Sulle orme dell’Agnello

21 Agosto 2020

di Lizhong, Cina

Dal momento che l’uomo crede in Dio, deve seguire da vicino le Sue orme, passo dopo passo; dovrebbe ‘seguire l’Agnello, ovunque Egli vada’. Sono queste le persone che ricercano la vera via e che conoscono l’opera dello Spirito Santo. Le persone che seguono servilmente la lettera e le dottrine sono coloro che sono state eliminate dall’opera dello Spirito Santo. In ogni periodo di tempo, Dio comincerà un’opera nuova, e in ogni periodo ci sarà un nuovo inizio tra gli uomini. Se l’uomo si attiene solo alle verità che ‘Jahvè è Dio’ e che ‘Gesù è il Cristo’, che sono verità che si applicano ad una sola età, non riuscirà mai a stare al passo con l’opera dello Spirito Santo, e sarà sempre incapace di ottenere l’opera dello Spirito Santo. Solo coloro che seguono le orme dell’Agnello fino alla fine possono ottenere la benedizione finale” (“Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi”). Dalle parole di Dio possiamo comprendere che è essenziale seguire la Sua opera e le Sue orme. Prima, non capivo la verità e mi aggrappavo alle mie fantasie; pensavo bastasse essere fedele al nome del Signore Gesù per essere condotto in cielo. Ecco perché non ho cercato l’opera di giudizio di Dio Onnipotente degli ultimi giorni. Per poco, non perdevo l’occasione di accogliere il Signore.

Beh... un giorno, nell’agosto del 2012, ero sul letto a riposare, dopo cena; mia moglie era seduta sull’altro lato, aveva le cuffie. Ricordo di aver sentito una melodia orecchiabile. Le ho chiesto cosa stesse ascoltando. E lei: “Inni della Chiesa di Dio Onnipotente”. Allora, mi sono tirato su e ho tuonato: “Eh? Dio Onnipotente? Hai tradito il Signore Gesù?” Tutta seria, ha ribattuto: “Non sai neanche di che parli! Il Signore Gesù è tornato. Ha avviato l’Età del Regno e portato a termine l’Età della Grazia. Dio onnipotente è il Signore Gesù ritornato, dunque non sto tradendo il Signore ma seguendo le orme dell’Agnello. Proprio come dice la Bibbia: ‘Essi sono quelli che seguono l’Agnello dovunque vada’ (Apocalisse 14:4). Pensa a quando comparve e operò il Signore Gesù: molti lasciarono il tempio e accettarono la Sua opera. Tu diresti che tradirono Jahvè Dio? Anzi, seguirono le orme di Dio e il Signore li salvò tutti”. “In realtà, furono i capi sacerdoti, gli scribi e i farisei a restare ancorati alle leggi della Scrittura, condannando il Signore Gesù, convinti di essere devoti a Jahvè Dio. Alla fine, furono puniti e maledetti da Dio. Davvero non te ne rendi conto?” Lì per lì, non sapevo come ribattere, così ho detto: “Il Signore ci ha benedetti. Comunque sia, dobbiamo fedeltà al Suo nome e alla Sua via. Non ci possiamo mostrare ingrati!” Poi, me ne sono andato infuriato. Per ostacolare mia moglie, ho detto tutto a nostra figlia e lei ha preso le mie parti. Il giorno stesso, mia moglie è andata a una riunione. Nostra figlia si è presentata lì, facendo una scenata. L’ho saputo tornato dal lavoro e le ho detto: “Sei stata bravissima, continua così. Tienila d’occhio, ogni giorno, mentre sono via. Bisogna riportarla alla fede nel Signore Gesù”. Però, pochi giorni dopo, nostra figlia è tornata a scuola. Temendo che mia moglie andasse ad altre riunioni, ho convinto nostro figlio di dieci anni a controllarla, per vedere se vi si recava. Quando uscivo dal lavoro, mi diceva dov’era stata. Visto che era andata in ufficio, mi sono rilassato un po’. Però, c’era qualcosa di strano. Invece di giocare a mahjong, puliva la casa. Addirittura terminava il lavoro nei campi. Ero perplesso. Aveva sempre trascurato la casa per giocare e non c’era modo di farla smettere. Aveva anche pregato e si era confessata dinanzi al Signore, ma niente. Come mai questo mutamento? Non ne avevo idea.

Una notte, mi sono svegliato e ho visto un fascio di luce sulla tenda. Mi chiedevo da dove venisse. Beh, veniva da sotto la coperta di mia moglie. Mi sono chiesto: “Ma che combina?” In silenzio, sono uscito dal letto e ho raggiunto il suo lato, sbirciando sotto le lenzuola. Leggeva un libro con una torcia elettrica. Ho pensato: “Crede ancora in Dio Onnipotente? Ancora con quel libro in mano. Che ci sarà scritto di tanto interessante? E come fa a essere così incrollabile, anche se mi oppongo?” Era incomprensibile. Ho ripensato alla sua passione per il mahjong e a come trascurava la casa. Mi sono chiesto: “Cosa è successo? Sarà stato quel libro a cambiarla?” Poi, ho pensato: “Basta. Devo scoprire cosa c’è scritto”. Un giorno, quando mia moglie è uscita dopo colazione, mi è tornato in mente quel libro. Ho controllato ogni cassetto, ho cercato a destra e a manca, ma niente. Poi, ho capito che magari l’aveva nascosto tra i vestiti. E infatti l’ho trovato lì. Era un tomo spesso dalla copertina rigida: “La Parola appare nella carne”. Quando l’ho aperto, mi ha attirato uno dei capitoli. “Dio sovrintende al destino dell’intera umanità”. L’ho letto tutto d’un fiato e sono rimasto commosso da un passo. “Esorto le genti di tutte le nazioni, paesi e persino i settori di attività ad ascoltare la voce di Dio, a contemplare l’opera di Dio, a prestare attenzione al destino dell’umanità, facendo di Dio il più santo, il più onorevole, l’altissimo e l’unico e solo oggetto della venerazione nel genere umano, e permettendo all’umanità intera di vivere sotto la benedizione di Dio, così come i discendenti di Abramo vissero sotto la promessa di Jahvè e così come Adamo ed Eva, originariamente creati da Dio, vivevano nel Giardino dell’Eden. L’opera di Dio assomiglia a enormi onde. Nessuno Lo può contenere e nessuno può fermarNe i passi. Solo coloro che ascoltano con attenzione le Sue parole e che Lo cercano assetati possono seguire le Sue orme e ricevere la Sua promessa. Coloro che non lo fanno, saranno travolti da un’immane catastrofe e riceveranno la meritata punizione”. Ho pensato: “Sono parole potenti. Nessun essere umano avrebbe potuto pronunciarle! Sono dello Spirito Santo? Mia moglie ha detto che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato, che chi ha fede in Lui segue le orme dell’Agnello. Se è vero, ostacolarla significherebbe resistere a Dio”. “Ciò non mi renderebbe come i farisei? Essi si attenevano alla legge e non accettavano il Signore Gesù. Furono folli nel condannarLo, contribuirono alla Sua crocifissione e vennero maledetti da Dio”. Mi chiedevo: “Se Dio Onnipotente è davvero il Signore ritornato, non peccherei, opponendomi alla nuova opera di Dio?” “Avrebbe conseguenze impensabili!” Mi è venuto in mente un altro passo: “Solo coloro che ascoltano con attenzione le Sue parole e che Lo cercano assetati possono seguire le Sue orme e ricevere la Sua promessa”. Ho pensato: “Non posso più giudicare ciecamente l’opera di Dio Onnipotente. Dovrei esaminare il libro con attenzione”.

In seguito, quando mia moglie non c’era, leggevo “La Parola appare nella carne”. Una volta, mi ha detto che doveva fare gli straordinari, così ho staccato prima e sono corso a casa per esaminarlo con più calma. Allora, ho notato questo passo: “Il Mio intero piano di gestione, che copre seimila anni, consiste di tre fasi o tre età: prima, l’Età della Legge; seconda, l’Età della Grazia (che è anche l’Età della Redenzione); e infine l’Età del Regno. La Mia opera in queste tre diverse età differisce a seconda della natura di ciascuna età, ma in ciascuno stadio si accorda con i bisogni dell’uomo – o, per essere più precisi, viene compiuta con il variare degli stratagemmi utilizzati da Satana nella guerra che ho intrapreso contro di lui. Lo scopo della Mia opera è di sconfiggere Satana, rendere manifesta la Mia sapienza e onnipotenza, svelare tutti gli stratagemmi di Satana e quindi salvare tutta l’umanità che vive sotto il suo dominio”. “L’opera che si sta realizzando in questo momento ha proseguito quella dell’Età della Grazia; cioè, l’opera secondo l’intero piano di gestione di seimila anni è andata avanti. Nonostante l’Età della Grazia si sia conclusa, l’opera di Dio è progredita ulteriormente. Perché ripeto in continuazione che questa fase dell’opera si fonda sull’Età della Grazia e sull’Età della Legge? Ciò significa che l’opera di oggi è una continuazione dell’opera compiuta nell’Età della Grazia e un avanzamento rispetto a quella svolta nell’Età della Legge. Le tre fasi sono strettamente connesse e ogni anello della catena è saldamente unito all’altro. Perché aggiungo che questa fase dell’opera si basa su quello che è stato fatto da Gesù? Supponendo che questa fase non si fondi sull’opera compiuta da Gesù, in essa dovrebbe aver luogo un’altra crocifissione, e l’opera di redenzione della fase precedente dovrebbe compiersi di nuovo. Ciò non avrebbe senso. Dunque, non è che l’opera sia completamente terminata, ma è l’età che è andata avanti e il livello dell’opera che è stato innalzato. Si potrebbe dire che questa fase dell’opera si basi sul fondamento dell’Età della Legge e sulla roccia dell’opera di Gesù. L’opera si sviluppa gradualmente e questa fase non rappresenta un nuovo inizio. Soltanto la combinazione delle tre fasi dell’opera può essere considerata il piano di gestione di seimila anni” (“La Parola appare nella carne”). A queste parole, mi sono chiesto se mia moglie avesse ragione: l’opera di Dio Onnipotente si basava su quella del Signore Gesù? Portava avanti l’opera dell’Età della Grazia? Il libro mi ha riempito di curiosità e di desiderio. Lo leggevo di nascosto a ogni occasione.

Vorrei condividere un passo che ho letto una volta. “Tu sai solo che Gesù scenderà negli ultimi giorni, ma come scenderà esattamente? Un peccatore come voi, che è stato redento ma non cambiato o perfezionato da Dio, è in grado di soddisfare il cuore di Dio? Per te, che sei ancora dominato dal tuo vecchio io, è vero che sei stato salvato da Gesù e non sei considerato un peccatore grazie alla salvezza di Dio, ma questo non dimostra che tu non sia peccaminoso e non sia impuro. Come puoi essere santo, se non sei stato trasformato? Dentro di te sei assediato dall’impurità, dall’egoismo e dalla cattiveria, eppure vuoi ancora discendere con Gesù – saresti davvero fortunato! Hai saltato un passaggio della tua fede in Dio: sei stato solo redento, non sei stato trasformato. Perché tu possa soddisfare il cuore di Dio, l’opera di trasformazione e di purificazione deve essere compiuta personalmente da Lui; se sei solo redento, non sarai in grado di raggiungere la santità. Di conseguenza, non sarai degno di essere partecipe delle sante benedizioni di Dio, perché hai saltato un passaggio nell’opera di Dio per la gestione dell’uomo, ossia il passaggio principale per la trasformazione e la perfezione. Pertanto tu, un peccatore che è stato solo redento, non puoi ricevere direttamente l’eredità di Dio” (“La Parola appare nella carne”). Mi è sembrato davvero pratico. Allora, ho pensato: negli anni di fede, mi confessavo e poi peccavo di nuovo. Non mi ero liberato del peccato. Non ero sicuro di entrare nel Regno dei Cieli. Ho pensato: “E se fosse tutto vero? Se mi mancasse qualcosa, se non bastasse accettare l’opera del Signore?” Più leggevo, più sentivo che c’era della verità nel libro. Non era una creazione umana. Veniva proprio da Dio? Questo pensiero mi ha spronato e l’ho divorato.

In seguito, mia moglie si è accorta che non mi opponevo più a Dio Onnipotente. Ha smesso di leggere in segreto. A volte, lo faceva ad alta voce per coinvolgermi. Un giorno, sulla via di casa, stava leggendo le parole di Dio e, vedendomi, ha detto felice: “Li Zhong, vieni a leggere le parole di Dio Onnipotente. ‘La Parola appare nella carne’ sono i discorsi pronunciati da Dio negli ultimi giorni. Rivela tutte le verità che non avevamo mai capito. Che ne dici, te ne leggo qualcuno?” Allora, ho pensato: “Mah, avrò letto le parole di Dio Onnipotente tanto quanto te”. Non ho detto di no e quindi ha letto dal libro. “Benché Gesù compia molte cose tra gli uomini, ha soltanto completato la redenzione di tutta l’umanità, Si è sacrificato per il peccato dell’uomo e non ha liberato l’uomo da tutta la sua indole corrotta. Salvare completamente l’uomo dall’influenza di Satana non solo ha comportato il fatto che Gesù Si facesse carico dei peccati dell’uomo come sacrificio per i peccati, ma ha anche richiesto che Dio compisse un’opera maggiore per liberare completamente l’uomo dalla sua indole corrotta da Satana. E perciò, dopo che all’uomo sono stati perdonati i peccati, Dio Si è nuovamente incarnato per condurlo verso l’età nuova, e ha iniziato l’opera di castigo e giudizio, e quest’opera ha introdotto l’uomo in un regno più elevato. Tutti coloro che ubbidiscono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e guadagneranno la verità, la via e la vita”. “Attraverso quest’opera di giudizio e di castigo, l’uomo arriverà a conoscere appieno la sostanza sudicia e corrotta dentro di sé e sarà in grado di cambiare completamente e di diventare puro. Solo in questo modo può essere degno di tornare davanti al trono di Dio. Tutta l’opera compiuta in questo giorno serve a fare in modo che l’uomo possa essere mondato e cambiato; attraverso il giudizio e il castigo tramite la parola, e attraverso il raffinamento, egli può mondare la propria corruzione ed essere reso puro. Anziché considerare questa fase dell’opera la fase della salvezza, sarebbe più appropriato dire che è l’opera di purificazione”. “Da quella di Jahvè a quella di Gesù, e da quest’ultima a quella attuale, queste tre fasi nel loro svolgimento continuo coprono l’intera estensione della gestione divina e sono tutte opera di un unico Spirito. Da quando ha creato il mondo, Dio ha sempre operato nella gestione dell’umanità. Egli è il Principio e la Fine, è il Primo e l’Ultimo, ed è Colui che inaugura un’età e la porta a compimento. Le tre fasi dell’opera, in diverse età e in luoghi differenti, sono inequivocabilmente opera di un solo Spirito. Tutti coloro che le separano si pongono in contrasto con Dio. In questo momento, ti conviene comprendere che l’intera opera dalla prima fase a oggi è opera di un solo Dio, opera di un solo Spirito. Su questo non può esserci dubbio” (“La Parola appare nella carne”). Ho chiesto a mia moglie di spiegarmelo meglio. Un po’ sorpresa, ha condiviso queste parole: “La fede in Dio Onnipotente è la fede nel Signore Gesù. In realtà, Jahvè, il Signore Gesù e Dio Onnipotente sono lo stesso Dio. L’opera di Dio è diversa a seconda delle età”. “Nell’Età della Legge, Jahvè Dio ha promulgato la legge per guidare i primi esseri umani nella vita terrena, perché sapessero cos’è il peccato e come lodare Dio. Però, alla fine dell’Età della Legge, si peccava di più e non si rispettava la legge... sarebbero stati tutti condannati a morte. Nell’Età della Grazia, Dio Si è incarnato, redimendo e salvando l’umanità. Ci ha mostrato l'indole fatta soprattutto di misericordia e amore, ricoprendoci di grazia. Alla fine, è stato crocifisso come offerta sacrificale. Dopo aver peccato, per essere assolti da Dio, basta confessarci e pentirci”. “Però, il Signore Gesù ci ha solo redenti dai peccati, senza eliminare la nostra natura peccaminosa. Siamo ancora portati a mentire e peccare di continuo. Siamo arroganti, egoisti, avidi... e amiamo metterci in mostra. Perfino i credenti che fanno qualche sacrificio e soffrono lo fanno solo per le benedizioni del Regno dei Cieli. Di fronte a grandi tribolazioni o a una vera e propria calamità, sappiamo solo incolpare il Signore e a volte Lo tradiamo pure. Quando l’opera di Dio si discosta dalle nostre nozioni, Lo giudichiamo, condanniamo e ci opponiamo a Lui. Dio è santo: come potremmo noi, che pecchiamo e ci opponiamo a Dio, entrare nel Regno dei Cieli?” “Ecco perché il Signore Gesù ha promesso di tornare a compiere l’opera di giudizio negli ultimi giorni. Dio Onnipotente è venuto negli ultimi giorni, pronunciando verità per compiere il giudizio a partire dalla casa di Dio, in base all’opera del Signore Gesù. Egli è venuto a purificare la nostra natura peccaminosa e la nostra corruzione. Così, saremo salvati in pieno e liberati dal peccato”. “Così si compiono le profezie del Signore Gesù: ‘Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità’ (Giovanni 16:12-13). ‘Chi Mi respinge e non riceve le Mie parole ha chi lo giudica; la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno’ (Giovanni 12:48). Anche se Dio, nelle varie età, opera diversamente e sotto vari nomi, tutto nasce dalla stessa entità”. “L’Età della Legge, l’Età della Grazia e l’Età del Regno sono le tre fasi della Sua opera, ognuna più profonda della precedente. Ognuna si fonda su quella precedente, sono concatenate. Solo le tre fasi insieme salveranno l’uomo. Ecco perché, se credo in Dio Onnipotente, non tradisco il Signore Gesù. Anzi, seguo i passi dell’opera di Dio e accolgo il Signore”.

A quel punto, abbiamo visto un video. Dio Onnipotente dice: “Una volta ero noto come Jahvè. Ero chiamato anche il Messia, e le persone un tempo Mi chiamavano Gesù il Salvatore perché Mi amavano e Mi rispettavano. Ma oggi non sono lo Jahvè o il Gesù che le persone conoscevano in passato: sono il Dio che è ritornato negli ultimi giorni, il Dio che porterà l’età a una conclusione. Sono il Dio Stesso che Si leva dall’estremità della terra, ricolmo di tutta la Mia indole, e pieno di autorità, onore e gloria. Le persone non si sono mai impegnate con Me, non Mi hanno mai conosciuto e hanno sempre ignorato la Mia indole. Dalla creazione del mondo fino a oggi, nessuno Mi ha visto. Questo è il Dio che appare all’umanità durante gli ultimi giorni, ma è nascosto tra gli uomini. Egli abita tra di loro, è autentico e reale come il sole caldo e il fuoco ardente, è pieno di potere e trabocca di autorità. Non c’è una singola persona o cosa che non verrà giudicata dalle Mie parole, e che non sarà purificata attraverso il fuoco ardente. Alla fine, tutte le nazioni saranno benedette grazie alle Mie parole, ma anche ridotte in frantumi a causa di queste ultime. In questo modo, durante gli ultimi giorni tutte le persone vedranno che Io sono il Salvatore ritornato, sono il Dio Onnipotente che conquista tutta l’umanità. Un tempo ero l’offerta sacrificale per l’uomo, ma negli ultimi giorni sono diventato anche la fiamma del sole che brucia tutte le cose, e il Sole di giustizia che rivela tutte le cose. Tale è la Mia opera degli ultimi giorni. Ho preso questo nome e Mi sono impossessato di questa indole in modo che tutti possano vedere che Io sono un Dio giusto, il sole caldo e il fuoco ardente. Faccio tutto questo in modo che tutte le persone possano adorare Me, l’unico vero Dio, e vedere il Mio vero volto: non sono soltanto il Dio degli Israeliti o il Redentore – sono il Dio di tutte le creature nei cieli, sulla terra e nei mari” (“La Parola appare nella carne”). Finito il video, il mio cuore si è illuminato. Ho capito che Jahvè, il Signore Gesù e Dio Onnipotente sono un solo Dio, la cui opera varia nelle diverse età. Nell’Età della Legge, Jahvè Dio doveva emanare la legge; nell’Età della Grazia, il Signore Gesù doveva redimere l’umanità; ora, l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni è di giudicare e purificare l’uomo con la verità. Attraverso queste tre fasi, Dio ci salverà, secondo le nostre esigenze. In cuor mio, so che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato, che accettarLo vuol dire seguire le orme dell’Agnello. Emozionato, ho detto a mia moglie: “Ora so che la tua fede in Dio Onnipotente non tradisce il Signore Gesù!” Poi, finalmente, ho aggiunto: “Anch’io leggo le parole di Dio Onnipotente”.

Tutta sorpresa, mi ha detto: “Eh? Da quando? Non ne avevo idea!” Ci ho messo un po’ a rispondere. A testa bassa, ho mormorato: “All’inizio, quando seguivi Dio Onnipotente, non solo ti ho ostacolato, ma ti ho fatto controllare dai ragazzi. Me ne pento davvero. Così facendo, ho resistito a Dio e mi sono opposto a Lui. Ma Dio è misericordioso e mi ha guidato verso le Sue parole. Ora, sono certo che Dio Onnipotente è il Signore ritornato, è Lui che stavamo aspettando!” “Accetto ufficialmente Dio Onnipotente”. Ero carico d’emozione, quella sera. In preghiera, ho invocato il nome di Dio Onnipotente: “Grazie, Dio, per aver scelto me, permettendomi di seguire le Tue orme e partecipare alla festa dell’Agnello!”

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.

Contenuti correlati

Da dove viene questa voce?

di Shiyin, Cina Sono nata in una famiglia cristiana e molti miei parenti sono predicatori. Insieme ai miei genitori, ho creduto nel Signore...