Il cammino… (4)

Il fatto che le persone siano in grado di scoprire l’amabilità di Dio, di cercare il modo per amare Dio nell’era odierna e siano disposte ad accettare l’addestramento del Regno di oggi è dimostrazione della grazia di Dio e altresì di come Lui elevi il genere umano. Ogni volta che penso a ciò, sento fortemente l’amabilità di Dio. Dio ci ama davvero; se non fosse così, chi sarebbe in grado di scoprire la Sua amabilità? Solo da ciò vedo che tutta questa opera è compiuta personalmente da Dio Stesso e che gli esseri umani sono guidati e diretti da Dio. Rendo grazie a Dio per questo, e vorrei che i Miei fratelli e le Mie sorelle si unissero a Me nel lodare Dio: “Tutta la gloria sia per Te, supremo Dio Stesso! Possa la Tua gloria moltiplicarsi e rivelarsi in chi di noi è stato prescelto e guadagnato da Te”. Dio Mi ha illuminato: Mi ha mostrato che eravamo stati predestinati molti secoli fa e che Egli voleva guadagnarci negli ultimi giorni, consentendo così all’universo e a tutte le cose di ammirare la gloria di Dio nella sua interezza attraverso noi. Di conseguenza, siamo la cristallizzazione di un piano di gestione divino durato seimila anni; siamo i modelli, gli esemplari dell’opera di Dio nell’universo intero. Soltanto ora Mi rendo conto di quanto amore Dio nutre veramente per noi e che l’opera che Egli compie in noi e le cose che Egli dice superano di un milione di volte quelle delle età passate. Neanche nei confronti di Israele e di Pietro Dio ha mai compiuto personalmente tante opere o pronunciato così tante parole. Questo dimostra che noi appartenenti a questo gruppo di persone siamo davvero incredibilmente benedetti, incomparabilmente più dei santi delle epoche passate. Ecco perché Dio ha sempre detto che le persone dell’età finale sono benedette. Qualunque cosa dicano gli altri, credo che siamo quelli maggiormente benedetti da Dio. Dovremmo accettare le benedizioni elargiteci da Dio; forse alcuni si lamenteranno con Dio, ma Io credo che le benedizioni provengano da Dio, e questo dimostra che le meritiamo. Anche se altri si lamentano o non sono contenti di noi, credo comunque che nessuno potrà ricevere o portarci via le benedizioni che Dio ci ha donato. Poiché l’opera di Dio è compiuta su di noi ed Egli parla a noi a tu per tu, a noi e non ad altri, Dio agisce come desidera. Se le persone non sono convinte, non stanno forse mettendosi nei guai da sole? Non attirano forse il disprezzo su di sé così facendo? Ma perché dico questo? Perché è qualcosa che apprezzo profondamente. Ad esempio, l’opera che Dio compie su di Me solo Io la posso svolgere: potrebbe forse farlo qualcun altro? Ho avuto la fortuna di ricevere questo compito da Dio: a qualcun altro potrebbe venire il ghiribizzo di farlo? Spero tuttavia che i Miei fratelli e sorelle possano capire il Mio cuore. Non mi sto vantando delle Mie credenziali, ma sto cercando di spiegare una questione. Vorrei che tutta la gloria fosse per Dio e che Lui guardasse ognuno dei nostri cuori, cosicché essi siano purificati davanti a Lui. Dal profondo del Mio cuore, desidero di essere completamente acquistato da Dio, di diventare una vergine pura che viene sacrificata sull’altare e oltre a ciò di avere l’obbedienza di un agnello, che appare tra gli uomini come un sacro corpo spirituale. Questa è la Mia promessa, il giuramento che ho espresso davanti a Dio. Intendo mantenerlo e ripagare l’amore di Dio attraverso di esso. Sei disposto a fare questo? Credo che questa Mia promessa rinvigorirà altri dei fratelli e sorelle più giovani e darà speranza ad altri giovani. A Me sembra che Dio dia particolare importanza ai giovani. Forse è un Mio preconcetto, ma ho sempre la sensazione che i giovani abbiano speranze e prospettive future; sembra che Dio compia un’opera supplementare nei giovani. Sebbene manchino di discernimento e di saggezza e sebbene possano essere esuberanti e irruenti come un vitello appena nato, credo che i giovani non siano completamente privi di meriti. In loro si può vedere l’innocenza della giovinezza ed essi accettano facilmente le novità. Sebbene i giovani tendano all’arroganza, alla fierezza e all’impulsività, queste caratteristiche non influiscono sulla loro capacità di ricevere nuova luce, perché essi in genere non rimangono attaccati alle cose vecchie e superate. Ecco perché vedo una promessa senza limiti nei giovani e nella loro vitalità; per questo motivo, nutro un sentimento di tenerezza nei loro confronti. Non provo alcuna avversione per i fratelli e le sorelle più anziani, ma non li trovo nemmeno interessanti, cosa di cui Mi scuso sinceramente. Forse ciò che ho detto è fuori luogo o sconsiderato, ma spero che tutti voi possiate perdonare la Mia avventatezza, perché sono troppo giovane per badare tanto a come parlo. Tuttavia, a dire il vero, i fratelli e le sorelle più vecchi, dopo tutto, hanno una loro funzione da compiere, per cui non sono del tutto inutili. Infatti, sono esperti nel trattare le questioni, lo fanno con fermezza e non commettono tanti errori. Non sono forse questi i loro punti di forza? Vorrei che tutti noi esclamassimo dinanzi a Dio: “O Dio! Fa’ che tutti noi adempiamo i nostri compiti nei nostri ruoli differenti e che tutti facciamo del nostro meglio per assecondare la Tua volontà!” Credo che debba essere questa la volontà di Dio!

Per Mia esperienza, molti di coloro che si oppongono apertamente a questo flusso, vale a dire coloro che avversano direttamente lo Spirito di Dio, sono anziani. Essi hanno concezioni religiose molto radicate e in ogni circostanza mettono a confronto le parole di Dio con visioni ormai superate, cercando di far quadrare cose accettate in passato con le parole di Dio. Non sono assurdi? Persone del genere potrebbero mai compiere l’opera che Dio ha affidato loro? Dio potrebbe mai usare questo genere di persone all’interno della Sua opera? Lo Spirito Santo ha un metodo per ogni singolo giorno della Sua opera; se le persone si aggrappano a cose superate, arriverà il giorno in cui verranno spinte giù dal palcoscenico della storia. In ogni fase della Sua opera, Dio usa sempre persone nuove. Se una persona tenta di dare lezioni agli altri parlando di cose obsolete, non finisce per rovinare la gente? Non rallenta così l’opera di Dio? E in tal caso, quando sarà completata l’opera di Dio? Probabilmente alcune persone hanno qualche nozione in merito a ciò che ho appena detto, forse queste persone non ne sono convinte. Tuttavia, ti dico di non preoccuparti: ben presto, accadranno molte cose come questa che potranno essere chiarite solo dai fatti. Andiamo a far visita a personaggi importanti, pastori illustri o commentatori della Bibbia, e predichiamo a loro questo flusso. All’inizio, è certo che non vi opporranno aperta resistenza, ma tireranno fuori la Bibbia e ti contesteranno. Ti chiederanno di esporre il Libro di Isaia e il Libro di Daniele e ti faranno anche spiegare il Libro dell’Apocalisse e, se non sarai in grado di affrontare la questione, ti respingeranno e ti chiameranno falso Cristo, accusandoti di diffondere un sacco di assurdità. Dopo un’ora muoveranno false accuse contro di te, fino a lasciarti sfiatato. Questa non è aperta resistenza? Ma è solo l’inizio. Non potranno ostacolare la fase successiva dell’opera di Dio e, in breve tempo, lo Spirito Santo li obbligherà ad accettarla. È questa una tendenza inesorabile: si tratta di qualcosa che gli esseri umani non possono fare e qualcosa che le persone non possono nemmeno immaginare. Credo che l’opera di Dio si diffonderà senza ostacoli in tutto l’universo. Questa è la volontà di Dio, e nessuno la può fermare. Possa Dio illuminarci e farci accettare altra nuova luce, senza interrompere la gestione di Dio a tale riguardo. Possa Dio avere pietà di noi affinché tutti possiamo vedere l’arrivo del Suo giorno di gloria. Quando Dio potrà godere della Sua gloria in tutto l’universo, sarà anche il momento in cui noi guadagneremo la gloria al Suo fianco. Pare che quello sarà anche il tempo in cui Io Mi separerò da coloro che camminano con Me. Spero che i Miei fratelli e sorelle possano innalzare le loro voci assieme alla Mia in un’invocazione a Dio: possa la grande opera di Dio essere completata presto, cosicché noi possiamo vedere il Suo giorno di gloria mentre siamo in vita. Spero ancora di compiere la volontà di Dio durante la Mia vita e spero che Dio possa continuare a compiere la Sua opera in noi e che non vi sia mai alcun impedimento. Questa è la Mia eterna aspirazione. Possa Dio essere sempre in mezzo a noi e possa il Suo amore costruire ponti tra noi affinché l’amicizia tra noi divenga più preziosa. Spero che l’amore crei una maggiore comprensione tra noi e che possa portarci a una più intensa intimità, eliminando ogni distanza tra di noi, e che l’amore tra noi possa diventare più profondo, più grande e più dolce. Credo che questa debba essere la volontà del Mio Dio. Spero che i Miei fratelli e le Mie sorelle possano essere sempre più vicini a me e che tutti noi possiamo fare tesoro dei brevi giorni trascorsi insieme, affinché possano essere per noi un bellissimo ricordo.

È probabile che nella Cina continentale si siano svolte più fasi dell’opera di Dio, ma esse non sono affatto complicate. Se ci pensiamo, ci rendiamo conto che c’è un significato in ogni fase della Sua opera: ciascuna di queste fasi è stata completata personalmente da Dio e ognuno di noi ha come recitato un ruolo in questa Sua opera. Ogni “scena” di questa rappresentazione è in realtà comica e nessuno avrebbe mai immaginato che ogni persona avrebbe avuto un ruolo in essa, che la sua interpretazione sarebbe stata realistica in ogni prova, che persone di ogni genere sarebbero state ritratte in modo estremamente vivido ed esauriente dalla penna di Dio, ognuna mettendo in luce gran parte di sé stessa. Con ciò non sto dicendo che Dio gioca con le persone per mezzo della Sua opera: la cosa non avrebbe alcun senso. L’opera di Dio ha un fine ed Egli non farebbe assolutamente niente che fosse privo di significato o valore. Ogni cosa che Egli compie è volta a perfezionare e acquistare il genere umano. Da ciò capisco veramente che il cuore di Dio è votato interamente al bene dell’uomo. Sebbene la si possa definire una recita, si può anche dire che questa recita è un esempio della vita reale; il fatto è che secondo Dio, il regista del lavoro teatrale, le persone devono collaborare con Lui al fine di completare la Sua opera. D’altro canto, è attraverso di essa che Dio acquista le persone e fa sì che esse Lo amino di più. Non è forse questa la Sua volontà? Perciò spero che nessuno nutra dei dubbi. Non sai nulla della volontà di Dio? Ho detto tante cose: spero che tutti i Miei fratelli e sorelle abbiano capito e non abbiano frainteso il Mio cuore. Non ho dubbi che Dio vi acquisterà tutti. Ognuno percorre un cammino diverso. Vi auguro che il cammino sotto i vostri piedi sia aperto da Dio e che voi tutti possiate pregarLo dicendo: “O Dio! Desidero che Tu mi acquisti, così che il mio spirito possa tornare a Te”. Sei pronto a ricercare la guida di Dio nelle profondità del tuo spirito?

Pagina precedente: Il cammino… (3)

Pagina successiva: Il cammino… (5)

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Lavoro e ingresso (3)

Dio ha affidato molto agli uomini, e ha anche affrontato il discorso del loro ingresso in innumerevoli modi. Tuttavia, poiché la levatura...

Capitolo 18

Ogni animale viene rivelato nella sua vera forma da un lampo di luce. Così pure, illuminati dalla Mia luce, gli esseri umani hanno...

Postfazione

Sebbene queste parole non includano tutte le espressioni di Dio, bastano perché le persone raggiungano lo scopo di conoscere Dio e...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro