Hai udito la voce di Dio?

13 Aprile 2023

Hai udito la voce di Dio?

Tutti i credenti in Dio stanno attendendo il Suo ritorno con fervore. Oggi condivideremo un po’ sulle profezie del Signore Gesù e discuteremo delle diverse interpretazioni in merito al ritorno del Signore. La maggior parte delle persone crede che il ritorno del Signore avverrà in forma di discesa sulle nuvole ma, secondo le profezie dello Stesso Signore Gesù contenute nella Bibbia, Egli tornerà e pronuncerà parole come Figlio dell’uomo. Il Signore ha profetizzato in diverse occasioni la venuta, o l’apparizione, del Figlio dell’uomo, e la venuta del Figlio dell’uomo si riferisce a Dio che appare e opera nella carne. Questa soltanto è l’interpretazione più pura, ed è molto improbabile che la sentiate in una chiesa religiosa. La venuta, o apparizione, del Figlio dell’uomo è un grande mistero, un mistero che nessuno potrebbe conoscere a meno di aver già accolto la Sua apparizione e la Sua opera.

Nella Bibbia ci sono molte profezie sul ritorno del Signore, ma quasi tutte provengono da esseri umani, come apostoli o profeti, o da angeli. Le profezie che le persone tendono a citare sono quelle degli uomini e da lì viene il desiderio di assistere alla discesa del Signore sulle nuvole. In realtà, il ritorno del Signore è il segreto più nascosto. Il Signore Gesù disse: “Ma quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli del cielo, neppure il Figlio, ma il Padre solo(Matteo 24:36). Poiché nessuno conosce quel giorno e quell’ora, nemmeno gli angeli celesti o il Figlio, le profezie della Bibbia sul ritorno del Signore, fornite dagli uomini o dagli angeli, potrebbero davvero essere accurate? Non è possibile. Quindi, se vogliamo accogliere il Signore, dobbiamo seguire le profezie dello Stesso Signore Gesù. Questa è la nostra unica speranza di accogliere il Signore. Coloro che insistono ostinatamente sul fatto che il Signore discenderà sulle nuvole sono destinati a soccombere alle catastrofi, piangendo e digrignando i denti. Il Signore Gesù disse: “Infatti, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo(Matteo 24:27). “Perché com’è il lampo che balenando risplende da una estremità all’altra del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel Suo giorno. Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione(Luca 17:24-25). “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, […] e vi annuncerà le cose a venire(Giovanni 16:12-13). “Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me(Apocalisse 3:20). “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese(Apocalisse 2:7). “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce e Io le conosco, ed esse Mi seguono(Giovanni 10:27). Cosa possiamo vedere in queste profezie del Signore Gesù? Le parole del Signore ci dicono chiaramente che Egli tornerà negli ultimi giorni come Figlio dell’uomo. Il Figlio dell’uomo è in realtà l’incarnazione, e in primo luogo pronuncerà parole, esprimendo molte verità, e condurrà il popolo eletto di Dio a entrare in tutte le verità. Quale opera compirà il Signore venendo ed esprimendo verità? Senza dubbio, compirà l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio. Egli opererà per salvare completamente l’umanità. Come possiamo dunque accogliere il Signore? Poiché viene come Figlio dell’uomo e il Figlio dell’uomo ha un aspetto del tutto ordinario, senza nulla di palesemente soprannaturale, nessuno riuscirà a intuire che si tratta dell’apparizione di Dio solo in base al Suo aspetto esteriore. La chiave è ascoltare le parole del Figlio dell’uomo e vedere se quella è la voce di Dio. È riconoscendo la voce di Dio e aprendoGli la porta che si giunge ad accogliere il Signore. Se Egli pronuncia delle verità e le persone restano sorde alla Sua voce, non avranno modo di accoglierLo. Ciò è profetizzato più volte nel libro dell’Apocalisse: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese” (Apocalisse capitoli 2-3). Questo viene menzionato in totale sette volte. Pertanto, per accogliere il Signore, ascoltare la voce di Dio è di fondamentale importanza: è l’unico modo per accoglierLo. Sapete ora qual è la chiave per accogliere il Signore? Per accogliere il Signore dobbiamo assolutamente ricercare di udire la voce di Dio, e questa “voce” si riferisce alle tante verità espresse dal Signore ritornato, tutte verità che non sono mai state udite in precedenza e cose che non sono mai state riportate nella Bibbia. Le vergini sagge sentono che le parole espresse dal Figlio dell’uomo sono tutte la verità e la voce di Dio e, sopraffatte dalla gioia, accolgono il Signore. Solo il Signore è in grado di esprimere la verità; solo il Signore è la via, la verità e la vita. Coloro che odono le parole espresse dal Figlio dell’uomo, ma rimangono indifferenti o le ignorano, o rifiutano di accettare la verità, sono vergini stolte che saranno abbandonate dal Signore. Precipiteranno sicuramente nei grandi disastri, piangendo e digrignando i denti. Per ora, il mondo religioso non ha accolto il Signore, e si è invece arreso alle catastrofi, incolpando e rinnegando Dio, in un costante stato di disperazione. Le pecore di Dio, dopo aver udito la Sua voce, ricercano e indagano con fervore la vera via che permette loro di accogliere il Signore. Dobbiamo quindi essere chiari: quando il Signore tornerà negli ultimi giorni, apparirà come Figlio dell’uomo ed esprimerà tutte le verità, e la chiave per ricercare l’apparizione del Signore è scoprire dove si trovano tutte le verità da Lui espresse, cercare la chiesa dalla quale Dio sta parlando. Una volta che avrete scoperto le verità espresse dal Figlio dell’uomo, potrete trovare l’apparizione e l’opera di Dio seguendo quella voce fino alla sua fonte. Non appena scoprirete che tutte le verità espresse dal Signore sono quelle che purificheranno e salveranno l’umanità, accetterete il ritorno del Signore e allora Lo avrete accolto. Questo è il modo migliore e più semplice per accogliere il Signore. Non c’è bisogno di fermarsi a contemplare il cielo, né di stare in cima a una montagna per accogliere il Signore quando scenderà sulle nuvole, e tanto meno di pregare 24 ore su 24, o di digiunare e pregare. È sufficiente vegliare e aspettare, senza mai interrompere i tentativi di udire la voce di Dio.

A questo punto, alcuni di voi si staranno domandando: “Come possiamo riconoscere che ciò che udiamo è la voce di Dio?” In realtà, udire la voce di Dio non è affatto difficile. Il Signore Gesù disse: “Verso mezzanotte si levò un grido: ‘Ecco Lo sposo, uscitegli incontro!’(Matteo 25:6). Ogni volta che sentite qualcuno dare testimonianza dell’apparizione e dell’opera di Dio, o del fatto che Egli ha espresso molte verità, dovete subito indagare e verificare se queste parole apparentemente pronunciate da Dio sono la verità o meno. Se sono la verità, dovete accettarle, perché le pecore di Dio sono in grado di udire la Sua voce. Ciò è stato prestabilito da Dio e non dipende dal grado di istruzione di una persona, dalla sua conoscenza della Bibbia o dalla profondità della sua esperienza. Cosa proviamo, da cristiani, nell’ascoltare le molte parole pronunciate dal Signore Gesù? Anche senza alcuna esperienza o comprensione delle parole del Signore, non appena le ascoltiamo riusciamo a percepire che sono la verità, che possiedono autorità e potere; riusciamo a intuire che sono profonde e misteriose, al di là della comprensione umana: questo è il ruolo dell’ispirazione e dell’intuizione. Che siamo in grado di esprimerla chiaramente o meno, questa sensazione è corretta e sufficiente a dimostrare che, se una persona ha un cuore e un’anima, è in grado di percepire il potere e l’autorità delle parole di Dio. È così che si sente la voce di Dio. Volendo approfondire la questione, quali altre caratteristiche possiedono le parole di Dio? Le parole di Dio ci forniscono il nutrimento per la vita, svelano misteri, danno inizio a una nuova età e pongono fine a quella vecchia. Proprio come il Signore Gesù è stato in grado di esprimere verità in ogni momento e in ogni luogo per pascere, irrigare e rifornire le persone; il Signore ha anche rivelato i misteri del Regno dei Cieli, ha indicato all’umanità la via, “Ravvedetevi, perché il Regno dei Cieli è vicino”, ha dato inizio all’Età della Grazia, ha concluso l’Età della Legge e ha completato l’opera di redenzione dell’umanità. Nessun essere umano avrebbe potuto fare una cosa del genere. Non è forse così? Quindi, al giorno d’oggi, c’è un Figlio dell’uomo che da molti anni pronuncia parole che esprimono davvero tante verità. In molti, dopo aver letto queste parole, hanno percepito che si trattava di enunciazioni dello Spirito Santo, della voce di Dio, e hanno acquisito la certezza che questo Figlio dell’uomo che esprime verità è il Signore Gesù ritornato, che è Dio Onnipotente incarnato. Dio Onnipotente ha espresso tutte le verità necessarie a purificare e salvare l’umanità, svelando i misteri del piano di gestione di Dio di 6000 anni e compiendo l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio. Ha dato inizio all’Età del Regno e ha posto fine all’Età della Grazia. Volete tutti sentire alcune parole di Dio Onnipotente, volete udire la voce di Dio? Leggiamo alcuni passi dai discorsi di Dio Onnipotente.

Dio Onnipotente dice: “Una volta ero noto come Jahvè. Ero anche chiamato il Messia, e le persone un tempo Mi chiamavano Gesù il Salvatore con amore e considerazione. Ma oggi non sono lo Jahvè o il Gesù che le persone conoscevano in passato: sono il Dio che è ritornato negli ultimi giorni, il Dio che porterà l’età a una conclusione. Sono il Dio Stesso che Si leva dai confini della terra, ricolmo di tutta la Mia indole e pieno di autorità, onore e gloria. Le persone non si sono mai impegnate con Me, non Mi hanno mai conosciuto e hanno sempre ignorato la Mia indole. Dalla creazione del mondo fino a oggi, nessuna persona Mi ha visto. Questo è il Dio che appare all’umanità durante gli ultimi giorni, ma è nascosto tra gli uomini. Egli abita tra di loro, è autentico e reale come il sole caldo e il fuoco ardente, è pieno di potere e trabocca di autorità. Non c’è una singola persona o cosa che non verrà giudicata dalle Mie parole, e che non sarà purificata attraverso il fuoco ardente. Alla fine, tutte le nazioni saranno benedette grazie alle Mie parole, ma anche ridotte in frantumi a causa loro. In questo modo, durante gli ultimi giorni tutte le persone vedranno che Io sono il Salvatore ritornato, il Dio Onnipotente che conquista tutta l’umanità. E tutti vedranno che un tempo ero l’offerta sacrificale per l’uomo, ma che negli ultimi giorni divento anche la fiamma del sole che incenerisce tutte le cose, e il Sole di giustizia che tutte le rivela. Questa è la Mia opera negli ultimi giorni. Ho preso questo nome e Mi sono impossessato di questa indole in modo che tutte le persone possano vedere che sono un Dio giusto, il sole caldo e il fuoco ardente, e affinché possano adorare Me, l’unico vero Dio, e vedere il Mio vero volto: non sono soltanto il Dio degli Israeliti o il Redentore – sono il Dio di tutte le creature nei cieli, sulla terra e nei mari(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Il Salvatore è già ritornato su una ‘nuvola bianca’”). “Sto compiendo la Mia opera nell’intero universo e, in Oriente, fragorosi tuoni risuonano senza posa, scuotendo tutte le nazioni e le confessioni. È la Mia voce che ha condotto tutti gli uomini nel presente. Faccio sì che tutti gli uomini siano conquistati dalla Mia voce, che cadano in questa corrente e si sottomettano innanzi a Me, poiché da molto tempo ho richiamato la Mia gloria da tutta la terra e l’ho rilasciata di nuovo in Oriente. Chi non desidera vedere la Mia gloria? Chi non attende con ansia il Mio ritorno? Chi non ha sete della Mia riapparizione? Chi non si strugge per la Mia bellezza? Chi non verrebbe alla luce? Chi non guarderebbe alla ricchezza di Canaan? Chi non desidera il ritorno del Redentore? Chi non adora Colui che ha grande potere? La Mia voce si diffonderà su tutta la terra; sarò di fronte ai Miei eletti e rivolgerò loro ancora altre parole. Come i potenti tuoni che scuotono montagne e fiumi, proferisco le Mie parole all’intero universo e al genere umano. Per questo, le parole nella Mia bocca sono diventate il tesoro dell’uomo e tutti gli uomini serbano care le Mie parole. Il lampo balena dall’Oriente fino all’Occidente. Le Mie parole sono tali che l’uomo detesta rinunciarvi e, allo stesso tempo, le trova insondabili, ma tanto più se ne rallegra. Tutti gli uomini sono lieti e gioiosi, celebrando la Mia venuta, come se fosse appena nato un bimbo. Per mezzo della Mia voce, condurrò tutti gli uomini dinanzi a Me. Da allora in poi, entrerò formalmente nella razza degli uomini, così che essi verranno ad adorarMi. Con la gloria che irradio e le parole nella Mia bocca, farò sì che tutti gli uomini vengano dinanzi a Me e vedano che il lampo balena dall’Oriente e che Io sono disceso anche sul ‘Monte degli Olivi’ dell’Oriente. Vedranno che Io sono già da tempo sulla terra, non più come Figlio dei Giudei ma Lampo d’Oriente. Poiché da molto tempo sono risorto e Mi sono allontanato dall’umanità, per poi riapparire con gloria in mezzo agli uomini. Io sono Colui che è stato adorato innumerevoli età prima d’ora, e sono anche l’infante abbandonato dagli Israeliti innumerevoli età prima d’ora. Inoltre, sono Dio Onnipotente pieno di gloria dell’età presente! Che tutti vengano dinanzi al Mio trono e vedano il Mio volto glorioso, ascoltino la Mia voce e osservino le Mie azioni. Questa è la Mia volontà nella sua interezza; è la fine e il punto culminante del Mio piano, così come lo scopo della Mia gestione: che ogni nazione Mi adori, ogni lingua Mi riconosca, ogni uomo riponga la sua fede in Me e ogni popolo si sottometta a Me!(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Il rombo dei sette tuoni profetizza che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo”). “Quando rivolgo il Mio volto verso l’universo per parlare, tutta l’umanità ascolta la Mia voce, e allora vede tutte le opere che ho compiuto nell’universo. Coloro che si pongono in opposizione alla Mia volontà, vale a dire coloro che Mi osteggiano con le azioni dell’uomo, subiranno il Mio castigo. Io prenderò le infinite stelle nei cieli e le creerò di nuovo, e grazie a Me il sole e la luna saranno rinnovati – i cieli non saranno più come prima e le innumerevoli cose presenti sulla terra saranno rinnovate. Tutto diventerà perfetto attraverso le Mie parole. Le molte nazioni che si trovano nell’universo saranno nuovamente ripartite e sostituite dal Mio Regno, in modo tale che le nazioni sulla terra spariranno per sempre e tutte diverranno un Regno che Mi adora; tutte le nazioni sulla terra saranno distrutte e smetteranno di esistere. Tra gli esseri umani che abitano l’universo, tutti coloro che appartengono al diavolo saranno sterminati, e tutti coloro che venerano Satana saranno abbattuti dal Mio fuoco ardente – in altre parole, fatta eccezione per quelli che adesso sono nel flusso, tutti saranno ridotti in cenere. Quando Io castigo i molti popoli, quelli che vivono nel mondo religioso in varia misura torneranno nel Mio Regno e saranno conquistati dalle Mie opere, perché avranno assistito all’avvento del Santo che cavalca una nuvola bianca. Tutte le persone saranno distinte in base al loro tipo, e riceveranno castighi commisurati alle loro azioni. Tutti coloro che Mi si sono opposti periranno; quanto a coloro che hanno svolto azioni sulla terra senza coinvolgerMi, a causa del loro comportamento continueranno a esistere sulla terra sotto il governo dei Miei figli e del Mio popolo. Io Mi rivelerò alla miriade di genti e nazioni e farò risuonare con forza la Mia voce sulla terra, proclamando il completamento della Mia grande opera affinché l’intera umanità possa vederla con i suoi stessi occhi(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Parole di Dio all’intero universo, Cap. 26”).

Cosa provate ora, dopo aver ascoltato alcuni passi delle parole di Dio Onnipotente? Si tratta della voce di Dio? Ogni singola frase delle parole di Dio Onnipotente contiene potere e autorità e scuote le persone nel profondo. Chi, oltre a Dio, sarebbe in grado di rivolgersi a tutta l’umanità? Chi potrebbe esprimere la volontà di Dio di salvare l’umanità? Chi potrebbe rivelare apertamente e prima del tempo il piano e le disposizioni di Dio per la Sua opera degli ultimi giorni, nonché l’esito e la destinazione dell’umanità? Chi potrebbe comunicare i decreti amministrativi di Dio all’intero universo? Oltre a Dio, nessuno sarebbe capace di fare questo. I discorsi rivolti da Dio Onnipotente all’umanità intera ci permettono di percepire l’autorità e il potere delle Sue parole. Le parole di Dio Onnipotente provengono direttamente da Dio, sono la voce di Dio Stesso! Con queste parole di Dio Onnipotente, è come se Dio stesse in alto nei cieli di fronte al mondo intero e parlasse. Dio Onnipotente sta parlando all’umanità dalla Sua posizione di Signore della creazione, rivelandole la giusta e maestosa indole di Dio che non tollera alcuna offesa. Anche se forse non possono comprendere le verità contenute nelle parole di Dio Onnipotente o avere una reale esperienza o comprensione quando le odono per la prima volta, tutti coloro che sono pecore di Dio percepiranno che ogni parola di Dio Onnipotente è colma di potere e autorità e avranno la certezza che quella è la voce di Dio e che scaturisce direttamente dallo Spirito di Dio. Ciò adempie alle parole del Signore Gesù: “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce e Io le conosco, ed esse Mi seguono(Giovanni 10:27).

Ora abbiamo udito la voce di Dio e visto le verità da Lui espresse: quale opera è dunque venuto a compiere Dio con l’espressione delle verità? È venuto a compiere l’opera di giudizio degli ultimi giorni, cosa che può essere dimostrata dalle profezie pronunciate direttamente dal Signore Gesù. “Inoltre, il Padre non giudica nessuno, ma ha affidato tutto il giudizio al Figlio(Giovanni 5:22). “E gli ha dato autorità di giudicare, perché è il Figlio dell’uomo(Giovanni 5:27). “Se uno ode le Mie parole e non le osserva, Io non lo giudico; perché Io non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi Mi respinge e non riceve le Mie parole ha chi lo giudica; la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno(Giovanni 12:47-48). “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, […] e vi annuncerà le cose a venire(Giovanni 16:12-13). E non possiamo dimenticare il Capitolo 4, Versetto 17 della prima lettera di Pietro: “Infatti è giunto il tempo in cui il giudizio deve cominciare dalla casa di Dio”. Queste profezie sono tutte molto chiare. Il giudizio degli ultimi giorni inizierà dalla casa di Dio e sarà compiuto tra tutti coloro che hanno accettato l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni. Vale a dire, il Figlio dell’uomo incarnato esprimerà molte verità sulla terra per giudicare e purificare l’umanità, guidando il popolo eletto di Dio a entrare in tutte le verità. Questa è l’opera di giudizio svolta dal Salvatore negli ultimi giorni, opera che è stata pianificata da Dio molto tempo fa. Dio Onnipotente, il Figlio dell’uomo incarnato, è venuto molto tempo fa, esprimendo tutte le verità per la purificazione e la salvezza dell’umanità e sconvolgendo il mondo intero e tutte le religioni e le confessioni. Sono sempre più numerosi gli individui che prestano attenzione alla voce di Dio, che ricercano e indagano la vera via. Dio Onnipotente ha rivelato tutti i principali misteri del piano di gestione di Dio di 6000 anni e ci ha svelato misteri della verità come gli obiettivi di Dio nella Sua gestione dell’umanità, il modo in cui svolge le tre fasi della Sua opera per salvare l’umanità, i misteri delle incarnazioni e la storia segreta della Bibbia; ma non solo: Dio Onnipotente ha anche rivelato la verità su come l’umanità è stata corrotta da Satana e sulla natura satanica che ci spinge a opporci a Dio, indicandoci al contempo il percorso concreto da seguire per liberarci della nostra indole satanica ed essere pienamente salvati. Dio Onnipotente ha inoltre svelato l’esito per ogni tipo di persona, le reali destinazioni finali delle persone, come Dio porrà fine all’età e come apparirà il Regno di Cristo. Ciascuno di questi misteri della verità ci è stato rivelato. Dio Onnipotente ha pronunciato milioni di parole, e queste parole sono tutte le verità usate per giudicare e purificare l’umanità. Questa è l’opera di giudizio svolta da Dio negli ultimi giorni. Si tratta di una fase dell’opera che, attraverso le sole parole, purifica e salva l’umanità.

In che modo, dunque, Dio Onnipotente compie l’opera di giudizio? Diamo uno sguardo a ciò che dicono le Sue parole. Dio Onnipotente dice: “L’opera di giudizio è propria di Dio quindi, ovviamente, deve essere svolta da Lui Stesso; non può essere effettuata dall’uomo in Sua vece. Poiché il giudizio è la conquista dell’uomo attraverso la verità, è incontestabile che Dio appaia ancora come immagine incarnata per svolgere tale opera fra gli uomini. In altre parole, Cristo degli ultimi giorni dovrà utilizzare la verità per insegnare agli uomini su tutta la terra e per far conoscere loro tutte le verità. Questa è l’opera di giudizio di Dio(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Cristo compie l’opera di giudizio attraverso la verità”). “L’opera di Dio nell’incarnazione attuale è esprimere la Sua indole soprattutto attraverso il castigo e il giudizio. Usando questo come fondamento, Egli porta maggiore verità all’uomo e gli mostra più percorsi per praticare, e in tal modo raggiunge il Suo obiettivo di conquistare l’uomo e di salvarlo dalla sua indole corrotta. Questo è ciò che sta dietro l’opera di Dio nell’Età del Regno(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Prefazione”). “Cristo degli ultimi giorni utilizza una serie di verità per insegnare all’uomo, rivelarne l’essenza e analizzarne le parole e le azioni. Queste parole comprendono diverse verità, quali il dovere dell’uomo, come l’uomo dovrebbe obbedire a Dio, come dovrebbe esserGli fedele, come dovrebbe vivere la normale umanità, così come la saggezza e l’indole di Dio, e così via. Queste parole sono tutte dirette all’essenza dell’uomo e alla sua indole corrotta. In particolare, le parole che rivelano come l’uomo rifiuta Dio vengono pronunciate a proposito di come l’uomo sia la personificazione di Satana e una forza nemica di Dio. Quando Dio comincia l’opera di giudizio, Egli non Si limita semplicemente a chiarire la natura dell’uomo con poche parole, ma compie la rivelazione, il trattamento e la potatura a lungo termine. Tutti questi diversi metodi di smascheramento, trattamento e potatura non possono essere sostituiti da parole comuni, ma con la verità che l’uomo non possiede affatto. Solo tali metodi di lavoro vengono considerati giudizio; solamente attraverso tale giudizio l’uomo può essere assoggettato, pienamente convinto a sottomettersi a Dio e inoltre può ottenere la vera conoscenza di Dio. Ciò che l’opera di giudizio realizza è la comprensione da parte dell’uomo del vero volto di Dio e la verità riguardo alla sua ribellione. L’opera di giudizio permette all’uomo di ottenere molta comprensione della volontà di Dio, dello scopo della Sua opera e dei misteri che per l’uomo sono incomprensibili. Inoltre, consente all’uomo di individuare e conoscere la sua sostanza corrotta e le radici della sua corruzione, come pure di scoprire la sua bruttezza. Questi effetti si realizzano tutti tramite l’opera di giudizio, perché la sua sostanza è di fatto l’opera di svelare la verità, la via e la vita di Dio a tutti coloro che hanno fede in Lui. Quest’opera è l’opera di giudizio svolta da Dio(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Cristo compie l’opera di giudizio attraverso la verità”). Dopo aver letto le parole di Dio, dovrebbe essere chiaro che l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni viene svolta principalmente esprimendo la verità e utilizzandola per giudicare, purificare e salvare l’umanità. In altre parole, negli ultimi giorni Dio purifica la corruzione dell’umanità esprimendo la verità e compiendo la Sua opera di giudizio. Egli salva e perfeziona un gruppo di persone, creando un gruppo composto da coloro che sono in armonia con Lui: è questo il frutto del piano di gestione di Dio di 6000 anni. È su questo che si concentra l’opera di giudizio degli ultimi giorni! È per questo che il Salvatore, Dio Onnipotente, ha espresso verità fin dalla Sua venuta, smascherando e giudicando ogni tipo di indole corrotta delle persone. Egli ha inoltre purificato e trasformato la nostra indole corrotta potandoci e trattandoci, mettendoci alla prova e affinandoci; questo elimina la causa principale della peccaminosità dell’uomo, permettendoci di abbandonare completamente il peccato, di liberarci dall’influenza di Satana e di essere in grado di sottometterci a Dio e di adorarLo. A questo punto qualcuno potrebbe essere un po’ confuso, pensando al fatto che il Signore Gesù ha già redento l’umanità: perché, dunque, il Salvatore avrebbe ancora bisogno di esprimere delle verità negli ultimi giorni per giudicare l’umanità? Questo perché il Signore Gesù ha compiuto solo l’opera di redenzione, nel senso che la fede in Lui comporta il perdono dei peccati, o la giustificazione per sola fede, che rende gli individui degni di presentarsi in preghiera davanti a Dio, di entrare in comunione con Lui e di godere della Sua grazia e delle Sue benedizioni. Tuttavia, il ruolo del Signore Gesù in quanto sacrificio espiatorio ha consentito solo il perdono dei peccati dell’umanità; non poteva eradicare del tutto il problema della peccaminosità dell’uomo. Questo è un dato di fatto. Ecco perché tutti coloro che hanno vissuto nell’Età della Grazia hanno riconosciuto il fatto che, anche dopo il perdono dei peccati dell’umanità, noi abbiamo continuato a peccare senza sosta. Non riuscivamo a trattenerci e, per quanto desiderassimo liberarci dal peccato, non eravamo in grado di farlo. Trascorrevamo i nostri giorni peccando di giorno e confessandoci di notte. Per questo il Signore Gesù avrebbe espresso la verità e compiuto l’opera di giudizio degli ultimi giorni al Suo ritorno, purificando completamente gli uomini dalla loro indole corrotta e eliminando alla radice la loro peccaminosità. È così che le persone possono essere salvate in modo totale e completo. Se le persone sperimentano soltanto la redenzione del Signore Gesù, ma non l’opera di giudizio degli ultimi giorni, sono solo in grado di riconoscere quelle che, tra le loro azioni, sono peccaminose; non riescono a cogliere la radice della peccaminosità dell’uomo. Ovvero, non sono in grado di comprendere la natura e l’indole satanica dell’uomo, e tanto meno di eliminarle. L’unico modo per risolvere il problema dell’indole corrotta, che è la causa principale della peccaminosità dell’uomo, è sperimentare l’opera di giudizio di Dio. Dio Onnipotente dice: “Prima che l’uomo fosse redento erano già stati insinuati in lui molti dei veleni di Satana e, dopo millenni di corruzione satanica, in lui si è consolidata una natura che resiste a Dio. Pertanto, quando è stato redento, non è stato altro che un caso di redenzione dell’uomo pagata a caro prezzo, ma senza che la natura velenosa che alberga in lui sia stata eliminata. L’uomo contaminato a quel modo deve subire un cambiamento prima di diventare degno di servire Dio. Attraverso quest’opera di giudizio e di castigo, l’uomo arriverà a conoscere appieno la sostanza sudicia e corrotta dentro di sé e sarà in grado di cambiare completamente e di diventare puro. Solo in questo modo può essere degno di tornare davanti al trono di Dio. Tutta l’opera compiuta in questo giorno serve a fare in modo che l’uomo possa essere mondato e cambiato; attraverso il giudizio e il castigo tramite la parola, e attraverso il raffinamento, egli può mondare la propria corruzione ed essere reso puro. Anziché considerare questa fase dell’opera la fase della salvezza, sarebbe più appropriato dire che è l’opera di purificazione. In verità, questa fase è anche quella della conquista, oltre ad essere la seconda fase dell’opera di salvezza. È attraverso il giudizio e il castigo della parola che l’uomo giunge ad essere guadagnato da Dio, ed è attraverso l’uso della parola per raffinare, giudicare e svelare che vengono rivelate in tutto e per tutto le impurità, le nozioni, le motivazioni e le aspirazioni individuali che albergano nel cuore dell’uomo. Per quanto l’uomo possa essere stato redento e perdonato per i suoi peccati, si può solo ritenere che Dio non Si sia ricordato le trasgressioni dell’uomo e non lo abbia trattato in base ad esse. Tuttavia, quando l’uomo, il quale vive in un corpo fatto di carne, non è stato liberato dal peccato, può solo continuare a peccare, rivelando all’infinito la sua indole satanica corrotta. Questa è la vita che conduce, un ciclo infinito di peccato e perdono. La maggior parte degli uomini non fa che peccare durante il giorno per confessarsi la sera. In questo modo, anche se il sacrificio per il peccato è eternamente efficace per l’uomo, non sarà in grado di salvarlo dal peccato. Solo metà dell’opera di salvezza è stata portata a termine, poiché l’uomo ha ancora un’indole corrotta. […] Non è facile per l’uomo acquisire consapevolezza dei suoi peccati; egli è incapace di riconoscere la sua natura profondamente radicata, e deve fare affidamento al giudizio della parola per ottenere questo risultato. Solo così è possibile che l’uomo cambi, a poco a poco, a partire da questo momento(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Il mistero dell’incarnazione (4)”). “Benché Gesù abbia compiuto molte opere tra gli uomini, ha soltanto completato la redenzione di tutta l’umanità e ne è diventato il sacrificio espiatorio; Egli, però, non ha liberato l’uomo da tutta la sua indole corrotta. Salvare pienamente l’uomo dall’influenza di Satana ha richiesto non solo che Gesù diventasse il sacrificio espiatorio e Si facesse carico dei peccati dell’uomo, ma ha anche richiesto che Dio compisse un’opera ancora maggiore per liberare completamente l’uomo dalla sua indole diabolicamente corrotta. E così, dopo che all’uomo sono stati perdonati i peccati, Dio Si è fatto di nuovo carne per condurlo verso l’età nuova, e ha iniziato l’opera di castigo e giudizio, opera che ha introdotto l’uomo in un regno più elevato. Tutti coloro che si sottomettono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e otterranno la verità, la via e la vita(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “Prefazione”). Dio Stesso ha assunto una forma carnale per venire a compiere l’opera di giudizio, esprimendo molte verità, e sta smascherando e giudicando le persone nel lungo termine. Solo in questo modo le persone possono constatare chiaramente la verità della propria corruzione e riconoscere la propria natura ed essenza. Tramite questo giudizio, le persone vedranno inoltre la giustizia e la santità di Dio, sviluppando così riverenza verso di Lui. Solo così potremo abbandonare gradualmente la nostra indole corrotta e vivere una reale sembianza umana. Si può affermare che l’unico modo per ottenere questo risultato è che Dio incarnato esprima delle verità per compiere l’opera di giudizio. Ecco perché il fatto che Dio Onnipotente pronunci parole, servendoSi della verità per compiere l’opera di giudizio, è così importante, così determinante e così significativo!

La chiave per stabilire se un credente può essere pienamente salvato e avere una buona destinazione dipende dalla sua capacità di accogliere l’apparizione e l’opera di Dio. In questo senso, il punto cruciale è la capacità dell’individuo di udire o meno la voce di Dio. Dio Onnipotente è apparso negli ultimi giorni e opera da oltre trent’anni, eppure moltissime persone non hanno ancora cercato di udire la voce di Dio. Alcuni credono nel Signore per tutta la vita e nei loro ultimi anni non hanno ancora udito la voce di Dio né accolto il Signore. Ciò significa che il Signore li ha rifiutati e che tutti i loro sforzi sono stati vani. Ecco perché la capacità di udire la voce di Dio è essenziale per determinare se una persona può raggiungere la piena salvezza e ottenere una buona destinazione. Molte persone leggono le parole di Dio Onnipotente e ammettono che sono la verità, ma sono comunque incapaci di riconoscere che Dio Onnipotente è il Signore ritornato. Questa è davvero una vergogna, ed è il risultato della stoltezza e della cecità umana. Coloro che non conoscono il Signore sono destinati a precipitare nelle catastrofi, piangendo e digrignando i denti.

Leggiamo infine un passo delle parole di Dio Onnipotente. Dio Onnipotente dice: “Nell’Età del Regno, Dio usa le parole per annunciare la nuova età, per cambiare i mezzi con i quali opera e per compiere l’opera dell’intera età. Questo è il principio in base al quale Dio opera nell’Età della Parola. Egli Si fece carne per parlare da punti di vista diversi, in modo che l’uomo potesse vedere realmente Dio, che è la Parola che appare nella carne, come pure la Sua saggezza e la Sua meraviglia. Tale opera viene svolta per raggiungere meglio gli obiettivi di conquistare, perfezionare ed eliminare l’uomo. Questo è il vero significato dell’uso delle parole per operare nell’Età della Parola. Mediante queste parole, le persone arrivano a conoscere l’opera di Dio, la Sua indole, l’essenza dell’uomo e ciò in cui l’uomo dovrebbe entrare. Mediante le parole, l’opera che Dio desidera svolgere nell’Età della Parola viene portata a compimento nella sua interezza. Mediante queste parole, le persone vengono smascherate, eliminate e messe alla prova. Le persone hanno visto le parole di Dio, le hanno udite e ne hanno riconosciuto l’esistenza. Di conseguenza, sono arrivate a credere nell’esistenza di Dio, nella Sua onnipotenza e nella Sua saggezza, come pure nell’amore di Dio per l’uomo e nel Suo desiderio di salvarlo. Il termine ‘parole’ sarà pure semplice e ordinario, ma le parole pronunciate dalla bocca di Dio incarnato scuotono l’universo, trasformano il cuore delle persone, le loro nozioni e la loro vecchia indole, nonché il modo in cui il mondo intero era solito apparire. Nel corso delle varie età, soltanto il Dio di oggi opera in questo modo e soltanto Egli parla così all’uomo e arriva a salvarlo. Da questo momento in avanti, l’uomo vive sotto la guida delle parole di Dio, pasciuto e appagato da esse. Le persone vivono nel mondo delle parole di Dio, tra le maledizioni e le benedizioni delle parole di Dio e ci sono ancora più persone che sono arrivate a vivere sotto il giudizio e il castigo delle Sue parole. Queste parole e quest’opera sono tutte per la salvezza dell’uomo, per realizzare la volontà di Dio e per cambiare l’aspetto originale del mondo della vecchia creazione. Dio ha creato il mondo con le parole, guida le persone nell’universo con le parole, le conquista e le salva con le parole. Per concludere, Egli userà le parole per porre fine all’intero vecchio mondo, completando così la totalità del Suo piano di gestione(La Parola, Vol. 1: La manifestazione e l’opera di Dio, “L’Età del Regno è l’Età della Parola”).

Sei fortunatoad accederea questo sito Web,avrai l’opportunitàdi accogliere il Signoree trovare la viaper sbarazzarti della sofferenza. Vuoi guadagnare questa benedizione di Dio?

Contenuti correlati

Cos’è l’incarnazione?

Tutti sappiamo che, duemila anni fa, Dio Si incarnò e venne nel mondo umano come il Signore Gesù per redimere l’umanità e predicò:...

Rispondi