Le credenze fondamentali della Chiesa di Dio Onnipotente

(1) La dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente

La dottrina del Cristianesimo trae origine dalla Bibbia e la dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente trae origine da tutte le verità che sono state espresse da Dio fin dall’epoca della creazione, durante l’opera nell’Età della Legge, nell’Età della Grazia e nell’Età del Regno. Vale a dire che l’Antico Testamento, il Nuovo Testamento e la Bibbia dell’Età del Regno – La Parola appare nella carne – espressa dal Signore Gesù ritornato degli ultimi giorni, Dio Onnipotente, costituiscono le credenze fondamentali e la dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente. L’Antico Testamento attesta l’opera di Dio Jahvè nel decretare le leggi e i comandamenti e guidare la vita dell’uomo durante l’Età della Legge; il Nuovo Testamento attesta l’opera di redenzione svolta dal Signore Gesù durante l’Età della Grazia; e La Parola appare nella carne rappresenta tutte le verità per la purificazione e la salvezza dell’umanità espresse da Dio Onnipotente durante l’Età del Regno, nonché un resoconto dell’opera di giudizio di Dio durante gli ultimi giorni. La vera Bibbia è costituita da tutti i discorsi di Dio durante le tre fasi dell’opera, e le credenze fondamentali della Chiesa di Dio Onnipotente sono costituite da tutti i discorsi di Dio durante le tre fasi dell’opera, ossia da tutte le verità espresse da Dio durante queste tre fasi dell’opera. Le tre Sacre Scritture costituiscono le credenze fondamentali e la dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente.

Il Cristianesimo nacque dall’opera del Signore Gesù nell’Età della Grazia, ma il Signore Gesù Cristo in cui il Cristianesimo crede compì soltanto l’opera di redenzione nell’Età della Grazia. Poiché il Signore Gesù incarnato fu crocifisso e servì da sacrificio espiatorio per l’uomo, liberando l’uomo dalle mani di Satana e salvandolo dalla condanna e dalla maledizione della legge, all’uomo bastava presentarsi davanti a Dio e confessare i propri peccati e pentirsi per vedersi perdonare i peccati e godere della copiosa grazia e delle benedizioni impartite da Dio. Questa fu l’opera di redenzione svolta dal Signore Gesù. Anche se i peccati dell’uomo furono perdonati con la redenzione da parte del Signore Gesù, l’uomo non fu privato della sua natura peccaminosa, ne era ancora vincolato e dominato e non poteva evitare di commettere peccati e di opporre resistenza a Dio dimostrandosi arrogante e presuntuoso, lottando per la fama e il guadagno, essendo geloso e polemico, mentendo e ingannando gli altri, seguendo le tendenze malvagie del mondo e così via. L’uomo non si era liberato dalla schiavitù del peccato e non era diventato santo, e così il Signore Gesù profetizzò più volte che sarebbe ritornato per svolgere l’opera di giudizio degli ultimi giorni, dicendo: “Ecco, io vengo tosto” (Apocalisse 22:12). “E se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico; perché io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:47-48). Nella prima lettera di Pietro è anche scritto: “Poiché è giunto il tempo in cui il giudicio ha da cominciare dalla casa di Dio” (1Pietro 4:17). Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, è il Signore Gesù ritornato. Ha espresso tutte le verità per la purificazione e la salvezza dell’uomo, ha compiuto l’opera di giudizio a cominciare dalla casa di Dio e ha pienamente avverato le profezie della Bibbia. La Parola appare nella carne espresso da Dio Onnipotente è “ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 2:7) come profetizzato nel libro dell’Apocalisse ed è un resoconto dell’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni. L’opera di giudizio compiuta da Dio Onnipotente è la fase finale dell’opera di salvezza di Dio per l’umanità ed è anche la fase fondamentale e cruciale. Se l’uomo desidera essere salvato da Dio ed entrare nel Regno dei Cieli, deve accettare l’opera di giudizio di Dio, e in ciò si sono avverate le parole del Signore Gesù: “E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro!” (Matteo 25:6). “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). Soltanto se l’uomo accetta e sperimenta il giudizio e il castigo delle parole di Dio può conoscere la santità e la giustizia di Dio, conoscere la sostanza e la natura della corruzione dell’uomo da parte di Satana e la sua vera realtà, pentirsi veramente davanti a Dio, liberarsi da ogni peccato, conseguire la santità, diventare uno che obbedisce a Dio e adora Dio ed essere guadagnato da Dio. Soltanto allora avrà i requisiti per ereditare le promesse e le benedizioni di Dio e acquisire la bellissima destinazione.

La dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente trae origine da tutte le verità espresse da Dio nelle tre fasi della Sua opera, ossia trae origine dalla parola di Dio attestata nella Bibbia e in La Parola appare nella carne. Dio avviò l’opera di salvezza dell’umanità in seguito alla Sua creazione del mondo, e il Suo piano di gestione per la salvezza dell’uomo non sarà portato a termine finché Egli non finirà l’opera di giudizio a cominciare dalla casa di Dio durante gli ultimi giorni. Dalla parola e da tutte le verità espresse da Dio nelle tre fasi dell’opera, noi siamo del tutto in grado di vedere che, sia nel caso si tratti dell’opera di Dio compiuta in principio utilizzando l’uomo durante l’Età della Legge, sia che si tratti della Sua opera durante le due occasioni in cui Si è incarnato, nell’Età della Grazia e nell’Età del Regno, tutte sono i discorsi e l’espressione della verità di un solo Spirito; in sostanza, è un solo Dio che parla e opera. Pertanto, la dottrina della Chiesa di Dio Onnipotente trae origine dalla Bibbia e da La Parola appare nella carne.

(2) Riguardo a La Parola appare nella carne

La Parola appare nella carne è costituito dai discorsi personali di Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, e rappresenta tutte le verità che Dio ha espresso per purificare e salvare l’uomo durante la Sua opera di giudizio degli ultimi giorni. Tali verità sono l’espressione diretta dello Spirito Santo, la rivelazione della vita e della sostanza di Dio e l’espressione dell’indole di Dio e di ciò che Egli ha ed è. Sono l’unico cammino attraverso cui l’uomo può conoscere Dio ed essere purificato e salvato. Le parole espresse da Dio Onnipotente sono il principio supremo delle azioni e del comportamento dell’uomo, e non vi sono precetti più elevati per la vita dell’uomo.

I cristiani della Chiesa di Dio Onnipotente leggono ogni giorno la parola di Dio in La Parola appare nella carne, proprio come i cristiani del Cristianesimo leggono la Bibbia. Tutti i cristiani assumono le parole di Dio come guida per la propria vita e come i più elevati fra tutti i precetti di vita. Nell’Età della Grazia, i cristiani leggevano tutti la Bibbia e ascoltavano le predicazioni della Bibbia. Gradatamente avvenivano cambiamenti nel comportamento delle persone, che commettevano sempre meno peccati. Analogamente, con la lettura della parola di Dio Onnipotente e la comunicazione della parola di Dio, i cristiani della Chiesa di Dio Onnipotente gradatamente capiscono la verità e sfuggono alla schiavitù del peccato, non commettono più peccati e non oppongono più resistenza a Dio e diventano compatibili con Dio. I fatti dimostrano che solo leggendo la parola di Dio l’uomo può purificarsi e trasformarsi e vivere l’immagine del vero uomo. Questi sono dati di fatto che nessuno può negare. La parola di Dio attestata nella Bibbia fu espressa quando Dio operava nell’Età della Legge e nell’Età della Grazia, mentre La Parola appare nella carne rappresenta le parole espresse da Dio nell’opera degli ultimi giorni. La fonte di entrambe proviene dallo Spirito Santo. La parola e l’opera di Dio Onnipotente hanno pienamente avverato le profezie della Bibbia, e Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato, proprio come disse il Signore Gesù: “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). E così pure nel libro dell’Apocalisse si profetizza: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 2:7). “E vidi nella destra di Colui che sedeva sul trono, un libro scritto di dentro e di fuori, sigillato con sette suggelli. … ecco, il Leone che è della tribù di Giuda, il Rampollo di Davide, ha vinto per aprire il libro e i suoi sette suggelli” (Apocalisse 5:1, 5).

Oggi abbiamo tutti visto un dato di fatto: tutte le parole espresse da Dio Onnipotente sono la verità e hanno autorità e potenza: sono la voce di Dio. Nessuno può negarlo o modificarlo. La Parola appare nella carne è disponibile gratuitamente su Internet perché persone di tutti i paesi e territori possano reperirlo ed esaminarlo. Nessuno osa negare che sia la parola di Dio o che sia la verità. La parola di Dio fa avanzare l’intera umanità; le persone hanno cominciato a destarsi gradatamente in mezzo alle parole di Dio e gradatamente progrediscono verso l’accettazione della verità e la conoscenza della verità. L’Età del Regno è l’epoca in cui le parole di Dio Onnipotente dominano in terra. Tutte quante le parole di Dio si adempieranno e si avvereranno. Proprio come tutti i credenti in Dio oggi riconoscono la Bibbia, le persone che credono in Dio riconosceranno nel prossimo futuro che La Parola appare nella carne è costituito dai discorsi di Dio negli ultimi giorni. Oggi La Parola appare nella carne è la base delle credenze della Chiesa di Dio Onnipotente e di sicuro diventerà il fondamento dell’esistenza per l’intera umanità nella prossima epoca.

(3) Riguardo ai nomi di Dio e alle tre fasi dell’opera di Dio

In seguito alla corruzione da parte di Satana, l’uomo vive sotto il dominio di Satana e la sua corruzione si è fatta sempre più profonda. L’uomo non può salvarsi da solo, necessita della salvezza da parte di Dio. In conformità con le esigenze dell’umanità corrotta, Dio ha compiuto tre fasi dell’opera nell’Età della Legge, nell’Età della Grazia e nell’Età del Regno. Nell’Età della Legge Dio compì l’opera di decretare leggi e comandamenti e di guidare la vita dell’uomo. Nell’Età della Grazia Dio Si fece carne e, sulla base della Sua opera nell’Età della Legge, compì l’opera della crocifissione e redense l’uomo dal peccato. Nell’Età del Regno Dio di nuovo Si è fatto carne e, sulla base dell’opera di redenzione nell’Età della Grazia, compie l’opera di giudizio a cominciare dalla casa di Dio, esprime tutte le verità per la purificazione e la salvezza dell’uomo e ci porta l’unica via per perseguire la purificazione e la salvezza. Solo se noi acquisiamo la realtà della verità come nostra vita, diventando coloro che obbediscono e adorano Dio, avremo i requisiti per essere condotti nel regno di Dio e ricevere le promesse e le benedizioni di Dio. Le tre fasi dell’opera di salvezza dell’uomo da parte di Dio sono strettamente legate, ogni fase è indispensabile, ciascuna procede a un livello più elevato e profondo della precedente, tutte sono opera di un solo Dio, e soltanto le tre fasi dell’opera di Dio costituiscono l’opera completa per la salvezza dell’umanità.

I tre nomi – Jahvè, Gesù e Dio Onnipotente – sono i nomi diversi che Dio ha assunto nell’Età della Legge, nell’Età della Grazia e nell’Età del Regno. Dio assume nomi diversi perché la Sua opera varia nelle diverse epoche. Dio utilizza un nuovo nome per avviare una nuova epoca e rappresentare l’opera di tale epoca. Il nome di Dio era Jahvè nell’Età della Legge e Gesù nell’Età della Grazia. Dio usa un nuovo nome – Dio Onnipotente – nell’Età del Regno, realizzando le profezie del libro dell’Apocalisse: “E all’angelo della chiesa di Filadelfia scrivi…. Chi vince io lo farò una colonna nel tempio del mio Dio, ed egli non ne uscirà mai più; e scriverò su lui il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio, della nuova Gerusalemme che scende dal cielo d’appresso all’Iddio mio, ed il mio nuovo nome” (Apocalisse 3:7, 12). “Io son l’Alfa e l’Omega, dice il Signore Iddio che è, che era e che viene, l’Onnipotente” (Apocalisse 1:8). Sebbene i nomi e l’opera di Dio nelle tre epoche siano diversi, nella sostanza vi è un solo Dio, e la fonte è la stessa.

L’opera di Dio per la salvezza dell’uomo comprende principalmente tre fasi. In ciascuna epoca Egli ha utilizzato un nome diverso, ma la sostanza di Dio non muta mai. Le tre fasi dell’opera sono svolte da un solo Dio; pertanto Jahvè, Gesù e Dio Onnipotente sono lo stesso unico Dio. Gesù era la manifestazione di Jahvè, Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato e così Dio Onnipotente è il solo vero Dio che creò i cieli e la terra e tutte le cose, comanda tutte le cose e detiene la sovranità su tutto ed è l’eterno e l’unico e solo Creatore.

Nelle tre fasi dell’opera di salvezza dell’uomo, Dio ha rivelato all’uomo l’intera Sua indole, consentendoci di vedere che l’indole di Dio non è soltanto misericordia e amore, ma anche giustizia, maestà e ira, che la Sua sostanza è santità e giustizia, ed è verità e amore, e che l’indole di Dio e l’autorità e la potenza di Dio non sono possedute da alcun essere creato o non creato. Noi crediamo che tutte le parole pronunciate da Dio dall’epoca della creazione alla fine del mondo siano la verità. Il cielo e la terra passeranno, ma le parole di Dio non scompariranno mai e ciascuna di esse sarà adempiuta!