315 Le vie di Dio non possono essere misurate

I

Vediamo la Tua maestosità troneggiare sui cieli.

Mai verremo innanzi a Te senza riverenza.

Chi può conoscere il Tuo volere, chi osar sentir la Tua ira?

Chi desidera la Tua maestosità, quando arriverà?

Giacciamo qui, cullati nelle Tue mani,

godendo il Tuo amore materno,

eppure la Tua ira ci spaventa, ci spaventa.

Oh, Tu sei la madre che adoriamo,

il padre che amiamo e rispettiamo.

I nostri cuori si nascondon da Te, eppur non osiamo allontanarci.

Oh, nei nostri cuori Ti sentiam vicino,

Ti sentiam così vicino.

Sentiam che Tu non puoi essere misurato.

Oh, possiamo solo rispettarTi da lontano.

Oh, non possiam che rispettarTi da lontano.

II

I nostri cuori T'amano eppur noi Ti temiamo,

a cosa servon le parole?

Come posson le passioni umane esprimer tali sentimenti?

Tutto quanto possiamo è a mani vuote venir innanzi a Te

e semplicemente implorarTi, come bimbi spaventati.

Tu soddisfi qualsiasi nostro bisogno.

Lodi infinite s'innalzano dai nostri cuori lieti.

Oh, tutto quanto Ti sei dato, senza richieste o lamenti.

Di rado il Tuo viso vediamo, eppure Ti abbiamo tutto guadagnato.

Oh, noi abbiamo in noi così tante impurità,

eppur da lungo tempo ci hai guadagnati del tutto.

Oh, come posson mortali occhi veder verità da tempo perfette,

verità che Tu hai perfezionato da così tanto?

III

Dai tempi antichi, da polo a polo,

tutte le cose sono esposte ai Tuoi occhi.

Cadiamo in silenzio, nessuno osa compararsi a Te.

Da sempre la Tua parola continua a scorrere infinita.

E nessun sa dir quanto vaste sian le Tue ricchezze.

Chi osa lodare la Tua bellezza con facili parole?

E chi osa cantare alla leggera la Tua mitezza?

Oh, un momento sei lontano da noi, poi fra di noi,

lontano, poi Ti riavvicini, ora lontano, ora vicino.

Oh, nessuno ha mai visto le Tue orme, né la Tua ombra.

Ricordi gioiosi son tutto ciò che ci rimane.

Oh, è così dolce il sapore che ancora dura.

È dolce il sapore della Tua presenza che dura.

IV

Tu esisti con il cielo e la terra

chi conosce la portata delle Tue gesta?

Non vediamo che un granello di sabbia sulla spiaggia,

"

e quieti restiamo a Tua disposizione."

Umili come una formica,

come possiam competere con Te così in alto esaltato?

Oh, il Tuo raffinarci è così ricco di pietà.

Vediamo la Tua giustizia nascosta nella Tua pietà, oh,

giustizia celata nella Tua santa maestà,

la vediam nascosta nel Tuo amore e nei Tuoi atti.

Oh, chi può contare i Tuoi atti, davvero troppo numerosi.

Chi può contarli, son così tanti.

Oh, chi può contare i Tuoi atti, davvero troppo numerosi.

Chi può contarli, essi sono così tanti.

Pagina precedente : 314 Sono legato a Dio

Pagina successiva : 316 Lode alla nuova vita nel Regno

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Chatta con noi su Messenger
Chatta con noi su WhatsApp

Contenuti correlati

249 È questa la tua fede?

Ⅰ Perché non riverisci mai Dio ma nella Sua esistenza credi? Perché non hai paura di Dio pur credendo nel tuo cuore? Cristo è...

944 Chi venera Dio ha dignità

Ⅰ Se non hai un cuore che teme e obbedisce a Dio, e se poi non comprendi la verità, quando agisci, sei confuso ed estraneo ai principi, sei...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Linea Spazio

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro