27 Quando il lampo splende da Levante

1 Quando tutti prestano attenzione, quando tutte le cose sono rinnovate e rivitalizzate, quando ogni persona si sottomette a Dio senza riserve ed è disposta a addossarsi la pesante responsabilità del fardello di Dio, è il momento in cui esce il lampo da Levante, illuminando tutto da oriente a occidente, terrorizzando tutta la terra con l’arrivo di questa luce; e in questo momento Dio di nuovo comincia la Sua nuova vita. Vale a dire che in questo momento Dio avvia la nuova opera in terra, proclamando ai popoli dell’intero universo: “Quando il lampo esce da Levante – ovvero esattamente nel momento in cui Io inizio a parlare – nel momento in cui il lampo appare, l’intero empireo è illuminato, e tutte le stelle cominciano a trasformarsi”.

2 Nel Levante del mondo, da quando ha inizio la testimonianza di Dio Stesso a quando Egli comincia a operare, a quando la divinità comincia a esercitare il potere sovrano su tutta la terra, questa è la saetta splendente del lampo da Levante, che come non mai ha rischiarato l’intero universo. Quando i paesi della terra diventano il Regno di Cristo, è il momento in cui l’intero universo è illuminato. Questo è il momento in cui esce il lampo da Levante: il Dio incarnato comincia a operare e inoltre parla direttamente nella divinità. Si può dire che quando Dio comincia a parlare in terra sia il momento in cui esce il lampo da Levante. Più precisamente, quando l’acqua di vita fluisce dal trono – quando hanno inizio i discorsi dal trono – è proprio il momento in cui hanno formalmente inizio i discorsi dei sette Spiriti.

3 In questo momento, il Lampo da Levante comincia a scaturire e, per via della sua durata, anche il grado di illuminazione è variabile e vi è anche un limite alla portata della sua radiosità, ma col progredire dell’opera di Dio e col mutare del Suo progetto – poiché l’opera sui figli e sul popolo di Dio varia – il lampo svolge sempre più la sua funzione intrinseca, cosicché tutto nell’intero universo è illuminato e non rimangono residui né scorie. Questa è la cristallizzazione dei seimila anni del piano di gestione di Dio e il frutto stesso assaporato da Dio. Quando la saetta di luce proveniente da Dio illuminerà tutte le terre, tutte le cose in cielo e in terra muteranno in varia misura, e cambieranno anche le stelle del cielo, il sole e la luna si rinnoveranno, e successivamente si rinnoveranno i popoli della terra: tutto questo è l’opera svolta da Dio fra cielo e terra.

Adattato dal capitolo 12 di “Interpretazione dei misteri delle ‘Parole di Dio all’intero universo’” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 26 Le sette trombe di Dio suonano di nuovo

Pagina successiva: 28 Le pecore di Dio ascoltano la voce di Dio

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger