Si sono manifestati i segni degli ultimi tempi: come possiamo essere rapiti prima della grande tribolazione?

07 Marzo 2020

di Becky, Stati Uniti

Oggi, nel mondo si verificano catastrofi sempre più gravi. I telegiornali sono pieni di notizie di epidemie, terremoti, inondazioni e siccità. Ti sei mai chiesto: le profezie del ritorno del Signore si sono adempiute, allora perché non abbiamo ancora accolto il Signore? Se continua così, quando arriverà la grande tribolazione non precipiteremo anche noi nella catastrofe? Quando, esattamente, il Signore ci porterà su nel Regno dei Cieli?

Indice articolo

Quando saremo rapiti, verremo davvero sollevati in cielo?

In cosa consiste il rapimento prima della grande tribolazione?

Come essere rapiti prima della grande tribolazione

Quando saremo rapiti, verremo davvero sollevati in cielo?

Molti credenti nel Signore hanno letto queste parole nella Bibbia: “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore” (1 Tessalonicesi 4:17). Anelano a essere sollevati in cielo e a incontrare il Signore quando verrà. Ma in realtà queste parole non sono state effettivamente pronunciate dal Signore Gesù, né sono una profezia del Libro dell’Apocalisse. Sono solo parole dell’apostolo Paolo. È corretto affidarsi alle parole di Paolo per quanto concerne l’accogliere la venuta del Signore? Le parole di Paolo possono rappresentare quelle del Signore? Come il Signore degli ultimi giorni arriva, e come conduce coloro che credono in Lui nel Regno, è l’opera di Dio Stesso. Paolo era semplicemente un apostolo che ha diffuso il messaggio per il Signore; come poteva conoscere tali cose? Accogliere l’arrivo del Signore è una questione estremamente importante, dove l’unica cosa corretta da fare è affidarci alle parole del Signore Gesù. Il Signore Gesù ha detto: “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome; venga il Tuo Regno; sia fatta la Tua volontà, come in cielo, anche in terra” (Matteo 6:9-10). Il Libro dell’Apocalisse contiene anche le seguenti profezie: “E vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo da presso Dio, […] Udii una gran voce dal trono, che diceva: ‘Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno Suoi popoli e Dio Stesso sarà con loro e sarà il loro Dio’” (Apocalisse 21:2-3). “Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al Suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli” (Apocalisse 11:15). In tali profezie, le parole “scendere dal cielo da presso Dio”, “il tabernacolo di Dio con gli uomini” e “Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al Suo Cristo” mostrano che Dio stabilirà il Suo Regno sulla terra, e che anche la destinazione dell’uomo è sulla terra. Il nostro desiderio costante di essere sollevati in cielo non è frutto delle nostre nozioni e fantasie personali? Non significa percorrere un sentiero che si discosta da Dio?

La realtà è che Dio non ha mai parlato di sollevare le persone in cielo, e ce ne possiamo rendere conto dai fatti della Sua opera. In principio, Dio creò l’uomo dalla polvere e lo collocò nel Giardino dell’Eden, dove egli viveva e venerava Dio in modo appropriato. Ai tempi di Noè, Dio non sollevò in cielo Noé e la sua famiglia per sottrarli al diluvio; anzi, ordinò a Noè di prendere un provvedimento concreto e costruire un’arca sulla terra. Verso la fine dell’Età della Legge, le persone affrontarono il pericolo di essere messe a morte per aver violato le leggi di Dio. Dio non le sollevò in aria al fine di ottenere offerte per il peccato, bensì Si fece personalmente carne e venne sulla terra, dove fu crocifisso per l’umanità, liberandola dal peccato. Da ciò possiamo vedere che Dio ha operato incessantemente sulla terra per la salvezza dell’uomo, guidando l’umanità nel vivere e nel venerare Dio. Il nostro costante anelito a essere sollevati in cielo è in evidente contrasto con la volontà di Dio!

In cosa consiste il rapimento prima della grande tribolazione?

Alcuni di voi potrebbero non avere ben chiaro cosa significhi effettivamente “essere rapiti”. Per comprenderlo, vediamo prima cosa dicono le parole di Dio. Egli ha detto: “‘Essere rapiti’ non significa essere portati da un luogo basso a uno alto come immaginano le persone. È un errore madornale. Essere rapiti implica la Mia predestinazione e selezione. Riguarda tutti coloro che ho predestinato e selezionato. Coloro che hanno ottenuto lo status di figlio primogenito, di figli o di popolo, sono tutti coloro che sono stati rapiti. Ciò è assolutamente incompatibile con le nozioni degli uomini. Coloro che avranno una parte nella Mia casa in futuro sono tutte persone che sono state rapite dinanzi a Me. Ciò è assolutamente vero, immutabile e non può essere confutato da nessuno. Questo è il contrattacco contro Satana. Chiunque Io abbia predestinato verrà rapito dinanzi a Me” (Capitolo 104 di “Discorsi di Cristo al principio” in “La Parola appare nella carne”). Queste parole ci dicono che essere rapiti non significa essere portati in cielo per incontrare il Signore, come noi immaginavamo; significa, invece, essere in grado di accettare e obbedire alla nuova opera di Dio dopo aver ascoltato la Sua voce, seguendo da vicino le orme dell’Agnello, e presentandosi dinanzi a Dio quando Egli viene sulla terra a svolgere l’opera. Soltanto questo è vero rapimento. È proprio come quando il Signore Gesù è venuto a compiere l’opera di redenzione: Pietro, la donna samaritana, Giacomo e altri riconobbero la voce del Signore quando ascoltarono le Sue parole e si convinsero che fosse il Messia tanto atteso. Di conseguenza ottennero la salvezza del Signore e furono tutti innalzati dinanzi al Signore durante l’Età della Grazia. Tutti quelli che negli ultimi giorni accolgono il ritorno del Signore e accettano l’opera attuale di Dio sono coloro che seguono le orme dell’Agnello, e che sono innalzati dinanzi al Signore!

i segni dell apocalisse

Come essere rapiti prima della grande tribolazione

Quindi cosa dovremmo fare per accogliere il Signore ed essere rapiti prima della catastrofe? Ciò è stato profetizzato molto tempo fa nella Bibbia, quando il Signore Gesù ha detto: “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di Suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annuncerà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). I capitoli 2 e 3 del Libro dell’Apocalisse profetizzano più volte: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”. C’è anche il capitolo 3, versetto 20: “Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me”. Le parole di Dio dicono: “Dal momento che stiamo cercando le orme di Dio, dobbiamo cercare la volontà di Dio, le parole di Dio, le enunciazioni di Dio – poiché dove ci sono le nuove parole di Dio, c’è la voce di Dio e, dove ci sono le orme di Dio, ci sono le opere di Dio. Dove c’è l’espressione di Dio, c’è l’apparizione di Dio e dove c’è l’apparizione di Dio esiste la verità, la via, e la vita” (“L’apparizione di Dio ha introdotto una nuova età” in “La Parola appare nella carne”). Le parole di Dio ci dicono che, se desideriamo accogliere il Signore, la chiave è cercare l’opera e le parole di Dio. Nulla è più importante che cercare dove sono oggi i discorsi dello Spirito Santo alle Chiese, e dove è oggi la manifestazione e l’opera di Dio. Se non ci assumiamo il compito di cercare le orme di Dio, se non diamo importanza al fatto di ascoltare la voce di Dio e ci limitiamo a guardare inerti le nuvole nel cielo, in pigra attesa che il Signore arrivi e ci sollevi in aria, non stiamo alimentando pensieri fantasiosi? E a quel punto non saremmo per sempre incapaci di accogliere il Signore, sprecando alla fine l’occasione di essere rapiti da Lui?

Dove sono, allora, le orme del Signore? E dov’è che Dio pronuncia le Sue parole? Oggi, soltanto La Chiesa di Dio Onnipotente testimonia apertamente all’umanità che il Signore è già ritornato: vale a dire il Dio incarnato degli ultimi giorni, Dio Onnipotente. Dio Onnipotente ha espresso milioni di parole, ha rivelato molte verità e molti misteri, così come ci ha spiegato il piano di gestione di seimila anni di Dio, il mistero dell’incarnazione e i misteri della Bibbia. Nello stesso modo, ha espresso parole per giudicare e smascherare il genere umano, e ha rivelato la realtà della nostra corruzione per mano di Satana e le nostre varie indoli sataniche. Accettando le parole di giudizio e castigo di Dio, arriviamo a conoscere la nostra corruzione, e vediamo che tutto ciò che palesiamo sono le indoli sataniche di arroganza, egoismo, ignobiltà, falsità e astuzia, e che siamo privi di coscienza e ragionevolezza. Siamo stati pienamente convinti dalle parole di Dio, ci prostriamo dinanzi a Lui, sopraffatti dal rammarico, e abbiamo qualche conoscenza dell’indole giusta e santa di Dio; dentro di noi è nato un cuore di riverenza e obbedienza nei confronti di Dio, e dal profondo dei nostri cuori confermiamo che tutto ciò che viene espresso da Dio Onnipotente è la verità, ed è in grado di purificare e trasformare le persone.

Oggi, le parole di Dio Onnipotente si stanno diffondendo tra l’umanità. Molti membri di varie confessioni cristiane, che sono veri credenti e amano sinceramente la verità, hanno ascoltato la voce di Dio, sono stati risvegliati dalle Sue parole e sono tornati dinanzi al Suo trono. Si beano a dissetarsi e nutrirsi delle Sue parole, e percependo quanto esse siano autorevoli e potenti, si sono convinti che Dio Onnipotente è il ritorno del Signore Gesù. Ecco coloro che vengono rapiti prima della grande tribolazione! Leggiamo un brano delle parole di Dio Onnipotente: “La Mia voce si diffonderà su tutta la terra; desidero proferire più parole quando sarò di fronte al Mio popolo eletto. Come i potenti tuoni che scuotono montagne e fiumi, proferisco le Mie parole all’intero universo e al genere umano. Per questo le parole nella Mia bocca sono diventate il tesoro dell’uomo e tutti gli uomini serbano care le Mie parole. Il lampo balena dall’Oriente fino all’Occidente. Le Mie parole sono tali che l’uomo detesta rinunciarvi e allo stesso tempo le trova insondabili, ma tanto più se ne rallegra. Come bimbi appena nati, tutti gli uomini sono felici e in festa celebrando la Mia venuta. Per mezzo della Mia voce, condurrò tutti gli uomini dinanzi a Me. Da allora in poi, entrerò formalmente nella razza degli uomini così che essi verranno a venerarMi. Con la gloria che irradio e le parole nella Mia bocca, farò sì che tutti gli uomini vengano dinanzi a Me e vedano che il lampo balena dall’Oriente e che Io sono disceso anche sul ‘Monte degli Olivi’ dell’Oriente. Vedranno che Io sono già da tempo sulla terra, non più come Figlio dei Giudei ma Lampo d’Oriente. Poiché da molto tempo sono risorto e Mi sono allontanato dall’umanità, per poi riapparire nella gloria in mezzo agli uomini. Io sono Colui che è stato venerato per secoli infiniti prima d’ora, e sono anche l’infante abbandonato dagli Israeliti per secoli infiniti prima d’ora. Inoltre, sono Dio Onnipotente glorioso dell’epoca presente! Che tutti vengano dinanzi al Mio trono e vedano il Mio volto glorioso, ascoltino la Mia voce e osservino le Mie opere. Questa è la Mia volontà nella sua interezza; è la fine e il punto culminante del Mio piano, così come lo scopo della Mia gestione. Che ogni nazione Mi veneri, ogni lingua Mi proclami, ogni uomo riponga la sua fede in Me ed ogni popolo si assoggetti a Me!” (“Il rombo dei sette tuoni – profezia che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo” in “La Parola appare nella carne”).

Cosa provi dopo aver letto questo brano delle parole di Dio? Non c’è eccitazione nel tuo cuore? Senti che è il Creatore che parla all’intera umanità? Senti che Dio, ora, ci sta testimoniando che Egli è già tornato? Qualunque cosa tu provi, abbiamo un compito urgente che ci attende: dobbiamo essere come le vergini sagge, ascoltare le parole pronunciate da Dio Onnipotente e ricercare la Sua opera degli ultimi giorni con mente aperta. Non c’è altra via per essere rapiti prima della grande tribolazione!

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

4 modi per instaurare una relazione intima con Dio

La Bibbia dice: “Appressatevi a Dio, ed Egli si appresserà a voi” (Giacomo 4:8). In quanto cristiani, soltanto avvicinandoci a Dio e avendo con Dio una reale interazione possiamo mantenere un rapporto normale con Lui e ottenere l’opera dello Spirito Santo.

Rispondi