3. Come si può ottenere l’opera dello Spirito Santo

Parole di Dio attinenti:

In questo momento, il cammino intrapreso dallo Spirito Santo sono le parole attuali di Dio. Pertanto, per imboccare il cammino dello Spirito Santo gli uomini devono obbedire alle parole attuali di Dio incarnato e nutrirsene. L’opera che Egli svolge è opera delle parole; tutto prende avvio dalle Sue parole, e tutto è edificato sulle Sue parole, sulle Sue attuali parole. Che si debba essere certi di Dio incarnato o conoscere Dio incarnato, entrambe queste cose richiedono più impegno nei confronti delle Sue parole. Diversamente non si ottiene nulla e si resta a mani vuote. Solo partendo dal fondamento che consiste nel nutrirsi delle parole di Dio, e dunque arrivando a conoscerLo e soddisfarLo, si può costruire gradualmente un rapporto normale con Lui. Nutrirsi delle Sue parole e metterle in pratica è la miglior collaborazione che si possa avere con Dio. Attraverso questa pratica si è nelle migliori condizioni per restare saldi nella propria testimonianza del popolo di Dio. Quando si comprende e si è capaci di obbedienza nei confronti dell’essenza delle attuali parole di Dio, si vive sul cammino dell’essere guidati dallo Spirito Santo, e si è imboccato il sentiero giusto del perfezionamento dell’uomo da parte di Dio.

Tratto da “Le persone la cui indole è cambiata sono coloro che sono entrati nella realtà delle parole di Dio” in “La Parola appare nella carne”

L’opera di Dio è nutrirti attraverso la Sua parola. Quando obbedisci e accetti la Sua parola, allora lo Spirito Santo opererà certamente in te. Lo Spirito Santo opera esattamente nel modo di cui parlo. Fai come ho detto e lo Spirito Santo opererà prontamente in te. Ho liberato una nuova luce perché la vediate e vi attiri nella luce del momento presente. Quando camminerai in questa luce, lo Spirito Santo immediatamente opererà in te. Alcuni potranno essere recalcitranti e dire: “Io, semplicemente, non farò come dici Tu”. Allora ti dico che ormai sei giunto alla fine della strada. Ti sei inaridito e non hai più vita. Pertanto, nello sperimentare la trasformazione della tua indole, è fondamentale che tu tenga il passo con la luce presente. Lo Spirito Santo opera non solo in alcuni uomini che sono utilizzati da Dio, ma ancora di più nella Chiesa. Potrebbe svolgere la Sua opera in chiunque. Egli può svolgere la Sua opera in te ora e, dopo che l’hai sperimentata, può compierla in qualcun altro. Affrettati a seguirla; più segui da vicino la luce presente, più la tua vita può crescere. Qualunque tipo di uomo possa essere, purché lo Spirito Santo operi in lui, assicurati di seguirlo. Prendi le sue esperienze come se fossero tue, e riceverai cose ancora più elevate. In questo modo il tuo avanzamento sarà più rapido. Questo è il cammino della perfezione per l’uomo e il modo attraverso il quale la vita cresce.

Tratto da “Coloro che obbediscono a Dio con cuore sincero saranno certamente guadagnati da Lui” in “La Parola appare nella carne”

Se vivi nell’ambito delle parole di Dio, allora lo Spirito Santo avrà l’opportunità di compiere la Propria opera; se vivi sotto l’influenza di Satana, allora precluderai allo Spirito Santo questa possibilità. L’opera che lo Spirito Santo compie sugli uomini, la luce che Egli fa splendere sugli uomini e la fiducia che Egli infonde in loro durano solo per un momento; se essi non sono attenti e non prestano attenzione, l’opera realizzata dallo Spirito Santo passerà oltre. Se le persone vivono nelle parole di Dio, allora lo Spirito Santo sarà con loro e agirà su di loro; se gli uomini non vivono nelle parole di Dio, allora vivono nella schiavitù di Satana. Gli uomini che vivono con un’indole corrotta non hanno la presenza o l’opera dello Spirito Santo. Se vivi nella sfera delle parole di Dio, se vivi nella condizione richiesta da Dio, allora appartieni a Lui e la Sua opera sarà compiuta su di te; se non vivi nella sfera delle richieste di Dio ma vivi invece sotto il dominio di Satana, allora vivi di certo nella corruzione di Satana. Solo vivendo nell’ambito delle parole di Dio e dando il tuo cuore a Lui puoi soddisfare le Sue richieste; devi fare ciò che Dio dice, rendere le parole da Lui pronunciate il fondamento della tua esistenza e la realtà della tua vita; soltanto allora apparterrai a Dio. Se pratichi davvero secondo la volontà di Dio, Egli compirà la Propria opera su di te e allora vivrai sotto le benedizioni di Dio, alla luce del Suo volto, coglierai l’azione che lo Spirito Santo compie e proverai la gioia della presenza di Dio.

Tratto da “Sfuggi all’influenza delle tenebre e sarai guadagnato da Dio” in “La Parola appare nella carne”

Lo Spirito Santo opera secondo questo principio: attraverso la cooperazione delle persone, attraverso il fatto che, attivamente, preghino, cerchino e si avvicinino a Dio, è possibile ottenere dei risultati e le persone possono essere ispirate e illuminate dallo Spirito Santo. Non che lo Spirito Santo o l’uomo agiscano unilateralmente. Entrambi sono indispensabili, e più le persone collaborano e perseguono il raggiungimento degli standard richiesti da Dio, più grande è l’opera dello Spirito Santo. Solo la reale cooperazione delle persone, unita all’opera dello Spirito Santo, è in grado di produrre esperienze reali e la conoscenza sostanziale delle parole di Dio. Gradualmente, attraverso questo tipo di esperienza, viene infine generata una persona perfetta. Dio non compie cose soprannaturali; nelle concezioni della gente, Dio è onnipotente e tutto è fatto da Dio – con il risultato che la gente aspetta passivamente, non legge le parole di Dio né prega, bensì si limita ad attendere il tocco dello Spirito Santo. Chi ha una corretta comprensione, tuttavia, crede questo: le azioni di Dio possono spingersi solo fin dove c’è la mia collaborazione, e l’effetto che l’opera di Dio ha in me dipende da come collaboro. Quando Dio parla, devo fare tutto il possibile per ricercare e tendere verso le parole di Dio; questo è quello che dovrei realizzare.

Tratto da “Come conoscere la realtà” in “La Parola appare nella carne”

Lo Spirito Santo può operare in te solo quando ti eserciti realmente, ricerchi realmente, preghi realmente e sei disposto a soffrire per amore della ricerca della verità. Coloro che non cercano la verità non hanno altro che norme e dottrine e la vuota teoria, e coloro che sono senza la verità hanno naturalmente molte concezioni riguardo a Dio. Persone come queste desiderano unicamente che Dio trasformi il loro corpo fisico in un corpo spirituale, in modo che possano ascendere al terzo cielo. Che stoltezza! Tutti coloro che dicono queste cose non hanno alcuna conoscenza di Dio, o della realtà; persone come queste non possono assolutamente collaborare con Dio e possono solo aspettare passivamente. Se le persone devono comprendere la verità e vederla chiaramente e se, inoltre, devono entrare nella verità e metterla in pratica, devono effettivamente esercitarsi, cercarla davvero ed averne realmente fame e sete. Quando hai fame e sete e quando effettivamente cooperi con Dio, lo Spirito di Dio sicuramente ti toccherà e opererà dentro di te, il che ti darà una maggiore illuminazione e una maggiore conoscenza della realtà, e sarà di maggiore aiuto per la tua vita.

Tratto da “Come conoscere la realtà” in “La Parola appare nella carne”

Dall’esperienza si può capire come una delle questioni più importanti sia placare il proprio cuore dinanzi a Dio. È un problema che riguarda la vita spirituale delle persone e la crescita nelle loro vite. Solo se il tuo cuore è in pace al cospetto di Dio, la tua ricerca della verità e dei cambiamenti della tua indole porterà frutto. Poiché ti presenti a Dio gravato di un fardello e senti sempre di essere carente sotto molti aspetti, che ci sono molte verità che devi conoscere, molta realtà che devi sperimentare e che dovresti prestare la massima attenzione alla volontà di Dio, queste cose sono costantemente nella tua mente. È come se ti opprimessero con una forza tale che ti toglie il respiro: per questo avverti un gran peso nel cuore (tuttavia, non ti senti in una condizione negativa). Solo persone di questo genere sono idonee ad accogliere l’illuminazione delle parole di Dio e a essere mosse dal Suo Spirito. È a motivo del loro fardello, del fatto che hanno il cuore pesante e, si può dire, a causa del prezzo che hanno pagato e del tormento che hanno patito dinanzi a Dio se hanno ricevuto la Sua rivelazione e illuminazione. Dio, infatti, non riserva a nessuno un trattamento speciale. Nel Suo modo di trattare le persone Egli è sempre giusto ma, per contro, non dona loro in maniera arbitraria o incondizionata. Questo è un aspetto della Sua indole giusta. Nella vita reale, la maggior parte delle persone deve ancora raggiungere una simile condizione. Come minimo, il loro cuore deve ancora volgersi completamente a Dio, e pertanto non sono ancora avvenuti grandi mutamenti nella loro indole della vita. Questo perché si limitano a vivere nella grazia di Dio e devono ancora ottenere l’opera dello Spirito Santo. Per essere utilizzate da Dio, le persone devono rispondere ai seguenti criteri: avere un cuore volto a Dio, portare il fardello delle Sue parole, avere un cuore anelante e la determinazione di cercare la verità. Solo chi è così può ottenere l’opera dello Spirito Santo nonché, spesso, rivelazione e illuminazione.

Tratto da “È molto importante stabilire un rapporto normale con Dio” in “La Parola appare nella carne”

C’è una regola che governa il perfezionamento degli uomini da parte di Dio, ossia che Dio ti illumina utilizzando una parte desiderabile di te, affinché tu disponga di un sentiero che conduce alla pratica e possa separarti da tutti gli stati negativi, cosa che aiuta il tuo spirito a conseguire la liberazione e ti rende maggiormente capace di amarLo. In questo modo puoi disfarti dell’indole corrotta di Satana. Sei spontaneo e aperto, intenzionato a conoscere te stesso e a mettere in pratica la verità. Dio certamente ti benedirà, così quando sarai debole e negativo, ti illuminerà doppiamente, aiutandoti a conoscere di più te stesso, a essere maggiormente disposto a pentirti e più capace di praticare le cose che dovresti praticare. Solo così il tuo cuore può essere in pace e a proprio agio. Chi è solito prestare attenzione a conoscere Dio, prestare attenzione a conoscere se stesso e a eseguire la propria pratica, potrà ricevere frequentemente l’opera di Dio nonché la Sua guida e illuminazione. Anche se si trova in uno stato negativo, è in grado di capovolgere immediatamente la situazione, che sia per un’azione della coscienza o per l’illuminazione elargita dalla parola di Dio.

Tratto da “Soltanto chi si concentra sulla pratica può essere perfezionato” in “La Parola appare nella carne”

Avete individuato una costante nel modo di operare dello Spirito Santo? Di solito lo Spirito Santo opera in coloro che hanno il cuore sincero e opera quando tali persone sono in difficoltà e ricercano la verità. Dio non baderà a coloro che non hanno un briciolo di ragione o coscienza umane. Se uno è molto sincero ma per un certo periodo ha il cuore che si è allontanato da Dio, non ha desiderio di migliorare, cade in una condizione negativa e non ne esce, se non prega né ricerca la verità per superare tale condizione e non collabora, lo Spirito Santo non opererà in lui durante un occasionale peggioramento della sua condizione o una sua temporanea degenerazione. Come può allora lo Spirito Santo operare in chi è privo della coscienza dell’umanità? A maggior ragione è impossibile. E allora che cosa deve fare una tale persona? Esiste una via da seguire? Deve pentirsi autenticamente ed essere una persona sincera. Come si fa a essere una persona sincera? In primo luogo il tuo cuore deve essere aperto nei confronti di Dio e tu devi ricercare la verità presso di Lui; quando capisci la verità, devi metterla in pratica. Devi allora sottometterti alle disposizioni di Dio e consentirGli di assumere il tuo controllo. Solo in questo modo sarai lodato da Dio. Devi prima accantonare il tuo prestigio e la tua vanità e rinunciare ai tuoi interessi. Devi prima di tutto cercare di accantonarli, dopo di che devi dedicarti con tutto il corpo e tutta l’anima al tuo dovere e all’opera di testimoniare Dio e poi vedere come Dio ti guida, vedere se in te emergono pace e gioia, se hai questa conferma. Devi prima pentirti sinceramente, arrenderti, aprire il tuo cuore a Dio e accantonare le cose che tieni in gran conto. Se continui ad aggrapparti a queste cose presentando richieste a Dio, sarai forse in grado di guadagnare l’opera dello Spirito Santo? L’opera dello Spirito Santo è condizionata, e Dio è un Dio che odia il male ed è santo. Se gli esseri umani continuano ad aggrapparsi a queste cose, chiudendosi sempre nei confronti di Dio e respingendo l’opera e la guida di Dio, Egli smetterà di operare in loro. Non è che Dio debba operare in ogni persona, né che ti costringa a fare questo o quello. Non ti obbliga. L’opera degli spiriti maligni è costringere gli esseri umani a fare questo e quello e perfino di possedere e dominare gli esseri umani. Lo Spirito Santo opera in maniera particolarmente delicata; ti spinge e tu non te ne accorgi. Ti sembra soltanto di essere giunto inconsciamente a capire o a renderti conto di qualcosa. Ecco come lo Spirito Santo spinge gli esseri umani che, se si sottomettono, si scoprono capaci di pentirsi veramente.

Tratto da “Consegna il tuo vero cuore a Dio e potrai ottenere la verità” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

A volte, quando si è in una condizione anomala, si perde la presenza di Dio e con essa la capacità di sentire Dio quando si prega. In simili momenti, è normale provare paura. Devi immediatamente metterti alla ricerca. Se non lo farai, Dio sarà lontano da te, e sarai privato della presenza dello Spirito Santo (nonché della Sua opera) per un giorno, due giorni, addirittura un mese o due. In situazioni come questa, si diventa talmente insensibili da cadere di nuovo preda di Satana, al punto da diventare capaci di ogni sorta di azioni. Brami la ricchezza, inganni i fratelli e le sorelle, guardi film e video, giochi a mahjong, e arrivi persino a fumare e bere senza disciplina. Il tuo cuore si è allontanato da Dio, in segreto hai preso la tua strada e hai emesso giudizi arbitrari sull’opera di Dio. Ci sono persone che scendono talmente in basso da non provare vergogna né imbarazzo nel commettere peccati di natura sessuale. Sono persone che sono state abbandonate dallo Spirito Santo; anzi, è da tempo che in loro è assente l’opera dello Spirito Santo. Non si può che vederle affondare sempre più nella corruzione man mano che si allungano i tentacoli del male. Queste persone finiscono per negare l’esistenza di questa via e, peccando, cadono preda di Satana. Se scopri di avere solo la presenza dello Spirito Santo ma di mancare della Sua opera, è già una situazione pericolosa in cui trovarsi. Quando non riesci a sentire neppure la presenza dello Spirito Santo, allora sei in procinto di morire. Se non ti penti, allora significa che ormai sei tornato definitivamente da Satana, e che sarai fra quelli che verranno eliminati. Pertanto, quando scopri di trovarti in uno stato tale per cui c’è solo la presenza dello Spirito Santo (non commetti peccati, ti tieni sotto controllo, e non fai nulla in aperta resistenza a Dio) ma ti manca la Sua opera (non ti senti toccato quando preghi, non ricevi in modo evidente la rivelazione o l’illuminazione quando ti nutri delle parole di Dio, sei indifferente alla prospettiva di nutrirti delle parole di Dio, non si verifica mai alcuna crescita nella tua vita, ed è molto tempo che sei privo di una grande illuminazione), è il momento di osservare una maggiore prudenza. Non devi assecondare te stesso, non devi insistere nel dare libero sfogo al tuo carattere. La presenza dello Spirito Santo potrebbe cessare in qualsiasi momento. Ecco perché le situazioni di questo tipo sono così pericolose. Se ti trovi in uno stato del genere, cerca il prima possibile di capovolgere la situazione. Per prima cosa devi recitare una preghiera di pentimento e chiedere che Dio ti conceda ancora una volta la Sua misericordia. Prega in modo più scrupoloso e acquieta il tuo cuore per nutrirti maggiormente delle parole di Dio. A partire da questo, dovrai trascorrere più tempo in preghiera; raddoppia l’impegno profuso nel cantare, pregare, nutrirti delle parole di Dio, e nell’eseguire il tuo dovere. Nei momenti di estrema debolezza, il cuore cade più facilmente in possesso di Satana. Quando ciò accade, il tuo cuore viene sottratto a Dio e restituito a Satana, ne consegue che ti ritrovi privato della presenza dello Spirito Santo. In simili momenti, è doppiamente difficile riguadagnare l’opera dello Spirito Santo. È meglio che cerchi l’opera dello Spirito Santo mentre è ancora con te; in tal modo, Dio potrà elargirti in misura maggiore la Sua illuminazione e non ti abbandonerà. Pregare, cantare inni, assolvere la tua funzione e nutrirti delle parole di Dio: sono tutte cose che devi fare per non dare a Satana l’opportunità di compiere il suo lavoro, e affinché possa operare in te lo Spirito Santo. Se non riguadagni in questo modo l’opera dello Spirito Santo, se ti limiti ad aspettare, non sarà facile riguadagnare la Sua opera quando avrai perduto la Sua presenza, a meno che lo Spirito Santo ti tocchi in particolar modo, o ti illumini in modo speciale. Anche in questa eventualità, non bastano un giorno o due per ripristinare il tuo stato; possono trascorrere anche sei mesi senza alcuna ripresa. Ciò accade perché lo Spirito Santo abbandona le persone a causa della loro eccessiva condiscendenza verso se stesse, a causa della loro incapacità di sperimentare le cose nel modo idoneo. Anche se riguadagni l’opera dello Spirito Santo, l’opera che Dio sta attuando potrebbe non esserti ancora molto chiara perché sei rimasto indietro nella tua esperienza della vita, quasi fossi indietro di diecimila chilometri. Non è terribile? Io, tuttavia, dico a costoro che adesso non è troppo tardi per pentirsi, ma che devono farlo a una condizione: dovete impegnarvi di più nel lavoro, senza cedere alla pigrizia. Se gli altri pregano cinque volte al giorno, tu devi pregare dieci volte; se gli altri si nutrono delle parole di Dio per due ore al giorno, tu devi farlo per quattro o sei ore; e, se gli altri ascoltano inni per due ore, tu devi ascoltarli come minimo per mezza giornata. Sii spesso in pace al cospetto di Dio e pensa al Suo amore fino a lasciarti toccare, fino a quando il tuo cuore tornerà a Lui, e non oserai più allontanarteNe: solo allora la tua pratica porterà frutti; solo allora riuscirai a ripristinare il tuo stato precedente e normale.

Tratto da “Come entrare in uno stato normale” in “La Parola appare nella carne”

Più tieni conto della volontà di Dio, più grande sarà il tuo fardello, e più grande è il tuo fardello, più ricca sarà la tua esperienza. Quando terrai conto della volontà di Dio, Egli ti caricherà di un fardello per poi illuminarti sui compiti che ti ha affidato. Quando Dio ti darà questo fardello, presterai attenzione a tutte le verità a esso collegate e allo stesso tempo ti nutrirai delle parole di Dio. Se il tuo fardello ha a che vedere con la condizione di vita dei tuoi fratelli e sorelle, significa che esso ti è stato affidato da Dio e che dovrai sempre portarlo con te nelle tue preghiere quotidiane. Ciò che Dio fa è stato dato in carico a te e tu sei disposto a fare ciò che Dio desidera fare; ecco che cosa significa assumere il fardello di Dio. A quel punto, quando ti nutrirai delle parole di Dio, ti concentrerai su questo genere di questioni e ti domanderai: “Come posso risolvere questi problemi? Come posso fare in modo che i miei fratelli e sorelle trovino sollievo e provino godimento spirituale?”. Ti concentrerai sulla risoluzione di questi problemi anche nei momenti di condivisione e, quando ti nutrirai delle parole di Dio, ti concentrerai sul nutrirti di parole relative a tali questioni. Porterai questo fardello anche mentre ti nutrirai delle Sue parole. Una volta comprese le richieste di Dio, ti sarà più chiaro quale strada prendere. È questa la rivelazione e l’illuminazione dello Spirito Santo che il tuo fardello ti fornisce e anche la guida di Dio che ti è stata data in dono. Perché dico questo? Senza un fardello, non presti attenzione quando ti nutri delle parole di Dio; quando ti nutri delle parole di Dio portando un fardello sei in grado di coglierne l’essenza, di trovare la tua strada e di tenere conto della volontà di Dio. Pertanto, nelle tue preghiere dovresti chiedere a Dio di caricarti di ulteriori fardelli e di affidarti compiti ancora più gravosi. Ciò farà sì che tu abbia davanti a te un percorso più efficace in cui fare pratica, che il tuo nutrirti delle parole di Dio abbia maggiori effetti, che tu arrivi a cogliere l’essenza delle Sue parole e diventi più sensibile allo Spirito Santo.

Nutrirti della parola di Dio, praticare la preghiera, accettare il fardello di Dio, assumerti i compiti che Egli ti affida: tutto ciò fa sì che tu possa avere un percorso davanti a te. Più aumenterà il peso del fardello che Dio ti affiderà, più facile sarà che tu sia perfezionato da Lui. Alcuni non sono disposti a collaborare con altri nel servire Dio, nemmeno dopo essere stati chiamati a farlo; costoro sono persone pigre che desiderano solo starsene piacevolmente comode. Più ti viene chiesto di collaborare con altri al servizio di Dio, più esperienza otterrai e, poiché avrai più fardelli ed esperienza, otterrai più opportunità di essere perfezionato. Pertanto, riuscendo a servire Dio con sincerità, potrai tenere conto del fardello di Dio e, di conseguenza, avrai maggiori opportunità di essere perfezionato da Lui. Attualmente, soltanto un gruppo di persone come queste viene sottoposto al perfezionamento. Più sarai toccato dallo Spirito Santo e più dedicherai tempo a tenere conto del fardello di Dio, più verrai perfezionato e guadagnato da Dio, finché, in ultimo, diventerai qualcuno che Gli è utile. Attualmente, vi sono alcuni che non portano alcun fardello per la Chiesa; sono persone svogliate e approssimative che si preoccupano solo della propria carne. Sono persone estremamente egoiste e persino cieche. Non avrai alcun fardello se non riuscirai a vedere tale questione in modo chiaro. Più tieni conto della volontà di Dio, più pesante sarà il fardello che Dio ti affiderà. Gli egoisti non sono disposti a sopportare cose simili, non sono disposti a pagare questo prezzo e, di conseguenza, perderanno l’opportunità di essere perfezionati da Dio. Questo non è forse farsi del male da soli?

Tratto da “Tieni conto della volontà di Dio al fine di ottenere la perfezione” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 2. Quali persone possono ottenere l’opera dello Spirito Santo e quali invece non possono

Pagina successiva: 4. Cos’è la possessione demoniaca e quali sono le manifestazioni della possessione demoniaca

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro