Capitolo 52

Sorgo come il Sole della giustizia, e insieme voi ed Io condividiamo la gloria e benedizioni favorevoli, nei secoli dei secoli! È un fatto incontrovertibile, e ha già cominciato a confermarsi in voi. È perché tutte le promesse che ho fatto le manterrò per voi; tutto ciò che dico è realtà e non si rivelerà vuoto. Queste benedizioni favorevoli sono per voi, nessun altro può rivendicarle; sono il frutto del vostro servizio unanime in coordinamento con Me. Abbandonate le nozioni religiose; credete nella veridicità delle Mie parole e non siate dubbiosi! Non Mi sto burlando di voi: penso davvero ciò che dico. Coloro ai quali concedo benedizioni, le ricevono; coloro ai quali non le concedo, non le ricevono. È stabilito da Me. La buona sorte terrena è insignificante! Per quanto Mi riguarda non è altro che sterco, vale meno di un centesimo. Pertanto, non attribuite troppo valore ai piaceri terreni. Non è assai più sensato e appagante godere con Me delle benedizioni celesti?

In precedenza la verità non era stata rivelata e Io non Mi ero manifestato apertamente; dubitavate di Me e non osavate sentirvi certi di Me, ma ora tutte le cose sono state rivelate e Io sono sorto come il Sole della giustizia: dunque se siete ancora in dubbio cosa avete da dire? Era scusabile che non riusciste a vedere la luce quando le tenebre ricoprivano la terra, ma ora che il sole ha illuminato tutti i recessi più bui ciò che era nascosto non è più nascosto e ciò che era celato non lo è più; se dubitate ancora non vi perdonerò facilmente! Ora è il momento di essere assolutamente certi di Me, il momento di essere disposti a dedicarvi a Me adoperandovi per Me. Chiunque Mi si opponga anche solo un po’ verrà subito avviluppato dalle fiamme del giudizio, senza alcun ripensamento né indugio. Perché adesso è il momento del giudizio spietato; il giudizio immediato attende coloro che non sono giusti di mente e di cuore. È questo il vero significato dell’espressione “la Mia opera è come un lampo abbagliante”.

Progredisce rapidamente; non può far altro che sorprendere gli uomini, non può che impaurirli, non può più essere rinviata né fermata. Più la Mia opera si compie, più rapida procede; chiunque non sia vigile e pronto corre sempre il rischio di essere messo da parte. Non potete più soccombere all’impulso della tentazione. La Mia opera è pienamente avviata e si sta estendendo alle nazioni dei Gentili e all’universo mondo. Le fiamme del giudizio sono spietate e prive di misericordia o amore verso chiunque. Anche coloro che sono leali a Dio ma hanno pensieri e idee sbagliati, o che oppongono anche solo una lieve resistenza, saranno giudicati. Chiunque abbia la Mia luce proiettata su di sé vivrà nella luce e agirà in essa, servendoMi fino alla fine del cammino. Coloro che non vivono nella luce vivono nelle tenebre. Prenderò una decisione dopo averli giudicati, in base al loro atteggiamento verso la propria colpa.

Il Mio giorno è giunto, quello di cui ho parlato in passato e ora è dinanzi ai vostri occhi, poiché siete discesi insieme a Me. Io con te, tu con Me, ci siamo incontrati nell’aria, condividendo insieme la gloria. Il Mio giorno è proprio giunto pienamente!

Pagina precedente: Capitolo 51

Pagina successiva: Capitolo 53

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Dio Stesso, l’Unico IX

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (III)In questo periodo abbiamo parlato di molte cose legate alla conoscenza di Dio e di recente...

Capitolo 10

In definitiva, l’Età del Regno è diversa dalle epoche passate. Non riguarda il modo in cui agisce l’umanità; riguarda invece il mio essere...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro