La scelta giusta

26 Settembre 2022

di Shunyi, Cina

Sono nato in un distante villaggio di montagna, in una famiglia di agricoltori da diverse generazioni. Quando andavo a scuola, mia madre mi esortava spesso: “La nostra famiglia non ha nulla su cui contare. Se vuoi cambiare il tuo destino, hai solo te stesso. La tua unica speranza è andare bene a scuola”. Ho preso a cuore queste sue parole, sperando davvero di poter un giorno “essere al di sopra degli altri e rendere gloria ai miei antenati”. Tuttavia, dopo il diploma, non solo non riuscivo a trovare un lavoro stabile, ma i miei genitori si sono ammalati gravemente. Abbiamo speso tutti i risparmi di famiglia e poi abbiamo chiesto un prestito ai parenti. Poiché non ho restituiti il denaro in tempo, la mia stessa zia mi chiamava “vampiro” alle mie spalle. Mi sono dedicato interamente a guadagnare soldi per non essere guardato dall’alto in basso, ma le condizioni di indigenza della nostra famiglia e gli sgarbi dei parenti mi deprimevano molto, e spesso piangevo di nascosto. Proprio quando ero infelice e disperato, nel giugno del 2013, un amico ha condiviso con me il Vangelo di Dio Onnipotente degli ultimi giorni. Leggendo le parole di Dio e riunendomi con fratelli e sorelle, ho imparato che Dio ha creato l’uomo e che la nostra vita è nelle Sue mani. Ho anche imparato che la vita è così dolorosa perché gli uomini hanno perso la protezione di Dio dopo essere stati corrotti da Satana, e Dio Si è fatto carne ed esprime le verità negli ultimi giorni per salvare l’umanità dalla corruzione e dal male di Satana. Dopo aver appreso la volontà di Dio di salvare l’umanità, partecipavo attivamente alle riunioni e leggevo molto le parole di Dio. Ho inoltre iniziato presto a svolgere un dovere nella chiesa.

Qualche mese dopo, vedendo che ero entusiasta e volevo perseguire la verità, i fratelli e le sorelle mi hanno consigliato di formarmi come capogruppo. Ho collaborato con fratello Li, dirigendo alcuni gruppi di riunione. All’epoca avevo un lavoro, così fratello Li si occupava delle riunioni diurne, che si tenevano un po’ più lontano, mentre io andavo a quelle serali. In questo modo, potevamo organizzare bene i nostri orari. Alla fine dell’anno, eravamo a corto di personale addetto agli affari generali, così fratello è stato assegnato a quel lavoro e io sono stato messo provvisoriamente a capo di quei gruppi. Sapevo di dovermi affidare a Dio per gestirli. Ma allo stesso tempo mi sentivo in una situazione difficile. Se avessi dedicato tutto il tempo e l’energia al mio dovere, non avrei avuto abbastanza tempo per lavorare. La mia azienda mi aveva fissato un obiettivo di vendita di fine anno di un milione di yuan, e se l’avessi conseguito avrei potuto ottenere un bonus di fine anno più consistente. Pensavo che, se avessi raggiunto quell’obiettivo, non solo sarei riuscito a ripagare i miei debiti, ma avrei anche potuto risparmiare un po’ di soldi, e poi i miei amici e parenti non mi avrebbero guardato dall’alto in basso. Mi sono detto che prima avrei avuto quei soldi in mano, e poi avrei lavorato di più nel mio dovere. Il mio supervisore al lavoro voleva che facessi gli straordinari la sera per raggiungere quell’obiettivo, e così lavoravo un’ora in più e mi prendevo dei permessi per le riunioni, ma il mio supervisore ha smesso di approvare i permessi e voleva che facessi ulteriori straordinari. Questo mi faceva arrivare spesso in ritardo alle riunioni. Gli altri mi richiamavano ad arrivare prima e io mi limitavo ad annuire con riluttanza. Poco dopo, ho ricevuto un ordine firmato per oltre 500.000 yuan e quel mese mi hanno pagato più di 7.000 yuan, cosa che ha solo alimentato il mio desiderio di denaro. Ho considerato che quei soldi erano arrivati molto velocemente e che avevo già raggiunto più della metà del mio obiettivo. Se cinque dei miei dieci clienti avessero firmato un ordine, sarebbe stato un bel guadagno per me. E poi, se avessi ottenuto altri clienti importanti, forse avrei potuto comprare una casa e un’auto in pochi anni e poi tornare a casa nella gloria, e gli abitanti del villaggio mi avrebbero ammirato. Così, mi sono lanciato a capofitto nel mio sogno di guadagnare molti soldi. Spesso la sera facevo gli straordinari. A volte pensavo ai fratelli e alle sorelle che mi aspettavano alle riunioni e mi sentivo un po’ in colpa, ma quando uscivo dal lavoro era troppo tardi: dovevo tornare a casa. Quando arrivavo a casa ero esausto, e non avevo l’energia per leggere le parole di Dio, così andavo subito a dormire. Alcune mattine mi alzavo molto tardi, così le sfogliavo rapidamente e poi andavo a lavorare. Non sapevo cosa dire quando pregavo. Vivendo in questo stato, sono diventato sempre più negligente nel mio dovere. Alcuni dei nuovi arrivati di cui ero responsabile avevano urgente bisogno di irrigazione, e altri fratelli e sorelle andavano alle riunioni con loro al mio posto. Tuttavia, tutti avevano i loro doveri e a volte non potevano occuparsi anche del mio, e questo influiva sull’efficacia dell’irrigazione. In seguito, il leader e gli altri mi hanno detto che dovevo mettere il dovere al primo posto, e mi hanno ricordato che gestire le riunioni meccanicamente ed essere irresponsabile nel mio dovere avrebbe ostacolato il progresso della vita dei nuovi arrivati. Ho provato un po’ di paura alle loro parole. Se i neofiti non venivano irrigati in tempo, potevano essere fuorviati dalle bugie e abbandonare: in quel modo avrei compiuto il male. Sapevo che non potevo continuare così, e che dovevo pregare e pentirmi subito.

In seguito, quando sono andato a controllare quei gruppi, ho potuto constatare che, a causa del mio mancato lavoro pratico, i problemi e le difficoltà dei nuovi arrivati non erano stati risolti in tempo, perciò erano in cattivo stato e alcuni di loro neanche partecipavano alle riunioni regolarmente. Di fronte a quella situazione, mi sono sentito davvero in colpa. Sempre più nuovi credenti si univano alla fede, e avevano urgente bisogno di essere irrigati e sostenuti, e di essere aiutati a radicarsi saldamente sulla vera via. Sentivo che avrei dovuto lasciare il mio lavoro e dedicarmi a tempo pieno al mio dovere. Ma il mio capo al lavoro mi stava assegnando alcuni buoni progetti, e il mio supervisore diceva di volere aiutarmi a trovare altri clienti. Quando ho detto ai colleghi che stavo pensando di licenziarmi, mi hanno risposto: “Sei a più della metà del tuo obiettivo di vendita, quindi puoi superarlo entro la fine dell’anno. Sarebbe un peccato abbandonare adesso”. A quel punto anch’io ho pensato che sarebbe stato un peccato e volevo resistere fino alla fine dell’anno per poi dare le dimissioni. Ma il lavoro della chiesa aveva urgente bisogno di personale: se mi fossi concentrato solo sul mio lavoro e sul guadagno, senza mettere il cuore nel lavoro della chiesa, sarei stato davvero egoista. Era un vero dilemma per me. In quel momento, ero davvero combattuto. Ho pregato Dio, chiedendoGli di illuminarmi e guidarmi.

Poi, un giorno, mentre ascoltavo degli inni delle parole di Dio, ho sentito questo: “Al momento, ogni giorno che vivete è fondamentale ed è di primaria portanza per la vostra destinazione e la vostra sorte, quindi dovete aver cura di tutto ciò che al momento possedete e fare tesoro di ogni minuto che passa. Dovete ritagliarvi quanto più tempo potete per voi stessi in modo da ottenere il più possibile, così che non avrete vissuto invano” (“Ogni giorno che ora vivete è decisivo” in “Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi”). “Svegliatevi, fratelli! Svegliatevi, sorelle! Il Mio giorno non tarderà; il tempo è vita e riappropriarsi del tempo significa avere salva la vita! Il tempo non è lontano! Se non superate l’esame d’ammissione all’università potete studiare e sostenerlo nuovamente quante volte volete. Il Mio giorno, invece, non tollererà ulteriori ritardi. Ricordate! Ricordate! Vi esorto con queste buone parole. La fine del mondo si dispiega davanti ai vostri occhi e enormi disastri si stanno approssimando a gran velocità. Cosa conta di più? La vostra vita o il sonno, il cibo, le bevande e gli abiti? È giunto il momento di soppesare queste cose” (“Il tempo perso non tornerà mai più” in “Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi”). Questi inni alle parole di Dio mi hanno davvero impressionato. L’opera di Dio degli ultimi giorni porta a conclusione questa età. Dio sta determinando l’esito di tutti, ciascuno secondo la propria categoria. In futuro, tutti saranno salvati e mantenuti oppure sprofonderanno nella rovina. Dipende da come perseguiamo la verità ora. Questo è il momento critico che decide il nostro esito e il nostro destino. Le catastrofi si susseguono una dopo l’altra. Ci sono sempre più terremoti, inondazioni e siccità. Non sappiamo quando l’opera di Dio giungerà a conclusione. Sapevo che, se non avessi davvero impiegato il mio tempo per perseguire adeguatamente la verità, continuando a perseguire il denaro e una vita facile come i miscredenti, avrei rovinato la mia possibilità di acquisire la verità ed essere salvato. Ho pensato alla moglie di Lot. Bramava i beni di famiglia. Gli angeli guidarono lei e Lot fuori città e dissero loro di non voltarsi indietro, ma lei lo fece, e poi si trasformò in una statua di sale, un marchio di vergogna. Ero proprio come la moglie di Lot. Bramavo la ricchezza e perseguivo i piaceri del mondo, mettendo mano all’aratro e poi volgendo lo sguardo indietro. Ero così sciocco e cieco! Ho pensato a come in passato, nel mondo, fossi alla deriva, pesantemente indebitato e senza via d’uscita. La salvezza di Dio è discesa su di me e mi ha condotto fuori dalla sofferenza, dandomi la possibilità di perseguire la verità e la salvezza. Avevo goduto dell’amore di Dio, ma non desideravo ripagarlo. Ero negligente e irresponsabile nei confronti del mio dovere. Ero del tutto privo di coscienza e Dio lo trovava disgustoso. Non potevo rimanere ostinatamente sulla strada sbagliata; dovevo abbandonare i miei interessi personali, perseguire la verità e svolgere bene il mio dovere.

Dopo di che, ho iniziato a riflettere sul perché non fossi mai riuscito a rinunciare al lavoro e al denaro: qual era la radice? Poi, un giorno ho letto queste parole di Dio. “Satana usa fama e profitto per controllare i pensieri dell’uomo, finché le persone non riescono a pensare ad altro che non sia fama e profitto. Si affannano per fama e profitto, patiscono disagi per fama e profitto, sopportano umiliazioni per fama e profitto, sacrificano tutto ciò che hanno per fama e profitto, ed esprimeranno giudizi o prenderanno decisioni per fama e profitto. In tal modo, Satana lega le persone con catene invisibili ed esse non hanno la forza né il coraggio di liberarsene. Portano inconsapevolmente il peso di queste catene e continuano ad arrancare con grande difficoltà. Per amore di tale fama e profitto, l’umanità evita Dio e Lo tradisce e diventa sempre più malvagia. In questo modo, quindi, una generazione dopo l’altra viene distrutta nella fama e nel profitto di Satana” (“Dio Stesso, l’Unico VI” in “La Parola appare nella carne”). “‘I soldi fanno girare il mondo’ è una filosofia di Satana e prevale nell’intera umanità, in ogni società umana. Si potrebbe dire che è una tendenza perché è stata instillata nel cuore di ogni singola persona. All’inizio gli uomini non hanno accettato questo detto, ma poi lo hanno tacitamente accolto quando sono entrati in contatto con la vita reale, e hanno cominciato ad accorgersi che queste parole erano in effetti vere. Questo non è forse il processo di corruzione dell’uomo da parte di Satana? Forse le persone non intendono questo detto nello stesso modo, ma ciascuno ha diversi gradi di interpretazione e di riconoscimento in base alle cose che gli sono successe e alle esperienze personali. Non è così? A prescindere da quanta esperienza ciascuno abbia con questo detto, qual è l’effetto negativo che può avere sul cuore di una persona? C’è qualcosa che viene rivelato attraverso l’indole umana delle persone di questo mondo, compreso ognuno di voi. Di cosa si tratta? Dell’adorazione del denaro. È difficile cancellarla dal proprio cuore? Difficilissimo! Sembra che la corruzione dell’uomo da parte di Satana sia davvero profonda! Satana usa il denaro per tentare le persone e le induce ad adorare i soldi e a venerare le cose materiali. In che modo si manifesta nelle persone l’adorazione del denaro? Forse sentite che non potreste sopravvivere senza denaro in questo mondo, che per voi sarebbe impossibile anche solo per un giorno? Il prestigio e la rispettabilità delle persone dipendono da quanti soldi hanno. La schiena dei poveri è piegata dalla vergogna, mentre i ricchi godono della loro posizione elevata. Camminano orgogliosamente a testa alta, parlano con voce tonante e vivono con arroganza. Cosa portano questo detto e questa tendenza alle persone? Non è forse vero che molte persone fanno qualsiasi sacrificio pur di accumulare denaro? Molte non sacrificano la loro dignità e l’integrità andando in cerca di altri soldi? Molte non perdono l’opportunità di compiere il loro dovere e di seguire Dio a causa del denaro? Perdere la possibilità di acquisire la verità ed essere salvate non è forse la perdita più grave per le persone? Satana non è subdolo quando usa questo metodo e questo detto per corrompere l’uomo fino a questo punto? Non si tratta di un perfido stratagemma?” (“Dio Stesso, l’Unico V” in “La Parola appare nella carne”). Le parole di Dio rivelano la radice della ricerca di denaro e fama. Fin da piccolo, ritenevo di dover vivere secondo filosofie sataniche come “È il denaro che fa girare il mondo” e “Sii al di sopra degli altri e rendi gloria ai tuoi antenati”. Pensavo che avendo il denaro le persone potessero parlare con sicurezza e dignità, ergersi, avere una posizione elevata ed essere rispettate. Lo ritenevo l’unico modo per avere una vita degna e onorevole. Soprattutto quando la mia famiglia mi ignorava, facevo più straordinari per guadagnare più soldi, sperando un giorno di poterli surclassare. Dopo aver acquisito la fede, sapevo di dover partecipare a più incontri e svolgere il mio dovere per imparare la verità e progredire nella vita. Ma non sapevo abbandonare la ricerca di denaro e prestigio. Quando il mio dovere e il mio lavoro sono entrati in conflitto, ho scelto il denaro, trattando il mio dovere con leggerezza. In particolar modo, quando il mio lavoro andava bene e guadagnavo dei soldi, questo desiderio è diventato sempre più forte. Ero completamente concentrato su come accaparrarmi più clienti e far firmare loro più ordini per guadagnare più soldi, trascurando completamente il lavoro della chiesa. Questo ha fatto sì che alcuni nuovi arrivati non venissero irrigati in tempo e quasi abbandonassero, e il lavoro di irrigazione è stato gravemente ritardato. A quel punto, ho capito che vivere secondo quelle filosofie sataniche mi stava rendendo sempre più egoista e avido, e che pensavo solo ai miei interessi. Godevo tanto dell’irrigazione e del nutrimento di Dio, ma non Lo ripagavo con il mio dovere. Ero privo di ragione e coscienza! Satana usa la fama e il prestigio per trascinare le persone all’inferno, sono il suo stratagemma. Allontanava sempre di più il mio cuore da Dio, al punto che anche quando pregavo e leggevo le parole di Dio lo facevo meccanicamente. Continuando così, non avrei potuto acquisire la verità e avrei perso la possibilità di essere salvato da Dio.

In seguito, ho ascoltato un altro inno delle parole di Dio: “Se ti lasci sfuggire l’opportunità lo rimpiangerai per sempre”. “Dovresti cominciare a tenere conto del fardello di Dio in questo stesso istante, non dovresti aspettare che Dio riveli la Sua giusta indole a tutti gli uomini prima di cominciare a tenere conto del Suo fardello. Sarebbe troppo tardi allora, non ti pare? Ora hai una buona opportunità di essere perfezionato da Dio e, se te la lasci sfuggire, lo rimpiangerai per il resto della vita, esattamente come Mosè che, non essendo riuscito ad arrivare nella buona terra di Canaan, lo rimpianse per il resto della vita, portandosi il rimorso nella tomba. Una volta che Dio avrà rivelato la Sua indole giusta a tutti i popoli sarai preso dai rimpianti e, anche se Dio non ti castigherà, sarai tu stesso a farlo con il tuo rimorso. Il momento migliore per raggiungere la perfezione è il presente; adesso è un momento estremamente favorevole. Se non cerchi seriamente di essere perfezionato da Dio, una volta che la Sua opera sarà conclusa sarà troppo tardi e avrai perso questa opportunità. Non importa quanto siano grandi le tue aspirazioni; nel momento in cui Dio non starà più compiendo la Sua opera, per quanto impegno tu ci metta non sarai più in grado di ottenere il perfezionamento” (Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi). Dalle Sue parole, ho compreso le aspettative che Dio ha per noi. Egli spera che saremo in grado di fare tesoro di questo tempo prezioso, di perseguire la verità, di compiere il nostro dovere e di ottenere la Sua salvezza. È un’opportunità inestimabile per perseguire il perfezionamento da parte di Dio, e un momento cruciale per compiere un dovere. Nel compiere un dovere, attraverso la pratica della ricerca della verità per risolvere i vari problemi, possiamo imparare più verità e progredire più velocemente nella vita. Se non cogliessi l’opportunità di formarmi bene e continuassi a correre dietro al denaro, quando l’opera di Dio si concluderà, mi ritroverò senza nulla, e a quel punto i rimpianti saranno inutili. In effetti, nella vita ci dovrebbe bastare del cibo e un tetto. Se trascuriamo il nostro dovere per guadagnare molto denaro, in ultima analisi, ciò danneggerà la nostra vita, perderemo l’incredibile opportunità di acquisire la verità ed essere perfezionati da Dio. Sarebbe da idioti!

Ho letto un altro passo delle parole di Dio “In quanto persone normali che perseguono l’amore per Dio, l’accesso al Regno per diventare parte del popolo di Dio è il vostro vero futuro, e una vita che è del massimo valore e della massima importanza; nessuno è più benedetto di voi. Perché dico questo? Perché coloro che non credono in Dio vivono per la carne e vivono per Satana, ma oggi voi vivete per Dio e vivete per fare la volontà di Dio. Ecco perché dico che la vostra vita è della massima importanza. Solo questo gruppo di persone, che sono state selezionate da Dio, sono in grado di vivere una vita della massima importanza: nessun altro in terra è in grado di vivere una vita di tale valore e significato” (“Conoscere la più recente opera di Dio e seguire le Sue orme” in “La Parola appare nella carne”). Leggere queste parole di Dio mi ha davvero emozionato. Perseguire la verità e conoscere Dio è l’unico modo per avere una vita veramente significativa. In passato, avevo sempre vissuto secondo filosofie sataniche, convinto che avendo soldi e prestigio sarei stato ammirato da tutti, e che quella sarebbe stata una vita significativa. Ma era tutto sbagliato. Senza la fede, senza acquisire la verità e la vita, le persone non possono capire nulla davvero. Non sanno nemmeno da dove vengono, e non sanno che Dio governa i destini dell’umanità. Si limitano a inseguire il prestigio e il denaro, senza pensare di operare un cambiamento, per quanto soffrano, e sono destinate a perire nelle catastrofi, quando arriveranno, e allora i loro soldi saranno inutili! È così triste essere manipolati e feriti da Satana per tutta la vita. Invece, avere fede e perseguire la verità è diverso. Non abbiamo altrettante gratificazioni materiali ma, imparando le verità, comprendendo alcune cose, e senza essere più tentati e vincolati dal denaro, possiamo ottenere pace e illuminazione. Giobbe possedeva tanti beni di famiglia, ma non era quello a dargli piacere. Si concentrava sul conoscere il dominio di Dio in ogni cosa, sul temere di Dio e sul rinunciare al male. Nelle prove che affrontò, fu in grado di non lamentarsi e di rimanere saldo nella sua testimonianza. Ottenne l’approvazione di Dio e alla fine Dio gli apparve. La vita di Giobbe aveva significato e valore. Alla luce di questo, ho scritto la mia lettera di dimissioni. Vedendo che ero deciso, il capo non ha cercato di convincermi a restare. Il mio processo di dimissioni si è svolto senza intralci. Nel momento in cui sono uscito dall’azienda, mi sono sentito così rilassato e libero.

Dopo di che, mi sono dedicato al mio dovere con tutto me stesso e ho lavorato in armonia con i miei fratelli e sorelle nell’irrigare i nuovi arrivati. Qualche tempo dopo, i nuovi credenti partecipavano alle riunioni con entusiasmo e la vita della chiesa migliorava. Provavo un tale senso di pace! Lode a Dio!

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Mettersi sul cammino della fede in Dio

Ho bisogno di metterci un maggiore impegno. Così, quando la casa di Dio mi dette da trascrivere dei documenti, reagii in modo attivo. Non ebbi paura delle difficoltà e decisi di non trovare un partner o un lavoro, così da meritarmi la benedizione di essere un primogenito.

Rispondi