La Parola appare nella carne

Contenuti

L’opera dello Spirito Santo e il lavoro di Satana

Come si possono comprendere gli elementi specifici dell’ambito spirituale? In che modo lo Spirito Santo opera nell’uomo? In che modo Satana lavora nell’uomo? Come lo fanno gli spiriti malvagi? E quali sono le manifestazioni di tutto ciò? Quando ti succede qualcosa, la domanda da porsi è se proviene dallo Spirito Santo, e se tu debba accettarlo o rifiutarlo. Il modo di fare concreto delle persone dà origine a tante cose che derivano dalla volontà umana ma che si crede sempre provengano dallo Spirito Santo. Alcune sono causate dagli spiriti malvagi, ma anche in questo caso si ritiene siano opera dello Spirito Santo, mentre a volte lo Spirito Santo guida interiormente le persone, ma esse temono che tale guida sia il lavoro di Satana, e non osano seguirla, mentre in realtà si tratta della rivelazione dello Spirito Santo. Quindi, senza differenziazione non vi è alcun modo di sperimentare quando queste esperienze concrete ti stanno realmente accadendo, e senza differenziazione non c’è modo di guadagnare la vita. Come opera lo Spirito Santo? In che modo lavorano gli spiriti malvagi? Che cosa è originato dalla volontà dell’uomo? E cosa dalla guida e dall’illuminazione dello Spirito Santo? Se comprendi i principi dell’opera dello Spirito Santo nell’uomo, saprai accrescere la tua conoscenza e cogliere la differenza nella tua vita quotidiana e nel momento della tua esperienza concreta; arriverai a conoscere Dio, saprai comprendere Satana, non sarai confuso nella tua obbedienza o nella tua ricerca, i tuoi pensieri saranno chiari, e obbedirai all’opera dello Spirito Santo.

L’opera dello Spirito Santo è una forma di guida proattiva e di illuminazione positiva. Essa non consente a nessuno di rimanere passivo. Porta conforto, dona fede e determinazione e rende capaci di cercare di essere resi perfetti da Dio. Quando lo Spirito Santo è all’opera, si è in grado di agire attivamente; non si rimane passivi o sotto coercizione, ma si diventa proattivi. Quando lo Spirito Santo è all’opera, si diventa felici e volonterosi, desiderosi di obbedire, lieti di sottomettersi e, anche se si è sofferenti e fragili interiormente, si decide di collaborare, si soffre con gioia, si è capaci di obbedire, non ci si lascia contaminare dalla volontà umana, dal pensiero dell’uomo, e sicuramente nemmeno da desideri e motivazioni umani. Quando si sperimenta l’opera dello Spirito Santo, si diventa particolarmente santi dentro. Coloro che sono posseduti dall’opera dello Spirito Santo realizzano l’amore di Dio, dei fratelli e delle sorelle, si dilettano nelle cose che rallegrano Dio e detestano le cose che Egli detesta. Chi è toccato dall’opera dello Spirito Santo ha un’umanità normale, si è impadronito di tale umanità e ricerca costantemente la verità. Quando lo Spirito Santo opera nell’intimo delle persone, le loro condizioni migliorano continuamente, la loro umanità diventa sempre più normale, e sebbene alcune delle loro cooperazioni possano sembrare folli, le motivazioni sono corrette, la loro entrata nella vita è positiva, esse non tentano di fermarsi e interiormente non hanno nessuna malevolenza. L’opera dello Spirito Santo è normale e reale, Egli opera nell’uomo in base ai principi della sua vita normale e illumina e guida le persone in base alla loro ricerca effettiva. Quando lo Spirito Santo opera nelle persone, le guida e le illumina a seconda dei loro bisogni, provvede loro in base alle loro necessità, e le guida e le illumina positivamente in base alle loro carenze e alle loro lacune; quando lo Spirito Santo opera, lo fa in accordo con i principi della vita normale dell’uomo, e solo nella vita reale si può vedere la Sua opera. Se, nella loro vita quotidiana, le persone si trovano in uno stato positivo e godono di una vita spirituale normale, sono possedute dall’opera dello Spirito Santo. In tale stato, quando mangiano e bevono le parole di Dio hanno fede; quando pregano, quando sono ispirate, quando succede loro qualcosa non restano passive, e in ciò che accade sanno vedere le lezioni che Dio vuole far loro imparare, e non sono passive, o deboli, e sebbene debbano far fronte a difficoltà concrete, desiderano obbedire a tutte le disposizioni di Dio.

Quali effetti produce l’opera dello Spirito Santo? Puoi essere pazzo, e senza nessuna differenziazione interiore, ma lo Spirito Santo opererà affinché in te ci sia fede, perché tu senta continuamente che non potrai mai amare Dio abbastanza, perché tu sia desideroso di collaborare, indipendentemente da quanto grandi siano le difficoltà da affrontare. Ti succederanno delle cose e non sarà chiaro se sono opera di Dio o di Satana, ma tu saprai aspettare e non sarai né passivo né pigro. Ecco l’opera normale dello Spirito Santo. Anche quando Egli opera nel loro intimo, le persone sperimentano difficoltà concrete, a volte piangono e a volte affrontano situazioni che non sono in grado di superare, ma ciò è solo una fase dell’opera comune dello Spirito Santo. Sebbene non abbiano superato queste situazioni, e sebbene, in quel momento, siano deboli e si lamentino, in seguito sono ancora capaci di amare Dio con fede salda. La passività non può impedire loro di avere esperienze normali e, a prescindere da ciò che dicono gli altri, e da come le attacchino, esse sanno ancora amare Dio. Nella preghiera, percepiscono il grande debito che hanno nei confronti di Dio, e quando devono di nuovo affrontare tali situazioni decidono di soddisfare Dio e rinunciare alla carne. Questa forza dimostra che lo Spirito Santo sta agendo in loro, e Ne rappresenta lo stato normale.

Quale lavoro è frutto di Satana? Nel lavoro frutto di Satana, le visioni sono vaghe ed astratte, e le persone non vivono un’umanità normale; le motivazioni dietro alle loro azioni sono sbagliate, e sebbene desiderino amare Dio, dentro sono piene di accuse, e queste accuse e pensieri interferiscono continuamente dentro di loro, ostacolando la crescita della loro vita e impedendo loro di godere di condizioni normali di fronte a Dio. In altri termini, quando Satana lavora nelle persone, i loro cuori non possono essere in pace di fronte a Dio, esse non sanno cosa fare di se stesse, la vista di un’assemblea fa venir loro voglia di scappare, e non riescono a chiudere gli occhi mentre gli altri pregano. Il lavoro degli spiriti malvagi distrugge la relazione normale tra uomo e Dio, e sconvolge le visioni precedenti delle persone e il percorso intrapreso nelle loro vite. Nel loro intimo non possono mai avvicinarsi a Dio, succedono sempre delle cose che causano loro degli sconvolgimenti e le incatenano, i loro cuori non riescono a trovare pace, rimangono senza energia per l’amore di Dio, e le loro anime sprofondano verso il basso. Ecco le manifestazioni del lavoro di Satana. Il suo lavoro si manifesta nel modo seguente: diventi incapace di mantenere le tue posizioni e di persistere nella testimonianza, e quindi una persona che è in colpa di fronte a Dio, e che non nutre fedeltà nei Suoi confronti. A causa delle interferenze di Satana, perdi interiormente l’amore e la lealtà verso Dio, vieni privato della normale relazione con Lui, non ricerchi la verità, o il miglioramento di te stesso, regredisci e diventi passivo, appaghi te stesso, dai libero sfogo alla diffusione del peccato, e non lo detesti più; inoltre, l’interferenza di Satana ti rende dissoluto, dentro di te fa scompare il tocco di Dio, ti spinge a lamentarti di Lui e a opporti a Lui, inducendoti a dubitare di Lui, e ti fa correre addirittura il rischio di rinnegarLo. Tutto questo è il lavoro di Satana.

Quando, nella vita quotidiana, ti succede qualcosa, come puoi distinguere se si tratti dell’opera dello Spirito Santo o del lavoro di Satana? Quando le condizioni delle persone sono normali, le vite spirituali e nella carne sono normali, la loro ragione è normale e disciplinata; si può dire che in genere, in tale momento, ciò che esse sperimentano e arrivano a conoscere in loro stesse proviene dal tocco dello Spirito (avere delle intuizioni o possedere qualche conoscenza superficiale quando si mangiano e si bevono le parole di Dio, essere fedeli quando le cose accadono o avere la forza di amare Dio quando le cose si presentano: tutto ciò proviene dallo Spirito Santo). L’opera dello Spirito Santo nell’uomo è particolarmente normale; l’uomo è incapace di percepirla, e sembra che tutto avvenga a causa di lui stesso, ma in realtà si tratta dell’opera dello Spirito Santo. Nella vita quotidiana, lo Spirito Santo compie in ognuno opere grandi e piccole, perché la loro estensione varia. Alcune persone sono di buona levatura, comprendono le cose rapidamente, e in esse l’illuminazione dello Spirito Santo è particolarmente grande; altre sono di bassa levatura, impiegano più tempo a capire le cose, ma lo Spirito Santo le tocca interiormente, e anch’esse possono arrivare alla fedeltà a Dio. Lo Spirito Santo opera in tutti coloro che ricercano Dio. Quando, nella vita quotidiana, le persone non si oppongono a Dio, non si ribellano contro di Lui, non compiono azioni in contrasto con la Sua gestione, e non interferiscono con la Sua opera, in ognuna di esse lo Spirito di Dio opera in maniera più o meno estesa, e le tocca, le illumina, concede loro la fede, dà loro forza e le spinge ad agire proattivamente, evitando che siano pigre o che agognino i piaceri della carne, in modo che siano, bensì, disposte a praticare la verità e desiderose delle parole di Dio; e tutto ciò è opera dello Spirito Santo.

Se lo stato delle persone non è normale, esse sono abbandonate dallo Spirito Santo, intimamente si lamentano, le loro motivazioni sono sbagliate, esse sono pigre, indulgono nella carne, i loro cuori si ribellano contro la verità: tutto questo proviene da Satana. Se le condizioni delle persone non sono normali, se intimamente esse sono nelle tenebre e hanno perso la loro normale ragione, sono state abbandonate dallo Spirito Santo, e non riescono a percepire Dio interiormente, Satana sta lavorando dentro di loro. Se le persone hanno forza interiore e amano sempre Dio, in genere ciò che loro avviene è opera dello Spirito Santo e chiunque incontrino rientra nei piani di Dio. In altri termini, se le tue condizioni sono normali, se sei sotto l’influsso della grande opera dello Spirito Santo, Satana non può farti vacillare; su questa base si può dire che ogni cosa proviene dallo Spirito Santo, e anche se ti possono passare per la testa pensieri non corretti, sei capace di rinunciarvi e di non seguirli. Tutto ciò deriva dall’opera dello Spirito Santo. In quali situazioni interferisce Satana? Ogni volta che le tue condizioni non sono normali, che non sei stato toccato da Dio, sei privo della Sua opera e sei interiormente arido e sterile, ogni volta che preghi Dio e non comprendi nulla, mangi e bevi le parole di Dio ma non sei illuminato o rivelato, ebbene in queste occasioni è facile per Satana lavorare dentro di te. In altri termini, tutte le volte che sei stato abbandonato dallo Spirito Santo e non riesci a comprendere Dio, ti succedono tante cose originate dalla tentazione di Satana. Egli lavora allo stesso tempo dello Spirito Santo, e interferisce nell’intimo dell’uomo nello stesso momento in cui questi viene interiormente toccato dallo Spirito Santo; tuttavia, in tali momenti l’opera dello Spirito Santo assume la preminenza, e chi è in condizioni normali può trionfare. Questo è il trionfo dell’opera dello Spirito Santo sul lavoro di Satana. Quindi, quando lo Spirito è all’opera, per Satana c’è poco da fare; quando lo Spirito Santo è all’opera rimane comunque nelle persone un’indole alla disobbedienza, e tutto ciò che originariamente era in loro permane, ma grazie all’opera dello Spirito Santo è facile che conoscano l’essenziale di se stesse e la loro indole ribelle nei confronti di Dio, sebbene per liberarsene sia necessaria un’opera graduale. L’opera dello Spirito Santo è particolarmente normale, e mentre Egli agisce nelle persone, esse hanno ancora dei problemi, piangono, soffrono, sono ancora deboli, e per loro molte cose non sono ancora chiare, tuttavia in tale stato sono in grado di smettere di scivolare all’indietro, possono amare Dio, e sebbene piangano e siano afflitte interiormente, sanno ancora lodarLo; l’opera dello Spirito Santo è particolarmente normale, e niente affatto soprannaturale. La maggioranza delle persone crede che, non appena lo Spirito Santo inizia ad operare, in esse si verifichi un cambiamento di stato e le loro questioni essenziali vengano rimosse. Tali opinioni sono fallaci. Quando lo Spirito Santo opera all’interno dell’uomo, i suoi aspetti passivi rimangono e la sua levatura rimane la stessa, ma egli riceve la luce e l’illuminazione dello Spirito Santo, il suo stato diventa maggiormente proattivo, le sue condizioni interiori rimangono normali ed egli cambia rapidamente. Nelle loro esperienze concrete, le persone sperimentano primariamente l’opera dello Spirito Santo o il lavoro di Satana, ma se non sono capaci di dominare questi stati, e di discernere la differenza, le esperienze concrete rimarranno fuori portata, e ancor di più i cambiamenti di indole. Quindi, l’elemento chiave per poter sperimentare Dio consiste nel sapere vedere attraverso tali cose; in questo modo, sarà più semplice fare esperienza.

L’opera dello Spirito Santo è uno sviluppo proattivo, mentre il lavoro di Satana è solo regressione e passività, disobbedienza nei confronti di Dio, opposizione a Lui, perdita di fede in Lui, e riluttanza persino a intonare canti o mettersi a danzare. L’illuminazione dello Spirito Santo non ti viene imposta, ma è particolarmente naturale. Se la segui, otterrai la verità, ma se non lo fai, avrai solo rimproveri. Se si tratta dell’illuminazione dello Spirito Santo, niente di ciò che farai subirà interferenze o costrizioni, sarai liberato, nelle tue azioni seguirai un percorso da praticare, non sarai soggetto a nessuna coercizione, e saprai agire secondo la volontà di Dio. Il lavoro di Satana, invece, provoca in te molte interferenze, ti rende riluttante a pregare, troppo pigro per mangiare e bere le parole di Dio, non incline a vivere la vita di chiesa, e ti allontana dalla vita spirituale. L’opera dello Spirito Santo non interferisce con la tua vita quotidiana, e con il tuo ingresso in una vita spirituale normale. In molte cose che ti accadono non riesci a discernere la differenza. Tuttavia, dopo qualche giorno, inizi a vivere qualcosa, a manifestare qualcosa, in te avvengono alcune reazioni, e grazie a queste manifestazioni sei in grado di dire se i tuoi pensieri provengono da Dio o da Satana. Decisamente, alcune cose ti fanno opporre a Dio e ribellarti a Lui, oppure ti fanno smettere di mettere in pratica le Sue parole: e queste cose provengono da Satana. Certe cose non sono apparenti, e al momento non sei in grado di dire di cosa si tratti; in seguito, quando ne hai visto le manifestazioni, sai distinguere ciò che proviene da Satana da ciò che è diretto dallo Spirito Santo. Dopo aver fatto una chiara distinzione, non potrai più essere facilmente sviato nella tua esperienza. A volte, quando non sei in buone condizioni, ti vengono in mente dei pensieri che ti fanno uscire dal tuo stato passivo, e questo dimostra che, anche in condizioni sfavorevoli, alcuni pensieri possono provenire dallo Spirito Santo. Ciò non avviene quando sei passivo. In questo caso, tutti i tuoi pensieri sono originati da Satana; e allora, in tal caso, quando potrai tornare a uno stato positivo? Se sei stato passivo per un certo periodo, lo Spirito Santo ti concede l’occasione di essere reso perfetto, ti tocca e ti fa uscire dal tuo stato passivo.

Se arrivi a discernere la differenza tra l’opera dello Spirito Santo e il lavoro di Satana, durante le tue esperienze puoi confrontarli con il tuo stato e ciò che stai vivendo, e in questo modo, imparerai molte più verità relative ai principi. Dopo aver compreso tutto ciò, saprai controllare il tuo stato effettivo,riuscirai a distinguere le persone e le cose che ti accadono[a], e non dovrai affaticarti molto per guadagnare l’opera dello Spirito Santo. Naturalmente, ciò avverrà fintantoché le tue motivazioni sono corrette, e fintantoché sei disposto a cercare e a praticare. Un linguaggio come questo, che si riferisce ai principi, dovrebbe contraddistinguere le tue esperienze. Senza di esse, le tue esperienze saranno piene di interferenze da parte di Satana, e colme di conoscenza insensata. Se non comprendi come opera lo Spirito Santo, non comprendi come entrare nella vita, e se non capisci come lavora Satana, non capisci quali precauzioni prendere nel tuo cammino. Si dovrebbe comprendere sia come opera lo Spirito Santo sia come lavora Satana; questa è una parte indispensabile di ogni esperienza.

Sebbene tu creda in nessun altro all’infuori di Dio, hai una relazione normale con Lui? Alcuni affermano che l’importante è avere una relazione normale con Dio, e non si preoccupano del loro rapporto con gli altri. Ma come si manifesta una relazione normale con Dio? Queste persone non ne hanno la più pallida idea? Perché si dice che l’ampiezza della tua determinazione nell’amare Dio, e la tua autentica rinuncia alla carne, dipendono dalla presenza o dall’assenza in te di pregiudizi nei confronti dei fratelli e delle sorelle, e, nel caso tu ne abbia, dalla tua capacità di metterli da parte. In altre parole, quando il tuo rapporto con i fratelli e le sorelle è normale, anche le tue condizioni di fronte a Dio sono normali. Quando uno dei tuoi fratelli o delle tue sorelle è debole, non lo detesterai, non lo disprezzerai, non ti burlerai di lui, e non lo tratterai con freddezza. Se saprai essere loro d’aiuto, sarai in comunione con loro e dirai: “Ero sempre passivo e debole. Non volevo proprio partecipare a un’assemblea, ma mi è successo qualcosa di cui Dio si è servito per illuminarmi interiormente e disciplinarmi; sono stato rimproverato interiormente, avevo così tanta vergogna, e mi sentivo sempre addolorato di fronte a Dio. In seguito, mi sono consacrato alla vita di chiesa, e più mi impegnavo nei confronti dei fratelli e delle sorelle, più sentivo di non poter fare a meno di Dio. Quando ero con loro non mi sentivo solo; quando ero chiuso da solo in una stanza mi sentivo solo e senza amici, percepivo che la mia vita era vuota, e i miei pensieri si rivolgevano verso la morte. Ora che ero con i miei fratelli e sorelle, Satana non osava più compiere il suo lavoro, e non mi sentivo più solo. Quando ho visto quanto era forte l’amore per Dio da parte dei miei fratelli e delle mie sorelle, ne sono stato ispirato, e così sono rimasto sempre con loro, e il mio stato passivo è scomparso naturalmente”. Dopo aver ascoltato queste parole, essi percepiscono che è inutile pregare a casa, sentono ancora che non c’è amore tra fratelli e sorelle, che la loro vita è vuota, che non hanno nessuno su cui appoggiarsi, e che non basta soltanto pregare. Se sei in comunione con loro in questo modo, essi avranno un percorso da seguire. Se senti di essere incapace di occuparti di loro, allora puoi far loro visita. Non è il dirigente della chiesa a doverlo fare: ogni fratello e sorella ha la responsabilità di compiere quest’opera. Se vedi che un fratello o una sorella non se la passa bene, devi andare a fargli visita. Questa è la responsabilità di ognuno di voi.

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale omette “che ti accadono”.