La scelta più significativa

26 Dicembre 2022

Da bambino, ho seguito i miei genitori nel credere nel Signore. Da adulto, ho lavorato nell’edilizia e aperto una scuola di karate. Nonostante il lavoro mi abbia impegnato nel corso degli anni, ho sempre cercato di capire di più su Dio, per questo ho guardato molti pastori predicare in TV. A volte ho anche studiato la Bibbia con il mio pastore e con gli amici, e ho consultato regolarmente le pagine cristiane su Facebook. Nel 2020, a causa della pandemia, ho dovuto chiudere temporaneamente la mia scuola di karate, e così ho avuto più tempo per cercare online informazioni su Dio.

Un giorno di dicembre di quell’anno, navigavo su Facebook come al solito, quando d’un tratto ho ricevuto un messaggio. Una sorella di Taiwan mi ha chiesto se volessi partecipare a una riunione e ascoltare la parola di Dio. Ho accettato volentieri. Dopo un periodo di incontri e di lettura delle parole di Dio Onnipotente, ho visto che queste parole rivelano il mistero del piano di gestione di Dio di seimila anni, la causa della caduta, della corruzione e del peccato dell’uomo, e indicano anche il modo in cui l’umanità può liberarsi dal peccato ed essere purificata. Non avevo mai sentito né letto di questi misteri della verità, e nel mio cuore ero certo che queste parole erano la voce di Dio, e che Dio Onnipotente era il Signore Gesù ritornato! Ero davvero entusiasta. Non avrei mai pensato di poter sentire la voce di Dio e accogliere il Signore durante la mia vita. Mi sentivo davvero onorato. Dopo aver accolto Dio Onnipotente, sentivo di guadagnare molto da ogni riunione. Se a volte non potevo partecipare alle riunioni perché avevo delle commissioni o altri problemi, il giorno dopo leggevo le parole di Dio Onnipotente inviate nei messaggi di gruppo, e inoltre i fratelli e le sorelle mi aiutavano a capire il contenuto della riunione. Ho continuato così per circa due o tre mesi; dopo di che, il fratello responsabile dell’irrigazione mi ha detto: “Fratello Victor, vediamo che sei un ricercatore fervente e desideri capire la verità. Vorremmo invitarti a gestire un gruppo di riunione. Saresti interessato?” Ma non potevo accettare in quel momento, perché pensavo che presto avrei dovuto riaprire la scuola di karate. La gestione di un gruppo di riunione sarebbe entrata in conflitto con i miei orari di insegnamento. E se la reputazione della scuola ne avesse risentito? Così ho risposto al fratello: “Temo di non poter accettare questo dovere, perché presto riprenderò a insegnare karate. Insegnare è la cosa più importante per me e non posso permettere a nulla di impedirmelo. Gestisco questa scuola da 11 anni. È il risultato di tutti i miei anni di duro lavoro, e tutti i genitori si fidano di me per la formazione dei loro figli. Hanno tutti molto bisogno di me, quindi non posso gestire un gruppo di riunione”.

In seguito, in un incontro, ho letto un passo delle parole di Dio condiviso da un fratello: “Se sei una persona che tiene conto della volontà di Dio, ti addosserai un vero fardello per la Chiesa. In realtà, invece di considerarlo un fardello che porti per la Chiesa, sarebbe meglio considerarlo un fardello che porti per la tua stessa vita, poiché il fine del fardello che ti addossi per la Chiesa è essere perfezionato da Dio attraverso tali esperienze. Pertanto, chiunque sostenga il fardello più pesante per la Chiesa, chiunque porti un fardello per fare ingresso nella vita, sarà tra coloro che vengono perfezionati da Dio” (“Tieni conto della volontà di Dio al fine di ottenere la perfezione” in “La Parola appare nella carne”). Dalla parola di Dio, vediamo che Dio spera che le persone prendano posizione, cooperino con Lui e compiano i loro doveri. Più si compie il proprio dovere, più si comprende la verità, e più si può essere perfezionati. Questo è un momento cruciale per la diffusione del Vangelo del Regno di Dio. Come primo gruppo di persone in Uruguay ad accettare l’opera di Dio degli ultimi giorni, dovremmo impegnarci ad aiutare a irrigare coloro che l’hanno appena accettata e compiere i nostri doveri. Condividendo le parole di Dio con gli altri, ho compreso la volontà di Dio. Provavo un po’ di vergogna per aver rifiutato quel dovere, così ho detto al supervisore: “Sono disposto a svolgere il mio dovere”. Ma, quando il supervisore mi ha chiesto la mia disponibilità, mi sono sentito di nuovo combattuto. Ho pensato che, dedicando alle riunioni qualche giorno a settimana, una volta aperta la scuola, si sarebbero sovrapposte alle mie lezioni. Inoltre, stavo ristrutturando la scuola. Volevo assicurarmi che fosse un buon lavoro e attirare più persone a studiare e a formarsi, cosa che avrebbe giovato ancora di più alla mia attività. Ho detto al supervisore: “Sono molto occupato. Ho tempo per condurre gli incontri solo il martedì”. E così ho iniziato a compiere il mio dovere. In seguito, i miei fratelli e sorelle mi hanno spesso aiutato e incoraggiato. Ho anche iniziato a leggere sinceramente le parole di Dio Onnipotente, e spesso ascoltavo inni e guardavo film dall’app della chiesa di Dio Onnipotente. In quel periodo, sempre più persone hanno accettato l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni, così il supervisore mi ha chiesto se potessi gestire più riunioni e irrigare i nuovi fratelli e sorelle. Ero un po’ preoccupato ma, dato che non avevo ancora riaperto la scuola, ho pensato di poterlo fare temporaneamente, così ho accettato. Ma ho anche avvertito il supervisore che alla ripresa delle lezioni non avrei avuto tempo per il mio dovere. Mi sembrava la cosa giusta da fare in quel momento, perché nulla per me era più importante della mia scuola di karate. Questo fino a quando, un giorno, un passo delle parole di Dio Onnipotente mi ha fatto cambiare idea.

Dio Onnipotente dice: “In effetti, per quanto nobili siano gli ideali umani, per quanto realistici siano i desideri dell’uomo o per quanto appropriati possano essere, tutto ciò che l’uomo vuole ottenere, tutto ciò che l’uomo cerca è inestricabilmente connesso a due parole. Queste due parole sono di vitale importanza nella vita di ogni persona e sono cose che Satana intende instillare nell’uomo. Quali sono queste due parole? Sono ‘fama’ e ‘profitto’. Satana usa un metodo molto sottile, molto consono alle nozioni delle persone, niente affatto radicale, tramite il quale fa sì che le persone accettino inconsapevolmente il suo modo di vivere, le sue regole, e stabiliscano i loro obiettivi e la loro direzione nella vita e, così facendo, arrivino inconsapevolmente anche ad avere delle ambizioni nella vita. Per quanto grandiose possano sembrare queste ambizioni, sono inestricabilmente legate a ‘fama’ e ‘profitto’. Tutto ciò che qualsiasi persona grande o famosa – ogni persona, in effetti – segue nella vita, si riferisce unicamente a queste due parole: ‘fama’ e ‘profitto’. Dopo aver ottenuto fama e profitto, le persone pensano di poterli capitalizzare per usufruire di uno stato sociale elevato e di grandi ricchezze, e godersi così la vita. Pensano che fama e profitto siano una sorta di capitale che possono utilizzare per una vita improntata alla ricerca del piacere e al godimento sfrenato della carne. Per questa fama e questo profitto tanto bramati dall’umanità, le persone consegnano volentieri, seppure inconsapevolmente, i loro corpi, le loro menti, tutto ciò che possiedono, il loro futuro e il loro destino, a Satana. Le persone, infatti, lo fanno senza neppure un attimo di esitazione, sempre ignare della necessità di recuperare tutto ciò che hanno consegnato. Possono le persone mantenere un qualche controllo su di sé dopo essersi rifugiate in Satana ed essergli diventate leali in questo modo? Certo che no. Sono completamente e assolutamente controllate da Satana. Sono completamente e assolutamente sprofondate in un pantano e sono incapaci di liberarsi. Una volta impantanate nella fama e nel profitto, non cercano più ciò che è luminoso, giusto o le cose belle e buone. Questo perché il potere seduttivo che fama e profitto esercitano sulle persone è troppo grande, ed essi divengono obiettivi da perseguire nel corso della vita e persino per tutta l’eternità, senza fine. Non è vero?” (“Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”). Dio analizza a fondo i metodi con cui Satana controlla le persone mediante fama e guadagno. Le parole di Dio Onnipotente erano estremamente reali. Stavo davvero vivendo in quel modo. Cercavo sempre di emergere e di avere una carriera di successo, pensando che così avrei potuto godermi meglio la vita ed essere ammirato dagli altri. Anche se il mio lavoro nell’edilizia bastava a darmi da vivere, per guadagnare più soldi, essere ammirato da più persone e godere degli agi della fama e del successo, ho aperto una scuola di karate e ho impiegato tutte le mie energie per gestirla bene. Iniziato a credere in Dio Onnipotente, anche se frequentavo ancora le riunioni, la mia priorità restava comunque la scuola di karate. Quando ho intrapreso il mio dovere, temevo di ritardare le lezioni e di compromettere il nome e la reputazione della scuola, così ho rifiutato. Anche se ho condotto delle riunioni e svolto il mio dovere, lo consideravo solo temporaneo, e aspettavo che il lockdown fosse revocato per poter riprendere a gestire la mia scuola di karate. Quando me ne sono reso conto, mi sono vergognato. Ho capito che basavo la mia sopravvivenza su fama e successo, e che reputavo gestire la mia attività più importante della mia fede in Dio e del mio dovere, al punto che ho rischiato di prendere la decisione sbagliata per perseguire fama e successo e di perdere la possibilità di compiere il mio dovere e acquisire la verità. Ora ho capito che il coronamento dei sogni e la gestione di un’attività commerciale sembrano degli obiettivi legittimi, ma dietro ci sono i trucchi di Satana. Satana usa la fama, il successo e il prestigio per tentare e corrompere le persone. Mi ha spinto a perseguirli con tutto il cuore e a desiderare di ottenerne più del necessario. Ora ero preda della sua trappola, involontariamente controllato e dominato da Satana. Ero diventato suo schiavo, e mi sarei allontanato sempre di più da Dio, fino alla rovina, per la fama e il successo.

In seguito, ho letto altri due passi delle parole di Dio Onnipotente. Dio Onnipotente dice: “L’uomo esaurisce l’energia di una vita intera a combattere contro il destino, passa tutto il tempo ad affaccendarsi per cercare di sfamare la propria famiglia e a fare la spola tra ricchezza e status. Le cose cui le persone tengono sono la famiglia, i soldi e la fama, e le considerano gli elementi più preziosi della vita. Tutti si lamentano del proprio destino, eppure relegano ancora in un angolo della mente le questioni più urgenti da esaminare e da capire: perché l’uomo è vivo, come dovrebbe vivere, qual è il valore e il significato dell’esistenza. Per tutta la vita, a prescindere dalla sua durata, le persone non fanno che correre qua e là in cerca di fama e di fortuna, finché la giovinezza non vola via e diventano grigie e rugose. È questo il modo in cui vivono finché non capiscono che la fama e la fortuna non possono arrestare la loro discesa verso la senilità, che il denaro non può riempire il vuoto del cuore, che nessuno è esente dalle leggi della nascita, dell’invecchiamento, della malattia e della morte, che nessuno può sfuggire a ciò che il destino ha in serbo. Soltanto quando sono costrette ad affrontare l’ultimo momento cruciale della vita comprendono che, anche se si è ricchi e si possiedono molti beni, anche se si è privilegiati e di alto rango, non si può comunque sfuggire alla morte e si deve far ritorno alla propria condizione originaria: un’anima solitaria che non possiede nulla” (“Dio Stesso, l’Unico III” in “La Parola appare nella carne”). “Gli uomini passano la vita a inseguire il denaro e la fama; si aggrappano a questi fili di paglia pensando che siano i loro unici mezzi di sostentamento, come se, possedendoli, potessero continuare a vivere, potessero esonerarsi dalla morte. Soltanto quando stanno per morire, tuttavia, si rendono conto di quanto queste cose siano distanti da loro, di quanto essi siano deboli davanti alla morte, di quanto facilmente vadano in pezzi, di quanto siano soli e impotenti, senza alcun luogo in cui rifugiarsi. Si accorgono che la vita non si può comprare con il denaro o con la fama, che per quanto una persona sia facoltosa, per quanto alta sia la sua posizione, tutti sono parimenti poveri e insignificanti dinanzi alla morte. Si rendono conto che il denaro non può comprare la vita, che la fama non può cancellare la morte, che né l’uno né l’altra possono allungare l’esistenza di una persona anche solo di un minuto o di un secondo” (“Dio Stesso, l’Unico III” in “La Parola appare nella carne”). Dopo aver letto la parola di Dio, ho pensato: “Credo in Dio Onnipotente, ma non mi concentro sulla ricerca della verità né sull’adempiere ai doveri di un essere creato. Perseguo ancora con tutto me stesso fama, successo e agi materiali. Spreco il mio tempo prezioso e le mie energie in queste cose. Cosa posso guadagnare credendo in Dio in questo modo? In questo momento, in piena pandemia, molte persone stanno morendo in tutto il mondo. Non so cosa potrebbe accadere nella mia vita, e sembra che ci siano sempre meno possibilità di perseguire la verità e di compiere il mio dovere. Forse non è ancora troppo tardi per perseguire la verità, ma lo sarà in prossimità della morte. Ho la fortuna di accogliere l’opera di Dio degli ultimi giorni, e Dio mi ha dato l’opportunità di perseguire la verità e di essere salvato, ma io non ne tengo conto, e non sono disposto a spendere più tempo ed energie per cercare la verità. Sono stato del tutto cieco! In passato, per perseguire la fama e il successo nel mondo, ho fatto molti sforzi per aprire la mia scuola. È bella, attira molti allievi, e ho guadagnato fama, successo e agi materiali, ma il mio cuore è ancora estremamente vuoto e sento che non ha senso vivere così. Ora non voglio più sprecare la mia vita per queste cose. Ci sono molte persone ricche nel mondo, dotate di fama e prestigio, che però sono distanti da Dio e Lo rinnegano, e, quando le catastrofi si abbatteranno su di loro, moriranno comunque. La ricchezza non può comprare la vita, e la fama e il successo sono inutili di fronte alla morte. Solo perseguendo e acquisendo la verità possiamo ottenere la protezione di Dio e la Sua salvezza”. Come disse il Signore Gesù: “Che gioverà a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l’anima sua? O che darà l’uomo in cambio dell’anima sua?” (Matteo 16:26). È vero. Anche se conquistiamo fama e successo nel mondo e gli altri ci stimano e ammirano, queste cose non possono dare la vita. Possono solo allontanarci da Dio e farci perdere la possibilità di essere salvati. Compiendo il mio dovere e cercando la verità in quel periodo, ho guadagnato qualcosa che non avevo mai avuto prima. Ho compreso la volontà di Dio, ho iniziato a cambiare poco a poco, e ho adempiuto alle mie responsabilità nella chiesa. Avevo trovato il senso della vita. Volevo perseguire la verità, obbedire a Dio, compiere nella vita il mio dovere di essere creato e non vivere più per Satana.

Poco tempo dopo, la ristrutturazione della mia scuola di karate è terminata, il lockdown era finito ed era ora di riaprire, ma non ero più così impaziente come prima, perché in quel periodo avevo letto molte parole di Dio Onnipotente, e sapevo che Dio vuole che perseguiamo la verità e compiamo il nostro dovere per essere salvati, invece di perseguire fama e successo nel mondo ed essere ingannati da Satana. Così, ho deciso di chiudere definitivamente la scuola di karate. Mi sembrava la decisione migliore per me. Quando ho comunicato la decisione al gruppo dei genitori e dei maestri, alcune persone a me vicine non riuscivano a crederci, perché sapevano quanto la scuola fosse importante per me. Molti studenti e genitori mi hanno inoltre inviato messaggi per convincermi a tenere aperta l’attività. Alcuni genitori mi hanno detto: “Victor, i miei figli adoravano le tue lezioni. Davvero non insegnerai più karate?” E alcuni allievi: “Maestro, non dicevi che la tua carriera era la cosa più importante, che era la tua vita?” Queste parole mi hanno leggermente turbato. Avevo appena fatto tanti sforzi per ristrutturare la scuola, ma non l’avevo usata nemmeno una volta. Avevo davvero intenzione di chiuderla per sempre? L’attività che avevo messo su in tanti anni sarebbe finita così? In quel momento, mi sentivo davvero un po’ a disagio, ma poi ho letto un passo della parola di Dio Onnipotente. “In quanto persone normali che perseguono l’amore per Dio, l’accesso al Regno per diventare parte del popolo di Dio è il vostro vero futuro, e una vita che è del massimo valore e della massima importanza; nessuno è più benedetto di voi. Perché dico questo? Perché coloro che non credono in Dio vivono per la carne e vivono per Satana, ma oggi voi vivete per Dio e vivete per fare la volontà di Dio. Ecco perché dico che la vostra vita è della massima importanza” (“Conoscere la più recente opera di Dio e seguire le Sue orme” in “La Parola appare nella carne”). Dopo aver letto la parola di Dio, mi sono molto rasserenato. Ho capito che la ricerca di fama e successo non aveva alcun valore o significato. Né gli agi materiali né la fama e il successo nella vita mi avrebbero liberato dal vuoto del mio cuore o consentito di essere salvato da Dio. Solo perseguendo la verità e l’amore per Dio e adempiendo al dovere di un essere creato potevo vivere una vita significativa, la vita che volevo veramente. Anche se avevo ancora molti rimpianti per la mia scuola di karate, le parole dei miei amici e dei miei allievi non mi hanno fatto cambiare idea, perché sapevo che la parola di Dio era la cosa più importante. Perseguire la salvezza di Dio era più importante di qualsiasi altra cosa. Non volevo continuare a gestire la scuola. Volevo dedicare più tempo ed energie a svolgere il mio dovere, perché sapevo che era la cosa più significativa da fare. Ancora oggi, alcuni amici cercano di convincermi a riaprire la scuola, ma io resto fedele alla mia scelta. Anche se mi sono lasciato alle spalle la mia vita volgare e dedita ai piaceri e ho perso la mia fama mondana e l’alta considerazione degli altri, compiendo ogni giorno il mio dovere con i miei fratelli e sorelle, ho più tempo per leggere le parole di Dio e per condividere la verità, e attraverso ciò sono arrivato a capire alcune verità e a vedere alcune cose con chiarezza, soprattutto le conseguenze dell’inseguire fama e successo, e ho iniziato a perseguire la verità e a percorrere la retta via nella vita. Questo è stato per me il più grande beneficio di questo periodo. Ciò che ho guadagnato è molto più prezioso della fama nel mondo e della stima degli altri. Ora, spesso predico anche il Vangelo, e ho imparato a usare la parola di Dio per aiutare e assistere coloro che hanno appena accettato il Vangelo. Spero che sempre più persone possano presentarsi davanti a Dio e avere l’opportunità di essere salvate da Lui. Penso che vivere in questo modo sia davvero sicuro e significativo.

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Il vero significato di ribellione contro Dio

In passato, credevo che “ribellione contro Dio” significasse tradire Dio, lasciare la chiesa o allontanarsi dal proprio dovere. Pensavo che questi comportamenti costituissero la ribellione. Pertanto, ogni volta che sentivo parlare di persone che indulgevano in tali comportamenti,

Essere severi con sé stessi per disciplinare gli altri

Dopo aver capito tutto ciò, cominciai a prestare attenzione al mio ingresso e a risolvere prima i miei problemi, quando accadevano le cose. Quando comunicavo con i fratelli e sorelle, di conseguenza, vi erano componenti della conoscenza di me stessa nella mia comunicazione.

Rispondi