274 Ammetti che Cristo è per sempre la verità

In passato, quando credevo nel Signore, ignoravo la realtà della verità:

non sapevo distinguere tra vere guide, false guide e anticristi.

Veneravo, adoravo e seguivo chiunque sapesse esporre le teorie contenute nella Bibbia.

Pensavo che chiunque si desse da fare e soffrisse molto per la Chiesa fosse una buon leader.

Ingenuamente, credevo che, seguendoli, sarei potuto entrare nel Regno dei Cieli.

Solo dopo l’esperienza del giudizio mi sono reso conto quanto ridicola e sciocca fosse la mia maniera di pensare.

Non avevo mai distinto le persone secondo la verità, ma secondo concetti e fantasie.

Facevo qualunque cosa dicesse il leader e pensavo di stare obbedendo a Dio.

Adoravo il prestigio e il potere; Dio non aveva nemmeno un po’ di posto nel mio cuore.

Soltanto oggi mi rendo conto di quanto profondamente sbagliato era il mio credere in Dio.

Oggi, mi rendo conto di quanto difficile sia guadagnare la verità e la vita credendo in Dio.

Solamente facendo esperienza del giudizio di Dio e mettendo in pratica la verità posso davvero conoscere Dio.

Quando le persone non conoscono Dio, per quanto si comportino bene, sono comunque ipocrite.

Per quanto buoni possano essere i concetti e le fantasie della gente, sono fallaci e incompatibili con la verità.

Soltanto le parole di Dio sono la verità, soltanto le Sue parole possono purificare e salvare la gente.

Quando crediamo in Dio, dobbiamo credere che Cristo è la verità e non dobbiamo seguire le persone.

Quando capiamo la verità e conosciamo Dio, saremo naturalmente in grado di identificare differenti tipi di persone.

Quando crediamo in Dio, dobbiamo soltanto praticare l’obbedienza nei confronti delle verità delle parole di Dio, e dobbiamo essere sospettosi delle persone.

Senza la verità, senza l’abilità di riconoscere la differenza, siamo destinati a essere truffati e a portare la distruzione su noi stessi.

Soltanto quando riconosciamo che Cristo è la verità per sempre possiamo seguirLo fedelmente fino alla fine.

Pagina precedente: 273 Non riposerò finché non avrò guadagnato la verità

Pagina successiva: 275 Il canto del monito gentile

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger