza, e ricopre Satana di vergogna! Che cosa pensa Satana, dopo aver visto tutto questo? Se effettivamente fai così, sfruttando azioni reali per testimoniare veramente Dio e volgere le spalle a Satana, e stai facendo qualcosa di più che cantilenare slogan, non vi è modo migliore di disonorare Satana e testimoniare Dio. È davvero meraviglioso usare vari metodi per testimoniare Dio e far vedere a Satana la tua determinazione ad abbandonare e a rifiutare Satana!

Tratto da “Guadagnare Dio e la verità è la più grande delle gioie” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

In quanto capi della Chiesa, dovreste imparare come scoprire e coltivare il talento, e non essere gelosi delle persone talentuose. In tal modo, avrete compiuto in maniera soddisfacente il vostro dovere e avrete fatto fronte alle vostre responsabilità; inoltre, avrete fatto il possibile per essere leali. Alcune persone temono sempre che gli altri rubino loro la scena e le superino, ottenendo riconoscimento mentre loro vengono trascurate. Ciò le induce ad attaccare e a escludere gli altri. Questo non è un esempio di invidia verso le persone più capaci di loro? Un simile comportamento non è egoista e spregevole? Che razza di indole è questa? Un’indole malevola! Spinge a pensare solo a sé stessi, a soddisfare soltanto i propri desideri, a non mostrare alcuna considerazione per i doveri degli altri e a pensare solo ai propri interessi anziché a quelli della casa di Dio. Le persone di questo tipo hanno una cattiva indole e Dio non prova alcun amore per loro. Se sei davvero capace di rispetto per la volontà di Dio, sarai in grado di trattare equamente gli altri. Se raccomandi qualcuno e quella persona viene educata a un individuo di talento, portando così un altro elemento valido nella casa di Dio, non avrai svolto bene il tuo lavoro? Non sarai stato leale nel compimento del tuo dovere? Questa è una buona azione dinanzi a Dio ed è il tipo di coscienza e di ragionevolezza che le persone dovrebbero possedere. Coloro che sono in grado di mettere in pratica la verità riescono ad accettare l’esame di Dio nel fare le cose. Quando accetti l’esame di Dio, il tuo cuore è sulla strada giusta. Se fai le cose sempre e solo perché gli altri le vedano e non accetti l’esame di Dio, allora hai ancora Dio nel tuo cuore? Le persone di questo tipo non hanno riverenza verso Dio. Non fare sempre cose per il tuo tornaconto e non considerare costantemente i tuoi interessi; non pensare affatto alla tua posizione, al tuo prestigio o alla tua reputazione. Inoltre, non considerare gli interessi dell’uomo. Devi prima pensare agli interessi della casa di Dio e farne la tua prima priorità. Dovresti essere rispettoso della volontà di Dio e cominciare col riflettere se tu sia stato o meno impuro nell’adempimento del tuo dovere, se tu abbia fatto o meno tutto il possibile per essere leale, se tu abbia fatto del tuo meglio per adempiere alle tue responsabilità e aver dato tutto te stesso e, allo stesso modo, se tu abbia o meno riflettuto sinceramente sul tuo dovere e sul lavoro della casa di Dio. Devi prendere in considerazione queste cose. Riflettici spesso, e ti sarà più facile svolgere bene il tuo dovere. Se sei di scarsa levatura, la tua esperienza è superficiale o non sei competente nel tuo lavoro professionale, potrebbero esserci alcuni errori o manchevolezze nel tuo lavoro e i risultati potrebbero non essere molto buoni, ma tu ti sarai adoperato al meglio. Quando non pensi ai tuoi desideri egoistici o non consideri i tuoi interessi nelle cose che fai, e invece dedichi costante considerazione all’opera della casa di Dio, tenendo a mente i suoi interessi e svolgendo bene il tuo dovere, accumulerai buone azioni dinanzi a Dio. Le persone che compiono queste buone azioni sono quelle che possiedono la verità realtà; come tali, hanno reso testimonianza.

Tratto da “Consegna il tuo vero cuore a Dio e potrai ottenere la verità” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

Che tu stia compiendo il tuo dovere o apprendendo conoscenze professionali, in tutto ciò che fai devi aderire ai principi. Devi rendere conforme alla verità tutto ciò che fai e devi mettere in pratica la verità. Devi usare la verità per risolvere i problemi, per trasformare l’indole corrotta che è stata rivelata in te e per modificare i tuoi modi e i tuoi pensieri erronei. Devi continuamente superare questi ostacoli. Tanto per cominciare, devi esaminare te stesso. Così facendo, se scopri un’indole corrotta, devi trasformarla, reprimerla e abbandonarla. Quando hai risolto questi problemi, quando non fai più le cose in base alla tua indole corrotta e quando sai abbandonare le tue motivazioni e i tuoi interessi e praticare secondo la verità principio, soltanto allora starai facendo ciò che è tenuto a fare chi veramente segue Dio. Dio considera accettabile questo particolare comportamento, questo modo di agire, questa condotta? Lo considera accettabile; è una buona azione! Perché il tuo agire in questo modo è considerato una buona azione? Lo fai per apportare beneficio agli altri, all’opera della casa di Dio o agli interessi della casa di Dio, e allo stesso tempo metti in pratica la verità, perciò Dio lo approva ed è una buona azione. Se è questo ciò che hai vissuto, significa che stai testimoniando Dio.

Tratto da “Solo ricercando in ogni cosa la verità si può accedere alla verità realtà” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

Dio indaga e riesce a vedere ciò che le persone hanno nel cuore nell’adempimento dei loro doveri, e quanta energia vi dedicano. È fondamentale che gli uomini mettano tutto il loro cuore e tutta la loro forza in ciò che fanno. Anche la loro collaborazione è fondamentale. Sforzarsi di non avere rimpianti riguardo ai doveri che si sono portati a termine e alle proprie azioni passate e arrivare dove non si deve nulla a Dio: è questo che significa dare tutto il proprio cuore e tutta la propria forza. Se oggi non dai tutto il tuo cuore e tutta la tua forza, in seguito, quando qualcosa andrà male e ci saranno delle conseguenze, non sarà troppo tardi per i rimpianti? Sarai in debito per sempre e questo getterà un’onta su di te! Avere un’onta è una trasgressione quando le persone adempiono ai loro doveri. Quando svolgi i tuoi compiti, devi pertanto sforzarti di dedicare tutto il tuo cuore e tutta la tua forza a ciò che occorre e che bisogna fare. Non devi farlo in modo superficiale o sbrigativo; non devi avere alcun rimpianto. In questo modo, i doveri a cui adempi in questo periodo verranno ricordati da Dio. Le cose ricordate da Dio sono buone azioni. E quali sono le cose che non vengono ricordate? Le trasgressioni. Le persone potrebbero non accettare il fatto che siano azioni malvagie se in questo momento venissero descritte come tali ma, se arriverà il giorno in cui tale questione avrà gravi conseguenze, in cui avrà un impatto negativo, in quell’istante ti renderai conto che non è soltanto una trasgressione comportamentale, bensì un’azione malvagia. Quando te ne accorgerai la rimpiangerai, e penserai: “Avrei dovuto essere un minimo previdente! Se ci avessi pensato un po’ di più, se ci avessi messo un po’ più di impegno, non avrei questo problema”. Nulla cancellerà quest’onta eterna dal tuo cuore e, se dà origine a un debito eterno, finirai nei guai. Allora oggi, ogni volta che compite il vostro dovere o accettate un incarico, dovete sforzarvi di eseguirlo con tutte le forze e con tutto il cuore. Dovete farlo in modo da essere privi di senso di colpa e rammarico, in modo che venga rammentato da Dio e costituisca una buona azione. Non dovete agire in maniera noncurante e sommaria, con un occhio aperto e uno chiuso; ve ne pentirete e non riuscirete a rimediare. Questo costituirà una trasgressione e, in definitiva, avrete sempre nel cuore senso di colpa, sensazione di essere in debito e accuse. Quale dei due cammini è migliore? Quale cammino è la retta via? Compiere il proprio dovere con tutto il cuore e tutte le forze, e preparare e accumulare buone azioni, senza rammarico. Non permettete che si accumulino le trasgressioni, non rammaricatevene e non contraete debiti. Che succede quando si sono commesse troppe trasgressioni? Si accumula l’ira di Dio al Suo cospetto! Se trasgredisci sempre più e l’ira di Dio nei tuoi confronti aumenta di continuo, alla fine, sarai punito.

Tratto dalla condivisione di Dio

Pagina precedente: 5. Come si può compiere il proprio dovere in maniera adeguata

Pagina successiva: 2. Quali sono le azioni malvagie e come vengono manifestate

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro