C. La santità di Dio

272. “La santità di Dio” significa che l’essenza di Dio è immacolata, che il Suo amore è altruistico, che tutto ciò che Egli fornisce all’uomo è altruistico; e la santità di Dio è senza macchia e irreprensibile. Questi aspetti dell’essenza di Dio non sono solo parole che Egli usa per esibire la Sua identità, bensì, Dio usa la Sua essenza per trattare silenziosamente e sinceramente ciascun individuo. In altre parole, l’essenza di Dio non è vuota, né teorica o dottrinale e non rappresenta certo alcun tipo di conoscenza. Non è un tipo di istruzione per l’uomo, bensì è piuttosto l’autentica rivelazione delle azioni di Dio, ed è l’essenza rivelata di ciò che Dio ha ed è.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”

273. A che cosa si riferisce la santità di Dio di cui parlo? Pensateci per un secondo. Corrisponde alla veridicità di Dio? Corrisponde alla fedeltà di Dio? Corrisponde all’altruismo di Dio? Corrisponde all’umiltà di Dio? Corrisponde all’amore di Dio per l’uomo? Dio concede gratuitamente verità e vita all’uomo – è questa la Sua santità? (Sì.) Tutta ciò che Dio rivela è unico; non esiste all’interno dell’umanità corrotta, né può essere visto lì. Neppure la benché minima traccia di ciò può essere vista durante il processo di corruzione dell’uomo condotto da Satana, né nell’indole corrotta di Satana, né nell’essenza o nella natura di Satana. Tutto ciò che Dio ha ed è, è unico e solo Dio Stesso ha questo tipo di essenza, solo Dio Stesso possiede questo tipo di essenza. […] L’essenza della santità è autentico amore, ma più di questo è l’essenza della verità, della giustizia e della luce. Il termine “santo” è appropriato solo quando viene applicato a Dio; nulla nella creazione può essere degno di venir chiamato santo. L’uomo deve comprendere ciò.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”

274. “E Jahvè Dio diede all’uomo questo comandamento: ‘Mangia pure liberamente del frutto d’ogni albero del giardino; ma del frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare; perché, nel giorno che tu ne mangerai, per certo morrai’”. Quale ordine di Dio all’uomo è contenuto in questo passo? In primo luogo, Dio dice all’uomo ciò che può mangiare, vale a dire i frutti di una varietà di alberi. Non vi è nessun pericolo e nessun veleno, si può mangiare tutto e mangiare come si vuole, senza dubbio. Questa è una parte. L’altra parte è un monito. In esso, Dio dice all’uomo di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Che cosa accadrà se lo farà? Dio ha detto all’uomo: “Se lo mangerai, morirai di certo”. Queste parole sono chiare? Se Dio ti dicesse così, ma tu non capissi perché, lo considereresti come una regola da seguire o un ordine? Si dovrebbe ubbidire, non è vero? Tuttavia, che l’uomo sia in grado di eseguirlo oppure no, le parole di Dio sono inequivocabili. Dio ha detto all’uomo molto esplicitamente cosa può mangiare e cosa non può, e cosa accadrà se mangerà quello che non dovrebbe. Hai notato un po’ dell’indole divina nelle poche parole che ha proferito? Queste parole di Dio sono vere? Vi è un inganno? Vi è falsità? C’è qualcosa di minaccioso? (No.) Dio ha detto all’uomo con onestà, verità e franchezza quello che può e non può mangiare, chiaro e tondo. C’è qualche significato nascosto in queste parole? Sono parole schiette? C’è bisogno di congetture? (No.) Non è necessario indovinare. Il loro significato è evidente a colpo d’occhio e le capisci non appena le leggi. È ben chiaro. È così, ciò che Dio vuole dire, ciò che vuole esprimere, viene dal Suo cuore. Le cose che Dio esprime sono chiare, dirette e semplici. Non vi sono né motivazioni segrete né significati nascosti. Ha parlato all’uomo con chiarezza, dicendogli cosa può e cosa non può mangiare. Vale a dire che, attraverso queste parole divine, l’uomo può notare come sia trasparente il cuore di Dio, e come sia sincero. Non vi è assolutamente falsità, qui; non è dirti che non puoi mangiare quello che è commestibile o dirti: “Fallo e vedi cosa accade” con le cose che non puoi mangiare. Egli non intende questo. Dio dice tutto quello che medita nel Proprio cuore.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico IV” in “La Parola appare nella carne”

275. Dio crea l’uomo, da allora dirige sempre la vita degli uomini. Sia nell’elargire benedizioni all’umanità che nel darle le leggi e i Suoi comandamenti o nello stabilire i vari precetti per la vita, sapete quale sia l’obiettivo perseguito da Dio nel fare tali cose? In primo luogo, potete affermare con certezza che tutto ciò che Dio compie è per il bene dell’umanità? Potreste pensare che questa frase sia relativamente generica e vana ma, nello specifico, tutto ciò che Dio fa non è condurre e guidare l’uomo verso una vita normale? Sia che l’uomo si attenga ai Suoi precetti o si attenga alle Sue leggi, lo scopo di Dio, per lui, è che non adori Satana e non ne sia danneggiato; questo è della massima importanza ed è ciò che è stato fatto sin dall’inizio. In principio, quando l’uomo non comprende la volontà divina, Egli sceglie alcune semplici leggi e precetti e stabilisce disposizioni che coprano ogni aspetto immaginabile. Sono disposizioni semplici, ma in esse risiede la volontà di Dio. Dio stima, ha molta cura e ama teneramente il genere umano. Non è proprio così? (Sì.) Possiamo quindi dire che il Suo cuore sia santo? Che sia puro? (Sì.) Dio ha secondi fini? (No.) Dunque, il Suo scopo è buono e giusto? (Sì.) Non importa quali disposizioni Dio abbia stabilito, nel corso dell’opera divina hanno un effetto positivo sull’uomo e lo guidano. Vi sono quindi pensieri egoistici nella mente divina? Dio ha ulteriori scopi in cui l’uomo è coinvolto, o vuole usarlo in qualche modo? No. Niente affatto. Dio fa come dice, e lo pensa anche nel Suo cuore. Non vi è nessun fine incerto, nessun pensiero egoistico. Egli non fa nulla per Sé Stesso, ma assolutamente tutto per l’uomo, senza scopi personali. Anche se ha progetti e propositi per l’uomo, non fa nulla per Sé. Tutto ciò che Egli compie, lo fa esclusivamente per l’umanità, per proteggerla, per mantenerla sulla retta via. Questo cuore non è quindi prezioso? Puoi notare in Satana anche la più piccola traccia di questo prezioso cuore? (No.) In Satana non potete vederne neanche l’ombra. Tutto ciò che Dio compie, viene rivelato con naturalezza. Osservando il modo in cui Dio agisce, come opera? Dio sceglie queste leggi e le Sue parole e le lega strette attorno alle teste di tutti gli uomini, come l’incantesimo del cerchio che si stringe,[a] per imporle a ogni uomo? È così che Egli agisce? (No.) Allora, in quale modo Dio realizza la Sua opera? (Egli ci guida. Ci consiglia e ci incoraggia.) Egli minaccia? Vi parla senza arrivare al punto? (No.) Quando non comprendi la verità, come fa a guidarti? (Mi illumina.) Ti illumina, dicendoti chiaramente che non è conforme alla verità e quello che dovresti fare. Dai modi con cui Dio opera, che tipo di relazione credi di avere con Dio? Ti fanno credere che Dio sia al di là della tua comprensione? (No.) Dunque come ti fanno sentire? Dio è particolarmente vicino a te, che non vi è alcuna distanza tra voi. Quando Dio ti guida, quando Egli provvede a te, ti aiuta e ti sostiene, senti la Sua amabilità, la Sua rispettabilità, percepisci quanto sia solerte e affettuoso. Tuttavia, quando Dio rimprovera la tua corruzione, o quando ti giudica e ti disciplina per esserti ribellato a Lui, quale modo usa? Ti redarguisce con parole? Ti disciplina attraverso il tuo ambiente e attraverso le persone, gli affari, e le cose? (Sì.) Quale livello raggiunge tale disciplina? Raggiunge lo stesso punto in cui Satana danneggia l’uomo? (No, raggiunge un livello che l’uomo è in grado di sopportare.) Dio opera in maniera gentile, amorevole, delicata e premurosa, che risulta particolarmente misurata e opportuna. Il Suo modo è di non farti provare emozioni intense, del tipo: “Dio deve permettermi di fare questo” o “Dio deve lasciarmi fare quello”. Dio non ti dà mai quel tipo di intelligenza acuta o di sentimenti forti che rendono le cose insopportabili. Non è così? Anche quando accetti parole divine di giudizio e castigo, cosa provi? Quando percepisci l’autorità e la potenza di Dio, come ti senti? Avverti che Dio è divino e inviolabile? (Sì.) Ti senti allontanato da Lui in questi momenti? Hai paura di Dio? No, piuttosto provi timore reverenziale per Dio. Le persone non avvertono tutte queste cose a causa dell’opera divina? Proverebbero queste sensazioni se Satana agisse sull’uomo? (No.) Dio usa le Sue parole, la Sua verità e la Sua vita per provvedere continuamente all’uomo, per sostenerlo. Quando l’uomo è debole, quando l’uomo si sente giù, Dio non parla di sicuro con durezza, dicendo: “Non perderti d’animo. Per quale motivo sei depresso? Perché ti senti fiacco? Che cosa c’è che ti fa sentire debole? Sei così debole, sei sempre a terra, che senso ha vivere? Meglio farla finita!” Dio fa così? (No.) Ha l’autorità per agire in questo modo? (Sì.) Ma Dio non Si comporta così. Il motivo per cui Dio non opera così si deve alla Sua essenza, l’essenza della santità divina. Il Suo amore, il Suo apprezzamento e la Sua predilezione per l’uomo non si possono esprimere chiaramente solo con una o due frasi. Non è qualcosa causato dalla millanteria umana, ma è qualcosa che Dio realizza concretamente; è la rivelazione dell’essenza di Dio. Tutti questi modi in cui Lui agisce permettono all’uomo di vedere la santità divina? In ogni maniera in cui Dio opera, incluso le buone intenzioni divine, incluso gli effetti che Lui intende raggiungere sull’uomo, incluso i vari modi che adotta per agire sull’uomo, il tipo di operato che svolge, ciò che Egli vuole che l’uomo comprenda, hai visto del male o dell’astuzia nei buoni propositi di Dio? (No.) In tutto ciò che Dio fa, dunque, in tutto ciò che dice, tutto ciò che ha in animo, come pure nell’intera essenza divina che Egli rivela, possiamo considerarLo santo? (Sì.) Un uomo ha mai visto questa santità nel mondo, o in sé? A parte Dio, l’hai mai vista in qualche uomo o in Satana? (No.) Da quanto abbiamo detto fino a ora, possiamo chiamare Dio l’unico, il santo Dio Stesso? (Sì.) Tutto ciò che Dio dona all’uomo, comprese le Sue parole, i Suoi diversi modi di operare sugli esseri umani, ciò che Egli dice loro, ciò che rammenta loro, ciò che consiglia e incoraggia, tutto ha origine da un’unica essenza: tutto proviene dalla santità divina. Se non ci fosse stato Dio così santo, nessun uomo avrebbe potuto prendere il Suo posto per compiere la Sua opera.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico IV” in “La Parola appare nella carne”

