165 Nessuno è al corrente della venuta di Dio

Nessuno sa che Dio è in arrivo,

nessuno Lo accoglie alla Sua venuta.

E per di più nessuno sa

tutto quello che Dio farà.

La vita dell’uomo resta uguale,

non cambia il suo cuore,

i giorni passano come sempre.

Dio vive tra di noi

come un semplice seguace, un credente comune

con i Suoi obiettivi e attività,

e una divinità che il comune uomo non ha, non ha, non ha.

Nessuno ne ha notato l’esistenza, o ha intuito la differenza

tra l’essenza dell’uomo e quella di Dio.

Nessuno sa che Dio è in arrivo,

nessuno Lo accoglie alla Sua venuta.

E per di più nessuno sa

tutto quello che Dio farà.

Viviamo tutti uniti a Lui, senza limitazioni o paure,

perché Lui è un semplice credente ai nostri occhi.

Ogni nostra mossa è osservata da Lui,

Gli è chiaro ogni nostro pensiero.

Nessuno sa che Dio è in arrivo,

nessuno Lo accoglie alla Sua venuta.

E per di più nessuno sa

tutto quello che Dio farà.

A nessuno interessa l’esistenza di Dio,

non immagina il Suo ruolo.

Non c’è chi indovini chi sia.

Noi continuiamo per le nostre strade

come se Dio non avesse nulla a che fare con noi,

noi continuiamo per le nostre strade

come se Dio non avesse nulla a che fare con noi.

Nessuno sa che Dio è in arrivo,

nessuno Lo accoglie alla Sua venuta.

E per di più nessuno sa

tutto quello che Dio farà,

tutto quello che Dio farà.

Adattato da “Vedere la manifestazione di Dio nel Suo giudizio e nel Suo castigo” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 164 L’obiettivo che sta dietro l’incarnazione di Dio negli ultimi giorni

Pagina successiva: 166 Duemila anni di brama

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro