25 Sette tuoni prorompono dal trono

Sette tuoni scaturiscono dal trono, scuotono l’universo, rovesciano il cielo e la terra e risuonano nei cieli!

1 Il suono lacera l’udito e gli uomini non riescono a sfuggirgli né a trovare rifugio. Scoppiano fulmini e tuoni, in un istante cielo e terra si trasformano e sugli uomini incombe la morte. Poi, in un baleno, tutto il cosmo viene avvolto in un violento nubifragio che precipita dal cielo! Lo scoppio brilla di gelida luce come lampi di fulmini, facendo tremare gli uomini di paura! L’affilata spada a doppio taglio si abbatte sui figli della ribellione. Il tuono risuona, seguito a ruota da gemiti e lamenti. Alcuni vengono scossi dal sonno e, molto allarmati, scandagliano a fondo l’anima tornando precipitosamente dinanzi al trono. Questi uomini pongono fine ai loro irrefrenabili imbrogli e atti oltraggiosi; non è troppo tardi perché si risveglino.

2 Io osservo dal trono. Guardo in fondo al cuore degli uomini. Salvo coloro che Mi desiderano con sincerità e fervore, e ho pietà di loro. Salverò coloro che Mi amano in cuor loro più di qualunque altra cosa, coloro che comprendono la Mia volontà e Mi seguono fino alla fine del cammino, consegnandoli all’eternità. Il giudizio del grande trono bianco viene svelato alle masse, e a tutti i popoli, viene dato l’annuncio che il giudizio è cominciato! È indubbio che tutti coloro le cui parole non sono sincere, coloro che dubitano e non osano essere certi, gli scialacquatori di tempo che comprendono i Miei desideri ma non sono disposti a metterli in pratica, devono tutti incorrere nel giudizio. Dal trono all’universo e fino ai confini della terra echeggiano i sette tuoni. Un folto gruppo di uomini sarà salvato e si sottometterà dinanzi al Mio trono.

3 Seguendo questa luce di vita, gli uomini cercano un modo per sopravvivere e non possono fare a meno di venire a Me, di inginocchiarsi adoranti, e invocare con le loro bocche il nome del vero Dio onnipotente. Lasciate che coloro che sono ai confini della terra vedano che Io sono giusto, sono fedele, sono benevolenza, sono compassione, sono maestà, sono fuoco avvampante e, in ultima istanza, spietato giudizio. Tutti gli uomini sono convinti fino in fondo, e nessuno osi resisterMi, giudicarMi o calunniarMi ancora; altrimenti, si abbatteranno immediatamente su di lui delle maledizioni e sarà vittima della catastrofe. Fatelo sapere a tutti i popoli, annunciatelo a tutto l’universo e fino ai confini della terra, in ogni casa e a tutti gli uomini: Dio Onnipotente è l’unico vero Dio. Tutte le nazioni e tutti i popoli si sottometteranno dinanzi a Me per tutta l’eternità!

Adattato dal capitolo 35 di “Discorsi di Cristo al principio” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 24 Colui che libera i sette tuoni

Pagina successiva: 26 Le sette trombe di Dio suonano di nuovo

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger