Ascoltare la voce di Dio e accogliere il Signore

21 Agosto 2020

di Luigi, Corea del Sud

Dio Onnipotente dice: “Molte persone potrebbero non essere interessate a quello che dico, ma voglio ancora dire ai cosiddetti santi che seguono Gesù: nel momento in cui vedrete Gesù discendere dai cieli su di una nuvola bianca con i vostri stessi occhi, assisterete all’apparizione pubblica del Sole di giustizia. Forse per te quello sarà un momento di grande entusiasmo, ma dovresti sapere che quando vedrai Gesù discendere dai cieli, tu scenderai contemporaneamente all’inferno per essere punito. Quello sarà il momento della fine del piano di gestione di Dio, e il momento in cui Dio ricompenserà i buoni e punirà i cattivi. Il giudizio di Dio si sarà concluso prima che l’uomo possa vedere i segni, quando ci sarà soltanto l’espressione della verità. Coloro che accettano la verità e non cercano segni, essendo stati così purificati, saranno tornati davanti al trono di Dio ed entrati nell’abbraccio del Creatore. Soltanto coloro che insistono nel credere che ‘il Gesù che non giunge su una nuvola bianca è un falso cristo’ saranno soggetti a una punizione perpetua, perché credono soltanto nel Gesù che mostra i segni, ma non riconoscono il Gesù che esprime giudizi severi e rivela la vera via e la vita. Pertanto può solo accadere che Gesù Si occupi di loro quando ritorna apertamente su di una nuvola bianca(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Quando contemplerai il corpo spirituale di Gesù, Dio avrà creato nuovi cieli e nuova terra”). Le parole di Dio Onnipotente rivelano che il più grande errore, comune tra i credenti nell’accogliere il Signore, è aggrapparsi alle parole della Bibbia e attendere che Egli ritorni su una nuvola, come essi immaginano. Persino quando sentono che Egli è ritornato, che sta esprimendo verità e compiendo l’opera di giudizio degli ultimi giorni, non indagano né tentano di ascoltare la voce di Dio. Di conseguenza, perdono la loro occasione di essere portati nel Regno dei Cieli dal Signore. Quando verrà il giorno in cui le persone vedranno il Signore Gesù discendere su una nuvola, Dio avrà già compiuto l’opera di purificazione e di salvezza dell’umanità. Allora saranno puniti, piangeranno e digrigneranno i denti. È così pericoloso ancorarsi alle proprie nozioni e fantasie senza cercare la verità o ascoltare la voce di Dio! Bloccato in questo tipo di nozioni e fantasie, ho quasi perso l’occasione di accogliere il Signore.

Predicavo in una chiesa domestica. Nel 1996, mi sentivo vuoto e non ottenevo alcun sostegno, così viaggiavo spesso per ascoltare i sermoni altrui. Una volta ho sentito qualcuno dire che il Lampo da Levante stava testimoniando che il Signore Gesù era tornato nella carne, che stava esprimendo verità e compiendo l’opera di giudizio degli ultimi giorni, e che parecchi fratelli e sorelle si erano già uniti al Lampo da Levante. Ero davvero sbalordito e ho pensato: “Il Signore è tornato? Com’è possibile? Nella Bibbia è detto: ‘Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui Lo avete visto andare in cielo’ (Atti 1:11). Il Signore dovrebbe giungere su una nuvola nel Suo corpo spirituale risorto, mostrandoSi apertamente a noi. Poiché finora non abbiamo visto nulla di simile, come potrebbe qualcuno sostenere che sia ritornato? La parte sull’opera di giudizio di Dio nella carne è ancora meno credibile”. Per questo, non ho mai ascoltato o approfondito i sermoni del Lampo da Levante.

Un giorno, fratello Valerio della nostra chiesa ha invitato un paio di altri predicatori. Secondo lui, i loro sermoni avevano l’illuminazione dallo Spirito Santo e tutti noi potevamo imparare qualcosa. Tutto elettrizzato, ho invitato gli altri fratelli e sorelle a partecipare. Nella riunione, le sorelle Lilia e Zena hanno inserito la Bibbia nella loro condivisione sul significato dell’opera di Dio nelle Età della Legge e della Grazia, e sul mistero dei nomi di Dio. Hanno parlato di come viviamo in un circolo vizioso di peccato e confessione, di come siamo sudici e corrotti e indegni di vedere il Signore. Hanno anche detto che la Bibbia ha profetizzato che Egli avrebbe giudicato e purificato l’umanità quando sarebbe tornato negli ultimi giorni per eliminare la nostra natura peccaminosa. Questo è per noi l’unico modo per essere totalmente liberi dal peccato e degni del Regno dei Cieli. Proprio come il Signore Gesù ha detto: “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità(Giovanni 16:12-13). “Perché Io non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi Mi respinge e non riceve le Mie parole ha chi lo giudica; la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno(Giovanni 12:47-48). La condivisione delle sorelle è stata molto illuminante. Non avevo mai sentito nulla di simile in più di dieci anni di fede. Dovevo saperne di più, allora le ho invitate a casa mia per approfondire l’argomento. Una sera, Lilia ha riportato le parole di Dio Onnipotente: “Il rombo dei sette tuoni profetizza che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo”. Ha testimoniato che il Signore Gesù era tornato come Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni. Quando ho sentito menzionare in particolare queste parole di Dio: “il lampo balena dritto da Oriente a Occidente”, ho capito che si trattava del Lampo da Levante. Ero sconvolto, ma anche deluso. Come poteva essere? In tanti anni, non avevo mai sentito sermoni così illuminanti. Ero così felice, pensavo di aver trovato l’opera dello Spirito Santo e di poter finalmente ottenere il nutrimento dell’acqua della vita. Mai avrei immaginato che sarebbe risultato essere il Lampo da Levante! Nella Bibbia è scritto che il Signore tornerà su una nuvola per condurci direttamente in cielo. Come potevano affermare che il Signore era tornato nella carne? Non volevo ascoltare un’altra singola parola. Ho immaginato che, se mi fossi lasciato sviare, tutto ciò che avevo sopportato nei miei anni di fede sarebbe stato inutile. Volevo solo che se ne andassero. D’altro canto, in quasi due settimane passate con loro, avevo notato che vivevano davvero una buona umanità. Era pieno inverno, si gelava ed era mezzanotte passata. Sentivo che sarebbe stato disumano mandarle via. Ero molto combattuto. Era come un braccio di ferro interiore: non sapevo quale fosse la volontà di Dio. Con una scusa, sono andato nella mia camera da letto dove mi sono inginocchiato dinanzi al Signore in preghiera: “O Signore, c’è davvero luce nella condivisione di queste sorelle, ma ho paura di essere sviato. Sono confuso, non so cosa fare. Signore, Ti prego, guidami”. Dopo aver pregato, ho ripensato che il Signore Gesù ci ha insegnato a trattare le persone con amore. Buttarle fuori casa non sarebbe stato conforme alla volontà del Signore. Anche se le ho fatte restare, trovarmi di fronte a quelle due sorelle era per me opprimente. Non riuscivo a calmarmi. Sapevo che la loro condivisione era illuminante e proveniva dall’opera dello Spirito Santo, ma asserire che Dio fosse ritornato nella carne era talmente in contrasto con le mie nozioni. Mi è venuto in mente che avrei potuto esternare questo dubbio e vedere cosa mi avrebbero detto. Così ho chiesto: “Voi testimoniate che il Signore Gesù è tornato nella carne. Io non riesco proprio ad accettarlo. Nella Bibbia è scritto chiaramente: ‘Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui Lo avete visto andare in cielo’ (Atti 1:11). Fu il corpo spirituale del Signore Gesù ad ascendere al cielo dopo la Sua resurrezione, quindi dovrebbe essere il Suo corpo spirituale a discendere su una nuvola quando Egli tornerà. Come potete affermare che è ritornato nella carne?”

Lilia ha risposto pazientemente: “Ci sono una serie di profezie bibliche che parlano del Signore che ritorna nella carne. Il Signore Gesù disse: ‘Come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo(Matteo 24:27). ‘Anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figlio dell’uomo verrà(Matteo 24:44). ‘Perché com’è il lampo che balenando risplende da una estremità all’altra del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel Suo giorno. Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione(Luca 17:24-25). Nelle profezie del Signore Gesù sul Suo ritorno, Egli menzionò ‘la venuta del Figlio dell’uomo’, ‘il Figlio dell’uomo verrà’ e ‘il Figlio dell’uomo nel Suo giorno’ diverse volte. ‘Il Figlio dell’uomo’ indica Colui che è nato dall’uomo e possiede normale umanità. Se Egli fosse in forma spirituale, non sarebbe definito così. Jahvè Dio era in forma spirituale e non potrebbe essere chiamato ‘il Figlio dell’uomo’. Gli angeli sono spiriti, e anch’essi non possono definirsi in quel modo. Il Signore Gesù venne chiamato Cristo, il Figlio dell’uomo, perché era Spirito di Dio fattoSi carne, ed era il Figlio dell’uomo che possedeva una normale umanità. Dunque, quando il Signore Gesù parlò de ‘la venuta del Figlio dell’uomo’ e ‘il Figlio dell’uomo verrà’, si riferiva al ritorno del Signore incarnato negli ultimi giorni”.

Poi, Zena ha detto: “Il Signore Gesù ha profetizzato il Proprio ritorno: ‘Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione’. Dio è apparso e svolge la Sua opera nella carne come Figlio dell’uomo negli ultimi giorni. Proprio come il Signore Gesù Cristo, dall’esterno appare come un normale figlio dell’uomo. Le persone non Lo riconoscono come Cristo, trattandoLo come una persona comune. I membri del mondo religioso, e quella parte del regime di Satana in particolare, si alleano per condannare e avversare Cristo degli ultimi giorni. Ciò realizza perfettamente la profezia del Signore: ‘Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione’. Se tutto avvenisse secondo le idee umane e il Signore tornasse nella Sua forma spirituale negli ultimi giorni, apparendo su una nuvola in tutta la Sua gloria e mostrandoSi apertamente a tutte le genti, ognuno cadrebbe dinanzi a Lui, prostrandosi e adorandoLo, e nessuno si opporrebbe a Lui. A quel punto, come si avvererebbe la profezia?”

Ciò mi ha aiutato a cominciare a comprendere che, se il Signore apparisse direttamente nella Sua forma spirituale negli ultimi giorni, chiunque, vedendoLo, cadrebbe a terra e nessuno si opporrebbe a Lui. In tal modo, la profezia “Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione” non si potrebbe assolutamente realizzare. Ho pensato al Lampo da Levante, che sta testimoniando il ritorno del Signore Gesù mentre il mondo religioso e il governo del PCC si stanno adoperando in ogni modo per avversarlo e condannarlo. Ciò non compie forse la profezia del Signore di essere respinto da questa generazione? Dio Onnipotente poteva davvero essere il Signore Gesù ritornato? La Bibbia profetizza, sì, la venuta del Figlio dell’uomo, ma c’erano ancora alcune cose che mi sfuggivano. Il Signore ha anche detto: “Ecco, Egli viene con le nuvole e ogni occhio Lo vedrà; Lo vedranno anche quelli che Lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno lamenti per Lui(Apocalisse 1:7). Mi sono chiesto come quella profezia si sarebbe potuta realizzare se il Signore fosse tornato in forma incarnata come Figlio dell’uomo. Così ho palesato loro i miei dubbi.

Lilia ha condiviso: “Il Signore è leale. Ogni Sua parola si realizzerà. È solo questione di tempo. Sono molte le profezie bibliche sul ritorno del Signore. Oltre a quella della nuvola, si parla anche di Lui che Si fa carne e giunge in segreto. Per esempio, il Signore ha detto: ‘E a mezzanotte si levò un grido: “Ecco, arriva lo sposo: uscite e andateGli incontro!”(Matteo 25:6). ‘Ma quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli del cielo, neppure il Figlio, ma il Padre solo(Matteo 24:36). E c’è la profezia nell’Apocalisse: ‘Ecco, Io vengo come un ladro(Apocalisse 16:15). Nelle profezie, dove si legge ‘come un ladro’, ‘a mezzanotte si levò un grido’ e ‘nessuno li sa’, Egli Si riferiva proprio al Suo ritorno in segreto. Negli ultimi giorni, il Signore viene in due modi diversi. Egli Si incarna in segreto come Figlio dell’uomo, ma Si manifesta anche su una nuvola. In altre parole, prima ritorna nella carne di nascosto per esprimere la verità, giudicare e purificare l’umanità e creare un gruppo di vincitori prima delle catastrofi. Una volta che Dio incarnato avrà completato la Sua opera di salvezza dell’umanità in segreto, le catastrofi si abbatteranno, ed Egli premierà i buoni e punirà i malvagi. Solo allora Dio verrà apertamente su una nuvola, rivelandoSi a tutte le nazioni e ai popoli. Questo è il momento in cui le profezie del Signore che appare apertamente si avvereranno del tutto. Tutti coloro che accettano l’opera di giudizio di Dio Onnipotente e sono purificati dalla loro indole corrotta saranno protetti da Dio e salvati dai disastri. Entreranno nel Regno di Dio. Invece, chi rifiuta e condanna l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni, chi farà tutto il possibile per opporsi e condannarla, verrà punito nei disastri, piangendo e digrignando i denti. Così si avvererà questa profezia dell’Apocalisse: ‘Ecco, Egli viene con le nuvole e ogni occhio Lo vedrà; Lo vedranno anche quelli che Lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno lamenti per Lui(Apocalisse 1:7)”. Poi mi ha letto questo passo delle parole di Dio Onnipotente: “Molte persone potrebbero non essere interessate a quello che dico, ma voglio ancora dire ai cosiddetti santi che seguono Gesù: nel momento in cui vedrete Gesù discendere dai cieli su di una nuvola bianca con i vostri stessi occhi, assisterete all’apparizione pubblica del Sole di giustizia. Forse per te quello sarà un momento di grande entusiasmo, ma dovresti sapere che quando vedrai Gesù discendere dai cieli, tu scenderai contemporaneamente all’inferno per essere punito. Quello sarà il momento della fine del piano di gestione di Dio, e il momento in cui Dio ricompenserà i buoni e punirà i cattivi. Il giudizio di Dio si sarà concluso prima che l’uomo possa vedere i segni, quando ci sarà soltanto l’espressione della verità. Coloro che accettano la verità e non cercano segni, essendo stati così purificati, saranno tornati davanti al trono di Dio ed entrati nell’abbraccio del Creatore. Soltanto coloro che insistono nel credere che ‘il Gesù che non giunge su una nuvola bianca è un falso cristo’ saranno soggetti a una punizione perpetua, perché credono soltanto nel Gesù che mostra i segni, ma non riconoscono il Gesù che esprime giudizi severi e rivela la vera via e la vita. Pertanto può solo accadere che Gesù Si occupi di loro quando ritorna apertamente su di una nuvola bianca. Sono particolarmente ostinate e arroganti, e hanno un’eccessiva fiducia in sé stesse. Come potrebbero essere ricompensati da Gesù individui così degenerati? Il ritorno di Gesù è una grande salvezza per coloro che sono in grado di accettare la verità, ma è un segno di condanna per quelli che sono incapaci di accoglierla. Dovreste scegliere il vostro cammino, e non bestemmiare lo Spirito Santo, né rifiutare la verità. Non dovreste essere persone ignoranti e arroganti, bensì obbedire alla guida dello Spirito Santo, e desiderare ardentemente e cercare la verità; soltanto così potrete trarre dei benefici(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Quando contemplerai il corpo spirituale di Gesù, Dio avrà creato nuovi cieli e nuova terra”).

D’un tratto mi si sono aperti gli occhi. Ho capito che il ritorno del Signore avviene per fasi. Prima Egli Si fa carne, parlando e operando in segreto, e poi viene apertamente su una nuvola, mostrandoSi a tutte le genti. Ho capito che le mie nozioni e fantasie mi avevano fatto limitare la venuta del Signore alla seconda modalità. L’idea che non potesse proprio venire nella carne era errata. Non avevo motivo di continuare a insistere. Ho pensato a queste parole del Signore Gesù: “Perché chiunque chiede riceve; chi cerca trova, e sarà aperto a chi bussa(Matteo 7:8). Di fronte al ritorno del Signore, dovevo avere un cuore timorato di Dio e indagare seriamente per conformarmi alla volontà del Signore. Altrimenti, mi avrebbe probabilmente scacciato!

Poi, ho chiesto alle sorelle: “Poiché il Signore prima Si fa carne per operare in segreto al Suo ritorno, come possiamo essere sicuri che Dio Onnipotente sia Dio incarnato, Cristo degli ultimi giorni?” Lilia ha risposto, tutta felice: “Per migliaia di anni, nessuno ha compreso i misteri, le verità riguardo a cosa sia veramente l’incarnazione e a come possiamo riconoscere Dio nella carne. Ora, Dio Onnipotente ci ha rivelato tutti questi misteri e verità”. Poi mi ha letto alcuni passi delle parole di Dio Onnipotente: “L’incarnazione è l’apparire di Dio nella carne; Egli opera fra l’umanità creata con l’immagine della carne. Così, perché Dio Si possa incarnare, Egli deve prima essere carne, carne dotata di umanità normale; questo è il prerequisito fondamentale. Di fatto, l’incarnazione di Dio implica che Egli viva e operi nella carne, che Dio nella Sua essenza stessa Si faccia carne, diventi un uomo(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “L’essenza della carne abitata da Dio”). “Incarnazione significa che lo Spirito di Dio Si fa carne, vale a dire che Dio diventa carne; l’opera che Egli compie nella carne è l’opera dello Spirito, che è realizzata nella carne, espressa dalla carne. Nessuno, tranne la carne di Dio, può svolgere il ministero del Dio incarnato; vale a dire che solamente la carne incarnata di Dio, questa umanità normale, e nessun’altra, può esprimere l’opera divina(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “L’essenza della carne abitata da Dio”). “Il Dio incarnato Si chiama Cristo, e Cristo è la carne assunta dallo Spirito di Dio. Questa carne è diversa da quella di qualunque uomo fatto di carne. Questa differenza esiste perché Cristo non è fatto di carne e di sangue; Egli è l’incarnazione dello Spirito. Egli ha sia un’umanità normale sia una divinità completa. La Sua divinità non è posseduta da alcun uomo. La Sua umanità normale sostiene tutte le Sue normali attività nella carne, mentre la Sua divinità svolge l’opera di Dio Stesso(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “L’essenza di Cristo è l’obbedienza alla volontà del Padre celeste”). “Colui che è Dio incarnato deve possedere l’essenza e l’espressione di Dio. Poiché Dio Si fa carne, Egli porterà avanti l’opera che intende realizzare, e poiché Dio Si fa carne, Egli esprimerà ciò che è, e sarà in grado di portare la verità all’uomo, dargli la vita e indicargli la via. La carne che non ha l’essenza di Dio non è decisamente il Dio incarnato: su questo non c’è dubbio. Qualora l’uomo intenda indagare se si tratta dell’incarnazione di Dio, deve trarne conferma dall’indole che Egli esprime e dalle parole che Egli pronuncia. In altri termini, per trarre conferma che Egli sia o non sia Dio incarnato, e che sia o non sia la vera via, si deve discernere dalla Sua essenza. E così, nel determinare se si tratta di Dio incarnato, la chiave sta nella Sua essenza (la Sua opera, le Sue parole, la Sua indole e molti altri aspetti), piuttosto che nell’apparenza esteriore. Se l’uomo esamina soltanto la Sua apparenza esteriore, e di conseguenza trascura la Sua essenza, ciò dimostra che quell’uomo è ottenebrato e ignorante(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Prefazione”).

Lilia ha proseguito la sua condivisione dopo aver letto le parole di Dio Onnipotente. “Cristo è Dio incarnato. Egli è lo Spirito di Dio rivestito di carne e diventato una persona comune, che opera e proferisce parole tra gli uomini. Dio incarnato sembra una persona qualunque, nulla di elevato o soprannaturale. È dotato di ragione, pensieri ed emozioni come una persona normale. Mangia, dorme e Si veste proprio come una persona normale, vive tra le persone e interagisce con loro in maniera molto reale. Ma, oltre alla normale umanità, Egli possiede anche un’essenza divina che le persone non hanno. Ecco perché Cristo può compiere l’opera di Dio, concludere un’età e avviarne una nuova. La Sua essenza è la verità, la via e la vita. Egli può esprimere la verità e guidare e sostenere le persone ovunque, in qualsiasi momento: può indicarci un percorso di pratica. Cristo può anche rivelare misteri, esprimere l’indole di Dio, ciò che Egli ha ed è, e la Sua onnipotenza e saggezza. Le Sue parole possono compiere ogni cosa. Nessun essere umano può fare altrettanto. Il Signore Gesù aveva un aspetto ordinario, ma un’essenza divina. Con la Sua manifestazione e la Sua opera, ha avviato l’Età della Grazia e concluso l’Età della Legge. Ha espresso la verità, ci ha dato un percorso di pentimento e ha perdonato i nostri peccati. È stato tollerante e paziente e ci ha detto di perdonare settanta volte sette. Egli ha rivelato l’indole amorevole e misericordiosa di Dio. Ha anche mostrato molti segni e miracoli nel corso della Sua opera: ha sanato i ciechi, fatto camminare gli zoppi, ha placato i mari con una parola, resuscitato i morti, sfamato 5.000 persone con cinque pani e due pesci, e altro ancora. Ciò ha rivelato pienamente l’autorità e la potenza di Dio. L’opera e le parole del Signore Gesù e l’indole da Lui espressa furono sufficienti a provare che Egli era Dio incarnato. Solo Dio può esprimere la verità, porre fine a un’età e avviarne una nuova, esprimendo l’indole di Dio e la saggezza della Sua opera. Nessuno, oltre a Cristo, può esprimere la verità, esprimere ciò che Dio ha ed è, o completare l’opera di Dio. Questo è anche il modo in cui possiamo determinare se Dio Onnipotente è Dio nella carne, Cristo degli ultimi giorni. Non si basa sul Suo aspetto, sul tipo di famiglia in cui è nato, quale sia la Sua condizione sociale o se goda di alcun prestigio. Nulla di tutto ciò conta. La cosa più importante è cercare e investigare l’opera e le parole di Dio Onnipotente, vedere se Egli può esprimere la verità e svolgere l’opera di Dio. Se Egli esprime la verità e l’indole di Dio, se Egli compie l’opera di Dio per salvare l’umanità, per quanto il Suo aspetto sia molto ordinario, senza alcun prestigio o potere, e nonostante la condanna e il rifiuto delle persone, Egli è Dio incarnato. È Cristo”.

Grazie alla sua condivisione, ho capito meglio che Dio incarnato può esprimere la verità e compiere l’opera di Dio. Questo è l’unico criterio per determinare se qualcuno è Cristo. Zena ha continuato la condivisione: “Nel confermare se Dio Onnipotente sia Dio incarnato, non possiamo guardare solo alle apparenze. La certezza deriva dalle Sue parole, dalla Sua opera e dall’indole che Egli esprime. Negli ultimi giorni, Dio Onnipotente sta esprimendo verità e compiendo l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio, sulla base dell’opera di redenzione del Signore Gesù. Ha concluso l’Età della Grazia e avviato l’Età del Regno. Dio Onnipotente ha proferito milioni di parole. Ha svelato il mistero del piano di gestione di Dio di 6.000 anni, il mistero delle tre fasi della Sua opera, il mistero dell’incarnazione di Dio e la storia segreta della Bibbia. Ha mostrato come Satana corrompe l’umanità, come Dio la salva, come Dio compie l’opera di giudicare e purificare le persone negli ultimi giorni, come classifica le persone secondo il loro tipo e ne determina la fine e la destinazione, e altro. Dio Onnipotente esprime la Sua indole, che è primariamente giusta, giudicando e smascherando la nostra natura satanica di opposizione a Dio e la nostra indole corrotta. Egli ci mostra anche il cammino per liberarci dal peccato ed essere purificati”. Zena ha anche condiviso la sua personale esperienza di essere stata giudicata e castigata attraverso le parole di Dio. Ha detto: “Non vedevo quanto fossi arrogante, egoista e scaltra finché non sono stata giudicata, castigata, messa alla prova, raffinata, trattata e potata attraverso le parole di Dio. Avevo fede in Dio e mi adoperavo per Lui, ma peccavo ancora e continuavo a resisterGli a causa della mia natura satanica. Per esempio, mi piaceva mettermi sempre in mostra e farmi ammirare. Rimproveravo gli altri con arroganza e pretendevo obbedienza. Mentivo e ingannavo gli altri per proteggere la mia reputazione e il mio prestigio. La lista potrebbe continuare. Attraverso il giudizio e il castigo delle parole di Dio, ho capito che stavo vivendo secondo la mia indole satanica ed ero totalmente priva di sembianza umana. Mi sono anche resa conto che la Sua indole giusta non tollera offesa e ho cominciato ad avere timore nei Suoi confronti nel mio cuore. Ho anche iniziato a provare rimorso e a detestarmi, a concentrarmi sul mettere in pratica la verità per eliminare la mia indole satanica e pentirmi davvero dinanzi a Dio. C’è stato qualche graduale cambiamento nella mia indole corrotta. I risultati dell’opera e delle parole di Dio Onnipotente sono sufficienti per essere certi che Egli sia Dio incarnato, Cristo degli ultimi giorni”.

La condivisione delle sorelle ha illuminato il mio cuore. Ho capito che la chiave per confermare la comparsa del Figlio dell’uomo e che Egli sia Cristo incarnato è vedere se può esprimere le parole e l’indole di Dio, se è in grado di svolgere l’opera per concludere un’età e avviarne una nuova. Dio Onnipotente ha espresso tante verità e sta operando per giudicare e purificare l’umanità. Ha avviato l’Età del Regno e concluso l’Età della Grazia. Di certo ciò significa che Egli è Cristo, il Signore ritornato! Prima non avevo mai compreso la verità. Attendevo ciecamente che il Signore tornasse su una nuvola nella Sua forma spirituale e portasse i fedeli direttamente nel Regno dei Cieli, così non mi ero premurato di cercare o indagare quando ho sentito che era già tornato. Ho quasi perso l’occasione di riunirmi con il Signore. Che stupido sono stato!

In seguito, ho letto avidamente le parole di Dio Onnipotente. Ho appreso molti misteri e verità che non avevo mai capito e ho acquisito l’assoluta certezza che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato! Ho condiviso l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni con oltre 100 fratelli e sorelle all’interno della mia cerchia. Quando hanno letto le Sue parole e ascoltato la Sua voce, hanno pianto lacrime di gioia. Si sono rivolti a Dio Onnipotente, hanno accettato l’opera degli ultimi giorni e preso parte al banchetto dell’Agnello!

Sei fortunatoad accederea questo sito Web,avrai l’opportunitàdi accogliere il Signoree trovare la viaper sbarazzarti della sofferenza. Vuoi guadagnare questa benedizione di Dio?

Contenuti correlati

Ho udito la voce di Dio

Ho accettato l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni più di due anni fa. Ad essere sincero, ho guadagnato molto di più che nei miei...

Ho visto il libro aperto

di Jose, Spagna Quando ho accolto il Signore, leggendo la Bibbia, ho imparato l’origine di tutto e la fonte della corruzione umana. Ho...