Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Il Signore è apparso a est

0

Qiu Zhen, Cina

Un giorno, mia sorella mi telefonò e mi disse che era tornata dal nord e che aveva qualcosa di importante da dirmi. Mi chiese di passare subito da lei. Avevo un presentimento riguardo a ciò che poteva essere successo e, dopo la chiamata, andai immediatamente a casa sua. Appena entrai e vidi che mia sorella stava leggendo un libro, mi sentii sollevata. Vedendo che ero arrivata, si alzò di scatto e disse: “Sorella! Questa volta, a nord, ho ricevuto una buona notizia: il Signore Gesù è tornato!”

Dopo aver sentito questo, pensai distrattamente: “In tutti questi anni, il Lampo da Levante ha sempre testimoniato che il Signore Gesù è tornato; potrebbe essere che mia sorella abbia accolto il Lampo da Levante?” Prima che potessi parlare, lei mi disse con serietà: “Sorella! Il Signore si è incarnato ed è venuto nel nostro Paese, in Cina”. Io l’ascoltavo, e più lei parlava, meno lo faceva in modo normale e, così, le dissi subito: “Non credere a qualsiasi cosa dica la gente. Dio può forse venire in Cina? Nella Bibbia si dice molto chiaramente: ‘I suoi piedi si poseranno in quel giorno sul monte degli Ulivi ch’è dirimpetto a Gerusalemme a levante, e il monte degli Ulivi si spaccherà per il mezzo, da levante a ponente, sì da formare una gran valle, e metà del monte si ritirerà verso settentrione, e l’altra metà verso mezzogiorno’ (Zaccaria 14:4). Dio deve venire in Israele. Non può venire in Cina. Che vergogna che tu, che sei una persona che lavora per il Signore, non lo sappia nemmeno!”

il ritorno di Gesu

Mia sorella disse sinceramente: “Sorella, io la pensavo come te, ma, grazie alle parole di Dio Onnipotente e alla condivisione dei fratelli e delle sorelle, mi sono resa conto che il Signore si è davvero incarnato in Cina. Il passo delle Scritture di cui parli è una profezia, ma noi non possiamo commentare le profezie a nostro piacimento. Esse si adempiono tramite i fatti dell’opera di Dio, così che le persone possano capire. Quando il Signore venne a eseguire la Sua opera, né Pietro né la samaritana né l’eunuco etiope si attennero ai passi delle Scritture che profetizzavano la venuta del Signore. Furono i fatti relativi a ciò che il Signore Gesù disse e all’opera che Egli eseguì che confermarono che il Messia era arrivato come Signore Gesù. Tutti loro seguirono le orme di Dio e ricevettero la salvezza del Signore. E tutti quei farisei che si attenevano alle parole profetiche della Bibbia trattarono il Signore Gesù, il Messia che era già venuto, come una persona comune e Lo negarono, Gli opposero resistenza, Lo condannarono e, alla fine, Lo crocifissero. Per questo essi furono puniti da Dio. Sorella, dobbiamo gestire la venuta del Signore con attenzione. Dobbiamo avere un cuore che venera Dio. Qualsiasi cosa tu faccia, non accettare senza vagliarla qualunque cosa ti dicano!”

Lanciai un’occhiata a mia sorella, sollevai la Bibbia e dissi: “Jahvè Dio promulgò la legge in Israele e anche il Signore Gesù fu crocifisso in Israele. Se la Cina è un Paese governato da un partito ateo, perché Dio dovrebbe venire in un Paese simile? Crediamo in Dio da molti anni, ma non possiamo credere in qualsiasi cosa dica la gente!”

Mia sorella, ansiosamente, disse: “Sorella, quando il Signore Gesù compì l’opera, a quel tempo, i farisei opposero resistenza al Signore e dissero: ‘Investiga, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta’ (Giovanni 7:52). ‘Ma è forse dalla Galilea che viene il Cristo?’ (Giovanni 7:41). Ma, in realtà, il Signore Gesù crebbe a Nazareth, in Galilea. La Bibbia dice: ‘O profondità della ricchezza e della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto inscrutabili sono i suoi giudizi, e incomprensibili le sue vie! Poiché: Chi ha conosciuto il pensiero del Signore? O chi è stato il suo consigliere?’ (Romani 11:33-34). Noi come possiamo sondare la saggezza di Dio? Non possiamo analizzare l’opera di Dio basandoci sulle nostre idee! Attendiamo con ansia la venuta del Signore ogni giorno. Ora che il Signore è davvero tornato, se noi ci atterremo alle nostre nozioni e non cercheremo o non indagheremo, perderemo l’opportunità di incontrare il Signore e saremo pieni di rimorso!”

Vedendo l’espressione seria di mia sorella, pensai: “Mia sorella crede sinceramente nel Signore ed è una persona riflessiva e assertiva. In genere, sta attenta a ciò che fa e, per una questione così importante come la venuta del Signore, è ancor meno probabile che creda ciecamente a ciò che viene detto. Ora che è disposta ad accogliere il Lampo da Levante, potrebbe essere che il Signore sia davvero tornato in Cina per compiere la Sua opera?” Ma poi feci un’altra riflessione: “Come potrebbe il Signore svolgere l’opera in Cina? È davvero inimmaginabile!” Quindi, dissi con fermezza: “La Bibbia è una torta millefoglie e il modo in cui ognuno la interpreta è diverso. La Bibbia profetizza che, negli ultimi giorni, Dio, in effetti, discenderà in Israele. Inoltre, la maggior parte dei Cinesi adora Budda, e il governo nazionale ha sempre perseguitato le fedi religiose. Dio non verrà in Cina per compiere l’opera!”

attenersi alla Bibbia

Mia sorella disse con entusiasmo: “Sorella, il Signore è ritornato ed è apparso in Cina per compiere l’opera. Questo è molto significativo. Io ho appena accolto l’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente. Ancora non comprendo molto riguardo a questo aspetto della verità, ma sento i fratelli e le sorelle della Chiesa di Dio Onnipotente testimoniare in modo molto illuminante. Li faccio venire a parlare con te!” Io agitai la mano e dissi: “Non farli venire. Sto andando via”. Tornata a casa, mi sedetti con fare distaccato sul divano e ripensai a quanto aveva detto mia sorella. Interiormente mi sentivo molto agitata e non riuscivo a calmarmi. Avevo sempre aspettato che il Signore Gesù mettesse piede sul Monte degli Ulivi; quindi, come poteva dire, all’improvviso, che il Signore era giunto in Cina? Come poteva essere? Sfogliai incessantemente la Bibbia, ma non riuscii a trovare un capitolo che predicesse che il Signore sarebbe venuto a compiere l’opera in Cina. “Al tempo in cui il Signore Gesù svolse la Sua opera, i farisei opposero resistenza al Signore e dissero: ‘Investiga, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta’ (Giovanni 7:52). ‘Ma è forse dalla Galilea che viene il Cristo?’ (Giovanni 7:41). Ma, in realtà, il Signore Gesù crebbe a Nazareth, in Galilea…” Le parole di mia sorella mi venivano in mente di tanto in tanto, e pensavo che ciò che aveva detto fosse vero. Per un momento, diedi un’occhiata alla Bibbia e ripensai alle parole di mia sorella. Ripensandoci ripetutamente, non sapevo cosa fosse giusto, ma, nel mio cuore, non facevo che invocare il Signore: “Signore, cosa devo fare? Signore, dove discenderai?”

Alcuni giorni dopo, mia sorella venne a trovarmi di nuovo. Appena entrò in casa, sorrise e disse: “Sorella, sorella Xie e sorella Hao della Chiesa di Dio Onnipotente sono venute a casa mia per darmi il loro supporto. Credono in Dio Onnipotente da lungo tempo e ne capiscono molto più di me. Se c’è qualcosa che non comprendi riguardo al ritorno del Signore, vai a parlarne con loro”. Pensai a come credevo nel Signore da molti anni, a quanto avevo sempre sperato nella Sua venuta e, ancora di più, a quanto volevo sapere se Egli fosse venuto o meno. Avrei fatto meglio a cogliere l’opportunità di parlarne con loro. Quindi, andai con mia sorella a casa sua. Appena entrai nella stanza, le due sorelle mi salutarono con grande calore e mi parlarono molto cordialmente. Mi chiesero di dire apertamente se avevo domande su argomenti da condividere. Quindi, chiesi: “Voi dite che il Signore Gesù è già ritornato e sta svolgendo la Sua opera in Cina. Questa affermazione ha un fondamento nella Bibbia?” Sorella Hao sorrise e disse: “Sorella, in effetti nella Bibbia ci sono delle profezie riguardo al Signore che viene a svolgere l’opera in Cina negli ultimi giorni”. Avventatamente dissi: “Com’è possibile? Ho esaminato la Bibbia molte volte, ma non vi ho trovato una sola testimonianza. Dov’è il fondamento nella Bibbia?” Sorella Hao disse pazientemente: “Sorella, leggiamo due versetti delle Scritture e lo vedrai. Nel libro di Malachia 1:11 si dice: ‘Poiché dal sol levante fino al ponente grande è il mio nome fra le nazioni, […] dice Jahvè degli eserciti’. In Matteo 24:27 si dice: ‘Perché, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo’. Da questi due versetti delle Scritture possiamo capire chiaramente che il luogo in cui Dio discenderà di nuovo è l’est del mondo ed è nella terra dei Gentili. Noi tutti sappiamo che la Cina è nell’est del mondo. Le prime due fasi dell’opera di Dio furono entrambe realizzate in Israele. Per Israele, la Cina è una nazione di Gentili. Perciò, l’arrivo di Dio negli ultimi giorni in Cina per compiere l’opera adempie queste profezie!” Dopo avere ascoltato la condivisione delle sorelle e avere riflettuto sul significato di questi due versetti delle Scritture, pensai che la loro condivisione fosse stata molto illuminante. Pur avendo letto questi due versetti in precedenza, non capivo il significato sotteso al ritorno del Signore nell’est, in Cina. Ascoltandole spiegare, ebbi la sensazione che ciò derivasse dall’illuminazione dello Spirito Santo.

i fiori bellissimi

Sorella Hao continuò a parlare: “Noi pensiamo che il Signore, quando verrà, discenderà sul Monte degli Olivi, in Giudea. Secondo la profezia biblica, il Monte degli Ulivi, all’arrivo del Signore, si sarebbe diviso in due. In realtà, il Monte degli Olivi si è diviso in due molto tempo fa. Quindi, perché non abbiamo visto il Figlio dell’uomo discendere sul Monte degli Olivi? In realtà, ci sono verità e misteri da ricercare in questo. Vediamo cosa ha detto Dio Onnipotente: ‘Sto compiendo la Mia opera nell’intero universo e, in Oriente, fragorosi tuoni risuonano senza posa, scuotendo tutte le nazioni e le confessioni. È la Mia voce che ha condotto tutti gli uomini nel presente. Farò sì che tutti gli uomini siano conquistati dalla Mia voce, che cadano in questa corrente e si prostrino innanzi a Me, poiché da molto tempo ho richiamato la Mia gloria da tutta la terra e l’ho rilasciata di nuovo in Oriente. Chi non desidera vedere la Mia gloria? Chi non attende con ansia il Mio ritorno? Chi non ha sete della Mia ricomparsa? Chi non si strugge per la Mia bellezza? Chi non verrebbe alla luce? Chi non guarderebbe alla ricchezza di Canaan? Chi non desidera il ritorno del Redentore? Chi non adora il Grande Onnipotente? La Mia voce si diffonderà su tutta la terra; desidero proferire più parole quando sarò di fronte al Mio popolo eletto. Come i potenti tuoni che scuotono montagne e fiumi, proferisco le Mie parole all’intero universo e al genere umano. Per questo le parole nella Mia bocca sono diventate il tesoro dell’uomo e tutti gli uomini serbano care le Mie parole. Il lampo balena dall’Oriente fino all’Occidente. Le Mie parole sono tali che l’uomo detesta rinunciarvi e allo stesso tempo le trova insondabili, ma tanto più se ne rallegra. Come bimbi appena nati, tutti gli uomini sono felici e in festa celebrando la Mia venuta. Per mezzo della Mia voce, condurrò tutti gli uomini dinanzi a Me. Da allora in poi, entrerò formalmente nella razza degli uomini così che essi verranno a venerarMi. Con la gloria che irradio e le parole nella Mia bocca, farò sì che tutti gli uomini vengano dinanzi a Me e vedano che il lampo balena dall’Oriente e che Io sono disceso anche sul “Monte degli Olivi” dell’Oriente. Vedranno che Io sono già da tempo sulla terra, non più come Figlio dei Giudei ma Lampo d’Oriente. Poiché da molto tempo sono risorto e Mi sono allontanato dall’umanità, per poi riapparire nella gloria in mezzo agli uomini. Io sono Colui che è stato venerato per secoli infiniti prima d’ora, e sono anche l’infante abbandonato dagli Israeliti per secoli infiniti prima d’ora. Inoltre, sono Dio Onnipotente glorioso dell’epoca presente! Che tutti vengano dinanzi al Mio trono e vedano il Mio volto glorioso, ascoltino la Mia voce e osservino le Mie opere. Questa è la Mia volontà nella sua interezza; è la fine e il punto culminante del Mio piano, così come lo scopo della Mia gestione. Che ogni nazione Mi veneri, ogni lingua Mi proclami, ogni uomo riponga la sua fede in Me ed ogni popolo si assoggetti a Me!’ (‘Il rombo dei sette tuoni – profezia che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo’ in La Parola appare nella carne). Tutti noi sappiamo che Dio, la prima volta che si incarnò, portò il Vangelo del Regno. Questo Vangelo fu trasmesso dall’ovest all’est. Ma la gente non si aspettava che Dio sarebbe ritornato nella carne nell’est del mondo, in Cina, portando il Vangelo eterno e svolgendo l’opera di giudizio, purificazione e salvezza. Questa volta, l’opera di Dio va da est a ovest…”

Quando sentii ciò, interruppi la sorella e le chiesi, perplessa: “Sorella, l’Antico Testamento testimonia che Jahvè Dio svolse l’opera in Israele, che l’opera del Signore Gesù fu in Giudea e che le due fasi dell’opera di Dio furono entrambe in Israele; dunque anche il ritorno del Signore dovrebbe avere luogo in Israele. Come puoi dire che è in Cina?” Sorella Hao sorrise e disse: “Noi pensiamo che le prime due fasi dell’opera fossero entrambe in Israele; quindi, quando ritornerà, il Signore svolgerà certamente la Sua opera in Israele. Questo modo di pensare è forse fedele ai fatti? Potrebbe darsi che Dio sia unicamente il Dio degli Israeliti? Potrebbe essere che Dio si limiti a controllare e a salvare gli Israeliti? Vediamo che cosa dice Dio Onnipotente”.

Sorella Xie aprì il libro delle parole di Dio e lesse le seguenti parole: “Quando il Salvatore arriverà durante gli ultimi giorni, se fosse ancora chiamato Gesù, se fosse ancora una volta nato in Giudea e svolgesse lì la Sua opera, ciò dimostrerebbe che ho creato esclusivamente il popolo di Israele, e che ho redento soltanto quest’ultimo, e che quindi non ho nulla a che fare con i Gentili. Ciò non contraddirebbe la Mia affermazione ‘Io sono il Signore che ha creato i cieli, la terra e tutte le cose’? Ho lasciato la Giudea e ho svolto la Mia opera tra i Gentili perché non sono unicamente il Dio del popolo di Israele, ma sono il Dio di tutte le creature. Appaio tra i Gentili durante gli ultimi giorni perché non sono solo Jahvè, il Dio del popolo di Israele, ma sono anche il Creatore di tutti i Miei eletti tra i Gentili. Non ho creato soltanto Israele, l’Egitto e il Libano, ma ho creato anche tutte le nazioni dei Gentili al di là di Israele” (“Il Salvatore è già ritornato su una ‘nuvola bianca’” in La Parola appare nella carne). “Farò in modo che tutti sappiano che Io non sono solo il Dio degli Israeliti, ma il Dio di tutte le nazioni dei Gentili, persino di quelle che ho maledetto. Lascerò che tutte le genti vedano che Io sono il Dio di tutta la creazione. Questa è la Mia più grande opera, lo scopo del Mio piano di lavoro per gli ultimi giorni e l’unica opera che deve essere compiuta negli ultimi giorni” (“L’opera di diffusione del Vangelo è anche l’opera di salvezza dell’uomo” in La Parola appare nella carne). “Egli guidò gli Israeliti e nacque in Giudea, ed è altresì nato in una terra dei Gentili. Tutta la Sua opera non è forse per l’intera umanità che Egli ha creato? Ama gli Israeliti cento volte e odia i Gentili mille volte? Non è questa la vostra nozione? […] Se sostenete ancora che Dio è soltanto il Dio degli Israeliti e ancora asserite che la casa di David in Israele è l’origine della nascita di Dio, e che nessuna nazione tranne Israele è qualificata per ‘produrre’ Dio, e che tanto meno qualsiasi famiglia gentile sia in grado di ricevere personalmente l’opera di Jahvè – se il tuo modo di pensare è ancora questo, non ti rende forse un irriducibile ostinato? […] Non avete neppure mai pensato a come Dio potrebbe discendere di persona in una terra di Gentili. Egli dovrebbe discendere sul Monte Sinai o sul Monte degli Ulivi e apparire agli Israeliti. I Gentili (ossia, la gente nata fuori da Israele) non sono forse tutti oggetto della Sua avversione? Come potrebbe Egli operare di persona in mezzo a loro? Tutte queste sono le nozioni profondamente radicate che avete sviluppato nel corso di molti anni. Lo scopo del conquistarvi oggi è distruggere queste vostre nozioni. Come risultato di ciò avete visto Dio apparire di persona in mezzo a voi – non sul Monte Sinai o sul Monte degli Ulivi, ma in mezzo a gente che Egli non ha mai guidato in passato” (“La verità intrinseca dell’opera di conquista (3)” in La Parola appare nella carne). “Se la Sua opera attuale venisse condotta a buon fine tra gli Israeliti, quando il Suo piano di gestione di seimila anni giungerà al termine, tutti crederebbero che Dio è soltanto il Dio degli Israeliti, che solo loro sono il popolo eletto di Dio e solo loro meritano di ereditare la benedizione e la promessa di Dio. Nel corso degli ultimi giorni, Dio Si è incarnato nella nazione Gentile del gran dragone rosso; ha realizzato l’opera di Dio come il Dio di tutto il creato; ha ultimato il Suo intero piano di gestione […] Di conseguenza, ogni fase di quest’opera è molto significativa; in ogni caso, Dio non farà niente che sia privo di senso o di valore” (“Dio è il Signore di tutta la creazione” in La Parola appare nella carne).

Poi sorella Hao condivise le seguenti parole: “In passato, stabilimmo nel nostro cuore che Dio fosse il Dio degli Israeliti, perché le prime due fasi dell’opera erano state compiute in Israele. Israele era il luogo di nascita dell’opera di Dio e anche la zona di base per l’opera di Dio; quindi, noi pensavamo che l’opera di Dio potesse essere svolta solo in Israele, che il Vangelo potesse provenire solo da Israele e che solo gli Israeliti potessero essere il popolo eletto di Dio. Se Dio sta ancora svolgendo l’opera in Israele negli ultimi giorni, noi pensiamo a maggior ragione che Dio possa compiere l’opera solo in Israele, che Dio possa benedire solo gli Israeliti e che la Sua benedizione non abbia niente a che fare con i Gentili. Negli ultimi giorni, Dio ha scelto di svolgere la Sua opera di giudizio e di purificazione in un Paese di Gentili. Esso è anche la terra del gran dragone rosso: la Cina. Ciò capovolge la concezione di ognuno e consente effettivamente di capire che Dio non è solo il Dio degli Israeliti, ma è anche il Dio di tutte le nazioni dei Gentili, il Dio di tutti gli esseri creati. Dio benedice non solo gli Israeliti, ma anche i Gentili. Ciò porta pienamente a compimento l’opera di ‘Dio è il Signore di tutta la creazione’. È chiaro che il fatto che Dio scelga di svolgere l’opera degli ultimi giorni in Cina ha un grande significato. Dio è davvero onnipotente e molto saggio”.

l'albero con il sole

Ascoltando la condivisione della sorella, mi sentivo immersa nella contemplazione: sì, Dio è il Signore di tutta la creazione. L’intera umanità non è forse creata da Dio? Dio non salva solo gli Israeliti, ma anche i Cinesi. Il fatto che oggi venga a svolgere l’opera in Cina non è forse la dimostrazione del Suo amore per i Gentili? Sembra davvero che io non comprenda la volontà di Dio! Pensando a questo, provai una certa vergogna; moderai il tono e dissi: “Sorella, io comprendo ciò che dite. Se Dio venisse di nuovo in Israele per compiere l’opera, Gli fisseremmo una regola e penseremmo che Egli è solamente il Dio degli Israeliti. L’opera di Dio oggi consiste nel confutare le nozioni delle persone e nel far loro capire che Dio è il Signore di tutti gli esseri creati. Dio può compiere l’opera in Israele e anche in Cina; di conseguenza, noi non stabiliamo regole riguardo all’opera di Dio. Sembra che stabilire regole riguardo all’opera di Dio sulla base di nozioni e fantasie sia davvero molto stupido e da ignoranti! Tuttavia, c’è ancora una cosa che non comprendo: ci sono innumerevoli Paesi al mondo, talmente tanti Paesi in Europa e in America dove il cristianesimo e il cattolicesimo sono la religione di Stato. Non sarebbe più facile per Dio venire a compiere la Sua opera di giudizio e purificazione in questi Paesi? La Cina è un Paese ateo, pieno di idolatri. Il governo nazionale perseguita senza sosta chi crede in Dio; quindi, perché Dio dovrebbe svolgere l’opera in Cina?”

Sorella Xie sorrise e disse: “Sorella, la tua domanda è davvero essenziale! Perché Dio sceglie di svolgere l’opera di giudizio e di purificazione in un Paese che considera Dio un nemico? Se solo comprendessimo lo scopo e il significato di Dio che svolge l’opera in Israele e in Cina, capiremmo questo aspetto della verità. Diamo un’occhiata a cosa dice la parola di Dio. Dio Onnipotente dice: ‘L’Antico Testamento riporta le parole di Jahvè ai figli d’Israele e il Suo lavoro in mezzo a loro; il Nuovo Testamento invece narra l’opera di Gesù in Giudea. Perché la Bibbia non contiene nomi cinesi? Perché le prime due fasi del lavoro di Dio sono state compiute in Israele, e perché il popolo di Israele era il popolo scelto, ossia è stato il primo ad accettare l’opera di Jahvè. Gli Israeliti erano i meno corrotti di tutto il genere umano, e all’inizio il loro intento era quello di guardare a Dio e di riverirLo. Essi hanno obbedito alle parole di Jahvè e Lo hanno sempre servito nel tempio, e indossavano vesti sacerdotali o corone. Essi sono stati i primi ad adorare Dio e sono stati il primo oggetto della Sua opera. Queste persone erano un esempio e un modello per l’intera umanità, un modello e un esempio di santità e di giustizia. Persone come Giobbe, Abramo, Lot o Pietro e Timoteo, erano tutti Israeliti, e i modelli e gli esempi più santi. Israele è stato il primo paese ad adorare Dio e sono nate più persone giuste in Israele che in qualsiasi altro luogo. Dio ha operato in loro in modo da gestire meglio l’essere umano su tutta la terra in futuro. I risultati e la giustizia della loro devozione a Jahvè sono stati messi per iscritto, in modo da fungere da modello ed esempio per quanti non facevano parte del popolo d’Israele nell’Età della Grazia, e le loro azioni sono state alla base di migliaia di anni di lavoro, fino ai giorni nostri’. ‘L’opera di Jahvè è stata la creazione del mondo, è stata l’inizio; la fase attuale è la fine dell’opera, la sua conclusione. All’inizio, l’opera di Dio si svolse tra i prescelti d’Israele, e l’alba di una nuova epoca ebbe inizio nel più santo di tutti i luoghi. L’ultima fase dell’opera è portata avanti nel più impuro di tutti i paesi, per giudicare il mondo e portare l’età a termine. Nella prima fase, l’opera di Dio è stata svolta nel luogo più luminoso di tutti, e l’ultima fase viene compiuta in quello più oscuro, e questa oscurità verrà dissipata, la luce inonderà ogni cosa e tutto il popolo sarà conquistato. Quando la gente di questo luogo estremamente impuro e oscuro sarà conquistata e l’intera popolazione riconoscerà che c’è un Dio, il Quale è il vero Dio, e ogni persona ne sarà assolutamente convinta, allora questo avvenimento verrà utilizzato per attuare l’opera di conquista in tutto l’universo. Questa fase dell’opera è simbolica: una volta portata a termine, il piano di gestione di 6.000 anni giungerà completamente alla fine. Una volta che coloro che vivono nel più oscuro di tutti i luoghi saranno stati conquistati, inevitabilmente succederà la stessa cosa anche in ogni altro luogo. In quanto tale, solo l’opera di conquista in Cina ha in sé un significato simbolico. La Cina incarna tutte le forze delle tenebre e il popolo della Cina rappresenta coloro che vivono nella carne e sotto il dominio di Satana e della carne e del sangue. Quello cinese è il popolo maggiormente corrotto dal gran dragone rosso, il quale manifesta una fortissima opposizione nei confronti di Dio, e la sua umanità è estremamente vile e impura; quindi esso è l’archetipo di tutta l’umanità corrotta. Ciò, ovviamente, non significa che gli altri paesi non abbiano affatto dei problemi; le concezioni dell’uomo sono sempre le stesse, e sebbene le persone di questi paesi possano essere di buona levatura, se non conoscono Dio è normale che Gli si oppongano. Perché anche gli Ebrei si opposero e sfidarono Dio? Perché i farisei fecero lo stesso? Perché Giuda tradì Gesù? In quel tempo, molti discepoli non conoscevano Gesù. Perché, dopo che Gesù è stato crocifisso ed è risorto, la gente continuava a non credere in Lui? La disobbedienza dell’uomo non è forse la stessa? Il punto è semplicemente che il popolo della Cina ne costituisce un esempio, e quando sarà conquistato da Dio diventerà un modello e campione, e servirà come riferimento per gli altri popoli. Perché ho sempre detto che voi siete un’appendice del Mio piano di gestione? È nel popolo cinese che la corruzione, l’impurità, l’ingiustizia, l’opposizione e la ribellione si manifestano nel modo più completo e si rivelano in tutte le loro varie forme. Da un lato, esso ha scarsa levatura; dall’altro, la sua vita e la sua mentalità sono mediocri ed estremamente arretrate, così come lo sono le sue abitudini, l’ambiente sociale, la famiglia d’origine. Anche la loro condizione è bassa. L’opera in questo luogo è simbolica, e dopo che questo lavoro di prova sarà stato realizzato nella sua interezza, la Sua opera successiva andrà molto meglio. Se questa fase può essere completata, allora l’opera successiva procederà senza problemi. Una volta che questa fase sarà stata portata a compimento, sarà stato pienamente raggiunto un grande successo, e l’opera di conquista dell’universo intero giungerà alla sua conclusione definitiva. In effetti, una volta che l’opera in mezzo a voi sarà compiuta con successo, significherà che tutto l’universo è stato conquistato. Questo è il motivo per cui vi ho fatto fungere da modello ed esempio. La ribellione, l’opposizione, l’impurità, l’ingiustizia sono tutte presenti in questo popolo e in esso è rappresentata tutta la ribellione del genere umano. Questo popolo fa eccezione. Quindi, può essere considerato l’epitome della conquista e, una volta conquistato, diventerà naturalmente un esempio e un modello per gli altri’” (“La visione dell’opera di Dio (2)” in La Parola appare nella carne).

Dopo avere letto le parole di Dio, sorella Xie continuò con la sua condivisione: “La parola di Dio Onnipotente ci dice chiaramente che il luogo e l’obiettivo della Sua opera in ogni fase sono tutti scelti sulla base dei bisogni della Sua opera e che sono tutti considerevolmente significativi. Per esempio, le prime due fasi dell’opera di Dio furono in Israele perché gli Israeliti erano il popolo eletto di Dio. Erano i meno corrotti di tutta l’umanità e avevano un cuore che temeva Dio. Compiendo l’opera tra loro, Gli fu più facile creare un gruppo di modelli e di esempi per l’adorazione di Dio. In questo modo, la Sua opera si è potuta diffondere più velocemente e più facilmente, cosicché l’intera razza umana potesse conoscere l’esistenza di Dio e la Sua opera, per consentire ad ancora più persone di venire al cospetto di Dio a ricevere la Sua salvezza. Perciò, il fatto che Dio abbia compiuto le prime due fasi dell’opera in Israele ha davvero molto senso. Negli ultimi giorni, Dio compie l’opera di conquista e purificazione. Egli ha bisogno anche di persone rappresentative che accettino per prime la conquista e la purificazione di Dio. Nell’intera umanità, i Cinesi sono i più corrotti e arretrati e la Cina è la nazione che meno crede in Dio e dove la resistenza a Dio è più accanita. Quindi, negli ultimi giorni, il fatto che Dio svolga la Sua opera di giudizio e di conquista prima in Cina, che la compia giudicando e castigando coloro che sono i più corrotti, e conquistando e purificando noi, che siamo i più corrotti, metterà bene in evidenza l’onnipotenza, la santità e la giustizia di Dio e getterà Satana nella vergogna. Quando coloro che sono i più corrotti vengono conquistati da Dio, la cosa è scontata per la restante umanità di tutto l’universo ed è anche scontato che Satana sarà completamente sconfitto. Dal luogo e dall’obiettivo scelti da Dio per ogni fase della Sua opera, e dai risultati finali raggiunti, possiamo capire ancora meglio che l’opera di Dio è davvero saggia e meravigliosa!”

Dopo avere ascoltato le parole di Dio Onnipotente e la condivisione delle sorelle, capii: in precedenza Dio aveva svolto l’opera in Israele perché voleva creare un gruppo di modelli e di esempi tra le persone meno corrotte e, attraverso la loro testimonianza e la loro proclamazione del Vangelo di Dio, ancora più persone avrebbero ricevuto la salvezza di Dio. L’opera che Egli compie negli ultimi giorni è l’opera di conquista e di purificazione, ed Egli sceglie i Cinesi più corrotti e più immondi quali obiettivo della Sua stessa opera, rendendo queste persone modelli ed esempi che vengono conquistati e salvati. Questo è ancora più rivelatore della saggezza e dell’onnipotenza di Dio. Io non comprendevo le Sue intenzioni e leggevo la Bibbia che diceva che Egli sarebbe disceso di nuovo sul Monte degli Ulivi in Israele; quindi, accettavo il significato letterale e pensavo che Dio avrebbe certamente compiuto l’opera in Israele. Chi potrebbe immaginare che Dio sia venuto in Cina tanto tempo fa? Sembra che l’opera di Dio non sia semplice come pensa la gente!

A quel punto, sorella Xie continuò dicendo: “A prescindere dal Paese in cui Dio la compie, è tutto finalizzato alla Sua opera e alla salvezza dell’umanità, ed è tutto molto significativo. Se oggi vogliamo cercare l’immagine di Dio, dobbiamo prima mettere da parte le nostre fantasie e nozioni. Non dobbiamo stabilire un limite per le orme di Dio, pensando che Egli dovrebbe venire in questo o quel Paese. Dio è il Dio di tutta l’umanità. Egli può scegliere liberamente il luogo dell’opera secondo le necessità di questa. Dio Onnipotente dice: ‘Dio è il Dio di tutto il genere umano. Egli non fa di Sé Stesso la proprietà privata di un paese o di una nazione, e fa sì che l’opera del Suo piano non sia vincolata da alcuna forma, paese o nazione. Forse non hai mai immaginato questa forma o forse ne neghi l’esistenza, o forse il paese e la nazione in cui Dio appare è discriminato e il meno sviluppato sulla Terra. Eppure Dio ha la Sua sapienza. Con il Suo potere e attraverso la Sua verità e la Sua indole, Egli ha effettivamente guadagnato un gruppo di persone che condividono il Suo Stesso modo di pensare, e ha guadagnato il gruppo di persone che Si prefiggeva di formare: un gruppo conquistato da Lui, che sopporta prove angosciose e persecuzioni di ogni genere e in grado di seguirLo fino alla fine’” (“L’apparizione di Dio ha introdotto una nuova età” in La Parola appare nella carne).

Dopo avere sentito le parole di Dio Onnipotente, gridai per l’eccitazione e dissi alle sorelle: “Queste parole hanno la potenza e l’autorità di Dio e vengono da Lui. Ora, finalmente, capisco: Dio non è solo il Dio degli Israeliti, ma è anche il Dio dei Cinesi e ancora di più il Dio dell’intera umanità. Egli è davvero tornato! In questi giorni, non sono riuscita a mangiare o a dormire perché avevo paura di imboccare il sentiero sbagliato! Grazie alla condivisione con voi oggi, mi sono tolta questo peso dal cuore. Veramente grazie a Dio per non avermi abbandonato!” Dopodiché, le due sorelle mi diedero una copia di “La Parola appare nella carne”. Tornai a casa felice, tenendo il libro tra le mani. Tramite la lettura delle parole di Dio Onnipotente, mi sono convinta che Dio Onnipotente è il Signore Gesù che è ritornato. Nostro Signore Gesù è davvero ritornato!