L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

La Parola appare nella carne

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Il significato della salvezza dei discendenti di Moab

In questi due o tre anni di lavoro, nell’opera di giudizio compiuta su di voi, è stato sostanzialmente realizzato ciò che doveva essere. La maggioranza delle persone ha messo da parte le sue prospettive e il suo destino futuri. Tuttavia, quando si dice che siete i discendenti di Moab, molti di voi non riescono a sopportarlo: i vostri lineamenti si alterano, storcete la bocca, e sgranate gli occhi. Semplicemente, non potete credere di essere i discendenti di Moab. Egli fu confinato nella terra dopo essere stato maledetto. La discendenza della progenie di Moab è stata trasmessa fino ad oggi, e voi siete tutti suoi discendenti. Non c’è niente che Io possa fare: chi ti ha reso discendente della casa di Moab? Provo compassione per te e vorrei che le cose non stessero così, ma il fatto non può essere cambiato da nessuno. Sei un discendente di Moab, e non posso dire che tu sia discendente di Davide. Indipendentemente da chi tu discenda, sei sempre una creatura. È solo che sei una creatura di posizione infima, di origini modeste. Tutte le creature devono sperimentare l’intera opera di Dio, sono tutte oggetto della Sua conquista, e devono tutte vedere la Sua giusta indole, e sperimentare la Sua saggezza e la Sua onnipotenza. Ora, tu sei un discendente di Moab e devi accettare questo giudizio e castigo; quindi, se non fossi un discendente di Moab, non avresti bisogno ugualmente di accettare questo giudizio e castigo? Dovresti rendertene conto! In verità, l’opera attuale sui discendenti di Moab è più preziosa e significativa. Poiché l’opera è compiuta su di voi, ha un’enorme importanza. Se fosse compiuta sui discendenti di Cam, non sarebbe significativa perché essi non sono di origini così umili e il loro lignaggio non è lo stesso di Moab. I discendenti di Cam, secondo figlio di Noè, sono solo maledetti; non sono nati da fornicazione. Sono semplicemente di umile posizione, poiché Noè li maledisse ed essi sono servi dei servi. Hanno una bassa posizione, ma il loro valore originario non era scarso. Parlando di Moab, si sa che originariamente aveva una posizione umile perché era nato da fornicazione. Sebbene la posizione di Lot fosse molto elevata, Moab nacque da Lot e sua figlia. Sebbene Lot fosse un uomo giusto, Moab fu lo stesso oggetto di maledizione. Moab era di scarso valore e aveva una posizione modesta e, anche se non fu maledetto, ebbe origine da una sconcezza, per cui era diverso da Cam. Egli non riconobbe Jahvè, Gli resistette, si ribellò contro di Lui, per cui precipitò nei luoghi più oscuri. Adesso, compiere l’opera sui discendenti di Moab significa salvare coloro che sono caduti nelle tenebre più profonde. Sebbene siano maledetti, Dio è disposto a guadagnare gloria da loro. Questo perché, inizialmente, erano tutte persone cui mancava Dio nel cuore, e soltanto trasformarli in individui che Gli obbediscono e Lo amano è una vera conquista; tale frutto dell’opera è il più prezioso e convincente. Solo questo significa guadagnare gloria, e questa è la gloria che Dio desidera guadagnare negli ultimi giorni. Sebbene queste persone siano di posizione modesta, ora sono in grado di guadagnare una salvezza così grande, che è veramente l’elevazione di Dio. Quest’opera è molto significativa ed è tramite il giudizio che Egli guadagna tali persone. Non le sta punendo intenzionalmente, ma è venuto per salvarle. Negli ultimi giorni, se Egli stesse ancora compiendo l’opera di conquista in Israele, sarebbe inutile; anche se portasse frutto, non avrebbe alcun valore né alcuna grande importanza, ed Egli non sarebbe in grado di guadagnare tutta la gloria. Egli sta compiendo l’opera su di voi, cioè coloro che sono caduti nei luoghi più oscuri, coloro che sono più arretrati. Tali persone non riconoscono che esiste un Dio e non Lo hanno mai saputo. Queste creature sono state corrotte da Satana fino al punto da dimenticare Dio. Sono state accecate da Satana e non sanno per niente che esiste un Dio in cielo. Nel vostro cuore, tutti voi adorate degli idoli, adorate Satana: non siete forse le persone più modeste, più arretrate? Siete gli esseri carnali più modesti, privi di qualsiasi libertà personale, e soffrite anche di privazioni. Siete pure le persone al più basso livello della società, senza nemmeno la libertà della fede. Ecco l’importanza del lavoro su di voi. Adesso, il lavoro su di voi, discendenti di Moab, non ha lo scopo intenzionale di umiliarvi, ma quello di rivelare l’importanza dell’opera. Per voi, è un grosso innalzamento. Se una persona è dotata di ragionevolezza e discernimento, dirà: “Sono un discendente di Moab. Veramente non sono degno di questo grande innalzamento che ho ricevuto adesso da Dio, o di tali grandi benedizioni. In base a ciò che faccio e dico, in base alla mia condizione e al mio valore, non sono assolutamente degno di tali grandi benedizioni da parte di Dio. Gli Israeliti nutrono un grande amore per Dio, e la grazia di cui godono è loro concessa da Lui, ma la loro condizione è molto più elevata della nostra. Abramo era molto devoto a Jahvè, e Pietro lo era molto a Gesù; la loro devozione sorpassava la nostra di centinaia di volte, e, sulla base delle nostre azioni, siamo assolutamente indegni di godere della grazia di Dio”. Il servizio di queste persone in Cina non può essere affatto presentato di fronte a Dio. È semplicemente un completo pasticcio e il fatto che voi ora godiate di una grazia così grande da parte di Dio dipende solo dal Suo innalzamento! Quando avete cercato l’opera di Dio? Quando avete sacrificato la vostra vita per Lui? Quando avete prontamente rinunciato alla vostra famiglia, ai vostri genitori e ai vostri figli? Nessuno di voi ha pagato un grosso prezzo! Se non fosse stato per lo Spirito Santo che ti ha fatto riuscire, quanti di voi sarebbero stati capaci di sacrificare tutto? Solo perché siete stati forzati e costretti, avete seguito fino a oggi. Dov’è la vostra devozione? Dov’è la vostra obbedienza? Sulla base delle vostre azioni, avreste dovuto essere distrutti tanto tempo fa, avreste dovuto essere spazzati via. Che diritto avete di godere di benedizioni così grandi? Ne siete assolutamente indegni! Chi tra di voi ha forgiato il suo stesso cammino? Chi tra di voi ha trovato da solo la vera via? Siete tutti pigri e ingordi, inutili sventurati che con avidità gozzovigliano nell’agiatezza! Pensate di essere tanto grandi? Che cosa avete da vantarvi? Anche se non vi avessi detto che siete discendenti di Moab, la vostra natura, il vostro luogo di nascita sono forse i più maestosi? Anche se non vi avessi detto che siete suoi discendenti, non siete forse tutti autentici figli di Moab? La verità dei fatti si può cambiare? Mettere ora a nudo la vostra natura va forse contro la verità dei fatti? Guardate come siete servili, voi, le vostre vite e i vostri caratteri. Non sapete che siete i più modesti tra gli ultimi esseri umani? Che cosa avete da vantarvi? Guardate la vostra posizione nella società. Non siete forse al livello più basso? Pensate che Mi sia sbagliato nel parlare? Abramo offrì Isacco in olocausto. Cosa avete offerto voi in olocausto? Giobbe offrì tutto in olocausto. Che cosa avete offerto voi in olocausto? Così tante persone hanno donato la loro vita, hanno chinato il capo, versato il loro sangue al fine di cercare la vera via. Avete pagato quel prezzo? Al confronto, voi non siete affatto qualificati per godere di una grazia così grande, quindi, dire oggi che siete discendenti di Moab vi fa torto? Non ti sopravvalutare. Non hai niente di cui vantarti. Una così grande salvezza, una così grande grazia vi vengono concesse gratuitamente. Non avete sacrificato nulla, ma avete solo goduto della grazia liberamente. Non provate vergogna? Questa vera via è qualcosa che avete scoperto da soli nella vostra ricerca? Non è stato forse lo Spirito Santo che vi ha obbligato ad accettarla? Non avete mai avuto a cuore la ricerca, e particolarmente la ricerca della verità, il desiderio della verità. Siete solo rimasti a guardare e ve la siete goduta, e avete guadagnato questa verità senza nessuno sforzo da parte vostra. Che diritto avete di lamentarvi? Pensi di essere di grandissimo valore? A confronto di coloro che hanno sacrificato la vita e versato il loro sangue, di cosa avete da lamentarvi? Distruggervi immediatamente sarebbe un fatto naturale! A parte obbedire e seguire, non avete altra scelta. Semplicemente, non siete degni! La maggior parte di voi è stata chiamata, ma se l’ambiente non vi avesse costretto o se non foste stati chiamati, sareste stati totalmente riluttanti a venire fuori. Chi è disposto ad abbandonare le cose in questo modo? Chi è disposto a rinunciare ai piaceri della carne? Siete tutte persone che con avidità gozzovigliano nell’agiatezza e cercano una vita di piacere! Avete guadagnato così grandi benedizioni, cos’altro avete da dire? Che lamentele avete? Avete goduto delle più grandi benedizioni e della maggiore grazia in cielo, e ora l’opera è stata rivelata a voi, cosa che non era mai stata compiuta prima sulla terra. Non è questa una benedizione? Poiché avete resistito a Dio e vi siete ribellati contro di Lui, ora avete subito questo grande castigo. A causa di questo castigo avete visto la misericordia e l’amore di Dio, e ancora di più avete visto la Sua giustizia e santità. A causa di questo castigo e della sconcezza dell’umanità, avete visto la grande potenza di Dio e la Sua santità e grandezza. Questa non è forse la più rara delle verità? Non è questa una vita con un senso? L’opera che Dio compie è piena di significato! Pertanto, più bassa è la vostra posizione, più mostra l’innalzamento di Dio, e più prova quanto sia preziosa la Sua opera su di voi oggi. Si tratta semplicemente di un tesoro senza prezzo! Non può essere ottenuto da nessun’altra parte, e in tutte le età nessuno ha goduto di una così grande salvezza. Il fatto che la vostra posizione sia modesta mostra quanto sia grande la salvezza di Dio, e mostra che Dio è fedele all’umanità: Egli salva, non distrugge.

I cinesi non hanno mai creduto in Dio e non hanno mai servito Jahvè, né Gesù. Tutto quello che sanno fare è compiere un atto di ossequio, bruciare incenso, carta profumata e adorare Buddha. Semplicemente, essi adorano degli idoli: sono tutti ribelli fino all’estremo, per cui più bassa è la posizione delle persone, più mostra che Dio guadagna da voi una gloria ancora maggiore. Dal punto di vista di alcuni, si dovrebbe dire: “Dio, qual è l’opera che compi? Tu, un Dio così maestoso, così santo, sei venuto in una terra lurida? Hai così poca stima di Te Stesso? Siamo così luridi, ma Tu sei disposto a stare con noi? Sei disposto a vivere tra di noi? Abbiamo una posizione così infima, ma Tu sei disposto a renderci completi? E ci useresti come modelli e campioni?”. Io dico: Non capisci la Mia volontà! Non comprendi l’opera che desidero compiere e non comprendi la Mia indole. Non puoi afferrare la portata dell’opera che sto per compiere. La Mia opera potrebbe forse conformarsi alle nozioni umane? Secondo le nozioni umane, avrei dovuto nascere in una bella nazione per mostrare di essere di condizione sociale elevata, di grande valore, e per mostrare la Mia onorabilità, santità e grandezza. Se fossi nato in un luogo in cui sarei stato riconosciuto, in una famiglia di rango elevato, e se fossi di posizione e condizione sociale elevati, sarei trattato molto bene. Ciò non avrebbe alcun beneficio per la Mia opera, per cui sarebbe ancora possibile rivelare una così grande salvezza? Tutti coloro che Mi vedono Mi obbedirebbero, e non sarebbero contaminati con lordure. Avrei dovuto nascere in un posto simile. Questo è ciò che credete, ma pensateci: Dio è venuto sulla terra per piacere, o per lavoro? Se operassi in un posto così agiato, confortevole, potrei guadagnare la Mia gloria completa? Sarei in grado di conquistare tutta la Mia creazione? Quando Dio venne in terra, non era di questo mondo. Egli non divenne carne per poter godere del mondo. Il luogo in cui l’opera avrebbe rivelato al meglio la Sua indole, e che sarebbe stato il più significativo, è quello in cui nacque. Sia essa una terra santa o sudicia e, indipendentemente da dove opera, Egli è santo. Ogni cosa al mondo è stata creata da Lui; ma ogni cosa è stata corrotta da Satana. Tuttavia, tutte le cose appartengono ancora a Lui; sono tutte nelle Sue mani. La Sua venuta a operare in una terra sudicia serve a rivelare la Sua santità; Egli lo fa per amore della Sua opera, cioè, sopporta la grande umiliazione di operare in questo modo al fine di salvare le persone di questa terra sudicia. È per amore della testimonianza e per tutta l’umanità. Questo tipo di opera consente alle persone di vedere la giustizia di Dio, ed è più adatto a rivelare la Sua supremazia. La Sua grandezza e la Sua rettitudine vengono mostrate attraverso la salvezza di un gruppo di persone abiette, delle quali nessuno ha una grande stima. Il fatto che sia nato in una terra sudicia non prova per niente che Egli sia abietto; consente solo a tutte le creature di vedere la Sua grandezza e il Suo vero amore per il genere umano. Più agisce in questo modo, più rivela il Suo amore puro per l’uomo, il Suo amore perfetto. Dio è santo e giusto. Anche se è nato in una terra sudicia, e anche se vive con coloro che sono pieni di lordure, proprio come Gesù, nell’Età della Grazia, viveva con i peccatori, l’intera Sua opera non è forse per amore della sopravvivenza di tutti gli esseri umani? Non è tutta compiuta in modo che l’umanità possa ottenere una grande salvezza? Duemila anni fa, Egli visse, per un certo numero di anni, con i peccatori. Questo avvenne a motivo della redenzione. Oggi, Egli sta vivendo con un gruppo di persone sozze, abiette. Questo avviene a motivo della salvezza. Tutta la Sua opera non è compiuta per amore vostro, esseri umani? Se non fosse stato per salvare l’umanità, perché, dopo essere nato in una mangiatoia, per così tanti anni Egli avrebbe vissuto e sofferto con i peccatori? E se non fosse per salvare l’umanità, perché Egli tornerebbe nella carne una seconda volta, nato in una terra in cui si riuniscono i demoni, e vivrebbe con persone profondamente corrotte da Satana? Dio non è forse fedele? Quale parte della Sua opera non è stata per l’umanità? Quale parte non è stata per il vostro destino? Dio è santo! Questo è immutabile. Non è contaminato da lordura, sebbene sia venuto in una terra sozza; tutto ciò significa solo che l’amore di Dio per l’umanità è così disinteressato, la sofferenza e l’umiliazione che Egli sopporta sono così grandi! Per tutti voi, e per il vostro destino, Egli soffre tale grande umiliazione. Non lo sapete? Egli non salva persone di alto rango o i figli di famiglie ricche e potenti, ma salva appositamente coloro che sono abietti e disprezzati dagli altri. Tutto ciò non mostra forse la Sua santità? La Sua giustizia? Per amore della sopravvivenza di tutto il genere umano, Egli è disposto a nascere in una terra sozza e soffrirne tutta l’umiliazione. Dio è molto concreto, non compie opere fasulle. Ogni fase della Sua opera non è stata forse compiuta in modo così pratico? Sebbene tutte le persone Lo denigrino, dicendo che siede a tavola con i peccatori, anche se tutte le persone si burlano di Lui, affermando che vive con i figli della sozzura, con le persone più abiette, Egli Si impegna lo stesso in maniera altruistica, e tuttavia viene rifiutato in questo modo tra gli esseri umani. La sofferenza che Egli sopporta non è forse più grande della vostra? La Sua opera non ha forse più valore del prezzo che avete pagato? Siete nati in una terra lurida, tuttavia avete guadagnato la santità di Dio. Siete nati in una terra dove si riuniscono i demoni, tuttavia avete ricevuto una grande protezione. Quale altra scelta avete? Quali lamentele? La sofferenza che Lui ha sopportato non è forse più grande di quella che avete sopportato voi? Egli è venuto sulla terra e non ha mai goduto dei piaceri del mondo umano. Egli detesta quelle cose. Dio non è venuto sulla terra per godere di benefici materiali da parte dell’uomo, e non è venuto nemmeno per godere delle cose belle del genere umano, per mangiare, vestirsi e indossare (abiti). Egli non presta attenzione a queste cose; è venuto sulla terra al fine di soffrire per l’uomo, non per godere delle buone cose terrestri. È venuto per soffrire, per lavorare e per completare il Suo piano di gestione. Non ha scelto un bel posto, non ha scelto di vivere in un’ambasciata o in un hotel da sogno, e non ha nemmeno uno stuolo di servi che lavorano per Lui. Da ciò che avete visto, non sapete se sia venuto per operare o per gioire? I vostri occhi funzionano? Quanto vi ha dato? Se fosse nato in un luogo confortevole, riuscirebbe a guadagnare gloria? A compiere l’opera? Avrebbe qualche rilevanza? Riuscirebbe a conquistare completamente il genere umano? Riuscirebbe a riscattare le persone dalla terra della lordura? In base alle nozioni umane, “Dio, poiché sei santo, perché sei nato in un posto così lurido? Tu odi e detesti noi esseri umani sozzi; detesti la nostra resistenza e la nostra ribellione, e quindi perché vivi con noi? Sei un Dio tanto grande, avresti potuto nascere in qualsiasi posto, ma dovevi nascere in questa terra lurida? Ci castighi e ci giudichi ogni giorno, e chiaramente sai che siamo discendenti di Moab, quindi perché vivi ancora in mezzo a noi? Perché sei nato in una famiglia di discendenti di Moab? Perché l’hai fatto?”. Questo vostro modo di comprendere è così carente dal punto di vista razionale! È solo questo tipo di opera che consente alle persone di vedere la Sua grandezza, la Sua umiltà e la Sua segretezza. Egli è disposto a sacrificare ogni cosa a motivo della Sua opera, e ha sopportato tutte le sofferenze per essa. Lo fa per amore del genere umano, e ancora di più per conquistare Satana, in modo che tutte le creature possano essere sottomesse al dominio di Dio. Solo questa è un’opera significativa, preziosa. Se i discendenti di Giacobbe fossero nati in Cina, in questo pezzo di terra, e voi tutti ne faceste parte, quale sarebbe il significato dell’opera compiuta in voi? Che cosa direbbe Satana? Direbbe: “Erano abituati a temerTi, ma nessuno l’ha tramandato per lungo tempo. Tuttavia, i loro antenati Ti temevano; Ti obbedivano dal principio e non c’è stato verso che Ti tradissero. È solo che dopo un certo periodo di tempo nessuno l’ha più tramandato. Non sono gli esseri umani più cupi, più abietti, o più arretrati. Ti hanno riconosciuto fin dal principio. Fare le cose in questo modo non ha nessun significato! Se viene davvero fatto in questo modo, chi sarà convinto da quest’opera?”. Nell’ambito dell’intero universo, i cinesi sono i più arretrati di tutti. Nascono abietti, con un basso grado di integrità, sono ottusi e insensibili, volgari e decadenti. Sono inzuppati di indole satanica, sozzi e dissoluti. Voi possedete tutte queste cose. Quanto a questa indole corrotta, dopo che quest’opera sarà stata completata, le persone se ne sbarazzeranno e saranno in grado di obbedire totalmente e di essere rese complete. Nell’ambito della creazione, solo il frutto di questo tipo di opera viene chiamato testimonianza! Capite cosa viene chiamato testimonianza? In realtà, come si dovrebbe rendere testimonianza? Questo tipo di opera vi ha fatto diventare complementi e anche oggetti di servizio, e, ancora di più, siete diventati oggetti della salvezza. Oggi siete il popolo di Dio e in seguito sarete modelli e campioni. In quest’opera, assumete vari tipi di ruoli, e alla fine sarete gli oggetti di salvezza. Molte persone sono negative a causa di questo, non sono forse totalmente cieche? Non riesci a vedere niente chiaramente! Questa qualifica ti sconvolge soltanto? Capisci a cosa si riferisce la giusta indole di Dio? Comprendi che cosa sia la salvezza? Capisci che cos’è l’amore di Dio? Non hai nessuna integrità! Quando vedi una bella qualifica, sei felice. Quando non la vedi, non sei più disposto e ti ritiri. Cosa sei? Non stai perseguendo la vera via! Faresti meglio a smettere di cercare proprio adesso. È vergognoso! Una cosa tanto banale ti sconvolge. Non è forse segno di vergogna?

Faresti meglio ad avere un minimo di autoconoscenza. Non ti mettere troppo in alto, e non sognare di andare in cielo. Cerca solo, in modo disciplinato, di essere conquistato sulla terra! Non abbandonarti a quei sogni irrealizzabili, che non esistono. Se qualcuno pronuncia parole del tipo: “Sebbene sia un discendente di Moab, sono pronto a combattere per Dio, e in futuro volterò le spalle al mio vecchio antenato! Egli mi diede i natali e anche mi calpestò, e fino a oggi sono semplicemente vissuto nelle tenebre. Oggi, Dio mi ha liberato e finalmente ho visto il sole celeste. Attraverso la rivelazione di Dio, finalmente ho capito di essere un discendente di Moab. Prima ero all’oscuro, e non sapevo che Dio avesse compiuto una così grande opera; tutto perché sono stato accecato da quel vecchio Satana. Gli volterò le spalle e lo umilierò completamente”. Sono parole di una persona con ideali, con spina dorsale. Voi avete una spina dorsale? Nonostante il fatto che voi tutti abbiate la sembianza di esseri umani, cadete a pezzi prima di qualsiasi altro, e siete molto sensibili a questo riguardo. Non appena si dice che siete discendenti di Moab, la vostra bocca si storce in un broncio. Non è questa l’indole di un maiale? È inutile! Siete disposti a sacrificare la vostra vita per amore della vostra fama e della vostra fortuna! Non sei disposto a essere un discendente di Moab, ma non è forse ciò che sei? Oggi, ti dico che lo sei, e devi riconoscerlo. Non vado contro i fatti. Per questo motivo alcune persone sono negative, ma tu per che cosa sei negativo? Non sei forse anche tu figlio del gran dragone rosso? È un’ingiustizia affermare che sei discendente di Moab? Dai uno sguardo a quello che stai realizzando, interiormente ed esteriormente. Dalla testa ai piedi, non c’è niente di cui vantarti. Dissolutezza, sconcezza, cecità, resistenza, ribellione: queste cose non fanno tutte parte della tua indole? Vivi sempre in una terra di dissolutezza e non lasci nessun male incompiuto. Ritieni di essere incredibilmente santo, ma vai avanti e pensa alle cose che hai fatto. Ti autocompiaci in modo incredibile: di cosa puoi vantarti? Sei come le bestie. Non hai nessuna umanità! Fraternizzate con gli animali, vivete nell’ambito di idee malvagie, dissolute. Quanto siete carenti? Ammettete di essere figli del gran dragone rosso, e siete pronti a prestare servizio, ma in seguito, quando si dice che sei discendente di Moab, diventi negativo. Non è forse la verità? Proprio come sei nato da tuo padre e tua madre, indipendentemente da quanto siano terribili, tuttavia sei loro figlio. Anche se trovi una matrigna e lasci quella casa, non sei forse ancora figlio dei tuoi genitori originali? Si può cambiare questo fatto? Ti ho solo etichettato a caso? Alcuni dicono: “Potresti semplicemente darmi un altro nome?”. Rispondo: “Che ne pensi se ti attribuisco l’appellativo di complemento?”. Ma non vogliono nemmeno essere un complemento. E allora cosa vuoi essere? Complementi, servitori: non è forse ciò che siete? Che altro sceglieresti? Non sei forse uno che è nato nel paese del gran dragone rosso? Non importa quanto ti sforzi a sostenere che sei figlio di Davide, ciò non concorda con i fatti. Si tratta forse di qualcosa che hai scelto da te stesso? Per riferirti a te stesso, puoi semplicemente utilizzare un nome a caso che suona bene? Non sono forse i figli del gran dragone rosso quelli di cui si parlava in passato, voi, gruppo di gentaglia corrotta? I servitori citati: non siete lo stesso voi, gentaglia corrotta? I campioni, modelli conquistati di cui si è parlato: non siete lo stesso voi queste persone? Il cammino per essere perfezionati: non viene indicato per voi? Siete voi coloro che sono castigati e giudicati; e coloro che in seguito sono perfezionati non saranno forse alcuni tra di voi? L’appellativo ha importanza? Siete così insensati da non riuscire a comprendere nemmeno una cosa talmente banale? Non sai chi è discendente da chi, ma su questo punto Io sono chiaro. Ve lo sto dicendo. Se riesci a riconoscerlo oggi, va bene. Non essere sempre così degradato. Più sei negativo e ti ritiri, più dimostri di essere progenie di Satana. Ci sono alcuni che, quando fai loro ascoltare un canto, affermano: “I discendenti di Moab usano i registratori a cassette? Non lo ascolterò, non sono qualificato!” Se vuoi che cantino, sbraitano: “Se i discendenti di Moab cantano, Dio è disposto ad ascoltarli? Dio mi detesta. Sono troppo vergognoso per andare di fronte a Dio e non posso renderGli testimonianza. Semplicemente, non canterò, per evitare che Dio Si irriti quando ascolta”. Non è questo un modo negativo di affrontare la questione? Come una delle creature, sei nato in una terra di dissolutezza e sei figlio del gran dragone rosso, un discendente di Moab; dovresti voltare le spalle al tuo vecchio antenato e voltare le spalle al vecchio Satana. Qualcuno che veramente brama Dio si comporta solo in questo modo.

In principio, quando vi ho attribuito la posizione di popolo di Dio saltavate come cavallette, saltavate per la gioia più di qualsiasi altro. Ma che successe appena vi dissi che siete discendenti di Moab? Siete tutti andati in pezzi! Quale diresti che sia la vostra levatura? Il vostro concetto di posizione è troppo rigido! La maggior parte di voi non riesce a risollevarsi. Alcuni si dedicano a fare affari, e altri vanno a lavorare. Non appena vi dico che siete discendenti di Moab, voi tutti volete scappare. Sarebbe questo il rendere testimonianza a Dio di cui andate blaterando tutto il tempo? Satana verrà convinto in questo modo? Non si tratta forse di un segno di vergogna? Quale uso posso fare di voi? Siete tutti spazzatura! Che tipo di sofferenza avete sopportato, e tuttavia vi sentite trattati così ingiustamente? Pensate che quando Dio vi avrà torturati fino a un certo punto, sarà felice, come se Dio fosse venuto a condannarvi intenzionalmente, e, dopo avervi condannato e distrutto, la Sua opera sarà compiuta. È questo che ho detto? Non è forse a causa della vostra cecità? Siete voi stessi che non lottate per fare il bene o sono Io che vi sto condannando intenzionalmente? Non l’ho mai fatto, è qualcosa che avete escogitato voi stessi. Non ho lavorato per niente in questo modo, e non ne ho nemmeno l’intenzione. Se volessi veramente distruggervi, avrei bisogno di soffrire così tanto? Se volessi veramente distruggervi, avrei bisogno di parlare con voi così seriamente? La Mia volontà è questa: quando vi avrò salvato verrà il momento in cui potrò avere riposo. Più abietta è una persona, più è oggetto della Mia salvezza. Più siete in grado di entrare in modo intraprendente, più felice sarò. Più andate in pezzi, più ne sono sconvolto. Voi volete sempre avvicinarvi con baldanza al trono, ma vi dico che questo non è il cammino della vostra salvezza dalla lordura. La fantasia di sedervi sul trono non può perfezionarvi; non è realistica. Dico che sei discendente di Moab, e tu sei infelice. Affermi: “Mi vuoi gettare nell’abisso. Non Ti renderò testimonianza e non soffrirò per Te”. Facendo così, non ti opponi forse a Me? È benefico per te? Ti ho elargito così tanta grazia, l’hai scordato? Il cuore di Dio è proprio come quello di una madre amorevole, ma a causa tua è diventato come acqua fredda che si trasforma in ghiaccio. Satana ti lascerà andare? Se non Mi rendi testimonianza, non ti spingerò, ma dovresti sapere che alla fine sarai un obiettivo da distruggere. Se non posso ottenere testimonianza da te, la otterrò da altri. Non Mi importa, ma alla fine lo rimpiangerai e, in quel momento, sarai già caduto nelle tenebre da lungo tempo. E allora chi potrà salvarti? Non pensare che l’opera non possa essere compiuta senza di te. Con te non sarebbero mai troppi, e senza di te non sarebbero troppo pochi. Non ritenerti troppo degno di onore. Se non sei disposto a seguirMi, ciò dimostra solo che sei ribelle e che in te non c’è niente di desiderabile. Se sei un abile conversatore, non è solo perché ti sei attrezzato con le parole che ho portato tramite la Mia opera? Cosa hai da vantarti? Non illuderti troppo! Se non posso guadagnare gloria da voi, discendenti di Moab, sceglierò un secondo gruppo, e un terzo di discendenti di Moab su cui operare fino a quando non guadagno gloria. Se non sei disposto a renderMi testimonianza, allora vattene! Non ti obbligherò! Non pensare che non sia in grado di muovere un passo senza di voi. Trovare oggetti adatti alla Mia opera nella terra della Cina è facile. In questa terra non si può trovare nient’altro: le persone sozze, corrotte sono sicuramente dappertutto e la Mia opera può essere compiuta ovunque. Non esserne così fiero! Indipendentemente da quanto tu sia fiero, non sei forse un figlio nato da fornicazione? Dai uno sguardo al tuo valore, che altra scelta hai? Soltanto il fatto che ti consento di vivere è un’enorme innalzamento, quindi cosa ti fa essere arrogante? Se non fosse per la Mia opera alla fine dell’Età, non saresti già piombato tanto tempo fa in disastri naturali e in calamità provocate dall’uomo? Puoi ancora vivere così confortevolmente? Discuti sempre di nuovo su questo soggetto. Da quando iniziai a parlare dei discendenti di Moab, hai tenuto il broncio tutto il tempo. Non stai studiando, non stai leggendo, e non riesci a reggere lo sguardo di nessuno. Quando vedi altre persone studiare, le interrompi e dici loro parole scoraggianti. Hai una bella faccia tosta! Dici: “Che cosa studiano i discendenti di Moab? Non studierò per Lui”. Non è forse qualcosa che direbbe una bestia? Ti consideri ancora un essere umano? Ti ho detto così tante cose, ma non è valso a niente. Ho forse compiuto tutto questo lavoro invano? Ho forse pronunciato tutte queste parole invano? Se tu fossi un cane, scuoteresti ancora la coda; questo tipo di persona non è buona nemmeno quanto un cane! A volte sei imbronciato, a volte guardi di traverso; tutto il lavoro fatto su di te non è servito a niente? Non appena parlo dei discendenti di Moab, alcuni si svalutano deliberatamente. Si vestono in modo diverso da prima e sono così trascurati che non sembrano esseri umani, e borbottano: “Sono un discendente di Moab, non sono buono. Ad ogni modo, non c’è nulla di buono in me e non desidero guadagnare nessuna benedizione. In ogni caso, le cose stanno così. I discendenti di Moab possono essere perfezionati?”. Non appena parlo dei discendenti di Moab, la maggior parte delle persone non ha più speranza, e dice: “Dio afferma che siamo discendenti di Moab, che cosa significa? Considerando il tono della Sua voce, non c’è spazio per la redenzione! Nelle Sue parole non c’è amore. Non siamo forse obiettivi da distruggere?”. Hai scordato quello che ho detto prima? Oggi, il termine “discendenti di Moab” è la sola cosa che ti sei ricordato? In effetti, un sacco di parole hanno l’obiettivo di ottenere qualcosa, ma rivelano anche la verità dei fatti. La maggior parte delle persone non ci crede. Non sei disposto a soffrire in questo modo per Me. Sei spaventato dalla morte e vuoi sempre scappare. Se vuoi andare, non ti obbligherò a rimanere, ma ti devo chiarire una cosa: non vivere una vita intera invano, e non dimenticarti delle cose che ti ho detto in passato. Come creatura, dovresti svolgere il compito di una creatura. Non compiere azioni contro la tua coscienza; ciò che devi fare è dedicarti al Signore della creazione. Anche i discendenti di Moab sono semplicemente parte della creazione; soltanto, essi sono stati maledetti. Indipendentemente da tutto, sei ancora una creatura. Se dici: “Anche se sono un discendente di Moab, prima ho goduto di così tanta grazia di Dio, quindi devo avere una coscienza. Lo riconoscerò semplicemente, ma non mi ci soffermo. Anche se soffro in questo corso, soffrirò fino alla fine. Se sono un discendente di Moab, così sia! Seguirò lo stesso fino alla fine”. Se dici questo, non sei lontano. Devi seguire fino alla fine. Se scappi via, non hai veramente nessuna prospettiva futura, sei finito nella strada della distruzione.

È bene che comprendiate la vostra origine, e capire la verità dei fatti è benefico per l’opera. Altrimenti, non si otterrà il risultato voluto. Questa è una parte dell’opera di conquista, ed è una fase necessaria dell’opera. È un dato di fatto. Compiere quest’opera significa risvegliare gli spiriti delle persone, risvegliare le emozioni delle loro coscienze e consentire loro di guadagnare questa grande salvezza. Se hanno coscienza, quando vedono che sono in una posizione modesta, dovrebbero particolarmente ringraziare Dio. Si tengono stretti alle Sue parole, stretti alla grazia che Lui ha loro concesso, e tuttavia piangono amaramente e dicono: “La nostra posizione è così infima e non abbiamo guadagnato nulla nel mondo. Nessuno alza lo sguardo su di noi, persone abiette. Siamo perseguitati nel nostro ambiente casalingo, i nostri mariti ci rifiutano, le nostre mogli ci ingiuriano, i nostri figli ci disprezzano e, quando siamo vecchi, anche le nostre nuore ci maltrattano. Abbiamo veramente sofferto non poco, ed è così bello che ora godiamo del grande amore di Dio! Se non fosse per la salvezza di Dio verso di noi, come potremmo non farci ingannare dalla sofferenza umana? Non saremmo ancora impantanati in questo peccato? Non è forse Dio che ci solleva? Sono una delle persone più abiette e Dio mi ha sollevato così in alto. Anche se sono distrutto, devo ancora ricambiare il Suo amore. Dio può avere grande considerazione di noi e parlarci faccia a faccia, a persone così abiette e, anche se mi castiga, che posso dire? Il Suo castigo non è forse anche il Suo innalzamento? Anche se sono castigato, posso ancora vedere la sua grande potenza. Non posso essere privo di coscienza, devo ricambiare il Suo amore. Non posso essere così ribelle contro di Lui. Egli parla con me faccia a faccia e mi istruisce prendendomi per mano. Mi imbocca, vive con me, e soffre con me”. La posizione e il rango di Dio non sono gli stessi delle persone, ma la Sua sofferenza è la stessa, ed Egli mangia e indossa le stesse cose. Tutte le persone Lo rispettano, questa è la sola differenza. Tutte le altre cose di cui ha goduto, non sono le stesse? Quindi, che diritto avete di trovare così tanto da ridire al riguardo? Dio ha sopportato una sofferenza così grande e compiuto un’opera così grande, e voi, più abietti di formiche, di cimici, oggi avete guadagnato una così grande elevazione. Se non puoi contraccambiare l’amore di Dio, dov’è la tua coscienza? Alcune persone parlano con il cuore e dicono: “Ogni volta che penso di lasciare Dio, i miei occhi si riempiono di lacrime e mi sento accusato dalla mia coscienza. Sono in debito con Dio, non posso farlo. Non posso essere così nei Suoi confronti. Se dovessi morire per dare gloria alla Sua opera, ne sarei ben felice. Altrimenti, anche se vivo, non trovo pace”. Ascolta queste parole: è il compito che una creatura dovrebbe svolgere. Se una persona ha sempre in sé questa visione, si sentirà interiormente serena e a suo agio; sarà sicura di queste cose. Tu dirai: “Dio non mi sta facendo del male, non mi sta deliberatamente prendendo in giro o umiliando. Anche se a volte parla duramente e colpisce al cuore, lo fa per amor mio. Anche se parla così duramente, mi sta ugualmente salvando, ed è anche attento alla mia debolezza. Non mi sta punendo con i fatti. Credo che Dio sia la salvezza”. Se hai veramente questa visione, non arriverai al punto di scappare. Nella tua coscienza, puoi sentire di aver sbagliato, puoi sentire una condanna, e che tu non dovresti trattare Dio in questo modo. Ripensa a tutta la grazia che hai ottenuto, a tutte le parole che hai ascoltato: potresti forse ascoltarle invano? Indipendentemente da chi scappa via, tu non puoi farlo. Gli altri non credono, ma tu devi. Gli altri abbandonano Dio, ma tu devi sostenerLo e renderGli testimonianza. Altri denigrano Dio, ma tu non puoi. Indipendentemente da quanto Dio sia stato scortese nei tuoi confronti, tu devi lo stesso trattarLo in modo giusto. Dovresti contraccambiare il Suo amore e devi avere una coscienza, perché Dio è innocente. La Sua venuta in terra dal cielo per operare tra gli esseri umani è già stata una grande umiliazione. Egli è santo senza la benché minima macchia. Venire in una terra di lordura… quanta umiliazione ha sopportato? Il lavoro su di voi è per l’amore verso di voi. Se, nella tua relazione con Lui, sei privo di coscienza, sarebbe meglio che morissi presto!

Proprio in questo momento, alla maggior parte delle persone manca questo aspetto della visione ed esse non riescono assolutamente a scandagliare quest’opera e non sanno cosa Dio voglia veramente completare tramite essa. Specialmente coloro che sono disorientati, è come se fossero entrati in un labirinto e sono storditi dopo qualche giro. Se tu spiegassi loro dettagliatamente lo scopo del piano di gestione di Dio, tutto questo non succederebbe. Molte persone non riescono a scandagliarlo, e credono che l’opera di Dio consista nel torturare le persone. Non comprendono la saggezza e la meravigliosa della Sua opera, e non capiscono che essa consiste nel rivelare la Sua grande potenza, e ancora di più nel salvare l’umanità. Non considerano tutto questo, ma solo se hanno delle prospettive, e se riusciranno a entrare in cielo. Dicono: “L’opera di Dio è sempre così tortuosa; se Tu ci facessi vedere direttamente la Tua saggezza, sarebbe una bella cosa. Non dovresti torturarci in questo modo. Siamo troppo carenti in levatura e non comprendiamo la Tua volontà. Sarebbe magnifico se tu semplicemente parlassi e agissi direttamente. Vuoi che tiriamo a indovinare, ma non ne siamo in grado. Sarebbe bene che Ti sbrigassi e ci permettessi di vedere la Tua gloria. Che bisogno c’è di fare le cose in modo così tortuoso?”. Ciò che vi manca di più ora è la coscienza. Fate più attenzione a questo e spalancate gli occhi per vedere chi veramente sta compiendo l’opera un passo dopo l’altro. Non saltate alle conclusioni. Ora hai compreso al massimo la superficie della via della vita che dovresti sperimentare. C’è ancora una gran parte di verità che devi sperimentare, e quando arriva il momento in cui la comprendi del tutto, non parlerai più così, e non ti lamenterai più. E non la definirai più alla leggera. Dirai: “Dio è così saggio, così santo. Egli è così potente!”.

Pagina precedente:Accrescere la levatura serve a ricevere la salvezza divina

Pagina successiva:Le esperienze di Pietro: la sua conoscenza del castigo e del giudizio

Potrebbero interessarti anche