L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Un esperto esorta i Paesi europei a occuparsi della persecuzione della Chiesa di Dio Onnipotente

19


Il 14 dicembre 2017, presso la Camera dei Deputati del parlamento italiano a Roma, si è tenuta una conferenza stampa sulla questione delle violazioni della libertà religiosa in Cina – il caso emblematico della persecuzione delle minoranze cristiane. Il prof. Massimo Introvigne, studioso di fama internazionale esperto nel campo delle nuove religioni, è intervenuto alla conferenza e presentato le sue scoperte sulla Chiesa di Dio Onnipotente, confermando che il caso di omicidio al McDonald's di Zhaoyuan nel 2014 nella Provincia di Shandong non ebbe nulla a che fare con la Chiesa di Dio Onnipotente, che la copertura del caso da parte del PCC consistette in notizie false fabbricate dallo stesso, allo scopo di perseguitare e reprimere la Chiesa di Dio Onnipotente. Allo stesso tempo, ha presentato uno studio, realizzato congiuntamente con Willy Fautré, presidente di Diritti Umani Senza Frontiere. La relazione evidenzia che, nonostante la Chiesa di Dio Onnipotente conti il maggior numero di persone arrestate in Cina e di rifugiati in Italia ed Europa, la percentuale delle richieste d'asilo dei suoi membri accettate in Italia è solo del 10%, mentre in Svizzera si sono verificati diversi casi di rimpatrio. Ha indicato che ciò rappresentava una grave violazione della Convenzione internazionale sui rifugiati, esprimendo quindi la sua ferma condanna. Ha esortato i Paesi europei a occuparsi sollecitamente della persecuzione dei cristiani appartenenti alla Chiesa di Dio Onnipotente e della situazione attuale delle loro richieste di asilo come rifugiati.