276. Ora, con l’opera di Dio negli ultimi giorni, Egli non Si limita a elargire grazia e benedizioni sull’uomo come ha fatto all’inizio, né spinge le persone a proseguire. Durante questa fase dell’opera, che cosa hanno visto gli uomini di tutti gli aspetti dell’opera di Dio di cui hanno fatto esperienza? Hanno visto l’amore di Dio e il giudizio e il castigo di Dio. A questo punto, Dio continua a provvedere, sostenere, illuminare e guidare gli uomini, così che giungano gradualmente a conoscere le Sue intenzioni, conoscere le parole da Lui pronunciate e la verità da Lui donata all’uomo. Quando gli uomini sono deboli, quando sono scoraggiati, quando non sanno dove andare, Dio userà le Sue parole per confortarli, consigliarli e incoraggiarli, così che gli uomini di bassa statura morale possano gradualmente trovare forza, levarsi in piedi nella positività e provare il desiderio di collaborare con Dio, ma quando gli uomini disobbediscono a Dio o Gli resistono, rivelano la propria corruzione, Dio non mostrerà alcuna misericordia nel castigarli e nel disciplinarli. Tuttavia, Dio mostrerà tolleranza e pazienza verso la stupidità, ignoranza, debolezza e immaturità dell’uomo. In tal modo, attraverso tutta l’opera che Dio fa per l’uomo, l’uomo gradualmente matura, cresce e giunge a conoscere le intenzioni di Dio, a conoscere parte della verità, a conoscere quali sono le cose positive e quali sono le cose negative, a conoscere che cosa siano il male e le tenebre. Dio non sempre castiga e disciplina l’uomo, né mostra sempre tolleranza e pazienza, bensì provvede a ciascuno in modo diverso, in momenti diversi e a seconda della diversa statura e calibro di ciascuno. Egli fa molte cose per l’uomo e a caro prezzo; l’uomo non percepisce nulla del prezzo o delle cose che Dio compie, eppure tutto ciò che Dio fa viene in realtà compiuto per ogni singola persona. L’amore di Dio è reale: mediante la grazia di Dio l’uomo evita un disastro dopo l’altro, mentre per la debolezza dell’uomo Dio mostra tolleranza volta per volta. Il giudizio e il castigo di Dio permettono alle persone di giungere gradualmente a riconoscere la corruzione del genere umano e la propria essenza satanica. Ciò che Dio provvede, la Sua illuminazione dell’uomo e la Sua guida, permettono al genere umano di conoscere sempre più l’essenza della verità e di conoscere sempre più le necessità delle persone, quale strada debbano intraprendere, per che cosa vivono, il valore e il significato delle loro vite, e come percorrere la strada davanti a loro. Tutte queste cose che Dio compie sono inseparabili dal Suo proposito originario. Qual è, dunque, questo proposito? Perché Dio usa queste modalità per svolgere la Propria opera sull’uomo? Quali risultati vuole ottenere? In altre parole, che cosa vuole vedere nell’uomo e che cosa vuole ottenere da lui? Ciò che Dio vuole vedere è che il cuore dell’uomo può essere rianimato. Queste modalità che Egli usa per lavorare sull’uomo sono per risvegliare continuamente il cuore dell’uomo, lo spirito dell’uomo, far sapere agli uomini da dove provengano, chi li guidi, li sostenga e provveda loro, e chi abbia permesso all’uomo di continuare a vivere finora; devono far sapere all’uomo chi sia il Creatore, chi dovrebbero adorare, che tipo di strada dovrebbero percorrere, e in che modo l’uomo possa essere ammesso al cospetto di Dio; queste modalità vengono usate per rianimare gradualmente il cuore dell’uomo, così che l’uomo conosca il cuore di Dio, comprenda il cuore di Dio e la grande cura e il pensiero dietro all’opera di Dio per salvare l’uomo. Quando il loro cuore è rianimato, gli uomini non desiderano più vivere una vita di indole degenerata, corrotta, bensì desiderano perseguire la verità nella soddisfazione di Dio. Quando il loro cuore è stato risvegliato, gli uomini sono in grado di rompere definitivamente con Satana, di non essere più danneggiati da Satana, non più controllati o presi in giro da lui. Invece, gli uomini possono cooperare con l’opera di Dio e le Sue parole in modo positivo per soddisfare il cuore di Dio, raggiungendo così il timore di Dio e fuggendo il male. Questo è il proposito originario dell’opera di Dio.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”

277. Durante la propria lunga vita, essenzialmente ogni individuo ha incontrato molte situazioni pericolose ed è stato sottoposto a molte tentazioni, poiché Satana è esattamente accanto a te, con gli occhi costantemente fissi su di te. Gode quando una sventura ti colpisce, quando le calamità si abbattono su di te, quando non ti va bene niente, e gode quando resti impigliato nella rete di Satana. Quanto a Dio, Egli ti protegge costantemente, tenendoti lontano da una sventura dopo l’altra e da un disastro dopo l’altro. Questo è il motivo per cui dico che tutto ciò che l’uomo ha – pace e gioia, benedizioni e sicurezza personale – sono di fatto sotto il controllo di Dio, ed Egli guida e decide il destino di ciascuno. Ma Dio ha forse una concezione gonfiata della Propria posizione, come alcuni affermano? Vi dice forse: “Sono il più grande fra tutti, sono Io che Mi prendo cura di voi, e voi dovete tutti implorarMi per ottenere la Mia misericordia e la disobbedienza verrà punita con la morte”? Dio ha mai minacciato l’umanità in questo modo? (No.) Ha mai detto: “L’umanità è corrotta e pertanto non ha alcuna importanza il modo in cui tratto gli uomini, qualsiasi trattamento arbitrario andrà bene; non c’è bisogno che Io predisponga le cose con cura per loro”. Dio la pensa forse in tal modo? Ha mai agito in tal modo? (No.) Al contrario, il modo in cui Dio tratta ogni persona è onesto e responsabile, più responsabile persino di quanto tu non sia nei confronti di te stesso. Non è così? Dio non parla a vanvera, né sale su un piedistallo per darSi delle arie, né Si dà da fare per imbrogliare la gente. Invece, onestamente e silenziosamente compie ciò che Lui Stesso deve fare. Queste cose portano benedizioni, pace e gioia all’uomo. Portano l’uomo in pace e felicemente agli occhi di Dio e nella Sua famiglia; e poi egli vive al cospetto di Dio e accetta la salvezza di Dio con il giusto raziocinio e pensiero. Dio è mai stato ambiguo con l’uomo circa la Sua opera? Ha mai mostrato una falsa benevolenza, ingannando l’uomo con dei contentini, per volgergli poi le spalle? (No.) Ha mai detto una cosa per poi farne un’altra? Dio ha mai fatto promesse a vuoto o Si è mai vantato, dicendo di poter fare o aiutarti a fare questo e quello per te, per poi svanire nel nulla? (No.) Non c’è frode in Dio, né falsità. Dio è fedele e tutto ciò che fa è reale. È l’Unico su cui la gente può contare e il Dio a cui le persone possono affidare la propria vita e tutto ciò che hanno. Dal momento che non c’è frode in Dio, potremmo dire che Dio è quanto mai sincero? (Sì.) Ovvio che possiamo, giusto? Però, riguardo a questa parola ora, quando viene applicata a Dio risulta troppo debole, troppo umanizzata, non c’è nulla che possiamo fare al proposito, in quanto questi sono i limiti del linguaggio umano. È leggermente improprio definire Dio sincero in questo contesto, ma useremo lo stesso questa parola per il momento. Dio è fedele e sincero. Allora, che cosa intendiamo parlando di questi aspetti? Intendiamo le differenze tra Dio e l’uomo e le differenze tra Dio e Satana? Possiamo affermarlo. Questo perché l’uomo non può scorgere traccia in Dio della corrotta indole di Satana. Ho ragione quando dico questo? Posso avere un Amen per questo? (Amen!) In Dio non possiamo veder rivelata alcuna delle malvagità di Satana. Tutto ciò che Dio fa e rivela è a completo beneficio e ausilio per l’uomo, è compiuto interamente per provvedere all’uomo, è pieno di vita e offre all’uomo una via da seguire e una direzione da prendere. Dio non è corrotto e inoltre guardando ora a tutto ciò che Dio compie, possiamo dire che Dio sia santo? (Sì.) Poiché Dio non ha nessuna delle corruzioni del genere umano e non ha nulla di simile o di identico all’indole corrotta del genere umano o dell’essenza di Satana, da questo punto di vista possiamo dire che Dio è santo. Dio non rivela alcuna corruzione e la rivelazione della Sua essenza nella Sua opera è tutta la conferma che ci serve per sapere che Dio Stesso è santo. Lo vedete? Ora, per riconoscere la santa essenza di Dio, per il momento, prendiamo in considerazione questi due aspetti: 1) non c’è indole corrotta in Dio; 2) l’essenza dell’opera di Dio sull’uomo permette all’uomo di vedere l’essenza Propria di Dio e questa essenza è interamente positiva. Le cose che ogni aspetto dell’opera di Dio apporta all’uomo sono tutte cose positive. In primo luogo, Dio chiede all’uomo di essere onesto – non è positivo? Dio dona all’uomo la saggezza – non è positivo? Dio rende l’uomo capace di distinguere tra bene e male – non è positivo? Egli permette all’uomo di comprendere il significato e il valore della vita umana – non è positivo? Egli permette all’uomo di guardare nell’essenza di persone, eventi e cose in accordo con la verità. Non è forse positivo? (Sì, lo è.) E il risultato di tutto ciò è che l’uomo non viene più ingannato da Satana e smette di esserne danneggiato e controllato. In altre parole, ciò permette alla gente di liberarsi completamente dalla corruzione di Satana e quindi di percorrere gradualmente il sentiero del temere Dio e fuggire il male.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”

278. Non vedrete Dio sostenere, sulle cose, opinioni simili a quelle degli uomini, né Lo vedrete usare i loro punti di vista, la loro conoscenza, scienza, filosofia o immaginazione per gestire le cose. Invece, tutto ciò che Egli fa e rivela è legato alla verità. Vale a dire che ogni parola che ha pronunciato e ogni azione che ha compiuto riguardano la verità. Questa verità non è una fantasia infondata; questa verità e queste parole sono espresse da Dio grazie alla Sua essenza e alla Sua vita. Poiché queste parole e la sostanza di tutto ciò che Egli ha fatto sono verità, possiamo dire che la Sua essenza è santa. In altre parole, tutto ciò che Dio dice e fa porta vitalità e luce alle persone; permette loro di vedere le cose positive e la loro realtà, e indica la strada all’umanità affinché essa possa percorrere la retta via. Queste cose accadono grazie all’essenza di Dio e a quella della Sua santità.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico V” in “La Parola appare nella carne”

279. Quando arrivi a comprendere la santità di Dio, puoi realmente credere in Dio; quando arrivi a comprendere la santità di Dio, puoi realizzare quindi l’autentico significato delle parole “Dio Stesso, l’Unico”. Non immaginerai più di poter scegliere di percorrere altre strade, e non desidererai più di tradire ogni cosa che Dio ha predisposto per te. Poiché l’essenza di Dio è santa, ciò significa che solo tramite Dio puoi camminare sul sentiero retto e luminoso attraverso la vita; solo tramite Dio puoi conoscere il significato della vita, solo tramite Dio puoi vivere un’umanità autentica, possedere la verità, conoscere la verità, e solo tramite Dio puoi ottenere la vita dalla verità. Solo Dio Stesso può aiutarti a fuggire il male e a liberarti del danno e del controllo di Satana. Eccetto Dio, nulla e nessuno ti può salvare da questo mare di amarezza, così che tu non soffra più. Questo è determinato dall’essenza di Dio. Solo Dio Stesso ti salva in modo tanto altruistico, in ultima analisi solo Dio è responsabile del tuo futuro, del tuo destino e della tua vita, ed Egli prepara ogni cosa per te. Questo è qualcosa che nessun essere creato o non creato può fare. Poiché nulla di creato o non creato possiede un’essenza di Dio come questa, nessuna persona o cosa è in grado di salvarti o di guidarti. Questa è l’importanza dell’essenza di Dio per l’uomo.

Tratto da “Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”

Note a piè di pagina:

a. “L’incantesimo del cerchio che si stringe” è un incantesimo usato dal monaco Tang Sanzang nel romanzo cinese “Ricordo di un viaggio in Occidente”. Egli usa questo incantesimo per controllare Sun Wukong stringendo una fascia metallica attorno alla testa di quest’ultimo e procurandogli acute emicranie tramite le quali lo porrà sotto controllo. È diventato una metafora che si usa per descrivere qualcosa che lega una persona.

Pagina precedente: B. L’indole giusta di Dio

Pagina successiva: D. Dio come fonte di vita di tutte le cose

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Introduzione

Nell’Età del Regno, Dio usa la parola per annunciare una nuova era, per cambiare i mezzi della Sua opera e per compiere l’opera per...

Capitolo 13

Nascoste nelle proclamazioni della Mia voce vi sono numerose Mie intenzioni. Tuttavia l’uomo non ne conosce né comprende alcuna e continua...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro