Un segno degli ultimi giorni: un’eclissi di luna fiorita di sangue si verificherà nel 2022

01 Maggio 2022

Nota dell’editore: Negli ultimi anni, il fenomeno celeste “Luna di Sangue” è apparso frequentemente. Vari disastri, come pandemie, terremoti e carestie stanno peggiorando sempre di più. Le profezie della Bibbia riguardanti gli ultimi giorni sono già state adempiute, e il grande e terribile giorno di Jahvè è vicino. I grandi disastri si stanno verificando uno dopo l’altro; quindi come dovremmo accogliere il ritorno del Signore? Questo articolo contiene la risposta.

Come preannunciato da esperti in materia, il 16 Maggio 2022, un’eclissi di luna fiorita di sangue sarà visibile nel cielo. In realtà, spettacoli meravigliosi come le lune di sangue, le superlune e le superlune di sangue sono stati osservati costantemente negli ultimi anni, ad esempio le lune di sangue del 2011 e del 2013, la serie delle quattro lune di sangue apparse nel 2014 e 2015, la superluna blu di sangue del 2018, evento che si verificò anche 152 anni fa, e la superluna di sangue del lupo apparsa il 21 gennaio 2019, che combinava perfettamente i tre spettacoli astronomici offerti da una superluna, una luna di sangue e una luna del lupo, e che è stata acclamata come la meraviglia astronomica più strabiliante. Per altro, un inconsueto spettacolo ha avuto luogo il 26 Maggio 2021: è apparsa una superluna di sangue durante un’eclissi lunare totale.

Molti profeti hanno predetto che l’apparizione delle lune di sangue preannuncia eventi grandiosi e straordinari. Ci sono anche molti esperti biblici i quali credono fermamente che l’apparizione delle lune di sangue sia l’adempimento della profezia contenuta nel Libro di Gioele 2:29-31: “E anche sui servi e sulle serve, spanderò in quei giorni il Mio Spirito. E farò dei prodigi nei cieli e sulla terra: sangue, fuoco, e colonne di fumo. Il sole sarà mutato in tenebre, e la luna in sangue prima che venga il grande e terribile giorno di Jahvè”. Inoltre, in Apocalisse 6:12, si afferma: “Poi vidi quand’ebbe aperto il sesto suggello: e si fece un gran terremoto; e il sole divenne nero come un cilicio di crine, e tutta la luna diventò come sangue”. “Il grande e terribile giorno” menzionato nella profezia nel Libro di Gioele si riferisce alle grandi catastrofi. Negli ultimi anni, tutti abbiamo assistito all’intensificarsi delle catastrofi, con frequenti episodi di disastri come terremoti, carestie, pestilenze e inondazioni cui assistiamo con orrore; il mondo è in subbuglio e in costante cambiamento: ci sono frequenti scoppi di guerre, incidenti violenti e attacchi terroristici che continuano ad aumentare; l’atmosfera terrestre si sta surriscaldando; condizioni atmosferiche estreme e ogni sorta di meraviglie astronomiche si verificano in ogni momento. I segni degli ultimi giorni profetizzati nella Bibbia sono apparsi uno dopo l’altro e i grandi disastri sono arrivati. Quindi, come dovremmo accogliere il Signore ed ottenere la Sua salvezza? Il Signore Gesù disse: “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce, e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27). “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di Suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). È profetizzato in molti punti dei capitoli 2 e 3 dell’Apocalisse: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”. Da queste profezie, riusciamo a capire che Dio proferirà le parole ed eseguirà una nuova opera negli ultimi giorni per purificare, salvare le persone e portarle nel Suo Regno. Solo dall’ascolto della voce di Dio, desiderando e ricercando la Sua apparizione e opera negli ultimi giorni, potremo accogliere il ritorno del Signore Gesù, avere l’opportunità di essere perfezionati e salvati da Dio ed entrare nella meravigliosa destinazione insieme a Lui! Diversamente, perderemo la Sua salvezza, precipiteremo nei grandi disastri degli ultimi giorni e saremo eliminati e puniti. Ecco cosa dice Dio riguardo a ciò:

Ogni genere di disastro avverrà uno dopo l’altro; tutte le nazioni e tutti i luoghi subiranno calamità: epidemie, carestie, inondazioni, siccità e terremoti sono ovunque. Questi disastri non avverranno solo in uno o due luoghi, né si concluderanno nel giro di uno o due giorni, ma si estenderanno su un’area sempre più vasta, e diverranno sempre più gravi. Durante questo periodo, emergeranno in successione infestazioni di insetti di ogni sorta, e in tutti i luoghi si verificherà il fenomeno del cannibalismo. Questo è il Mio giudizio su tutte le nazioni e su tutti i popoli.

Tratto dal capitolo 65 di “Discorsi di Cristo al principio” in “La Parola appare nella carne

Nella vasta distesa del mondo, gli oceani si sono insabbiati trasformandosi in campi, e i campi si sono allagati trasformandosi in oceani, più e più volte. A eccezione di Colui che governa su tutto in ogni cosa, nessuno è in grado di condurre e di guidare questa razza umana. Non vi è alcun potente che si adoperi o faccia preparativi per questa razza umana, né tantomeno qualcuno che sia in grado di guidarla verso la destinazione della luce e di liberarla dalle ingiustizie terrene. Dio deplora il futuro del genere umano, Si affligge per la sua caduta e Si addolora vedendolo avanzare, passo dopo passo, verso la rovina e la strada senza ritorno. Nessuno ha mai riflettuto sulla direzione che un simile genere umano, che ha spezzato il cuore di Dio e rinunciato a Lui per cercare il maligno, potrebbe prendere. È proprio per questa ragione che nessuno percepisce l’ira di Dio, che nessuno cerca un modo per compiacerLo o tenta di avvicinarsi a Lui e, per di più, che nessuno prova a comprendere la Sua pena e il Suo dolore. Anche dopo aver udito la voce di Dio, l’uomo continua per la sua strada, si ostina ad allontanarsi da Lui, sottraendosi alla Sua grazia e cura ed evitando la Sua verità, preferendo vendere sé stesso a Satana, il nemico di Dio. E chi ha riflettuto – se l’uomo dovesse persistere in questa ostinazione – su come Dio agirà verso questa umanità che L’ha accantonato senza guardarsi indietro? Nessuno sa che la ragione dei ripetuti moniti ed esortazioni di Dio risiede nel fatto che Egli ha preparato nelle Sue mani una catastrofe senza precedenti, una catastrofe che sarà insopportabile per la carne e per l’anima dell’uomo. Essa non è soltanto una punizione della carne, ma anche dell’anima. C’è una cosa che devi sapere: che tipo di ira scatenerà Dio quando il Suo piano andrà a monte e i Suoi moniti ed esortazioni non verranno ripagati? Sarà diversa da qualunque cosa gli esseri creati abbiano mai sperimentato o di cui abbiano mai sentito parlare. Perciò dico che questa catastrofe è senza precedenti e non si ripeterà mai. Infatti il piano di Dio è creare l’umanità solo questa volta e salvarla solo questa volta. Questa è la prima volta, e anche l’ultima. Pertanto nessuno può comprendere le scrupolose intenzioni e la fervida attesa con cui Egli salva questa volta il genere umano.

Tratto da “Dio è la sorgente della vita dell’uomo” in “La Parola appare nella carne”

L’opera di Dio insorge come un’onda potente. Nessuno Lo può contenere e nessuno può fermare la Sua avanzata. Solo coloro che ascoltano con attenzione le Sue parole e che Lo cercano assetati possono seguire le Sue orme e ricevere la Sua promessa. Coloro che non lo fanno saranno travolti da un’immane catastrofe e riceveranno la meritata punizione.

Tratto da “Dio sovrintende al destino dell’intera umanità” in “La Parola appare nella carne”

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Conoscete il significato "venga il Tuo regno" nel “Padre nostro”?

molti fratelli e sorelle credono che il Regno di Dio sia nei cieli, ma il “Padre nostro” afferma: “Venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo” (Matteo 6:10). Dio ci dice chiaramente che il Suo Regno verrà sulla terra e che la Sua volontà sarà fatta sulla terra. Perché dice così? Il Regno di Dio è nei cieli o sulla terra?