Capitolo 48

Sono ansioso, ma quanti tra voi sono capaci di essere concordi con Me nella mente e nel pensiero? Non prestate alcuna attenzione alle Mie parole, ignorandole completamente e non riuscendo a concentrarvi su di esse, concentrandovi piuttosto solo sulle cose superficiali che vi riguardano personalmente. Considerate forse la Mia attenta cura e il Mio solerte impegno come uno spreco? La vostra coscienza non è forse condannata? Siete ignoranti e privi di senno, siete tutti stolti, e non siete affatto in grado di soddisfarMi. Io sono del tutto vostro. Voi quanto potete essere Miei? Avete frainteso il Mio intento e ciò, in verità, è dovuto alla vostra cecità e incapacità di vedere la realtà delle cose, facendoMi sempre stare in pensiero e spendere tempo per voi. Ora, quanto del vostro tempo potete dedicarMi e spendere interamente per Me? Dovreste porvi più spesso questi interrogativi.

Il Mio intento è completamente incentrato su di voi, riuscite davvero a capirlo? Se lo capiste veramente, da tempo avreste colto la Mia intenzione e avreste mostrato considerazione per il Mio fardello. Non siate nuovamente noncuranti, o lo Spirito Santo non sarà operante in voi, facendo sì che il vostro spirito muoia e sprofondi negli Inferi. Non si tratta forse di una prospettiva troppo terribile per te? Non occorre che ve lo rammenti ancora. Dovreste esaminare la vostra coscienza e domandarvi: sono Io che Mi dispiaccio troppo per tutti voi, oppure siete voi ad essere troppo in debito con Me? Non fate confusione tra giusto e sbagliato; non siate privi di buon senso! Non è il momento di lottare per conquistare potere e guadagno, o di ordire intrighi. Piuttosto, dovete mettere rapidamente da parte queste cose che sono assai dannose per la vita e sforzarvi di accedere alla realtà! Siete talmente noncuranti! Non potete capire il Mio cuore o rendervi conto di quale sia il Mio intento. Molte sono le cose che non ero tenuto a dire, ma siete persone che non capiscono e siete talmente confuse, quindi ho dovuto dirle più e più volte; ciò nonostante, non avete ancora soddisfatto il Mio cuore.

Contandovi a uno a uno, quanti di voi sono davvero in grado di mostrare considerazione per il Mio cuore?

Pagina precedente: Capitolo 47

Pagina successiva: Capitolo 49

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Dio Stesso, l’Unico III

L’autorità di Dio (II)Oggi continueremo la condivisione sull’argomento “Dio Stesso, l’Unico”. Ne abbiamo già avute due su questo tema, la...

Dio Stesso, l’Unico VII

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (I)Panoramica sull’autorità, sull’indole giusta e sulla santità di DioQuando avete finito di...

Dio Stesso, l’Unico I

L’autorità di Dio (I)Le Mie ultime comunicazioni hanno riguardato l’opera di Dio, l’indole di Dio e Dio Stesso. Dopo aver ascoltato queste...

Che cosa sai della fede?

Nell’uomo esiste solamente l’incerta parola della fede, eppure l’uomo non sa in cosa essa consista, e men che meno sa perché abbia fede....

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro