363 Gli uomini non si rendono conto di quanto siano abietti

1 Nelle menti degli uomini, Dio non è una benedizione, ma Uno che li maledice sempre; e così, essi non Gli prestano attenzione, non Lo accolgono, sono sempre freddi nei Suoi confronti, e questo non è mai cambiato. Poiché gli uomini hanno questo nei loro cuori, Dio afferma che l’umanità è irragionevole e immorale, e che in essi non si possono percepire nemmeno le emozioni di cui gli esseri umani dovrebbero essere dotati. Gli uomini non dimostrano nessuna considerazione per i sentimenti di Dio, ma per rapportarsi con Lui utilizzano la cosiddetta “giustizia”.

2 L’umanità è stata così per molti anni e, per questo motivo, Dio ha detto che l’indole degli uomini non è cambiata. Si potrebbe dire che gli esseri umani sono inutili sventurati, perché non tengono in gran conto se stessi. Se non amano nemmeno se stessi, ma si calpestano, questo non mostra che sono privi di valore? L’umanità è come una prostituta che gioca con se stessa e si concede volontariamente agli altri per essere stuprata. Neanche così, tuttavia, gli uomini si rendono conto di quanto siano abietti. Provano piacere a lavorare per gli altri, o a parlare con gli altri, a mettersi sotto il controllo degli altri; non è questa la sconcezza dell’umanità?

3 Poiché gli uomini non conoscono se stessi, il loro più grande difetto è quello di ostentare volontariamente le loro attrattive di fronte agli altri, pavoneggiandosi con il loro sgradevole aspetto; questa è la cosa che Dio detesta più di tutte le altre. Ciò accade poiché le relazioni tra persone sono anormali, e vi è carenza di relazioni interpersonali normali, ancor più di relazioni normali tra loro e Dio. Egli ha detto così tante cose, e nel farlo il Suo obiettivo principale è quello di occupare un posto nei cuori degli uomini, per fare in modo che possano abbandonare tutti gli idoli interiori, così che Egli possa esercitare potere su tutta l’umanità e realizzare lo scopo per il Quale Si trova sulla terra.

Adattato dal capitolo 14 di “Interpretazione dei misteri delle ‘Parole di Dio all’intero universo’” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 362 Dio non permette ad alcuna creatura di ingannarLo

Pagina successiva: 364 Siete troppo ribelli

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro